Twitter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Twitter
Twitter bird logo.png
URL twitter.com
Tipo di sito microblogging
Lingua multilingua
Registrazione gratuita
Proprietario Jack Dorsey, Chairman
Evan Williams, CEO
Biz Stone, Creative Director
Creato da Jack Dorsey
Lancio 15 luglio 2006
Fatturato Green Arrow Up.svg n.d. dollari (nel 2012)
Green Arrow Up.svg 1 miliardo di dollari (stima 2013)
Stato attuale attivo
Slogan What's happening?

Twitter è un servizio gratuito di social networking e microblogging che fornisce agli utenti una pagina personale aggiornabile tramite messaggi di testo con una lunghezza massima di 140 caratteri (120 nel caso si inserisca un link o un'immagine). Twitter è costruito totalmente su architettura Open source[1]. Gli aggiornamenti di stato possono essere effettuati tramite il sito stesso, via SMS, con programmi di messaggistica istantanea, posta elettronica, oppure tramite varie applicazioni basate sulle API di Twitter.

Twitter è stato creato nel marzo 2006 dalla Obvious Corporation di San Francisco.

Il nome "Twitter" deriva dal verbo inglese to tweet che significa "cinguettare". Tweet è anche il termine tecnico degli aggiornamenti del servizio.[2] I Tweet che contengono esattamente 140 caratteri vengono chiamati Twoosh[3]. Gli aggiornamenti sono mostrati nella pagina di profilo dell'utente e comunicati agli utenti che si sono registrati per riceverli. È anche possibile limitare la visibilità dei propri messaggi oppure renderli visibili a chiunque. Il valore del social network è stato stimato intorno agli 8,4 miliardi di dollari. Twitter nel 2012 ha raggiunto i 500 milioni di iscritti e 200 milioni di utenti attivi che fanno accesso almeno una volta al mese[4].

La storia[modifica | modifica sorgente]

La creazione[modifica | modifica sorgente]

Uno schizzo del progetto di Twitter.

La nascita di Twitter risale al 2006, a un lungo brainstorming fra i membri di Odeo, una società californiana che stava per lanciare una particolare piattaforma di creazione e gestione dei podcast dal funzionamento molto simile a quello di una casella vocale[5]. L'idea non venne mai alla luce perché di lì a poco, col lancio del primo iPhone, Apple avrebbe lanciato una nuova versione totalmente rivoluzionata di iTunes, che avrebbe capillarmente diffuso in tutti i telefoni e gli iPod di nuova generazione una piattaforma integrata per la sottoscrizione e la gestione dei podcast. Trovatisi a un binario morto, i membri di Odeo iniziarono a cercare un'altra idea originale che li salvasse da un fallimento sicuro. Un giorno, seduto su un'altalena al parco mentre mangiava cibo messicano, Jack Dorsey ebbe l'idea di un servizio che permettesse a un individuo di comunicare con un ristretto numero di persone attraverso degli SMS.[6]

Il primo nome del progetto fu twttr, nome ispirato all'allora già fortunato Flickr ed ai 5 caratteri di lunghezza dei numeri brevi per l'invio degli SMS negli USA. Gli sviluppatori scelsero inizialmente il numero "10958" come codice breve per l'invio dei messaggi, numero che fu presto rimpiazzato dal più semplice "40404".[7] Lo sviluppo del progetto iniziò ufficialmente il 21 marzo 2006 quando Dorsey alle 21.50 PM (PST) pubblicò il primo Tweet: "just setting up my twttr"[1]. Il primo prototipo della piattaforma è stato testato internamente fra gli impiegati di Odeo, mentre la versione finale è stata lanciata e aperta al pubblico il 15 luglio 2006. A ottobre del 2006 Biz Stone, Evan Williams, Noah Glass, Jack Dorsey e alcuni altri membri di Odeo hanno creato la Obvious Corporation, hanno assorbito Odeo e riscattato tutti i suoi progetti, inclusi Odeo.com e Twitter.com, dagli investitori e dagli azionisti della precedente società. Nell'aprile del 2007 Twitter si è costituita come società indipendente.

Fortuna e popolarità[modifica | modifica sorgente]

La popolarità di Twitter ha visto una svolta con l'edizione del 2007 del South by Southwest festival: nei giorni dell'evento l'uso di Twitter è triplicato passando da 20.000 ad oltre 60.000 Tweet al giorno.[8]. All'evento erano presenti due grandi schermi 60 pollici utilizzati esclusivamente per far scorrere lo stream dei Tweet pubblici. Il festival fu un grande evento pubblicitario per il servizio e lo staff ricevette il Web Award prize.

Il 22 gennaio 2010 è stato il giorno del primo Tweet inviato dallo spazio: l'autore è stato l'astronauta della NASA Timothy Creamer dalla Stazione Spaziale Internazionale. A partire dalla fine di novembre dello stesso anno diversi altri astronauti della NASA hanno iniziato ad inviare aggiornamenti tramite un account comune: @NASA_Astronauts. Nello stesso periodo l'astronauta italiano Paolo Nespoli, tornato nella Stazione Spaziale Internazionale per una missione dell'ESA, ha iniziato ad inviare tramite il suo account personale aggiornamenti costanti e foto della Terra vista dallo spazio.[9] L'astronauta è inoltre uno dei celebri protagonisti del video con cui Twitter a marzo del 2011 ha celebrato i 5 anni dal lancio del servizio.

In Italia, il 29 gennaio 2012 Twitter ha per la prima volta battuto una notizia di rilevanza istituzionale con largo anticipo rispetto ai media tradizionali: la morte del Presidente emerito Scalfaro è stata infatti twittata da un professore universitario (Alberto Gambino), suo amico e collaboratore, con un messaggio su Twitter ben 45 minuti prima delle agenzie di stampa,[10][11] dando vita ad un vivace dibattito in rete.[12]

Nel 28 febbraio del 2012 è stata twittata una foto del pilota NASCAR Brad Keselowski scattata da lui stesso in pista, durante un'interruzione della corsa a causa di un incidente, per testimoniare e inviare al mondo quei minuti in cui tutti i piloti in gara si trovavano fermi in attesa della ripartenza al Daytona international Speedway.

Il 14 settembre 2010, a quasi 5 anni dal lancio, Twitter ha lanciato una nuova interfaccia completamente rivisitata con una migliore integrazione delle funzionalità via via introdotte durante gli anni e ha cambiato il suo logo.

Leadership[modifica | modifica sorgente]

Dorsey è stato il primo amministratore delegato dell'azienda. Il 16 ottobre 2008 Dorsey è diventato presidente e Williams ha preso il suo posto come CEO. Il 4 ottobre 2010 ha preso il suo posto Dick Costolo, ex direttore operativo. Dorsey è tornato a lavorare per Twitter nel marzo del 2010 dividendosi fra l'azienda della ormai consolidata piattaforma sociale di microblogging e Square, azienda nella quale ricopre il ruolo di amministratore delegato i cui uffici sono a pochi passi di distanza da quelli di Twitter a San Francisco.

Caratteristiche d'uso[modifica | modifica sorgente]

Il servizio è diventato estremamente popolare, anche come avversario di Facebook, grazie alla semplicità ed immediatezza di utilizzo. Esistono diversi esempi in cui Twitter è stato usato dagli utenti per diffondere notizie, come strumento di giornalismo partecipativo. Ad esempio, nel caso del terremoto in Abruzzo del 6 aprile 2009, gli utenti Twitter hanno segnalato la notizia prima dei media tradizionali.[13]. Twitter deve la sua semplicità anche alla mancanza di alcune funzioni tipicamente riscontrabili in social network come Facebook, tra cui la condivisione di fotografie. Tuttavia esistono molti servizi esterni che possono aiutare a potenziare Twitter e ad implementarlo con funzionalità tipiche di Facebook (per esempio TwitPic è una valida soluzione per distribuire immagini all'interno del social network).

L'insieme dei Tweet pubblicati su Twitter dagli utenti costituisce un'enorme quantità di materiale, che può essere utilizzata anche dalle aziende: ad esempio Dell ha aperto un canale di comunicazione con i propri clienti su Twitter e molti servizi offrono il monitoraggio della reputazione dei brand su Twitter.

Anche in Italia alcune aziende, università, scuole e pubbliche amministrazioni utilizzano Twitter a scopi didattici.[14]

La società che gestisce il servizio non è quotata in borsa ma in base agli ultimi investimenti effettuati da investitori esterni è stato valutato che la società valga circa un miliardo di dollari.[15] Nel giugno 2009 a Twitter è stata dedicata la copertina di Time e un articolo di Steven Berlin Johnson sull'innovazione portata da questo servizio.[16]

Da quanto riferito nel luglio 2009 da James Halton, capo-marketing della società Microsoft, Twitter e Facebook avrebbero fatto parte di un servizio online della Xbox 360 prima del Natale dello stesso anno.[17]

Dall'11 dicembre 2009 le lingue attive in Twitter sono il francese, l'italiano, il tedesco e lo spagnolo insieme all'inglese ed al giapponese che erano presenti fin dall'inizio.

Da aprile 2010, Twitter ha introdotto la possibilità di creare Tweet sponsorizzati, chiamati "Promoted Tweets". Per il momento sono disponibili solo ad un numero ristretto di account.[18]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Tecnologia[modifica | modifica sorgente]

Twitter fa in buona parte affidamento su software open source. In passato, la sua piattaforma era basata sul framework Ruby on Rails, messo in opera tramite Ruby Enterprise Edition. Ad oggi, come dichiarato da Chris Aniszczyk (open source manager presso Twitter), si basa principalmente su Java e Scala. Infatti, il 6 aprile 2011 gli sviluppatori di Twitter hanno confermato il passaggio dal loro frontend basato su Ruby on Rails ad un server Java che hanno denominato Blender.[19] Inoltre, già dal 2009 l'architettura di Twitter comprende il software Kestrel,[20] un porting in Scala del persistent message queue server Starling (scritto in Ruby).

Il continuo sviluppo di Twitter ha portato al passaggio da un sistema monolitico, basato su una singola applicazione, ad un'architettura costituita da diversi servizi indipendenti che comunicano con il sistema di chiamata di procedura remota. La realizzazione di una propria API, inoltre, ha dato a Twitter la possibilità di integrarsi all'interno di altri servizi web e applicazioni.

Se si considera un Tweet, il suo processo di gestione comprende le seguenti azioni:[21] l'assegnazione di un ID univoco al Tweet tramite il software snowflake. La registrazione dei dati di geolocalizzazione con Rockdove. L'abbreviazione delle URL effettuata da t.co che verifica anche la presenza di spam. La memorizzazione in un database distribuito MySQL attraverso Gizzard. La conferma dell'avvenuto invio all'utente autore del Tweet. La trasmissione ai motori di ricerca, come Bing ed altri, per mezzo dell'API Firehose. Tutto ciò avviene sotto il controllo di FlockDB e in un tempo di circa 350 millisecondi.

Il 16 agosto 2013, il vice presidente della Platform Engineering di Twitter, Raffi Krikorian, ha dichiarato[22] che la loro piattaforma è stata in grado di gestire 143.199 Tweet per secondo, un nuovo record.

Interfaccia[modifica | modifica sorgente]

Steven Berlin Johnson descrive la meccanica di base di Twitter come "molto semplice":

« Come un social network, Twitter ruota intorno al principio dei follower. Quando si sceglie di seguire un altro utente di Twitter, i Tweet di tale utente vengono visualizzati in ordine cronologico inverso, sulla homepage di Twitter. Se seguite 20 persone, si vedrà una miscela di Tweet lungo la pagina: Aggiornamento sui cereali per la colazione, nuovi link, consigli musicali, tra cui riflessioni sul futuro dell'istruzione. »

Il 30 aprile 2009, Twitter ha cambiato la sua interfaccia web con l'aggiunta di una barra di ricerca e un riassunto di temi di attualità (Temi di Tendenza, o Trending Topics), cioè le frasi più comuni che compaiono nel messaggio. «Ogni aggiornamento pubblico inviato a Twitter da qualsiasi parte del mondo può essere immediatamente indicizzato e utilizzato per la ricerca in tempo reale», dice Biz Stone. «Con questa funzione che Twitter ha recentemente lanciato, è diventato, a sorpresa, un motore di ricerca per trovare ciò che sta accadendo ora».

Diversamente da Facebook o altri social network, non esiste una chat o l'invio di file allegati, e non è consentito inviare messaggi a persone che non sono follower.
I messaggi possono essere ricevuti solo se il destinatario è un following del mittente; invece, per inviare un messaggio diretto è sufficiente avere il destinatario come follower.

Hashtag[modifica | modifica sorgente]

I messaggi brevi di Twitter possono essere etichettati con l’uso di uno o più hashtag: parole o combinazioni di parole concatenate precedute dal simbolo cancelletto (#).

Etichettando un messaggio con un hashtag si crea un collegamento ipertestuale a tutti i messaggi recenti che citano lo stesso hashtag.

Nel 2010 Twitter ha introdotto nella prima pagina le tendenze, ossia l'elenco degli hashtag estremamente utilizzati. Nel 2012 sono state introdotte le tendenze in base alla posizione, che permettono la visualizzazione degli hashtag più popolari per ogni Paese o città.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Alla fine di settembre 2013 Twitter ha superato 230 milioni di utenti attivi mensili
  • Attualmente è Katy Perry la persona più seguita su Twitter in assoluto

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ https://dev.twitter.com/opensource Twitter è open source
  2. ^ Twitter, l'anti-Facebook che piace tanto a Google, la Repubblica, 3 marzo 2009.
  3. ^ Termine su Urban Dictionary. URL consultato il 12 aprile 2012.
  4. ^ Twitter Now Has More Than 200 Million Monthly Active Users. URL consultato il 09 febbraio 2013.
  5. ^ http://www.businessinsider.com/how-twitter-was-founded-2011-4 Startup 2011 Tickets The Real History Of Twitter
  6. ^ http://www.nytimes.com/2010/10/31/technology/31ev.html?_r=1 Why Twitter’s C.E.O. Demoted Himself
  7. ^ http://www.140characters.com/2009/01/30/how-twitter-was-born/ How Twitter was born
  8. ^ http://gawker.com/#!243634/twitter-blows-up-at-sxsw-conference Twitter blows up at SXSW Conference
  9. ^ http://tg24.sky.it/tg24/mondo/2010/12/24/paolo_nespoli_spazio_twitter_youtube.html Twitter chiama Terra. Così Nespoli cinguetta dallo Spazio...
  10. ^ Corriere della Sera, 29 gennaio 2012
  11. ^ Osservatorio Online. I fenomeni della rete
  12. ^ Twitter e la morte di Scalfaro: cosa è successo e perché il giornalismo non è morto | Nessuna promessa
  13. ^ Articolo di corriere.it che tratta delle segnalazioni in rete relative al terremoto in Abruzzo
  14. ^ Imparare con Twitter, SegnalazionIT, 04-09-2011. URL consultato il 04-09-2011.
  15. ^ Twitter vale un miliardo e i fringuelli chiacchierano, Punto Informatico, 17-09-2009. URL consultato il 17-09-2009.
  16. ^ http://www.time.com/time/business/article/0,8599,1902604,00.html How Twitter Will Change The Way We Live
  17. ^ Articolo di Eurogamer.net che tratta delle novità della Xbox 360
  18. ^ Annunci pubblicitari su Twitter: nascono i Promoted Tweets
  19. ^ Twitter Search is Now 3x Faster | Twitter Blogs
  20. ^ Building on Open Source | Twitter Blogs
  21. ^ How Twitter tweets your tweets with open source | ZDNet
  22. ^ New Tweets per second record, and how! | Twitter Blogs

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]