Campionato mondiale di calcio 2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa del Mondo FIFA del 2014
Copa do Mundo FIFA de 2014
Logo della competizione
Competizione Campionato mondiale di calcio
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 20ª
Organizzatore FIFA
Date 12 giugno - 13 luglio 2014
Luogo Brasile Brasile
(12 città)
Partecipanti 32
Impianto/i 12 stadi
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2010 2018 Right arrow.svg

Il campionato mondiale di calcio 2014 o Coppa del Mondo FIFA del 2014 (en. 2014 FIFA World Cup; br. Copa do Mundo FIFA de 2014), noto anche come Brasile 2014, sarà la 20ª edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dalla FIFA e la cui fase finale si svolgerà in Brasile dal 12 giugno al 13 luglio 2014.

La vendita dei biglietti per il campionato mondiale di calcio 2014 ha avuto inizio il 20 agosto 2013. Si stima che circa 3,3 milioni di biglietti saranno disponibili e la maggior parte dei biglietti saranno venduti attraverso FIFA.com.[1]

Indice

Qualificazioni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Qualificazioni al campionato mondiale di calcio 2014.

Il Comitato Esecutivo della FIFA ha approvato un anticipo di sei mesi rispetto al passato per la data del sorteggio dei gironi di qualificazione, che si è svolto il 30 luglio 2011 a Rio de Janeiro.[2]

Il torneo metterà a disposizione 32 posti per altrettante compagini nazionali, compresa quella del Paese organizzatore, qualificato di diritto. Le altre 31 squadre che accederanno alla fase finale del torneo verranno selezionate tramite eliminatorie su base continentale e con alcuni spareggi internazionali.

I dati relativi a ogni confederazione sono riassunti nella seguente tabella:

Confederazione Zona Membri FIFA Iscritte alle qualificazioni Posti
AFC Asia 46    43[3] 4/5
CAF Africa 53    52[4] 5
CONCACAF America del nord, America del centro e Caraibi 35 35 3/4
CONMEBOL America del sud 10    9[5] 4/5
OFC Oceania 11 11 0/1
UEFA Europa 53 53 13

Fase finale[modifica | modifica sorgente]

Scelta della sede[modifica | modifica sorgente]

Criteri di selezione del continente[modifica | modifica sorgente]

Anche per questa edizione del Campionato mondiale di calcio, la FIFA ha deciso di continuare nella politica della rotazione (intrapresa a partire dal Mondiale precedente) tra le varie confederazioni internazionali per la selezione del continente al quale deve appartenere il Paese scelto successivamente come organizzatore della manifestazione.

Candidature[modifica | modifica sorgente]

Considerazioni generali[modifica | modifica sorgente]

Le 5 nazioni che hanno ufficialmente dichiarato (prima che la FIFA annunciasse la sua decisione sul continente prescelto) il proprio interesse nell'organizzazione dell'evento sono state in ordine alfabetico:

Argentina e Cile[modifica | modifica sorgente]

Argentina e Cile avevano manifestato l'intenzione di candidarsi insieme, ma la scelta è stata poco apprezzata in quanto Joseph Blatter, dopo le difficoltà incontrate nei Mondiali nippo-coreani del 2002, ha sempre affermato che la FIFA preferirebbe assegnare la gestione della competizione a una sola nazione invece che a due[6].

Australia[modifica | modifica sorgente]

Il premier dell'Australia Meridionale propose l'Australia come paese ospitante. È stato poi sostenuto dal primo ministro John Howard e dal presidente della Football Federation Australia, Frank Lowy, che ha espresso un forte interesse per la proposta[7].

La candidatura non fu però presa in esame perché la politica della rotazione prevedeva una nazione sudamericana per i mondiali del 2014.

Brasile[modifica | modifica sorgente]

Il Brasile era la candidata più forte e, come da previsioni, è stata scelta. Dal 17 marzo 2004 le associazioni della CONMEBOL hanno votato all'unanimità per avere il Brasile come unica candidata[8]. Tuttavia il 13 aprile 2006 Blatter affermò che questo non significava che l'assegnazione fosse già decisa. Il presidente della FIFA disse:

(EN)
« For the time being, I don't think Brazil has a stadium for the Cup. »
(IT)
« Al momento attuale, non penso che il Brasile abbia uno stadio per il Mondiale. »

Il 24 agosto 2007 gli ispettori della FIFA si recarono in Brasile per un tour di nove giorni, con il fine di analizzare alcuni dei siti designati dalla federazione brasiliana per ospitare le gare della competizione. Il sopralluogo si svolse nelle città di Rio de Janeiro, San Paolo del Brasile, Belo Horizonte, Brasilia e Porto Alegre[9].

Colombia[modifica | modifica sorgente]

La Colombia propose formalmente la propria candidatura il 18 dicembre 2006 e la ritirò l'11 aprile 2007[10].

Il presidente colombiano Álvaro Uribe preannunciò il 15 luglio 2006 che il proprio Paese avrebbe avanzato un'offerta durante il suo discorso alla cerimonia di apertura dei XX Giochi centramericani e caraibici del 2006, allorché disse: "Osservando come sono state fatte le cose per organizzare questi Giochi, credo che la Colombia sia in grado di ospitare un campionato del mondo di calcio. Sono certo che ce la faremo e che lo faremo molto bene"[11]. Il vicepresidente Francisco Santos Calderón venne subito incaricato di gestire il progetto. La Colombia era già stata scelta come nazione ospitante per la Coppa del mondo 1986 ma rinunciò in seguito a favore del Messico a causa di problemi economici, disaccordi con la FIFA e preoccupazioni sull'instabile situazione interna di quel tempo. In un'occasione (quella del 2001), la Colombia ha anche ospitato la Coppa America. In ogni modo, il 27 febbraio 2007 il presidente della FIFA Joseph Blatter sembrò stroncare sul nascere qualsiasi chance colombiana di ospitare l'evento: "Quella della Colombia è più una presentazione di pubbliche relazioni per dire che esistono non solo nelle notizie dei media ma anche nel calcio" disse Blatter facendo implicito riferimento ai problemi di droga e criminalità del Paese[12].

Stati Uniti[modifica | modifica sorgente]

La United States Soccer Federation (USSF) ha espresso interesse fin dal 2002 per ospitare l'edizione della Coppa del mondo del 2014. In seguito al successo dell'edizione del 1994, negli Stati Uniti sono infatti sorti numerosi fan club, superando tutte le aspettative e le previsioni. Il presidente dell'USSF Robert Contiguglia confidava nel fatto che gli Stati Uniti potessero fare un'offerta molto valida per l'organizzazione[13], tuttavia la candidatura non fu presentata.

Assegnazione[modifica | modifica sorgente]

Il 7 marzo 2003 la FIFA annunciò che la fase finale di questi campionati mondiali sarebbe stata giocata in Sud America, secondo la regola della rotazione tra le diverse confederazioni (il continente sudamericano non ospitava quest'evento sin dai tempi di "Argentina '78").

Il 3 giugno 2003 la Confederazione Calcistica Sudamericana (CONMEBOL) comunicò che Argentina, Brasile e Colombia avevano espresso il desiderio di presentare le loro candidature[14], tuttavia nel 2004 Argentina e Colombia rinunciarono a tale progetto, lasciando così il Brasile come unico candidato.

Joseph Blatter annuncia la scelta del Brasile.

Nonostante questo fatto, la FIFA aveva lasciato intendere di tenere in considerazione altre candidature nel caso in cui il Brasile non avesse superato gli standard di qualità richiesti, cosa comunque non verificatasi.

Il 30 ottobre 2007, nella sede principale della FIFA a Zurigo, è stato deciso che l'edizione del 2014 della Coppa del mondo FIFA si giocherà in Brasile, in quanto unico candidato rimasto[15].

Esito della votazione:

Il Brasile diventerà così la quinta nazione ad aver ospitato il Campionato mondiale di calcio due volte (l'altra nel 1950), dopo il Messico, l'Italia, la Francia e la Germania.

Durante l'annuncio erano presenti l'allora CT della Seleção Dunga, l'ex calciatore Romário, il presidente brasiliano Lula e il noto scrittore Paulo Coelho. Per la prima volta il Mondiale di calcio sarà disputato fuori dall'Europa per due edizioni consecutive (dopo Sudafrica 2010); finora la rassegna iridata non si era allontanata dal vecchio continente per più di un'edizione.

Città ospitanti[modifica | modifica sorgente]

Colori della bandiera brasiliana sul Giardino botanico di Curitiba, nel 2010. Un omaggio è stato fatto tra il 16 e il 23 settembre 2011, 1.000 giorni prima dell’inizio della Coppa del Mondo, con i colori delle bandiere di ogni paese che ha vinto una Coppa del Mondo ovvero Brasile, Italia, Germania, Uruguay, Argentina, Inghilterra, Francia e Spagna.[16]
Regione 1950 2014 Città ospitanti nel 1950 Città ospitanti nel 2014
Centro-Ovest 0 2 Brasilia, Cuiabá
Nord 0 1 Manaus
Nord-Est 1 4 Recife Recife, Fortaleza, Natal, Salvador
Sud 2 2 Curitiba, Porto Alegre
Sud-Est 3 3 Belo Horizonte, Rio de Janeiro, San Paolo

Nel 1950, le città sede della Coppa del Mondo erano concentrati nel sud-est e sud.[17] Nel 2014, le città ospitanti sono più equamente distribuite. Ogni città ospitante è la capitale del suo stato. L'offerta copre tutte le principali regioni del Brasile e di conseguenza il torneo richiederà significativi viaggi a lunga distanza per le squadre. Il Brasile è geograficamante la quinta più grande nazione del mondo.[18]

Anche se il Brasile è a cavallo del equatore, tutte le sedi sono nell'emisfero australe, il che significa che le partite si terranno nel periodo invernale (anche se la maggior parte delle sedi per il torneo si trovano nei tropici). Il fronte freddo proveniente dall'Antartide causa freddo nella parte meridionale e centrale del paese, e tempo piovoso a nord. Tuttavia, i futuri stadi si stanno preparando per queste condizioni.[19]

La FIFA ha inoltre accettato di aumentare il numero delle città ospitanti da dieci a dodici a causa delle dimensioni del Brasile. "Fin dall'inizio dieci città stavano per essere scelte, ma grazie all'influenza del presidente della CBF Ricardo Teixeira e l'interesse di tutto il paese, abbiamo concordato l'aumento del numero a dodici" ha detto il presidente della FIFA Sepp Blatter.[20]

Un fondo di 1 miliardo di dollari è stato approvato per la riparazione, ristrutturazione e manutenzione degli stadi brasiliani. Tuttavia, con l'obiettivo di costruire uno stadio "all'avanguardia" e, quindi, aumentare le loro possibilità di essere parte del torneo del 2014, alcuni stati brasiliani sono alla ricerca di esperienza all'estero. Recentemente due delegazioni di Recife e Porto Alegre, per esempio, hanno visitato l'Amsterdam ArenA, al fine di capire la formula che ha reso quello stadio altamente redditizio. L'Amsterdam ArenA, la casa dell'Ajax, sta infatti offrendo la sua esperienza sul concetto di stadio multi-uso. L'Amsterdam ArenA è stata sviluppato per soddisfare non solo le partite di calcio, ma anche concerti ed eventi. Amsterdam ArenA sta attualmente sviluppando due progetti per il Brasile: Recife e Porto Alegre.[21]

Clima delle città ospitanti[modifica | modifica sorgente]

Porto Alegre, la città situata più a sud. In inverno a causa delle basse temperature si può assistere a precipitazioni di neve a piccoli fiocchi e scarsamente intense note come nevischio.
Città Temperatura media diurna di giugno, °C (°F) Temperatura media diurna di luglio, °C (°F)
Rio de Janeiro 25,2 °C (77,36 °F) 25,3 °C (77,54 °F)
Brasilia 25,2 °C (77,36 °F) 20,1 °C (68,18 °F)
San Paolo 21,7 °C (71,06 °F) 20,8 °C (69,44 °F)
Fortaleza 29,6 °C (85,28 °F) 29,5 °C (85,1 °F)
Salvador 26,5 °C (79,7 °F) 26,2 °C (79,16 °F)
Recife 28,8 °C (83,84 °F) 27,3 °C (81,14 °F)
Porto Alegre 19,4 °C (66,92 °F) 16,7 °C (62,06 °F)
Belo Horizonte 25,0 °C (77 °F) 20,6 °C (69,08 °F)
Cuiabá 31,0 °C (87,8 °F) 32,0 °C (89,6 °F)
Manaus 31,0 °C (87,8 °F) 31,3 °C (88,34 °F)
Natal 28,0 °C (82,4 °F) 28,0 °C (82,4 °F)
Curitiba 18,3 °C (64,94 °F) 14,4 °C (57,92 °F)

Infrastrutture[modifica | modifica sorgente]

Stadi[modifica | modifica sorgente]

Costruzione[modifica | modifica sorgente]

Dilma Rousseff e Pelé seguono i lavori a Belo Horizonte.

La Federazione calcistica del Brasile stima che il costo di costruzione e ristrutturazione degli stadi[22] sarà per stadio approssimativamente sopra i 9,9 miliardi di Real brasiliani (5,6 miliardi di dollari).[23] Oltre alle ristrutturazioni degli stadi, ci saranno altri milioni spesi sulle infrastrutture di base per avere il paese pronto all’evento. A maggio si inaugurerà l'ultimo dei dodici stadi: quello di Curitiba[24].

Dopo essere stato informato della decisione di ospitare il torneo, il presidente della CBF Ricardo Teixeira, ha dichiarato: "Siamo una nazione civile, una nazione che sta attraversando una fase eccellente, e abbiamo ottenuto l'onore di organizzare una Coppa del Mondo". Teixeira era presso la sede della FIFA a Zurigo quando l'annuncio è stato fatto.[25]

"Nei prossimi anni avremo un afflusso consistente di investimenti. La Coppa del Mondo 2014 consentirà al Brasile di ottenere una moderna infrastruttura", ha detto Teixeira. "In termini sociali sarà molto utile. Il nostro obiettivo è quello di rendere il Brasile più visibile globalmente", ha aggiunto. "La Coppa del Mondo va ben al di là di un semplice evento sportivo. Esso sarà un interessante strumento per promuovere la trasformazione sociale."[26]

Il 27 gennaio 2013 lo stadio Castelão, a Fortaleza, è diventato il primo stadio della Coppa del Mondo 2014 a ospitare una partite di calcio, dopo la fine delle opere di ristrutturazione. Le due partite giocate sono state Fortaleza-Sport terminata 0-0 e Bahia-Ceara terminata 1-0.[27] Una settimana dopo, il 3 febbraio 2013, lo stadio Mineirão ha ospitato la sua prima partita dopo la ristrutturazione.[28] Il 7 aprile 2013, la terza sede per la Coppa del Mondo FIFA era pronta, l'Arena Fonte Nova di Salvador dove si è svolta la partita Vitória-Bahia terminata 5-1.[29]

Tabella[modifica | modifica sorgente]

La lista ufficiale delle dodici città sedi della Coppa del mondo è stata resa nota dalla FIFA il 31 maggio 2009 nel suo 59º congresso tenutosi a Nassau, capitale delle Bahamas.

Le città scelte sono: Belo Horizonte, Brasília, Cuiabá, Curitiba, Fortaleza, Manaus, Natal, Porto Alegre, São Lourenço da Mata (Recife), Rio de Janeiro, Salvador e San Paolo.

Fino ad allora avevano mostrato l'interesse di ospitare la fase finale del Mondiale anche le città di Belém, Campo Grande, Florianópolis, Goiânia, Maceió e Rio Branco ma, per motivi logistici e politici, vennero scartate.[30]

Stadio Maracanã Stadio Nazionale di Brasilia Stadio Mineirão Stadio Castelão
Località: Rio de Janeiro Località: Brasilia Località: Belo Horizonte Località: Fortaleza
Coordinate geografiche:

22°54′43.8″S 43°13′48.59″W / 22.912167°S 43.230164°W-22.912167; -43.230164 (Stadio Juventus Stadium)

Coordinate geografiche:

15°47′00.6″S 47°53′56.99″W / 15.7835°S 47.899164°W-15.7835; -47.899164 (Stadio Nazionale di Brasilia)

Coordinate geografiche:

19°51′57″S 43°58′15″W / 19.865833°S 43.970833°W-19.865833; -43.970833 (Stadio Mineirão)

Coordinate geografiche:

3°48′26.16″S 38°31′20.93″W / 3.807267°S 38.522481°W-3.807267; -38.522481 (Stadio Castelão)

Capienza: 76 804 Capienza: 68 009 Capienza: 62 547 Capienza: 64 846
Maracana Stadium June 2013.jpg Brasilia Stadium - June 2013.jpg Novo mineirão aérea.jpg Fortaleza Arena.jpg
Stadio Beira-Rio Stadio Corinthians
Località: Porto Alegre Località: San Paolo
Coordinate geografiche:

30°03′56.21″S 51°14′09.91″W / 30.065614°S 51.236086°W-30.065614; -51.236086 (Stadio Beira-Rio)

Coordinate geografiche:

23°32′43.91″S 46°28′24.14″W / 23.545531°S 46.473372°W-23.545531; -46.473372 (Stadio Corinthians)

Capienza: 48 849 Capienza: 65 807[31]
Estádio Beira-Rio (2014) - 2.jpg Arena de Itaquera (2014) - 2.jpg
Arena Pantanal Arena da Baixada
Località: Cuiabá Località: Curitiba
Coordinate geografiche:

15°36′11″S 56°07′14″W / 15.603056°S 56.120556°W-15.603056; -56.120556 (Arena Pantanal)

Coordinate geografiche:

25°26′54″S 49°16′37″W / 25.448333°S 49.276944°W-25.448333; -49.276944 (Arena da Baixada)

Capienza: 42 968 Capienza: 41 456
Arena Pantanal (2014)-2.jpg Arenadabaixada.jpg
Arena Fonte Nova Arena Amazônia Arena Pernambuco Arena das Dunas
Località: Salvador Località: Manaus Località: São Lourenço da Mata (Recife) Località: Natal
Coordinate geografiche:

12°58′43″S 38°30′15″W / 12.978611°S 38.504167°W-12.978611; -38.504167 (Arena Fonte Nova)

Coordinate geografiche:

3°04′59″S 60°01′41″W / 3.083056°S 60.028056°W-3.083056; -60.028056 (Arena Amazonia)

Coordinate geografiche:

8°02′24″S 35°00′29″W / 8.04°S 35.008056°W-8.04; -35.008056 (Arena Pernambuco)

Coordinate geografiche:

5°49′44.18″S 35°12′49.91″W / 5.828939°S 35.213864°W-5.828939; -35.213864 (Arena das Dunas)

Capienza: 48 747 Capienza: 42 374 Capienza: 44 248 Capienza: 42 086
Itaipava Arena - March 2013.jpg Arena Amazônia (2014) - 2.jpg Itaipava Arena Pernambuco - Recife, Pernambuco, Brasil.jpg Dunes Arena closer.jpg

Aeroporti[modifica | modifica sorgente]

Il 31 agosto 2009 l'Empresa Brasileira de Infraestrutura Aeroportuária o Infraero ha svelato un piano di investimenti del valore di 5,3 miliardi di Real brasiliani (circa 3 miliardi di euro, 2,5 miliardi di dollari)[32] per l'aggiornamento dei dieci aeroporti delle città sedi degli stadi, aumentando la loro capacità e il comfort in vista delle centinaia di migliaia di turisti attesi per la Coppa. Una quantità significativa (55,3%) dei soldi saranno spesi per la sistemazione degli aeroporti di San Paolo e Rio de Janeiro. L'investimento copre tutte le opere da realizzare entro il 2014.

Per cercare di migliorare gli aeroporti in vista della Coppa del Mondo, il governo brasiliano ha avviato un piano di privatizzare di alcuni aeroporti. Attualmente 3 aeroporti sono già stati consegnati al settore privato sui 5 inizialmente previsti. Essi sono Guarulhos (GRU), a San Paolo, Viracopos (VCP) a Campinas e l'aeroporto internazionale di Brasilia (BSB). Galeão di Rio de Janeiro e Confins a Belo Horizonte potranno essere consegnati al più presto. Tutti i vincitori dell'offerta di concessione privata dovranno investire una notevole quantità di denaro per soddisfare i progetti di espansione richiesti, questi progetto saranno finanziato dal Brazilian Government Development Bank (BNDES).[33]

Per Natal, il settore privato ha già vinto una gara per la costruzione di un nuovo aeroporto per la città, che si trova presso la regione metropolitana di São Gonçalo do Amarante. Esso potrebbe essere pronto per la Coppa del Mondo 2014, la principale pista dell'aeroporto è stata completata già prima che l'offerta, il progetto e la costruzione dell'aeroporto fossero avviati. Il governo avrà la responsabilità di costruire la strada di accesso al nuovo aeroporto. Tutti i progetti saranno pronti nell'aprile 2014, secondo il governo.[34]

L'annuncio da parte di Infraero è stata una risposta alle critiche da parte del Brazilian General Aviation Association, un gruppo di proprietari di aerei privati, che sostenevano che gli aeroporti del Brasile al momento non potevano far fronte all'afflusso di persone per la Coppa del Mondo. Il vice-presidente dell'associazione, Adalberto Febeliano, ha detto ai giornalisti che ci si aspettava più di 500.000 appassionati di calcio, con ognuno che prenderà tra i sei ei quattordici voli durante il torneo per arrivare alle partite nelle varie città.[35] Nel maggio 2010, il governo del Brasile ha modificato la normativa di offerta per consentire una maggiore flessibilità per Infraero.[36]

Metro, Monorotaia, e metropolitana leggera[modifica | modifica sorgente]

Light rail a Brasília.
Vista interna della Metropolitana di San Paolo.

Nel 2012, l'aeroporto internazionale di Porto Alegre avrà una monorotaia che collegherà l'aeroporto con la stazione Aeroporto della metropolitana di Porto Alegre.[37]

Nel 2014, l'aeroporto internazionale di Fortaleza avrà una linea di metropolitana leggera che collegherà l'aeroporto con il centro di Fortaleza. La nuova linea sarà integra nella nuova metropolitana di Fortaleza.[38]

Nel 2014, l'aeroporto internazionale di Brasilia avrà una linea di metropolitana leggera che collegherà l'aeroporto con il centro di Brasilia e anche con lo stadio. La nuova linea sarà integra nella metropolitana di Brasilia.[39] A causa di problemi di frode prima dell'inizio dei lavori, il progetto della linea non sarà pronto per la Coppa del Mondo ed è ormai fuori dai progetti ufficiali del governo sulla mobilità.[40]

Nel 2014, l'aeroporto internazionale di Cuiabá avrà una linea di metropolitana leggera che collegherà l'aeroporto con il centro di Cuiabá.[41] Le ultimi notizie fanno intendere che questa linea potrebbe non essere pronta in tempo per la Coppa del Mondo.[42]

Bus Rapid Transit (BRT)[modifica | modifica sorgente]

BRT a Curitiba.

Nel 2014, l'Aeroporto internazionale di Belo Horizonte avrà una linea di Bus Rapid Transit (BRT) che collegherà l'aeroporto con il centro di Belo Horizonte e anche con lo stadio. Il sistema BRT si integrerà con la metropolitana di Belo Horizonte.

Nel 2014, l'aeroporto internazionale di Curitiba avrà una linea BRT che collegherà l'aeroporto con il centro di Curitiba e anche con lo stadio. La futura linea BRT dell'Aeroporto Internazionale si aggiungerà alla Rede Integrada de Transporte di Curitiba, uno dei più grandi sistemi BRT del mondo.

Nel 2014, l'aeroporto internazionale di Recife avrà una linea BRT che collegherà l'aeroporto con il centro di Recife, l'area metropolitana e lo stadio. Il sistema BRT si integrerà con la metropolitana di Recife.

Nel 2014, l'Aeroporto Internazionale di Rio de Janeiro avrà una linea BRT che collegherà l'aeroporto con Barra da Tijuca, un quartiere nella zona occidentale della città, che sarà la sede di Giochi Olimpici del 2016. La stazione BRT a Barra da Tijuca sarà collegata attraverso la metropolitana di Rio de Janeiro alla Zona Sud (Copacabana, Ipanema, Leblon, ecc), allo stadio e al resto della città.

Costo totale della Coppa del Mondo FIFA[modifica | modifica sorgente]

Il costo totale per paese delle ultime Coppe del Mondo FIFA (tra cui stadi, trasporti, sicurezza):

Costi generali[43][44][45][46]
Brasile (2014) Germania (2006) Corea del Sud/Giappone (2002) Sudafrica (2010) Francia (1998) Stati Uniti (1994)
US$ 14 miliardi (1°) US$ 6 miliardi (2°) US$ 5 miliardi (3°) US$ 4 miliardi (4°) US$ 340 milioni (5°) US$ 30 milioni (6°)

Marketing[modifica | modifica sorgente]

[modifica | modifica sorgente]

Il logo ufficiale di Brasile 2014.

Il logo si chiama "Inspiration" (in italiano ispirazione) ed è stato creato dall'agenzia brasiliana Africa. Il progetto nasce come tre mani vittoriose che alzano insieme il più famoso trofeo del mondo. La presenza delle mani ha anche un messaggio umanitario e di interconnessione, il colore delle mani, verde e giallo, rappresenta invece il Brasile e il caloroso benvenuto al mondo da parte del paese. Il logo è stato presentato in una cerimonia tenutasi a Johannesburg l'8 luglio 2010.[47]

La FIFA e il Brazil LOC (Local Organising Committee) hanno invitato 25 agenzie brasiliane a presentare dei progetti per l'emblema ufficiale del torneo del 2014 e il compito di scegliere il vincitore è stato assegnato a un giuria di sette presone di alto profilo, ovvero: il presidente della Federazione calcistica del Brasile Ricardo Teixeira, il segretario della FIFA Jérôme Valcke, la top model Gisele Bündchen, l'architetto Oscar Niemeyer, lo scrittore Paulo Coelho, la cantante Ivete Sangalo, e il designer Hans Donner.[48]

Il designer grafico brasiliano Alexandre Wollner ha criticato il progetto, suggerendo che esso assomiglia ad una mano che copre il volto per la vergogna, e anche il processo attraverso il quale è stato scelto poiché nella giuria non vi erano grafici professionisti.[49]

Poster[modifica | modifica sorgente]

Il manifesto ufficiale è stato presentato il 30 gennaio 2013, dagli ambasciatori della Coppa del Mondo Ronaldo, Bebeto, Zagallo, Amarildo, Carlos Alberto Torres, tutti calciatori campioni del mondo, e Marta, in una cerimonia a Rio de Janeiro.[50][51]

Questo manifesto, che è stato creato da Karen Haidinger,[52] presenta una mappa del paese i cui confini sono costituiti delle gambe di due calciatori che calciano un pallone da calcio.[53] Inoltre, il manifesto fornisce un disegno dettagliato che descrive la cultura brasiliana e le altre caratteristiche della nazione brasiliana, come la fauna e la flora del Brasile.

Il poster rappresenta la bellezza e la diversità del Brasile e, secondo il segretario generale della FIFA Jérôme Valcke, quest'opera d'arte è un grande esempio del fatto che il Brasile è una nazione capace e creativa.[54]

Slogan[modifica | modifica sorgente]

"All in One Rhythm" (in italiano "Tutti allo stesso ritmo") sarà lo slogan ufficiale della Coppa del Mondo FIFA 2014.[55] Lo slogan in portoghese è "Juntos num so ritmo". Lo slogan influenzerà il marketing e lo sviluppo dei temi per eventi come il Fan Fest e le cerimonie di apertura e chiusura, nonché i briefing dello staff del torneo e dei volontari.

Canzone[modifica | modifica sorgente]

Il 10 settembre 2013, principale sponsor della Coppa del Mondo, Sony, ha indetto un concorso musicale globale per "trovare" la canzone ufficiale della Coppa del 2014. Secondo la Sony, qualsiasi persona, da alcuni paesi del mondo, può inviare la sua canzone al loro sito.[56] Tuttavia, il 22 gennaio 2014 la Fifa ha annunciato via Twitter che l'inno ufficiale del Campionato Mondiale di Calcio è frutto di una collaborazione tra il rapper americano Pitbull, la cantante americana Jennifer Lopez e la cantante brasiliana Claudia Leitte. Lo stesso Pitbull ha confermato la notizia via Twitter. Il titolo di questa canzone è "We Are One"[57].

Mascotte[modifica | modifica sorgente]

La mascotte di Brasile 2014.

Il tatu-bola, un armadillo che quando è minacciato dai predatori si arrotola su sé stesso diventando una palla, è stato scelto come mascotte ufficiale dalla FIFA in una cerimonia organizzata dal LOC (Local Organising Committee) in data 11 settembre 2012.[58] La mascotte è stata presentata al pubblico nel corso di un segmento del telegiornale Fantástico.[59]

Il nome è stato scelto dopo un processo di voto pubblico ed è stato annunciato durante la manifestazione del 25 novembre.[60] 1,7 milioni di persone, circa il 48 % ha votato per Fuleco, davanti Zuzeco (31 %) e Amijubi (21 %), il che rende la vittoria unanime. La mascotte si è dimostrata molto popolare in Brasile, con circa l'89 per cento dei brasiliani che vedono la mascotte come un personaggio simpatico, con una media di 7,3 su 10.

"Fuleco" è un composizione delle parole "Fu tebo l" ("Calcio") e "Eco logia" ("Ecologia"). Gli altri due nomi proposti erano Amijubi ("Ami zade" ("Amicizia") e "Jubi lo" ("gioia")) e Zuzeco ("A zu l" ("blu") e "Eco logia" ("Ecologia")).[60]

Pallone[modifica | modifica sorgente]

Il pallone ufficiale della Coppa del Mondo 2014 sarà l'Adidas Brazuca. Il nome è stato scelto da una votazione pubblica che ha ricevuto risposte da più di 1 milione di appassionati di calcio. "Brazuca" ha ricevuto oltre il 70 per cento dei voti.[61] L'Adidas fornitore dei palloni per la Coppa del Mondo dal 1970, ha preso ispirazione da elementi di cultura brasiliana[62] e ha proposto una rosa di tre nomi possibili per la palla che includevano anche Bossa Nova e Carnavalesca.[61]

Caxirola[modifica | modifica sorgente]

La caxirola è stato certificato il 27 settembre 2012 da parte del Ministero brasiliano dello Sport come strumento musicale ufficiale della Coppa del Mondo FIFA 2014 in Brasile, proprio come le vuvuzelas nel caso della Coppa del Mondo FIFA 2010 in Sud Africa. La caxirola non ha un suono così forte come le vuvuzelas ed è stato appositamente progettato per avere un suono "accettabile" negli stadi.[63] Tuttavia, per motivi di sicurezza, le caxirola non saranno ammesse all'interno degli stadi.[64]

Premi[modifica | modifica sorgente]

La partecipazione delle singole Nazionali è corrisposta dalla Fifa, che versa un milione di euro a ogni Federazione. Per un totale, quindi, di 32 milioni di euro di default. Per ogni squadra in grado di passare la prima fase, quella a gironi, 5 milioni di euro. Che diventano 6 agli ottavi di finale, salendo a 10 ai quarti di finale. La quarta classificata ne riceve 14, la terza 16, la seconda 18. La Nazionale vincitrice, invece, ben 25. Oltre a questi premi, c'è un tesoretto di 52 milioni di euro, destinato alle squadre che invieranno al Mondiale i proprio calciatori. Il totale, dunque, ammonta a 425 milioni di euro, importo confermato dalla Fifa[65].

Copertura televisiva[modifica | modifica sorgente]

Di seguito sono riportate le emittenti televisive delle nazioni qualificate al campionato mondiale che si sono aggiudicate i diritti a trasmettere le partite dell'avvenimento nel proprio ambito territoriale.[66]

Nazione Emittenti in chiaro Emittenti a pagamento
Algeria Algeria Al Jazeera Sport
Argentina Argentina Torneos y Competencias, Canal 7 DirecTV
Australia Australia SBS Australia
Belgio Belgio VRT, RTBF
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina BHRT
Brasile Brasile Rede Globo, Rede Bandeirantes SporTV, ESPN Brasil, Fox Sports
Camerun Camerun CRTV
Cile Cile TVN, Canal 13 DirecTV
Colombia Colombia Caracol TV, RCN TV
Corea del Sud Corea del Sud SBS
Costa d'Avorio Costa d'Avorio RTI
Costa Rica Costa Rica Repretel, Teletica
Croazia Croazia HRT
Ecuador Ecuador Gama TV, TC Televisión, DirecTV
Francia Francia TF1
Germania Germania ARD, ZDF
Ghana Ghana SuperSport
Giappone Giappone Nippon Television, TBS, TV Asahi, TV Tokyo
Grecia Grecia
Honduras Honduras Vica Televisión, Telesistema, Televisora Hondureña
Inghilterra Inghilterra BBC, ITV
Iran Iran IRIB
Italia Italia RAI (Parziale) Sky (Totale)
Messico Messico Televisa, TV Azteca SKY México (Totale)
Nigeria Nigeria Broadcasting Organisation of Nigeria, Optima Sports Management International
Paesi Bassi Paesi Bassi NOS
Portogallo Portogallo RTP
Russia Russia Pervyj kanal, VGTRK
Spagna Spagna Mediaset España, Gol Televisión
Stati Uniti Stati Uniti ABC, Univision ESPN
Svizzera Svizzera SRG SSR
Uruguay Uruguay Monte Carlo TV, Sociedad Anonima Emisoras de Television y Anexos, Sociedad Televisora Larrañaga

Squadre partecipanti[modifica | modifica sorgente]

C'è una sola squadra, la Bosnia ed Erzegovina, al debutto in una fase finale del campionato mondiale.

Pr. Squadra Data di qualificazione certa Confed. Motivo Partecipazione Ultima presenza
1 Brasile Brasile 0030 ottobre 2007 1CONMEBOL 00Rappresentativa della nazione organizzatrice della fase finale Sudafrica 2010
2 Giappone Giappone 014 giugno 2013 1AFC 011ª classificata nel gruppo B della fase finale di qualificazione Sudafrica 2010
3 Australia Australia 0118 giugno 2013 1AFC 012ª classificata nel gruppo B della fase finale di qualificazione Sudafrica 2010
4 Iran Iran 0118 giugno 2013 1AFC 011ª classificata nel gruppo A della fase finale di qualificazione Germania 2006
5 Corea del Sud Corea del Sud 0118 giugno 2013 1AFC 012ª classificata nel gruppo A della fase finale di qualificazione Sudafrica 2010
6 Olanda Olanda 0010 settembre 2013 1 UEFA 011ª classificata nel gruppo D di qualificazione Sudafrica 2010
7 Italia Italia 0010 settembre 2013 1 UEFA 011ª classificata nel gruppo B di qualificazione Sudafrica 2010
8 Stati Uniti Stati Uniti 0010 settembre 2013 1 CONCACAF 011ª classificata nel gruppo unico della fase finale di qualificazione Sudafrica 2010
9 Costa Rica Costa Rica 0010 settembre 2013 1 CONCACAF 012ª classificata nel gruppo unico della fase finale di qualificazione Germania 2006
10 Argentina Argentina 0010 settembre 2013 1 CONMEBOL 011ª classificata nel gruppo unico di qualificazione Sudafrica 2010
11 Belgio Belgio 0011 ottobre 2013 1 UEFA 011ª classificata nel gruppo A di qualificazione Corea del Sud-Giappone 2002
12 Svizzera Svizzera 0011 ottobre 2013 1 UEFA 011ª classificata nel gruppo E di qualificazione Sudafrica 2010
13 Germania Germania 0011 ottobre 2013 1 UEFA 011ª classificata nel gruppo C di qualificazione Sudafrica 2010
14 Colombia Colombia 0012 ottobre 2013 1 CONMEBOL 012ª classificata nel gruppo unico di qualificazione Francia 1998
15 Russia Russia 0015 ottobre 2013 1 UEFA 011ª classificata nel gruppo F di qualificazione Corea del Sud-Giappone 2002
16 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 0015 ottobre 2013 00 UEFA 001ª classificata nel gruppo G di qualificazione Esordiente
17 Inghilterra Inghilterra 0015 ottobre 2013 00 UEFA 001ª classificata nel gruppo H di qualificazione Sudafrica 2010
18 Spagna Spagna 0015 ottobre 2013 00 UEFA 001ª classificata nel gruppo I di qualificazione Sudafrica 2010
19 Cile Cile 0016 ottobre 2013 1 CONMEBOL 013ª classificata nel gruppo unico di qualificazione Sudafrica 2010
20 Ecuador Ecuador 0016 ottobre 2013 1 CONMEBOL 014ª classificata nel gruppo unico di qualificazione Germania 2006
21 Honduras Honduras 0016 ottobre 2013 1 CONCACAF 013ª classificata nel gruppo unico della fase finale di qualificazione Sudafrica 2010
22 Costa d'Avorio Costa d'Avorio 0016 novembre 2013 1 CAF 01Vincitrice del primo spareggio di qualificazione Sudafrica 2010
23 Nigeria Nigeria 0016 novembre 2013 1 CAF 01Vincitrice del secondo spareggio di qualificazione Sudafrica 2010
24 Camerun Camerun 0017 novembre 2013 1 CAF 01Vincitrice del terzo spareggio di qualificazione Sudafrica 2010
25 Ghana Ghana 0019 novembre 2013 1 CAF 01 Vincitrice del quarto spareggio di qualificazione Sudafrica 2010
26 Algeria Algeria 0019 novembre 2013 1CAF 01 Vincitrice del quinto spareggio di qualificazione Sudafrica 2010
27 Grecia Grecia 0019 novembre 2013 1UEFA 01Vincitrice del primo spareggio di qualificazione Sudafrica 2010
28 Croazia Croazia 0019 novembre 2013 1UEFA 01Vincitrice del secondo spareggio di qualificazione Germania 2006
29 Portogallo Portogallo 0019 novembre 2013 1UEFA 01Vincitrice del terzo spareggio di qualificazione Sudafrica 2010
30 Francia Francia 0019 novembre 2013 1UEFA 01Vincitrice del quarto spareggio di qualificazione Sudafrica 2010
31 Messico Messico 0020 novembre 2013 1CONCACAF 01Vincitrice dello spareggio CONCACAF-OFC Sudafrica 2010
32 Uruguay Uruguay 0021 novembre 2013 1 CONMEBOL 00Vincitrice dello spareggio CONMEBOL-AFC Sudafrica 2010

Sorteggio dei gruppi[modifica | modifica sorgente]

Il sorteggio per la definizione della fase a gironi si è tenuto a Mata de São João, Bahia, il 6 dicembre 2013[67] alle 13:00 ora locale (UTC-3)[68]; madrina della cerimonia è stata l'attrice Fernanda Lima.

Il 3 dicembre 2013 la FIFA ha ufficializzato le fasce del sorteggio. Nella prima sono state posizionate le sette migliori Nazionali qualificate alla fase finale, scelte in base al ranking FIFA aggiornato al 17 ottobre 2013 (Spagna, Germania, Argentina, Colombia, Belgio, Uruguay, Svizzera), insieme al Brasile, in qualità di nazione ospitante il Mondiale.[69] La seconda fascia contiene solo sette squadre, quelle africane e le due sudamericane non teste di serie (Cile, Ecuador, Algeria, Nigeria, Costa d'Avorio, Ghana, Camerun). La terza fascia contiene le otto squadre provenienti da Asia e Nord America, (Iran, Giappone, Australia, Corea del Sud, Costa Rica, Stati Uniti, Messico, Honduras). la quarta ed ultima fascia contiene invece le nove squadre europee non teste di serie (Italia, Inghilterra, Olanda, Francia, Russia, Grecia, Croazia, Portogallo, Bosnia Erzegovina).

Prima del sorteggio vero e proprio è stata estratta a sorte una squadra dell'urna 4, quella contenente le europee, andando così a completare la seconda urna; la squadra estratta è stata automaticamente accoppiata ad una delle quattro teste di serie sudamericane, in modo da evitare di avere tre squadre europee nello stesso girone. In base al principio di separazione geografica (per il quale squadre della stessa zona di qualificazione non possono ricadere nello stesso girone, eccezion fatta per le squadre UEFA, che possono avere massimo 2 squadre per girone), Cile ed Ecuador non potevano essere accoppiate con Brasile, Argentina, Colombia, e Uruguay.[69]

1ª urna TESTE DI SERIE 2ª urna CAF CONMEBOL 3ª urna AFC CONCACAF 4ª urna UEFA
Spagna Spagna (1) Cile Cile (12) Giappone Giappone (44) Inghilterra Inghilterra (10)
Germania Germania (2) Ecuador Ecuador (22) Australia Australia (57) Olanda Olanda (8)
Argentina Argentina (3) Algeria Algeria (32) Iran Iran (49) Francia Francia (21)
Colombia Colombia (4) Nigeria Nigeria (33) Corea del Sud Corea del Sud (56) Russia Russia (19)
Belgio Belgio (5) Costa d'Avorio Costa d'Avorio (17) Costa Rica Costa Rica (31) Grecia Grecia (15)
Uruguay Uruguay (6) Camerun Camerun (59) Stati Uniti Stati Uniti (13) Croazia Croazia (18)
Svizzera Svizzera (7) Ghana Ghana (23) Messico Messico (24) Portogallo Portogallo (14)
Brasile Brasile (11) Italia Italia (8) Honduras Honduras (34) Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina (16)

Il sorteggio ha determinato gli otto gruppi riportati qui di seguito.

Gruppo A Gruppo B Gruppo C Gruppo D
Brasile Brasile Spagna Spagna Colombia Colombia Uruguay Uruguay
Croazia Croazia Olanda Olanda Grecia Grecia Costa Rica Costa Rica
Messico Messico Cile Cile Costa d'Avorio Costa d'Avorio Inghilterra Inghilterra
Camerun Camerun Australia Australia Giappone Giappone Italia Italia
Gruppo E Gruppo F Gruppo G Gruppo H
Svizzera Svizzera Argentina Argentina Germania Germania Belgio Belgio
Ecuador Ecuador Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Portogallo Portogallo Algeria Algeria
Francia Francia Iran Iran Ghana Ghana Russia Russia
Honduras Honduras Nigeria Nigeria Stati Uniti Stati Uniti Corea del Sud Corea del Sud

Arbitri[modifica | modifica sorgente]

Al termine di un processo di preselezione partito nel 2011, il 15 gennaio 2014 la FIFA ha reso nota la lista definitiva degli ufficiali di gara, suddivisi per confederazione. Per ogni confederazione, oltre alle terne titolari, sono presenti ulteriori arbitri con funzioni esclusive di quarto ufficiale, e con loro un solo assistente abbinato il quale prenderà il ruolo di quinto ufficiale nelle gare per le quali saranno designati[70]. Non è prevista invece la figura dell'arbitro di porta, diffusa nelle competizioni UEFA.

AFC

CAF

CONCACAF

CONMEBOL

OFC

UEFA

Tecnologia sulla linea di porta[modifica | modifica sorgente]

Questa sarà la prima Coppa del Mondo in cui la tecnologia sulla linea di porta verrà utilizzata dopo il successo ottenuto nella Coppa del mondo per club FIFA 2012 in Giappone. L'obiettivo è quello di utilizzare questa tecnologia al fine di sostenere gli ufficiali di gara e installare un sistema in tutti gli stadi, con, ogni volta, un test pre-partita.[71][72][73][74][75]

Timeout[modifica | modifica sorgente]

Secondo quanto comunicato dal direttore della commissione medica della FIFA Jiří Dvořák in occasione di una conferenza stampa tenutasi a San Paolo il 15 febbraio 2014 potrebbero essere introdotte due pause di tre o quattro minuti al 30' minuto di ogni tempo delle partite che verranno disputate alle ore 13.00 locali per tutelare la salute dei giocatori in campo.

Spray in dotazione agli arbitri[modifica | modifica sorgente]

Tutti gli arbitri avranno in dotazione, per la prima volta in assoluto in una fase finale del campionato mondiale di calcio, uno spray evanescente, atto a far rispettare la distanza della barriera durante i calci di punizione. Tale pratica, originariamente diffusa a livello CONMEBOL fu successivamente sperimentata dalla FIFA in diversi tornei, tra cui i mondiali under 20 del 2013 e la Coppa del mondo per club FIFA 2013. Tali esperimenti sono stati positivamente valutati, e il 19 dicembre 2013 è arrivata la comunicazione ufficiale dell'approvazione per Brasile 2014.[76]

Convocazioni[modifica | modifica sorgente]

Regolamento del torneo[modifica | modifica sorgente]

Formula[modifica | modifica sorgente]

La formula conferma quella in vigore da quando, in occasione dell'edizione francese del 1998, la fase finale del campionato mondiale di calcio è stata portata a 32 squadre e prevede, dunque, la formazione di otto gironi all'italiana (chiamati "gruppi") con partite di sola andata, ciascuno composto da quattro squadre.

Per determinare la posizione in classifica delle squadre in ogni gruppo saranno presi in considerazione, nell'ordine, i seguenti criteri[77]:

  1. maggiore numero di punti;
  2. migliore differenza reti;
  3. maggiore numero di reti segnate.

Nel caso in cui, dopo aver applicato quanto sopra, due o più nazionali si trovassero ancora in parità, verranno utilizzati, sempre nell'ordine, gli ulteriori parametri qui di seguito:

  1. maggiore numero di punti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  2. migliore differenza reti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  3. maggiore numero di reti segnate negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  4. sorteggio effettuato dal comitato FIFA.

Le prime due nazionali classificate di ogni raggruppamento accedono alla fase a eliminazione diretta che consiste in un tabellone di quattro turni (ottavi di finale, quarti di finale, semifinali e finali) ad accoppiamenti interamente prestabiliti e con incontri basati su partite uniche ed eventuali tempi supplementari e tiri di rigore in caso di persistenza della parità tra le due contendenti.

Riassunto del torneo[modifica | modifica sorgente]

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Il programma di gara ufficiale, che può essere soggetto a cambiamenti, è stato annunciato presso la sede della FIFA a Zurigo, in Svizzera, il 20 ottobre 2011.[78]

Fase a gironi[modifica | modifica sorgente]

Gruppo A[modifica | modifica sorgente]

Risultati[modifica | modifica sorgente]
San Paolo
12 giugno 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 1
Brasile Brasile  –  Croazia Croazia Stadio Corinthians

Natal
13 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 2
Messico Messico  –  Camerun Camerun Arena das Dunas

Fortaleza
17 giugno 2014, ore 16:00 UTC-3
Incontro 17
Brasile Brasile  –  Messico Messico Stadio Castelão

Manaus
18 giugno 2014, ore 15:00 UTC-4
Incontro 18
Camerun Camerun  –  Croazia Croazia Arena Amazônia

Brasilia
23 giugno 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 33
Camerun Camerun  –  Brasile Brasile Stadio Nazionale di Brasilia

Recife
23 giugno 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 34
Croazia Croazia  –  Messico Messico Arena Pernambuco

Classifica[modifica | modifica sorgente]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Brasile Brasile 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Croazia Croazia 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Messico Messico 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Camerun Camerun 0 0 0 0 0 0 0 0

Gruppo B[modifica | modifica sorgente]

Risultati[modifica | modifica sorgente]
Salvador
13 giugno 2014, ore 16:00 UTC-3
Incontro 3
Spagna Spagna  –  Paesi Bassi Paesi Bassi Arena Fonte Nova

Cuiabá
13 giugno 2014, ore 18:00 UTC-4
Incontro 4
Cile Cile  –  Australia Australia Arena Pantanal

Rio de Janeiro
18 giugno 2014, ore 19:00 UTC-3
Incontro 19
Spagna Spagna  –  Cile Cile Stadio Maracanã

Porto Alegre
18 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 20
Australia Australia  –  Paesi Bassi Paesi Bassi Stadio Beira-Rio

Curitiba
23 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 35
Australia Australia  –  Spagna Spagna Arena da Baixada

San Paolo
23 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 36
Paesi Bassi Paesi Bassi  –  Cile Cile Stadio Corinthians

Classifica[modifica | modifica sorgente]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Spagna Spagna 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Olanda Olanda 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Cile Cile 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Australia Australia 0 0 0 0 0 0 0 0

Gruppo C[modifica | modifica sorgente]

Risultati[modifica | modifica sorgente]
Belo Horizonte
14 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 5
Colombia Colombia  –  Grecia Grecia Stadio Mineirão

Recife
14 giugno 2014, ore 19:00 UTC-3
Incontro 6
Costa d'Avorio Costa d'Avorio  –  Giappone Giappone Arena Pernambuco

Brasilia
19 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 21
Colombia Colombia  –  Costa d'Avorio Costa d'Avorio Stadio Nazionale di Brasilia

Natal
19 giugno 2014, ore 19:00 UTC-3
Incontro 22
Giappone Giappone  –  Grecia Grecia Arena das Dunas

Cuiabá
24 giugno 2014, ore 17:00 UTC-4
Incontro 37
Giappone Giappone  –  Colombia Colombia Arena Pantanal

Fortaleza
24 giugno 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 38
Grecia Grecia  –  Costa d'Avorio Costa d'Avorio Stadio Castelão

Classifica[modifica | modifica sorgente]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Colombia Colombia 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Grecia Grecia 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Costa d'Avorio Costa d'Avorio 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Giappone Giappone 0 0 0 0 0 0 0 0

Gruppo D[modifica | modifica sorgente]

Risultati[modifica | modifica sorgente]
Fortaleza
14 giugno 2014, ore 16:00 UTC-3
Incontro 7
Uruguay Uruguay  –  Costa Rica Costa Rica Stadio Castelão

Manaus
14 giugno 2014, ore 18:00 UTC-4
Incontro 8
Inghilterra Inghilterra  –  Italia Italia Arena Amazônia

San Paolo
19 giugno 2014, ore 16:00 UTC-3
Incontro 23
Uruguay Uruguay  –  Inghilterra Inghilterra Stadio Corinthians

Recife
20 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 24
Italia Italia  –  Costa Rica Costa Rica Arena Pernambuco

Natal
24 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 39
Italia Italia  –  Uruguay Uruguay Arena das Dunas

Belo Horizonte
24 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 40
Costa Rica Costa Rica  –  Inghilterra Inghilterra Stadio Mineirão

Classifica[modifica | modifica sorgente]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Uruguay Uruguay 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Costa Rica Costa Rica 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Inghilterra Inghilterra 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Italia Italia 0 0 0 0 0 0 0 0

Gruppo E[modifica | modifica sorgente]

Risultati[modifica | modifica sorgente]
Brasilia
15 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 9
Svizzera Svizzera  –  Ecuador Ecuador Stadio Nazionale di Brasilia

Porto Alegre
15 giugno 2014, ore 16:00 UTC-3
Incontro 10
Francia Francia  –  Honduras Honduras Stadio Beira-Rio

Salvador
20 giugno 2014, ore 16:00 UTC-3
Incontro 25
Svizzera Svizzera  –  Francia Francia Arena Fonte Nova

Curitiba
20 giugno 2014, ore 19:00 UTC-3
Incontro 26
Honduras Honduras  –  Ecuador Ecuador Arena da Baixada

Manaus
25 giugno 2014, ore 17:00 UTC-4
Incontro 41
Honduras Honduras  –  Svizzera Svizzera Arena Amazônia

Rio de Janeiro
25 giugno 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 42
Ecuador Ecuador  –  Francia Francia Stadio Maracanã

Classifica[modifica | modifica sorgente]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Svizzera Svizzera 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Ecuador Ecuador 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Francia Francia 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Honduras Honduras 0 0 0 0 0 0 0 0

Gruppo F[modifica | modifica sorgente]

Risultati[modifica | modifica sorgente]
Rio de Janeiro
15 giugno 2014, ore 19:00 UTC-3
Incontro 11
Argentina Argentina  –  Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Stadio Maracanã

Curitiba
16 giugno 2014, ore 16:00 UTC-3
Incontro 12
Iran Iran  –  Nigeria Nigeria Arena da Baixada

Belo Horizonte
21 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 27
Argentina Argentina  –  Iran Iran Stadio Mineirão

Cuiabá
21 giugno 2014, ore 19:00 UTC-4
Incontro 28
Nigeria Nigeria  –  Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Arena Pantanal

Porto Alegre
25 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 43
Nigeria Nigeria  –  Argentina Argentina Stadio Beira-Rio

Salvador
25 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 44
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina  –  Iran Iran Arena Fonte Nova

Classifica[modifica | modifica sorgente]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Argentina Argentina 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Iran Iran 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Nigeria Nigeria 0 0 0 0 0 0 0 0

Gruppo G[modifica | modifica sorgente]

Risultati[modifica | modifica sorgente]
Salvador
16 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 13
Germania Germania  –  Portogallo Portogallo Arena Fonte Nova

Natal
16 giugno 2014, ore 19:00 UTC-3
Incontro 14
Ghana Ghana  –  Stati Uniti Stati Uniti Arena das Dunas

Fortaleza
21 giugno 2014, ore 16:00 UTC-3
Incontro 29
Germania Germania  –  Ghana Ghana Stadio Castelão

Manaus
22 giugno 2014, ore 16:00 UTC-4
Incontro 30
Stati Uniti Stati Uniti  –  Portogallo Portogallo Arena Amazônia

Recife
26 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 45
Stati Uniti Stati Uniti  –  Germania Germania Arena Pernambuco

Brasilia
26 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 46
Portogallo Portogallo  –  Ghana Ghana Stadio Nazionale di Brasilia

Classifica[modifica | modifica sorgente]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Germania Germania 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Portogallo Portogallo 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Ghana Ghana 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Stati Uniti Stati Uniti 0 0 0 0 0 0 0 0

Gruppo H[modifica | modifica sorgente]

Risultati[modifica | modifica sorgente]
Belo Horizonte
17 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 15
Belgio Belgio  –  Algeria Algeria Stadio Mineirão

Cuiabá
17 giugno 2014, ore 19:00 UTC-4
Incontro 16
Russia Russia  –  Corea del Sud Corea del Sud Arena Pantanal

Rio de Janeiro
22 giugno 2014, ore 19:00 UTC-3
Incontro 31
Belgio Belgio  –  Russia Russia Stadio Maracanã

Porto Alegre
22 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 32
Corea del Sud Corea del Sud  –  Algeria Algeria Stadio Beira-Rio

San Paolo
26 giugno 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 47
Corea del Sud Corea del Sud  –  Belgio Belgio Stadio Corinthians

Curitiba
26 giugno 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 48
Algeria Algeria  –  Russia Russia Arena da Baixada

Classifica[modifica | modifica sorgente]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Belgio Belgio 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Algeria Algeria 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Russia Russia 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Corea del Sud Corea del Sud 0 0 0 0 0 0 0 0

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica sorgente]

Tabellone Qualificazione[modifica | modifica sorgente]

Ottavi di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                           
28 giugno -            
 1A.  
4 luglio -
 2B.    
   
28 giugno -
       
 1C.  
8 luglio -
 2D.    
   
30 giugno -
       
 1E.  
4 luglio -
 2F.    
   
30 giugno -
       
 1G.  
13 luglio -
 2H.    
   
29 giugno -
     
 1B.  
5 luglio -
 2A.    
   
29 giugno -
       
 1D.  
9 luglio -
 2C.    
   
1º luglio -
        Incontro per il terzo posto
 1F.  
5 luglio -  
 2E.    
         
1º luglio -
             
 1H.  
 2G.    

Ottavi di finale[modifica | modifica sorgente]

Belo Horizonte
28 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 49
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Mineirão

Rio de Janeiro
28 giugno 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 50
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Maracanã

Fortaleza
29 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 51
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Castelão

Recife
29 giugno 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 52
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Arena Pernambuco

Brasilia
30 giugno 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 53
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Nazionale di Brasilia

Porto Alegre
30 giugno 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 54
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Beira-Rio

San Paolo
1º luglio 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 55
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Corinthians

Salvador
1º luglio 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 56
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Arena Fonte Nova

Quarti di finale[modifica | modifica sorgente]

Fortaleza
4 luglio 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 57
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Castelão

Rio de Janeiro
4 luglio 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 58
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Maracanã

Salvador
5 luglio 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 59
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Arena Fonte Nova

Brasilia
5 luglio 2014, ore 13:00 UTC-3
Incontro 60
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Nazionale di Brasilia

Semifinali[modifica | modifica sorgente]

Belo Horizonte
8 luglio 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 61
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Mineirão

San Paolo
9 luglio 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 62
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Corinthians

Finale 3º posto[modifica | modifica sorgente]

Brasilia
12 luglio 2014, ore 17:00 UTC-3
Incontro 63
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Nazionale di Brasilia

Finale[modifica | modifica sorgente]

Rio de Janeiro
13 luglio 2014, ore 16:00 UTC-3
Incontro 64
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Maracanã

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ FIFA 2014 World Cup Tickets on Sale in August 2013, Fifa2014wiki.com, 2 giugno 2013. URL consultato il 20 giugno 2013.
  2. ^ Italia, è tempo di sorteggi! Il 30 luglio conosceremo le rivali verso Brasile 2014: Azzurri teste di serie!, Goal.com, 10 giugno 2011. URL consultato l'11 giugno 2011.
  3. ^ Brunei, Bhutan e Guam non hanno partecipato alle qualificazioni.
  4. ^ La Mauritania non ha partecipato alle qualificazioni.
  5. ^ Il Brasile è già qualificato come nazione ospitante.
  6. ^ President gives press briefing, FIFAworldcup.com, 20 maggio 2006. URL consultato il 25 giugno 2006.
  7. ^ Plea for Socceroo day off, SMH, 16 giugno 2006. URL consultato il 16 giugno 2006.
  8. ^ Blatter reiterates wish that the 2014 World Cup be in Brazil
  9. ^ Mondiali 2014, al via ispezioni FIFA - ANSA 24 agosto 2007
  10. ^ Colombia retira su candidatura para ser sede del Mundial de fútbol del 2014.
  11. ^ Colombia to bid for World Cup, football365.com, 16 luglio 2006. URL consultato il 16 luglio 2006.
  12. ^ FIFA can’t see far ahead in search for World Cup venues.
  13. ^ USA Target 2014 World Cup, BBC, 8 giugno 2002. URL consultato il 1º luglio 2006.
  14. ^ Argentina, Brazil and Colombia Want 2014 World Cup
  15. ^ Al Brasile il Mondiale 2014
  16. ^ (PT) Jardim Botânico, em Curitiba, recebe iluminação alusiva aos mil dias para Copa, UOL. URL consultato il 1º aprile 2012.
  17. ^ dom, 31 May 2009, Host cities in 1950 FIFA World Cup, Colunas.globoesporte.com. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  18. ^ Selection – Regions of Brazil [collegamento interrotto]
  19. ^ Winter in Brazil during the FIFA World Cup, Brcactaceae.org. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  20. ^ Host cities – World Cup, BBC News, 31 maggio 2009. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  21. ^ Brazil Insight – Dutch and English website, Brazilinsight.nl. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  22. ^ All Stadiums for Brazil 2014 World Cup [collegamento interrotto]
  23. ^ Brazil Named as World Cup 2014 Host, Brazil.homesgofast.com. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  24. ^ {{cita web|http://www.livescore.it/news/zoom-sugli-stadi-dei-mondiali-di-calcio-2014-398079.html|Infografica Stadi Brasile|accesso}}
  25. ^ Fifa Protected Area, Protectedplanet.net. URL consultato il 20 giugno 2013.
  26. ^ Brazil, only candidate, to host 2014 World Cup in ESPN, 30 ottobre 2007. URL consultato il 17 aprile 2013.
  27. ^ Brazil's first 2014 World Cup stadium holds matches, NewVision, 28 gennaio 2013. URL consultato il 30 gennaio 2013.
  28. ^ (PT) Falhas operacionais do Mineirão começam a ser investigadas pelo Ministério Público, UOL, 4 febbraio 2013.
  29. ^ (PT) Em estreia da Fonte Nova, Vitória goleia e estraga festa do Bahia, Terra Brasil, 7 aprile 2013.
  30. ^ FIFA's Inspection Report
  31. ^ Dei quali 20.000 solo per l'evento.
  32. ^ (PT) Daniel Rittner e Paulo Victor Braga, Infraero vai gastar R$5 bi em reforma de aeroportos in Valor Econômico, 31 agosto 2009, pp. A4.
  33. ^ Privatisation of Brazilian airports continues apace date=24 April 2013. URL consultato il 2 giugno 2013.
  34. ^ (PT) Mobilidade Urbana Natal. URL consultato il 2 giugno 2013.
  35. ^ Future airports of Brazil, Asiaone.com. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  36. ^ Law reduces bureaucracy, V-brazil.com, 8 giugno 2010. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  37. ^ (PT) Copa 2014: Aeromóvel de Porto Alegre começa a sair do papel, Portal 2014, 22 luglio 2011. URL consultato il 15 ottobre 2011.
  38. ^ Copa do Mundo deixará legado para o futuro, O POVO Online. URL consultato il 13 ottobre 2011.
  39. ^ (PT) Metrô Leve de Brasília – VLT, GDF Portal do Cidadão, 2009. URL consultato il 12 ottobre 2011.
  40. ^ (PT) VLT linha 1-trecho 1 (Aeroporto/Terminal Asa Sul). URL consultato il 5 ottobre 2012.
  41. ^ (PT) Governo aceita VLT em Cuiabá e metrô em Salvador, Portal 2014, 9 settembre 2011. URL consultato il 13 ottobre 2011.
  42. ^ (PT) VLT Cuiabá/Várzea Grande. URL consultato il 5 ottobre 2012.
  43. ^ 2014 FIFA World Cup cost (PT)
  44. ^ Last World Cups costs (PT)
  45. ^ 1998 World Cup cost (PT)
  46. ^ 1994 World Cup cost (EN)
  47. ^ Journey to Brazil 2014 begins, FIFA.com. URL consultato l'11 luglio 2010 (archiviato l'11 luglio 2010).
  48. ^ Mark Shanahan e Meredith Goldstein, Gisele picks logo, shops with Tom – The Boston Globe in Boston Globe, 10 luglio 2010. URL consultato l'11 luglio 2010 (archiviato l'11 luglio 2010).
  49. ^ Designer critica logo da Copa 2014: "É uma porcaria" – Terra – Esportes, Terramagazine.terra.com.br. URL consultato l'11 luglio 2010 (archiviato il 12 luglio 2010).
  50. ^ (PT) EMBAIXADORES DA COPA DO MUNDO DA FIFA 2014 APRESENTAM CARTAZ OFICIAL. URL consultato il 30 gennaio 2013.
  51. ^ 2014 Ambassadors unveil Official Poster in FIFA.com, 30 gennaio 2013. URL consultato il 28 marzo 2013.
  52. ^ (PT) PÔSTER OFICIAL DA COPA. URL consultato il 30 gennaio 2013.
  53. ^ Brazil’s World Cup poster is the nuts, FIFA, 30 gennaio 2013. URL consultato il 13 febbraio 2013.
  54. ^ FIFA releases official poster of World Cup 2014 in Brazil. URL consultato il 31 gennaio 2013.
  55. ^ FIFA 2014 Brazil Official Slogan - 'All in One Rhythm', Fifa2014wiki.com, 14 maggio 2013. URL consultato il 20 giugno 2013.
  56. ^ Posted: 09/12/2013 10:47 am EDT, Ricky Martin Unveils World Cup 'SuperSong' Global Music Contest To Find Brazil 2014 Anthem (VIDEO), Huffingtonpost.com. URL consultato il 16 settembre 2013.
  57. ^ La canzone ufficiale dei Mondiali 2014 in Brasile, Squer.it, 9 aprile 2014.
  58. ^ (PT) Fifa registra desenho e confirma tatu-bola como mascote da Copa, Globoesporte.com, 11 settembre 2012. URL consultato l'11 settembre 2012.
  59. ^ 2014 Mascot is big in Brazil.
  60. ^ a b (PT) Fuleco é escolhido como nome do mascote da Copa de 2014 in UOL Esporte (São Paulo), 26 novembre 2012. URL consultato il 26 novembre 2012.
  61. ^ a b adidas Brazuca – Name of Official Match Ball decided by Brazilian fans in FIFA.com, Fédération Internationale de Football Association, 2 settembre 2012. URL consultato il 3 settembre 2012.
  62. ^ Brazuca, il pallone ufficiale di Brasile 2014, FootStats, 6 dicembre 2013. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  63. ^ Caxirolas: The Vuvuzelas of 2014 FIFA World Cup in Brazil, Fifa2014wiki.com. URL consultato il 20 giugno 2013.
  64. ^ Folha de S.Paulo - Internacional - En - Sports - Caxirola is Banned in Brazil's Games and FIFA Events - 28/05/2013
  65. ^ http://www.livescore.it/news/zoom-sui-premi-dei-mondiali-di-calcio-2014-398091.html
  66. ^ 2014 FIFA World Cup BrazilTM Media Rights Licensees in FIFA.com, 3 maggio 2013. URL consultato il 12 maggio 2013.
  67. ^ Key issues addressed at Brasilia meeting, fifa.com, 28 giugno 2012.
  68. ^ Organising Committee for the FIFA World Cup extends its responsibilities to cover 2018 and 2022, fifa.com, 19 marzo 2013.
  69. ^ a b (EN) Final Draw Procedures 2014 FIFA World Cup Brazil in FIFA.com. URL consultato il 10 dicembre 2013.
  70. ^ Referees & Assistant referees for the 2014 FIFA World Cup TM, FIFA.com, 15 gennaio 2014.
  71. ^ FIFA launch GLT tender for Brazil 2013/14 FIFA.com. Retrieved 19 February 2013
  72. ^ Valcke: GLT is a kind of revolution [collegamento interrotto] FIFA.com. Retrieved 19 February 2013
  73. ^ FIFA says goal-line technology will be used at 2014 World Cup NDTVSports. Retrieved 19 February 2013
  74. ^ FIFA confirms goal-line technology in World Cup [collegamento interrotto] Times of India. Retrieved 19 February 2013
  75. ^ FIFA to use goal-line technology Sports.Yahoo.com. Retrieved 19 February 2013
  76. ^ http://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2013/12/19/news/mondiale_2014_si_alla_bomboletta_spray_per_gli_arbitri_blatter_esperimento_riuscito_-74049156/
  77. ^ (EN) Regulations 2010 FIFA World Cup South Africa - Article 17.6. (PDF), FIFA.com, luglio 2007, p. 21. URL consultato il 6 giugno 2010.
  78. ^ 2014 FIFA World Cup Brazil Match Schedule, fifa.com. URL consultato il 21 ottobre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio