Marcelo Vieira da Silva Júnior

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marcelo
Marcelo Vieira.jpg
Dati biografici
Nome Marcelo Vieira da Silva Júnior
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 172[1] cm
Peso 73[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Real Madrid Real Madrid
Carriera
Giovanili
2002-2004 Fluminense Fluminense
Squadre di club1
2005-2006 Fluminense Fluminense 28 (4)
2007- Real Madrid Real Madrid 198 (16)
Nazionale
2005
2007
2008-2012
2006-
Brasile Brasile U-17
Brasile Brasile U-20
Brasile Brasile Olimpica
Brasile Brasile
3 (1)
4 (0)
13 (1)
37 (4)[2]
Palmarès
Transparent.png Confederations Cup
Oro Brasile 2013
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Pechino 2008
Argento Londra 2012
Transparent.png Mondiali di calcio Under-17
Argento Perù 2005
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 luglio 2014

Marcelo Vieira da Silva Júnior, meglio noto come Marcelo (Rio de Janeiro, 12 maggio 1988), è un calciatore brasiliano, difensore del Real Madrid e della Nazionale brasiliana.

È in possesso del passaporto spagnolo.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Terzino dotato di notevoli doti atletiche,[4] fa del dribbling in velocità uno dei suoi marchi di fabbrica. Abile anche nella conclusione,[4] con l'arrivo del tecnico José Mourinho nel 2010 effettua notevoli progressi anche in fase difensiva.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Fluminense[modifica | modifica wikitesto]

Marcelo ha iniziato a giocare a futsal all'età di 9 anni. Il suo potenziale è stato scoperto dal Fluminense (aveva 13 anni), che lo ha inserito nel proprio settore giovanile. Ha avuto un'infanzia caratterizzata dalla povertà e a un certo punto, anche a causa di una poco felice situazione familiare che gli impediva di allenarsi con serenità, il giovane ha pensato di smettere di giocare a calcio; poi la società di Rio de Janeiro lo ha convinto a continuare.[senza fonte]

È passato in prima squadra nel 2005 e nella stessa stagione ha totalizzato 29 presenze e 4 gol, prima di trasferirsi al Real Madrid.

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Marcelo in allenamento con i blancos.

Nel dicembre 2006 passa al Real Madrid ed è stato qui che incontra il suo idolo, Roberto Carlos.[4] Quella era infatti l'ultima annata di Carlos prima del suo trasferimento in Turchia con il Fenerbahçe. Marcelo era dunque considerato il suo erede naturale, sia per nazionalità che per squadra di club. Nel novembre dello stesso anno ha firmato per i Blancos,[6] ma ha avuto l'occasione di mettersi in mostra solamente nel gennaio del 2007.

Al suo arrivo il presidente Ramon Calderon ha dichiarato: "È un'importante firma per noi. È un giovane giocatore che si mette in mostra per la freschezza, e questo fa parte della nostra politica per portare i giocatori più giovani nella squadra. Siamo molto felici perché è una perla che voleva mezza Europa."[7] Ha esordito il 7 gennaio 2007 subentrando a Michel Salgado nella sconfitta 2-0 rimediata sul campo del Deportivo La Coruña.[8] Il 14 aprile 2007 Marcelo ha giocato la sua prima partita da titolare, in una partita contro il Racing Santander, persa dalle merengues per 2-1. Con l'arrivo del nuovo CT tedesco Bernd Schuster, il giovane terzino sinistro è stato schierato come titolare in quasi tutte le gare di lega. Le sue abilità, la sua velocità, e le sue doti in attacco e in difesa lo hanno ben presto reso uno dei giocatori più promettenti e importanti del Real Madrid.

Dopo l'arrivo del nuovo allenatore Juande Ramos, a cui sono seguite una serie di prestazioni al di sotto delle aspettative, il brasiliano si è spesso ritrovato seduto in panchina, contendendosi la maglia da titolare con l'argentino Gabriel Heinze. Ramos ha deciso di utilizzarlo come ala sinistra in più di un'occasione, e a Marcelo non ci è voluto molto prima di adattarsi al suo nuovo ruolo. Ha segnato la sua prima rete con la camiseta blanca nella stagione 2008-2009, grazie a un assist di Higuaín, in una partita vinta per 4-0 contro lo Sporting Gijón. Dopo la partita il CT Juande Ramos ha dichiarato che quella di ala sinistra sarebbe stata la sua nuova posizione ufficiale, e che sarebbe tornato in difesa solo quando era richiesto. Ha segnato il suo secondo gol in una vittoria contro l'Almería, con un potente destro da fuori area. Il 18 aprile 2009 ha segnato la sua terza marcatura con la maglia del Real, firmando il gol vittoria contro il Recreativo Huelva.[9] Si è ripetuto lo stesso mese contro il Siviglia, al Ramon Sanchez Pizuajin.

Marcelo con la maglia del Real Madrid.
Marcelo esulta dopo un gol del Real.

Nella stagione 2009-2010 segna 4 gol in 43 partite stagionali e 9 assist. Il 15 settembre gioca la prima partita di UEFA Champions League in stagione contro lo Zurigo partita vinta 5-2. Contro il Real Valladolid arriva il primo gol il 17 ottobre 2009. In occasione del derby di Madrid contro l'Atletico segna il suo secondo gol del campionato nella sfida vinta 3-2 per il Real Madrid. Il 29 novembre contro il Barcellona gioca titolare tutti i 90 minuti e venendo anche ammonito. Il 5 febbraio 2010 prolunga il contratto con il Real Madrid fino a giugno 2015. Segna contro l'Osasuna il 2 maggio arrivando a quota 3 gol in campionato, partita vinta 3-2. Sei giorni dopo segna il suo 4º gol in campionato contro l'Atletico Bilbao.

Quando, nell'estate del 2010, a Madrid è arrivato José Mourinho, tutto lasciava pensare a una sua partenza, viste le perplessità mostrate dal portoghese verso il brasiliano. Invece, dopo un mese e mezzo, Mourinho ha rivelato che il giocatore lo ha molto colpito, soprattutto per i miglioramenti in fase difensiva.[5][10] Il 29 agosto esordisce in campionato nella partita pareggiata 0-0 contro il Maiorca. L'11 settembre viene schierato titolare nella prima partita giocata in casa contro l'Osasuna vinta 1-0 viene anche ammonito.[11] Gioca la partita del Classico del 30 novembre contro il Barcellona finita 5-0 determinante anche un suo errore che ha portato al 2-0 col gol di Pedro.[12] Dopo il ko di Barcellona gioca la partita vinta per 2-0 contro il Valencia. Il 13 febbraio con una sovrapposizione, con successivo passaggio filtrante di Cristiano Ronaldo effettua il gol partita, che permette alla squadra madrilena i 3 punti, fondamentali nella scalata alla classifica.[13] Il secondo gol arriva il 3 marzo contro il Malaga nella sfida vinta 7-0.[14] Il 16 marzo arriva il suo primo gol in carriera in UEFA Champions League nella gara di ritorno degli ottavi di finale vinta 3-0 contro il Lione con un'azione personale e con una conclusione di sinistro.[15][16] Il 5 aprile 2011 torna dopo un turno di stop nella partita di UEFA Champions League contro il Tottenham vinta 4-0.[17] Il 20 aprile vince la sua prima Coppa del Re battendo in finale il Barcellona per 1-0 ai supplementari. Gioca per la prima volta una semifinale di UEFA Champions League, il 27 aprile, perdendo 2-0 contro il Barça a Madrid. Nella sfida di ritorno del 3 maggio firma il gol del pareggio dell'1-1, inutile per la qualificazione.[18] Il 7 maggio gioca contro il Siviglia partita vinta 6-2. Il 15 maggio contro il Villareal segna il suo quinto gol stagionale superando il suo personale record di 4 gol delle stagioni 2008-2009 e 2009-2010.[19]

La stagione comincia con la Supercoppa di Spagna contro il Barcellona, dove nella seconda partita giocata al Camp Nou viene espulso a 2 minuti dal termine. In occasione della prima partita di campionato, vinta per 6-0 in casa del Real Saragozza, segna uno dei gol della sua squadra.[20] Il 22 gennaio 2012 nella sfida vinta per 4-1 contro l'Athletic Bilbao torna al gol. Nella partita del 2 maggio contro l'Athletic Bilbao vince il suo terzo Campionato.[21][22][23]

Inizia la stagione vincendo la Supercoppa di Spagna 2012 nella doppia sfida contro il Barcellona.[24][25] Il 18 settembre segna la rete del momentaneo 1-1 al debutto stagionale in Champions League contro il Manchester City, poi finito 3-2 per i padroni di casa del Real Madrid.[26]

Nella stagione 2013-2014, si conferma tra i migliori al mondo nel suo ruolo, disputando una stagione straordinaria culminata con la conquista della Coppa del Re, in finale contro il Barcellona, e della UEFA Champions League, in finale contro l'Atletico Madrid, nella partita del 24 maggio 2014, finita 4-1 per il Real Madrid, in cui segna il goal del momentaneo 3-1 al 118' dei tempi supplementari.

Il 12 agosto 2014 conquista la Supercoppa UEFA battendo il Siviglia 2-0, subentrando nel finale.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale giovanile[modifica | modifica wikitesto]

Le sue prime esperienze a livello internazionale sono arrivate in occasione del Mondiale FIFA Under-17 nel 2005 dove esordisce il 17 settembre contro il Gambia Under-17, partita finita 3-1 per la squadra Africana. Dopo aver saltato 4 partite torna in semifinale il 29 settembre a Trujillo contro la Turchia Under-17 dove realizza un gol contribuendo dunque a portare il Brasile alla finale di Lima il 2 ottobre persa 3-0 contro il Messico Under-17: in questa partita viene espulso.

Nel Campionato mondiale di calcio Under-20 2007 in Canada, gioca la prima partita il 30 giugno contro la Polonia vinta dai Polacchi 1-0. Nella seconda partita il Brasile vince 3-2 contro la Corea del Sud. I Brasiliani vengono eliminati all'ultima partita dagli Stati Uniti.

Partecipa alle Olimpiadi di Pechino 2008, esordisce il 7 agosto contro il Belgio finita 1-0 con gol di Hernanes. Il 16 agosto dopo aver superato i gironi il Brasile affronta il Camerun dove Marcelo segna il gol del 2-0 al 105' dopo il primo gol di Rafael Sóbis al 103'. In semifinale il Brasile perde 3-0 contro l'Argentina. Vince il Bronzo nella finale valida per il terzo posto contro il Belgio il 22 agosto a Shanghai per 3-0.

Il 6 luglio 2012 viene convocato per disputare le XXX Olimpiadi.[27][28] La nazionale brasiliana concluderà il torneo qualificandosi al secondo posto, dietro la Nazionale messicana campione perdendo nella finale di Wembley 2-1 l'11 agosto.[29][30]

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Marcelo in azione ai Mondiali 2014

Ha segnato nella sua gara di debutto con il Brasile contro il Galles, concludendo imparabilmente verso la porta avversaria con un potente sinistro. La gara, svoltasi al White Hart Lane, è terminata 2-0. Da allora è diventato una delle scelte del CT verdeoro Dunga. Ha fatto parte della selezione olimpica per le Olimpiadi di Pechino. Il 12 ottobre 2011 realizza il suo secondo gol col Brasile nella partita amichevole vinta per 2-1 contro il Messico.[31] Il 31 maggio 2012 realizza il suo quarto gol in 11 partite con la Selecao nella partita amichevole vinta 4-1 contro gli Stati Uniti.[32] Nella partita contro l'Nazionale di calcio dell'Argentina giocata a New York il 9 giugno 2012 viene espulso, la partita viene vinta dagli Argentini per 4-3.

Il 14 maggio viene inserito, dal CT Luiz Felipe Scolari, nella lista dei 23 convocati per la FIFA Confederations Cup 2013, che si svolge in Brasile dal 15 al 30 giugno come preludio del Campionato mondiale di calcio 2014.[33] Dopo aver battuto per 2-1 l'Uruguay il 26 giugno, in finale il 30 giugno il Brasile vince il titolo battendo 3-0 la Spagna, grazie a 2 gol di Fred e uno di Neymar.[34]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 4 luglio 2014.

Stagione Club Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altro Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005 Brasile Fluminense A 1 0 CB 0 0 - - - - - - 1 0
2006 A 27 4 CB 7 2 CS 3 0 - - - 37 6
Totale Fluminense 28 4 7 2 3 0 - - 38 6
gen.-giu. 2007 Spagna Real Madrid PD 6 0 CR 0 0 UCL 0 0 - - - 6 0
2007-2008 PD 24 0 CR 2 0 UCL 6 0 SS 0 0 32 0
2008-2009 PD 27 4 CR 2 0 UCL 5 0 SS 0 0 34 4
2009-2010 PD 35 4 CR 2 0 UCL 6 0 - - - 43 4
2010-2011 PD 32 3 CR 6 0 UCL 12 2 - - - 50 5
2011-2012 PD 32 3 CR 3 0 UCL 7 0 SS 2 0 44 3
2012-2013 PD 14 1 CR 1 0 UCL 2 1 SS 2 0 19 2
2013-2014 PD 28 1 CR 4 0 UCL 7 1 - - - 38 2
Totale Real Madrid 198 16 20 0 45 4 4 0 267 20
Totale carriera 226 20 27 2 48 4 4 0 305 26

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Brasile Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
05/09/2006 Londra Brasile Brasile 2 – 0 Galles Galles Amichevole 1 Uscita al 74’ 74’
05/06/2007 Dortmund Brasile Brasile 0 – 0 Turchia Turchia Amichevole -
26/03/2008 Londra Svezia Svezia 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole - Ingresso al 73’ 73’
19/11/2008 Gama Brasile Brasile 6 – 2 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 82’ 82’, Ammonizione al 85’ 85’
10/02/2009 Londra Brasile Brasile 2 – 0 Italia Italia Amichevole -
29/03/2009 Quito Ecuador Ecuador 1 – 1 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2010 - Ammonizione al 78’ 78’
05/09/2011 Londra Brasile Brasile 1 – 0 Ghana Ghana Amichevole -
12/10/2011 Torreón Messico Messico 1 – 2 Brasile Brasile Amichevole 1
28/02/2012 San Gallo Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 1 – 2 Brasile Brasile Amichevole 1
25/05/2012 Amburgo Brasile Brasile 3 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole - Uscita al 68’ 68’
30/05/2012 Washington Stati Uniti Stati Uniti 1 – 4 Brasile Brasile Amichevole 1 Ammonizione al 62’ 62’, Uscita al 90’ 90’
03/06/2012 Arlington Brasile Brasile 0 – 2 Messico Messico Amichevole - Ammonizione al 55’ 55’
09/06/2012 New York Argentina Argentina 4 – 3 Brasile Brasile Amichevole - Red card.svg 90’
07/09/2012 San Paolo Brasile Brasile 1 – 0 Sudafrica Sudafrica Amichevole - Ammonizione al 39’ 39’
11/09/2012 Recife Brasile Brasile 8 – 0 Cina Cina Amichevole -
11/10/2012 Malmö Brasile Brasile 6 – 0 Iraq Iraq Amichevole -
21/03/2013 Ginevra Italia Italia 2 – 2 Brasile Brasile Amichevole - Ingresso al 78’ 78’
25/03/2013 Londra Brasile Brasile 1 – 1 Russia Russia Amichevole -
02/06/2013 Rio de Janeiro Brasile Brasile 2 – 2 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
09/06/2013 Porto Alegre Brasile Brasile 3 – 0 Francia Francia Amichevole -
15/06/2013 Brasilia Brasile Brasile 3 – 0 Giappone Giappone Conf. Cup 2013 - 1º turno -
19/06/2013 Fortaleza Brasile Brasile 2 – 0 Messico Messico Conf. Cup 2013 - 1º turno -
22/06/2013 Salvador de Bahia Italia Italia 2 – 4 Brasile Brasile Conf. Cup 2013 - 1º turno -
26/03/2013 Belo Horizonte Brasile Brasile 2 – 1 Uruguay Uruguay Conf. Cup 2013 - Semifinale - Ammonizione al 75’ 75’
01/07/2013 Rio de Janeiro Brasile Brasile 3 – 0 Spagna Spagna Conf. Cup 2013 - Finale -
14/08/2013 Basilea Svizzera Svizzera 1 – 0 Brasile Brasile Amichevole -
07/09/2013 Brasilia Brasile Brasile 6 – 0 Australia Australia Amichevole -
12/10/2013 Seul Corea del Sud Corea del Sud 0 – 2 Brasile Brasile Amichevole -
05/03/2014 Johannesburg Sudafrica Sudafrica 0 – 5 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 58’ 58’
03/06/2014 Goiana Brasile Brasile 4 – 0 Panamá Panamá Amichevole - Uscita al 46’ 46’
06/06/2014 San Paolo Brasile Brasile 1 – 0 Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 76’ 76’
12/06/2014 San Paolo Brasile Brasile 3 – 1 Croazia Croazia Mondiali 2014 - 1º turno -
17/06/2014 Fortaleza Brasile Brasile 0 – 0 Messico Messico Mondiali 2014 - 1º turno -
23/06/2014 Brasilia Camerun Camerun 1 – 4 Brasile Brasile Mondiali 2014 - 1º turno -
28/06/2014 Belo Horizonte Brasile Brasile 1 – 1 dts
(3-2 dcr)
Cile Cile Mondiali 2014 - Ottavi -
04/07/2014 Fortaleza Brasile Brasile 2 – 1 Colombia Colombia Mondiali 2014 - Quarti -
08/07/2014 Belo Horizonte Brasile Brasile 1 – 7 Germania Germania Mondiali 2014 - Semifinali -
Totale Presenze 37 Reti 4

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Real Madrid C.F. - Official Web Site - Marcelo Vieira, Realmadrid.com. URL consultato il 5 settembre 2012.
  2. ^ 38 (4) se si comprendono anche le amichevoli non ufficiali disputate con la Nazionale maggiore brasiliana.
  3. ^ (ES) Sergio Friede, Marcelo obtiene la nacionalidad española in Marca.com, 26 luglio 2011. URL consultato il 12 giugno 2012.
  4. ^ a b c Marcelo, il successore naturale di Roberto Carlos, Goal.com, 17 febbraio 2009. URL consultato il 2 ottobre 2009.
  5. ^ a b Real Madrid, Mourinho: “Bale non ci serve”, calcionews24.com, 8 ottobre 2010. URL consultato il 7 maggio 2011.
  6. ^ (EN) Madrid move for Brazilian Marcelo, uefa.com, 14 novembre 2006. URL consultato il 13 novembre 2008.
  7. ^ (EN) Brazilian Marcelo to join Real Madrid, sportsNews24h.com. URL consultato il 7 maggio 2011.
  8. ^ (EN) Deportivo La Coruña-Real Madrid 2-0 - Cronaca partita, skysports.com, 7 gennaio 2007. URL consultato il 13 novembre 2008.
  9. ^ (EN) Offensive onslaught, realmadrid.com, 15 febbraio 2009. URL consultato il 7 maggio 2011.
  10. ^ Real Madrid, Marcelo: "Mourinho ci ha cambiati dentro, ci ha resi più forti"
  11. ^ (ES) El Real Madrid gana a Osasuna con un gol de Carvalho y logra su primer triunfo en Liga
  12. ^ Barça-Madrid 5-0. Mou umiliato al Camp Nou gazzetta.it
  13. ^ Il ritorno al goal di Marcelo Moreira
  14. ^ Real Madrid, 7 gol al Malaga. Ronaldo: 10-15 giorni di stop gazzetta.it
  15. ^ Real travolgente col Lione: 3-0., La Gazzetta dello Sport, 16 marzo 2011. URL consultato il 17 marzo 2011.
  16. ^ Mou scaccia la maledizione, Real – Lione 3-0, ilpallonaro.com, 16 marzo 2011. URL consultato il 17 marzo 2011.
  17. ^ Risultato Real Madrid Tottenham, le Merengues ipotecano anche la semifinale risultatitemporeale.net
  18. ^ Champions, Barcellona in finale. Pedro-Marcelo: 1-1 col Real gazzetta.it
  19. ^ Villarreal 1-3 Real Madrid realmadrid.com
  20. ^ La Liga - Tripletta di Ronaldo, segna anche Kakà!. URL consultato il 28 agosto 2011.
  21. ^ Real Madrid Campione di Spagna 2012, sport.it, 2 maggio 2012. URL consultato il 4 maggio 2012.
  22. ^ Real campione di Spagna, Mourinho nella storia, corriere.it, 2 maggio 2012. URL consultato il 4 maggio 2012.
  23. ^ Real Madrid campione di Spagna, ansa.it, 2 maggio 2012. URL consultato il 4 maggio 2012.
  24. ^ (EN) 3-2: The Supercup to be decided in Madrid in realmadrid.com, 23 agosto 2012. URL consultato il 30 agosto 2012.
  25. ^ Supershow: il Real piega il Barça. Mou si prende il primo trofeo in La Gazzetta dello Sport, 29 agosto 2012. URL consultato il 30 agosto 2012.
  26. ^ Real-City 3-2: è grande show - Mou la spunta all'ultimo assalto in La Gazzetta dello Sport, 18 settembre 2012. URL consultato il 19 settembre 2012.
  27. ^ Olimpiadi di calcio 2012: le convocazioni della nazionale brasiliana, super-calcio.it, 6 luglio 2012. URL consultato il 12 luglio 2012.
  28. ^ Olimpiadi, Brasile: i convocati di Menezes, golmania.it, 6 luglio 2012. URL consultato il 12 luglio 2012.
  29. ^ (EN) Peralta nets match-winning brace for Mexico in london2012.com, 11 agosto 2012. URL consultato il 13 agosto 2012.
  30. ^ Messico oro, battuto 2-1 il Brasile in finale in tuttosport.com, 11 agosto 2012. URL consultato il 13 agosto 2012.
  31. ^ Brasile, rimonta vincente - In 10 supera 2-1 il Messico, La Gazzetta dello Sport, 12 ottobre 2011.
  32. ^ BRASILE 4-1 contro gli Usa, sportmediaset.it, 31 maggio 2012. URL consultato il 31 maggio 2012.
  33. ^ Mauricio Cannone, Brasile, Kakà e Ronaldinho non convocati. Non giocheranno la Confederations Cup in La Gazzetta dello Sport, 14 maggio 2013. URL consultato il 14 maggio 2013.
  34. ^ Il Brasile umilia 3-0 la Spagna: sua la Confederations Cup, sportmediaset.it, 30 giugno 2013. URL consultato il 1º luglio 2013.
  35. ^ Gambia-Brazil 3-1 fifa.com
  36. ^ Brasile-Turchia 4-3 fifa.com
  37. ^ Brasile-Messico 0-3 fifa.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]