Skopje

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Città di Skopje
Unione di 10 municipi
Град Скопjе (Grad Skopje)
Città di Skopje – Stemma Città di Skopje – Bandiera
Città di Skopje – Veduta
Dati amministrativi
Stato Macedonia Macedonia
Regione Skopje
Sindaco Koce Trajanovski
Territorio
Coordinate 42°00′N 21°26′E / 42°N 21.433333°E42; 21.433333 (Città di Skopje)Coordinate: 42°00′N 21°26′E / 42°N 21.433333°E42; 21.433333 (Città di Skopje)
Altitudine 240 m s.l.m.
Superficie 1 854 km²
Abitanti 668 518 (2006)
Densità 360,58 ab./km²
Altre informazioni
Lingue macedone, albanese
Cod. postale 1000
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Targa SK
Patrono Maria
Giorno festivo 1º gennaio
Localizzazione
Macedonia
Città di Skopje
Città di Skopje – Mappa
Sito istituzionale

Skopje (in macedone Скопје, in albanese Shkupi) è la capitale e la città più popolosa della Repubblica di Macedonia, con 668.518 abitanti[1]. Con più di un quarto della popolazione del paese, è il centro politico, culturale, economico ed accademico della nazione.

Era conosciuta al tempo dei romani sotto il nome di Scupi. La città si è sviluppata rapidamente dopo la seconda guerra mondiale, ma questa crescita venne interrotta nel 1963, quando fu colpita da un disastroso terremoto.

Skopje si trova lungo il corso superiore del fiume Vardar e su una delle strade principali dei Balcani tra l'Europa centrale ed Atene. È un centro principale per le industrie metalmeccaniche, chimiche, tessili, di stampa e concerie ma ha sofferto molti fallimenti dal 1991. Lo sviluppo industriale della città è stato accompagnato dallo sviluppo del commercio e del settore bancario, così come nel campo della cultura e dello sport. Skopje è anche un mercato di prodotti agricoli e zootecnici. L'università risale al 1949, quindi la città è anche un importante centro culturale nell'ambito della Repubblica. Ospita uno dei due aeroporti dello stato.

Nome[modifica | modifica sorgente]

Il nome della città in macedone è Skopje (Скопје) e in albanese è Shkupi /'ʃkupi/. La città ha un antico nome greco che significa "torre d'osservazione", poiché l'area si trovava ai confini dell'antico Impero Macedone. Durante la dominazione romana la città veniva menzionata sotto il nome di Skupi. La Skupi romana non dev'essere confusa con Justiniana Prima i cui resti si possono visitare nelle vicinanze della città serba di Leskovac. Il nome turco della città è Üsküb ed era conosciuta come Uskub o Uskup nella maggior parte delle lingue europee occidentali durante il periodo del governo ottomano.[2] Il nome serbo della città è Скопље (Skoplje) ed in tal modo era conosciuto nel mondo occidentale durante il periodo del Regno di Jugoslavia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Ponte sul fiume Vardar

Skopje ebbe origine da un insediamento, Scupi, conquistato dai Romani e centro importante prima della Dardania e poi della Mesia. Per la sua posizione strategica sotto Augusto fu sede di una fortezza legionaria. Dopo la caduta dell'Impero romano d'Occidente, Skopje cadde sotto il dominio bizantino e a Tauresio, a 20 chilometri dalla città, nacque Giustiniano, uno degli imperatori che resero grande Costantinopoli. Proprio sotto il suo dominio Scupi venne devastata da un terremoto, nel 518, l'imperatore allora, ordinò la ricostruzione della città che venne ribattezzata Justiniana Prima. Con l'arrivo dei Bulgari nell'area balcanica, iniziò una lotta secolare tra i bizantini e i nuovi venuti. Nel 972 cadde in mano bulgara e sotto il regno di Samuele divenne capitale del fugace Primo Impero bulgaro, ma già nel 1018 tornò sotto il governo di Costantinopoli. Nel 1282 Stefano Uroš II Milutin entrò a Skopje e nel 1346 Stefano Dusan, che aveva fatto la città capitale del suo regno vi si proclamò zar. Nel 1392 i Turchi Ottomani conquistarono la città, che ribattezzarono Üskub: iniziò una dominazione lunga 520 anni, che lasciò un'impronta indelebile. Furono costruite importanti infrastrutture, tra cui il ponte sul Vardar, si aprirono alberghi, si innalzarono moschee e minareti. Skopje divenne una città cosmopolita, e proprio per questo motivo molti ebrei in fuga dalla Spagna si trasferirono qui; la popolazione raddoppiò e nonostante nel 1555 un terremoto l'avesse colpita, la città risorse rapidamente. Non si risollevò invece dal il sacco perpetrato, nel 1689, dalle truppe austriache di Piccolomini. Dilagò anche un'epidemia di colera, scoppiata in origine tra gli occupanti, ma che ben presto decimò gli abitanti di Skopje, che non si risollevò più dopo quell'avvenimento.

Skopje, al termine della prima guerra balcanica, nonostante le rivendicazioni del governo di Sofia, fu annessa dalla Serbia, che la tenne anche dopo il secondo conflitto. Invasa dai bulgari nel 1915, tornò al termine della prima guerra mondiale al neonato Regno dei Serbi, dei Croati e degli Sloveni. Durante la seconda guerra mondiale venne annessa, come buona parte della Macedonia, alla Bulgaria, seppur la maggioranza della popolazione locale fosse di etnia albanese. Liberata nel 1944 Skopje fu capitale della Repubblica Socialista di Macedonia e face parte della Jugoslavia. Il terremoto del 1963 rase al suolo buona parte della città, composta per lo più da edifici risalenti al periodo ottomano, vennero così innalzati edifici di stampo socialista e aperti i larghi viali che oggigiorno attraversano la città. Nel 1991, la Macedonia diventò stato indipendente e Skopje ne divenne la capitale. Nel 2001 vi furono gravi scontri tra l'esercito macedone e i miliziani albanesi.

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Secondo il censimento del 2006[3] la popolazione di Skopje era di 668.518 persone. La composizione etnica al momento non si conosce mentre nel 2002 era:

Il 97,5% della popolazione sopra i 10 anni sa leggere e scrivere.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

La Grande Skopje (in macedone: Големо Скопје, Golemo Skopje), è la divisione amministrativa della capitale all'interno del sistema amministrativo della Repubblica di Macedonia, costituito di 10 municipi. Come unità amministrativa a sé stante Skopje è la capitale della Repubblica. Fa parte della regione statistica di Skopje (Скопски регион).

L'organizzazione della Grande Skopje, come un'unità distinta di autogoverno locale è definita dalla Legge di Skopje.

La Grande Skopje confina con Čučer-Sandevo e la Serbia a nord, con il Jegunovce e Želino ad ovest, con Sopište e Studeničani a sud, con Ilinden, Lipkovo e Aračinovo ad est.

I dieci municipi di Skopje sono:

Una via della vecchia Skopje sotto dominazione turca
Comune
(Општина)
HASC Sede comunale
(Центар на Општината)
Area urbana
(km2)
Popolazione
(2002)
Aerodrom (Аеродром) MK.AD Aerodrom (Аеродром) 21,85 72 009
Butel (Бутел) MK.BU Butel (Бутел) 54,79 36 154
Čair (Чаир) MK.CI Čair (Чаир) 3,52 64 773
Centar (Центар) MK.CE Centar (Центар) 7,52 45 412
Gazi Baba (Гази Баба) MK.GB Gazi Baba (Гази Баба) 110,86 72 617
Gorče Petrov (Ѓорче Петров) MK.GP Gjorče Petrov (Ѓорче Петров) 66,93 41 634
Karpoš (Карпош) MK.KX Karpoš (Карпош) 35,21 59 666
Kisela Voda (Кисела Вода) MK.VD Kisela Voda (Кисела Вода) 34,24 57 236
Saraj (Сарај) MK.AJ Saraj (Сарај) 229,06 35 408
Šuto Orizari (Шуто Оризари) MK.SO Šuto Orizari (Шуто Оризари) 7,48 22 017
Grande Skopje Totale 571.46 515 419

Monumenti[modifica | modifica sorgente]

Il terremoto del 1963 ha distrutto diversi monumenti di rilievo e molte zone storiche ma sono comunque ancora visibili alcuni siti di rilievo culturale.

Fra i monumenti della città si annoverano chiese bizantine, il ponte di pietra voluto dal conquistatore turco Maometto II e il bazar. È inoltre presente una targa commemorativa a ricordo della nascita di Madre Teresa di Calcutta, a cui recentemente è stato eretto un mausoleo in pieno centro, nella Makedonska Ulica.

Persone legate a Skopje[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Il FK Rabotnički ed il FK Vardar Skopje, sono i principali club calcistici cittadini, entrambi militano nel massimo campionato macedone.

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Skopje è gemellata con:

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Skopje - Capital of the Republic of Macedonia
  2. ^ Room A. Placenames of the World: Origins and Meanings of the Names for Over 5000 Natural Features, p.335.
  3. ^ (PDF) (ENMK) Risultati del censimento del 2002
  4. ^ città gemellate con Craiova. URL consultato il 20 maggio 2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Macedonia Portale Macedonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Macedonia