Campionato spagnolo di calcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
RFEF.png

Il campionato spagnolo è un insieme di tornei suddiviso in varie categorie, tutti posti sotto l'egida della Real Federación Española de Fútbol. Comprende la Liga o Primera División, il cui vincitore conquista il titolo di campione di Spagna, e altre divisioni minori tra cui la Segunda División.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima giornata della Liga si disputò il 10 febbraio 1929: inizialmente il formato prevedeva soltanto 10 squadre, ma presto passarono a 20 e, per problemi amministrativi, vi hanno partecipato anche 22 durante i campionati 1995-1996 e 1996-1997.

Il torneo è sempre stato giocato a girone unico, con la sola eccezione del campionato 1986-1987: in quell'anno, dopo la fine del regolare torneo, le 18 squadre vennero divise in tre gironi, nei quali sei squadre si sarebbero giocate il titolo, sei la salvezza e sei le posizioni di media classifica. Solo dopo la conclusione delle gare giocate nel contesto dei gironi venne stilata la classifica finale.

Il campionato conobbe una sola interruzione, decretata per motivi bellici tra il 1936 e il 1939 durante la Guerra civile spagnola.

Nel campionato spagnolo gioca una squadra straniera, l'FC Andorra di Andorra La Vella (Andorra).

I campionati[modifica | modifica wikitesto]

Queste sono le divisioni maggiori:

Durante la stagione ogni squadra affronta due volte tutte le altre squadre della sua divisione (turno di andata e turno di ritorno), una volta nel proprio stadio e una volta in campo avversario. Il calendario è stilato interamente prima dell'inizio del torneo da un programma; i vincoli a cui si attiene il calendario sono:

  • non più di una partita tra due club molto importanti per turno;
  • incontri incrociati tra due squadre della stessa città nello stesso giorno.

Inoltre, le squadre delle prime tre divisioni disputano la Coppa Nazionale, chiamata Copa del Rey (Coppa del Re).

Primera División[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Primera División (Spagna).

Le prime quattro classificate in Primera División accedono alla UEFA Champions League: le prime tre accedono direttamente alla competizione, la quarta disputa i preliminari. La quinta e la sesta classificata, insieme alla vincitrice della Copa del Rey, accedono invece alla UEFA Europa League. Se la vincitrice della Coppa nazionale si piazza entro il 6º posto, alla ex-Coppa UEFA accede la 7° in classifica. Le ultime tre classificate retrocedono in Segunda División.

Segunda División[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Segunda División (Spagna).

Detta anche Segunda División A è il secondo campionato in ordine di importanza in Spagna. Per il campionato 2006/2007 assume il nome di Liga BBVA a seguito dell'accordo tra la LFP (la Lega che controlla il campionato) e la banca BBVA. La sponsorizzazione durerà fino alla stagione 2008/2009.

Ci sono attualmente 22 società che disputano questo campionato.

Il formato prevede la promozione delle prime tre classificate alla Primera División, mentre le ultime quattro retrocedono nella Segunda división B.

Segunda División B[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Segunda División B.

Disputata dalla stagione 1977-1978, aveva inizialmente due soli gruppi, portati dal 1987 a quattro. Prevede attualmente 20 squadre per girone, per un totale di 80 formazioni.

Le prime quattro di ogni gruppo partecipano ai play-off promozione per la Segunda División A. Le prime classificate affrontano le quarte di un altro gruppo in match di andata e ritorno, mentre le seconde affrontano le terze. Le otto che avanzano il turno si affrontano in una doppia finale e le vincitrici sono promosse in Liga BBVA. Le ultime quattro di ogni girone retrocedono invece in Terza Divisione (Tercera División). Le quattro società che terminano il campionato in 16ª posizione disputano i play-out: le due sconfitte delle semifinali (andata e ritorno), si affrontano nella doppia finale. La sconfitta sarà retrocessa.

Tercera División[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Tercera División (Spagna).

Partecipano alla Terza Divisione 364 squadre, suddivise in 18 gruppi (16 dei quali sono composti da 20 squadre, uno da 16 e uno da 18), ognuno dei quali comprende una zona geografica ben precisa. Al termine della stagione regolare, le prime quattro di ogni gruppo partecipano ai playoff. Tramite sorteggio si formano 18 gruppi da quattro squadre (tutte di gruppi originali differenti, con una prima, seconda, terza e quarta classifica nel proprio girone originale). Si disputa quindi un play-off ad eliminazione diretta (la 1° affronta la 4° e la 2° la 3°) con partite di andata e ritorno. Le vincitrici di ogni gruppo saranno promosse in Segunda división B. Sono invece solitamente retrocesse nelle divisioni regionali le ultime tre di ogni girone, a meno di differente disposizione della Federazione della Regione Autonoma.

Giustizia Sportiva, Arbitri e squadre affiliate[modifica | modifica wikitesto]

La giustizia sportiva è competenza del Comité de Competición de la Liga.

Gli arbitri, tutti spagnoli, sono designati tramite sorteggio informatico, e dipendono direttamente dalla Reale Federazione Spagnola di Calcio (RFEF). Anche in Spagna un arbitro non può essere designato per una gara di un club della sua stessa comunità autonoma.

Le squadre affiliate (anche definite dalla lettera B, come ad esempio Atletico de Madrid B, o Real Madrid Castilla) possono partecipare ai campionati, ma non possono giocare in una divisione superiore o uguale a quella del loro club di appartenenza.

Attuale sistema[modifica | modifica wikitesto]

Livello

Divisione

1

Primera División - (Liga BBVA)
20 squadre

2

Segunda División (Liga Adelante)
22 squadre

3

Segunda División B
Gruppo 1
20 squadre

Segunda División B
Gruppo 2
20 squadre

Segunda División B
Gruppo 3
20 squadre

Segunda División B
Gruppo 4
20 squadre

4

Tercera División
18 gruppi da 20 squadre

5

Divisiones Regionales 60 gruppi

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio