Sergio Ramos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il cestista portoghese, vedi Sérgio Ramos.
Sergio Ramos
Sergio Ramos Euro 2012 vs France 01.jpg
Dati biografici
Nome Sergio Ramos García
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 183[1] cm
Peso 75[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Real Madrid Real Madrid
Carriera
Giovanili
1996-2002 Siviglia Siviglia
Squadre di club1
2002-2004 Siviglia B Siviglia B 26 (2)[2]
2003-2005 Siviglia Siviglia 39 (2)
2005- Real Madrid Real Madrid 282 (33)
Nazionale
2002
2004
2004
2005-
Spagna Spagna U-17
Spagna Spagna U-19
Spagna Spagna U-21
Spagna Spagna
1 (0)
6 (0)
6 (0)
116 (9)
Palmarès
W.Cup.svg  Mondiali di calcio
Oro Sudafrica 2010
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Oro Austria-Svizzera 2008
Oro Polonia-Ucraina 2012
FIFA Confederations Cup.svg  Confederations Cup
Bronzo Sudafrica 2009
Argento Brasile 2013
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 aprile 2014

Sergio Ramos García (Camas, 30 marzo 1986) è un calciatore spagnolo, difensore del Real Madrid e della Nazionale spagnola, campione d'europa 2008 e 2012, e campione del mondo 2010.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Il suo ruolo naturale è quello di difensore centrale, ma è utilizzabile anche da terzino destro. "Vanta" il record di giocatore più indisciplinato della storia del Real Madrid con una media di due cartellini rossi a stagione, 19 in totale.[3]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Siviglia[modifica | modifica sorgente]

Dopo gli anni trascorsi al Sevilla, con cui gioca 26 partite segnando 2 reti, nel 2003 passa nella prima squadra, facendo il suo esordio nella Liga il 1º febbraio 2004, nella gara persa per 1-0 contro il Deportivo La Coruña.[1] Colleziona 38 presenze e 2 gol in due campionati, mostrando prestazioni tali da attirare l'interesse del blasonato Real Madrid.

Real Madrid[modifica | modifica sorgente]

Sergio Ramos dopo la vittoria in Supercoppa di Spagna nel 2008

Il 31 agosto 2005, dopo un lungo corteggiamento, il Real Madrid ne acquisisce il cartellino per la cifra record di 25 milioni di euro.[4] Ramos esordisce con le merengues il 10 settembre, nell'incontro vinto per 3-2 sul Celta Vigo.[1]

Nella squadra madrilena assume subito un ruolo di primo piano, diventando il terzino destro titolare; alla prima stagione mette a referto 33 presenze e 4 gol, debuttando anche in Champions League. Trentatré sono le presenze anche nelle due stagioni seguenti, con i gol che diventano cinque l'anno; in Champions totalizza 13 presenze, realizzando una rete. Il 20 aprile 2011 il Real riesce a vincere la Copa del Re contro il Barcellona, coppa attesa da 18 anni, ma durante i festeggiamenti Sergio Ramos fa cadere sotto le ruote dell'autobus dei blancos la coppa che va in mille pezzi.[5] Il 24 marzo 2012 raggiunge quota 300 presenze totali con il Real Madrid in occasione della vittoria per 5-1 contro la Real Sociedad. Nella partita del 2 maggio contro l'Athletic Bilbao vince il Campionato.[6][7][8]

Inizia la stagione vincendo la Supercoppa di Spagna 2012 nella doppia sfida contro il Barcellona.[9][10] Il 17 novembre nella partita contro l'Athletic Bilbao vinta 5 a 1 segna 1 gol.[11]

Sergio Ramos con la Spagna

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Ha debuttato in Nazionale maggiore il 26 marzo 2005, poco prima di compiere 19 anni, in occasione di una gara amichevole contro la Cina; i suoi primi gol (una doppietta) li ha invece realizzati il 13 ottobre dello stesso anno, nella partita di qualificazione ai Mondiali contro San Marino.

È stato il più giovane giocatore ad essere convocato da Luis Aragonés sia durante le qualificazioni al campionato mondiale di calcio 2006 che per le seguenti fasi finali.

Ormai titolare inamovibile della squadra, partecipa alle qualificazioni al campionato d'Europa 2008 e al successivo Europeo, tenutosi in Svizzera e Austria e vinto dalla Spagna, che il 29 giugno batte in finale la Germania.

Convocato anche per il Mondiale, l'11 luglio 2010 vince da titolare il mondiale sudafricano, dopo aver battuto in finale l'Olanda grazie a un gol di Andrés Iniesta, giunto a 2 minuti dalla fine dei tempi supplementari.

Titolare fisso anche nell'Europeo 2012, tenutosi in Polonia e Ucraina, a Donec'k, in semifinale contro il Portogallo, segna con un coraggioso cucchiaio uno dei 5 calci di rigore che qualificano la Spagna, dopo lo 0-0 dei tempi supplementari, per la finale, la seconda consecutiva dopo l'Europeo del 2008.[12] Il 1º luglio 2012 vince con le Furie Rosse l'Europeo, contro l'Italia per 4 a 0 ponendo così il sigillo sulla terza manifestazione internazionale consecutiva.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 16 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Spagna Siviglia B SDB 1 0 - - - - - - - - - 1 0
2003-2004 SDB 25+5[13] 2+0 - - - - - - - - - 30 2
Totale Siviglia B 31 2 - - - - - - 31 2
2003-2004 Spagna Siviglia PD 7 0 CR 0 0 CU 0 0 - - - 7 0
2004-2005 PD 31 2 CR 5 0 CU 6 1 - - - 42 3
ago. 2005 PD 1 0 CR 0 0 CU 0 0 - - - 1 0
Totale Siviglia 39 2 5 0 6 1 - - 50 3
ago. 2005-2006 Spagna Real Madrid PD 33 4 CR 6 1 UCL 7 1 - - - 46 6
2006-2007 PD 33 5 CR 3 0 UCL 6 1 - - - 42 6
2007-2008 PD 33 5 CR 3 0 UCL 7 0 SS 2 1 45 6
2008-2009 PD 32 4 CR 0 0 UCL 8 1 SS 2 1 42 6
2009-2010 PD 33 4 CR 0 0 UCL 7 0 - - - 40 4
2010-2011 PD 31 3 CR 7 1 UCL 8 0 - - - 46 4
2011-2012 PD 34 3 CR 4 0 UCL 11 1 SS 2 0 51 4
2012-2013 PD 26 4 CR 3 0 UCL 9 1 SS 2 0 40 5
2013-2014 PD 27 1 CR 8 0 UCL 8 0 - - - 43 1
Totale Real Madrid 282 33 34 2 71 5 8 2 395 42
Totale carriera 352 37 39 2 77 6 8 2 476 47

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Mercoledì 20 aprile 2011, durante i festeggiamenti per la conquista della Copa del Rey, Ramos si è lasciato sfuggire il trofeo che è finito sotto le ruote del pullman (che stava portando la squadra in trionfo per Madrid) rompendosi in pezzi;
  • Appare nell'episodio Minaccia allo stadio (131º episodio della serie giapponese, 141° in quella italiana) della serie Detective Conan: nella puntata è un giocatore del Big Osaka che salva Conan all'ultimo;
  • Durante la semifinale di ritorno della Champions League 2011-2012, nell'incontro Real Madrid-Bayern Monaco, calcia alto uno dei rigori della sequenza finale contribuendo all'eliminazione degli spagnoli. Il suo errore dal dischetto suscita grande ilarità sul web, tanto che un gruppo di programmatori gli dedica un gioco per Smartphone: Angry Ramos (ispirato ad Angry Birds);

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Real Madrid C.F. - Sergio Ramos, realmadrid.com. URL consultato il 22 febbraio 2014.
  2. ^ 31 (2) se si considerano i play-off per la promozione in Segunda División.
  3. ^ Real Madrid, profondo rosso Sergio Ramos: già 18 espulsioni, Tutto Mercato Web, 14 dicembre 2013. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  4. ^ UFFICIALE: Sergio Ramos è del Real Madrid, Tutto Mercato Web, 31 agosto 2005. URL consultato il 1º luglio 2008.
  5. ^ Povera Coppa del Re, cade dalle mani di Sergio Ramos e finisce in pezzi, TMW.it, 21 aprile 2011.
  6. ^ Real Madrid Campione di Spagna 2012, sport.it, 2 maggio 2012. URL consultato il 4 maggio 2012.
  7. ^ Real campione di Spagna, Mourinho nella storia, corriere.it, 2 maggio 2012. URL consultato il 4 maggio 2012.
  8. ^ Real Madrid campione di Spagna, ansa.it, 2 maggio 2012. URL consultato il 4 maggio 2012.
  9. ^ Barcelona 3-2 Real Madrid – as it happened, theguardian.com, 23 agosto 2012. URL consultato il 22 febbraio 2014.
  10. ^ Supershow: il Real piega il Barça. Mou si prende il primo trofeo, gazzetta.it, 29 agosto 2012. URL consultato il 22 febbraio 2014.
  11. ^ Real Madrid-Athletic Bilbao 5-1: Manita blanca con super Benzema, il Barcellona resta nel mirino, goal.com, 17 novembre 2012. URL consultato il 18 novembre 2012.
  12. ^ Match details / line-up: Portugal - Spain (EURO 2012 Poland/Ukraine) in Worldfootball.net. URL consultato il 28 giugno 2012.
  13. ^ Play-off per la promozione in Segunda División.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 169833874