Neymar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Neymar Jr
Training Brazilian national team before the match against Croatia at the FIFA World Cup 2014-06-11.jpg
Neymar nel 2014
Dati biografici
Nome Neymar da Silva Santos Júnior
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 175[1] cm
Peso 64.5[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Barcellona Barcellona
Carriera
Giovanili
1999-2003
2003-2009
Portuguesa Portuguesa
Santos Santos
Squadre di club1
2009-2013 Santos Santos 103 (54)[2]
2013- Barcellona Barcellona 26 (9)
Nazionale
2009
2011
2012
2010-
Brasile Brasile U-17
Brasile Brasile U-20
Brasile Brasile Olimpica
Brasile Brasile
3 (1)
7 (9)
7 (4)
54 (35)
Palmarès
 Confederations Cup
Oro Brasile 2013
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Argento Londra 2012
 Campionato sudamericano Under-20
Oro Perù 2011
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 4 luglio 2014

Neymar da Silva Santos Júnior, meglio noto come Neymar (Mogi das Cruzes, 5 febbraio 1992), è un calciatore brasiliano, attaccante del Barcellona e della Nazionale brasiliana.

Paragonato a Pelé[3][4][5], è considerato uno dei maggiori talenti del calcio mondiale.[6][7][8][9]

Nel 2011 vince con la Nazionale brasiliana Under-20 il campionato sudamericano di calcio Under-20, conquistando anche la classifica cannonieri con 9 reti in 7 presenze. Nello stesso anno conquista con la maglia del Santos la Coppa Libertadores. Con il Santos ha vinto anche 3 campionati Paulista e 1 Coppa del Brasile.

Il 31 dicembre 2011 vince il premio di calciatore sudamericano dell'anno, assegnato dal quotidiano El País, ottenendo 130 voti su 206 e precedendo il cileno Eduardo Vargas e il compagno di squadra Ganso.[10] Nel gennaio 2012 arriva decimo nella classifica del Pallone d'oro FIFA 2011. Vince il FIFA Puskás Award 2011 per il miglior gol realizzato contro il Flamengo. Nel 2011 vince la Bola de Ouro, dopo essere stato nominato nella miglior squadra della Bola de Prata. Il 31 dicembre 2012 viene nominato per la seconda volta calciatore sudamericano dell'anno.[11]. Il 31 dicembre 2013 viene nominato secondo calciatore sudamericano dell'anno alle spalle del connazionale Ronaldinho.[12]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È nato a Mogi das Cruzes, nello stato di San Paolo, da Neymar da Silva Sr. e Nadine Santos. Ha ereditato il nome dal padre, ex calciatore che divenne il consulente di Neymar quando il suo talento cominciò a crescere.[13] Crescendo, Neymar si è avvicinato allo street soccer.[14]

La famiglia, dopo essersi trasferita a São Vicente nel 1992, si trasferì a Santos nel 2003 e Neymar si aggregò all'omonima società calcistica. Grazie al successo calcistico di Neymar con le giovanili del Santos, la famiglia acquista la loro prima proprietà. A 15 anni il calciatore guadagnava 10 mila real al mese e a 16 ne guadagnava 25 mila. L'anno seguente firma il suo primo contratto da professionista con il Santos, ottenendo anche le prime sponsorizzazioni. Il 24 agosto Neymar diventa padre per la prima volta di Davi Lucca, avuto dalla sua ex fidanzata Caroline Dantas. Nel 2012 guadagnava 6,4 milioni di euro all'anno tra stipendio e sponsor.[15] Al 2014, il suo patrimonio ammonta a 80 milioni di euro.[16][17]

Pubblicità[modifica | modifica sorgente]

Gillette sponsorizza Neymar

Nel 2010 insieme ad altri compagni del Brasile ha pubblicizzato la marca di rasoi Gillette.[18] Nel 2012 insieme a Lucas del São Paulo sponsorizza la Guaraná Antarctica.[19]. Inoltre è sponsorizzato da marchi come Panasonic[20], Volkswagen[21], Nike[22], Claro[23] e Lupo[24], per i quali ha anche girato alcuni spot nel suo paese.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

« Neymar può diventare anche più forte di me. »
(Pelé[25])

Neymar è un calciatore longilineo fisicamente, dotato di un grande talento e abilità sui calci di punizione.[26] È abile nei colpi di testa,[26] ed è molto rapido[26] specialmente con la palla al piede, ed è ambidestro. Può giocare sia da seconda punta che da ala,[27][26] la sua principale abilità è il dribbling, con il quale riesce a superare i marcatori creando superiorità numerica, o andando in porta.[26]

Nel 2010 e nel 2012 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 e 1991 stilata da Don Balón.[28][29]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Santos[modifica | modifica sorgente]

Neymar col Santos.
2003: giovanili nel Santos[modifica | modifica sorgente]

Neymar dopo i primissimi calci dati nell'Associação Atlética Portuguesa comincia a giocare per il Santos all'età di 11 anni e pur essendo molto giovane, viene trattato come un "gioiello" dai suoi vari allenatori. Già da adolescente aveva i fari dei media puntati addosso, e cominciò a disputare amichevoli con giocatori già professionisti da diverso tempo. Nelle giovanili del club conosce Paulo Henrique Ganso.

A 14 anni viene chiamato dal Real Madrid a fare uno stage in Spagna. L'asso brasiliano passò i test e fu registrato dal club merengue. La dirigenza del Santos temendo di perdere il calciatore a parametro zero gli offrì 1 milione di Reais (circa 300 mila euro) per farlo restare e farlo diventare calciatore professionista. I dirigenti del Real Madrid pensavano che non valesse la pena sborsare quella cifra per un ragazzino di 14 anni.

2009: debutto col Santos[modifica | modifica sorgente]

Diventato un nome noto già in età giovanissima, Neymar è stato spesso al centro di trattative che lo avrebbero portato in Europa,[26] ma diverse società hanno preferito non procedere all'ingaggio, temendo che potesse non diventare un grande giocatore.[27] Lo acquista, allora, il Santos.[27][26] Entra stabilmente in prima squadra a partire dal campionato 2009. Il 7 marzo 2009 arriva il debutto, entrando in campo nel corso della ripresa al posto di Mauricio Molina.

La sua seconda presenza è contro il Mogi Mirim, gara in cui segna il suo primo gol nel Santos.[26] L'11 aprile, nella semifinale del Campionato Paulista, segna il gol decisivo nella vittoria per 2-1 contro il Palmeiras.[26] Il 21 giugno 2009 contro l'Atletico Mineiro realizza il primo gol nel Campionato Brasiliano partita persa 3 a 2. Il 7 novembre realizza una doppietta nella partita vinta 3 a 1 contro il Nàutico. Si ripete ancora con 2 gol il 22 novembre contro il Coritiba finita 4 a 0.

2010: vittoria del campionato Paulista e della Coppa del Brasile[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 2010 Neymar e il suo Santos vincono la Coppa del Brasile, battendo in finale il Vitória 2-0 in casa e 1-2 fuori, così come il Campionato Paulista 2010, dopo una cavalcata che ha portato alla fine della prima fase il Santos a +10 dal Santo André. Il 18 aprile in semifinale contro il São Paulo realizza 2 gol, la partita finirà 3 a 0 per il Santos. Riesce in finale sempre contro il Santo André la vittoria del torneo con il 2-3 fuori e 2-3 in casa. Alla fine della competizione Neymar è il capocannoniere con 11 gol e viene anche eletto miglior giocatore del torneo.

Alla prima giornata di campionato giocata l'8 maggio 2010 contro il Botafogo realizza un gol, la partita finirà 3 a 3. Il 16 maggio si ripete nella sfida casalinga pareggiata 1 a 1 contro il Ceará. Decide la partita contro l'Internacional finita 1 a 0 e giocata il 13 agosto. Contro il Gremio segna un gol su rigore e serve l'assist per Rodriguinho che consente al Santos al 93' di vincere 2 a 1. Il 15 settembre nella sfida casalinga vinta 4 a 2 contro l'Atletico Goianiense, contribuisce alla vittoria con 2 assist. Nella 25ª giornata segna un gol nella partita finita 4 a 1 contro il Cruzeiro. Nella sfida persa il 17 ottobre contro il São Paulo, realizza la rete del terzo gol del Santos (4-3 per il São Paulo). La sua prima doppietta in campionato arriva il 7 novembre nella gara esterna giocata contro l'Atlético Mineiro pareggiata 2 a 2. Il 21 novembre segna 3 gol in sette minuti nel secondo tempo cui uno su rigore contribuendo enormemente alla vittoria per 4 a 1 contro il Goiás Esporte Clube.[30]

2011: vittoria Copa Libertadores e miglior calciatore sudamericano[modifica | modifica sorgente]
Neymar e Messi dopo la finale del Mondiale per Club

Il 16 febbraio 2011 esordisce in Coppa Libertadores nella partita pareggiata contro il Deportivo Tachira (0-0)[31]. Il 3 marzo scende ancora in campo per la Libertadores contro il Cerro Porteño e viene eletto miglior giocatore in campo. Il 7 aprile realizza contro il Colo Colo, in una partita persa 3-2, la sua prima rete nelle competizioni internazionali e in Coppa Libertadores[32]. Il 15 maggio segna nella finale del campionato Paulista il gol vittoria contro il Corinthians, portando alla vittoria il suo Santos[33]. Il 2 giugno segna nella semi-finale di ritorno della Libertadores contro il Cerro Porteño finita 3 a 3, ma il Santos conquista la finale dopo il successo dell'andata per 1 a 0[34][35]. Il 22 giugno segna uno dei gol decisivi per la conquista della Libertadores[36][37]. Il 28 luglio, dopo aver partecipato con il Brasile in Coppa America, Neymar torna in campo con la maglia del Santos e realizza una doppietta contro il Flamengo (4-5 per i rossoneri il risultato finale), partita valida per il Campionato Brasiliano[38][39][40]. Il 31 luglio segna un gol nella sfida persa 3 a 2 contro il Atletico Paranaense[41][42]. Il 1º ottobre segna il primo gol del Santos nella partita persa 3 a 2 contro il Fluminense[43]. Il 29 ottobre, alla 32ª giornata di Campionato, realizza la sua prima quaterna nella vittoria per 4-2 contro l'Atletico Paranaense[44]. Il 6 dicembre riceve il premio Bola de Ouro come miglior calciatore del Campionato Brasiliano[45]. Il 14 dicembre 2011 gioca per la prima volta nella Coppa del mondo per club FIFA, dove alla prima partita (in semifinale) contro il Kashiwa Reysol realizza il gol dell'1 a 0 che porterà poi alla vittoria del Santos per 3 a 1, conquistando il posto in finale,[46][47] dove poi viene sconfitto dal Barcellona per 4 a 0. Conclude la sua terza stagione con 47 presenze e 24 gol. A fine stagione Neymar risulta essere il calciatore che ha subito più falli (150) durante il campionato[48].

2012: capocannoniere della Libertadores e del Paulista[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver vinto il titolo di Calciatore sudamericano dell'anno, si classifica al decimo posto al Pallone d'oro FIFA 2011. Il 5 febbraio 2012 realizza il primo gol della stagione nell'incontro di Campionato Paulista contro il Palmeiras persa 2-1.[49] Nella sfida esterna vinta per 4-1 contro il Botafogo il 10 febbraio realizza una tripletta. Il 25 febbraio realizza due reti contro il Ponte Preta partita vinta per 6-1. Il 7 marzo segna tre gol nella sfida di Coppa Libertadores vinta per 3-1 contro l'Internacional.[50] Segna nella partita contro il São Paulo il 18 marzo il gol del momentaneo 2-2, la partita viene vinta dal São Paolo con gol finale di Lucas. Nella partita di Campionato Paulista contro l'Americana vinta 5-0 dal Santos il 30 marzo segna tre reti contro il Guaratinguetá, due su rigore raggiungendo quota 10 gol in campionato.[51][52] Nella partita di Copa Libertadores contro il Bolivar il 26 aprile al 31' del secondo tempo mentre si prepara alla battuta del calcio d'angolo viene colpito al volto dai tifosi della squadra avversaria da una pietra.[53][54][55] Il 29 aprile nella semifinale di Campionato Paulista contro il San Paolo, realizza tre gol che portano grazie alla vittoria per 3-1 la sua squadra in finale, con questa tripletta raggiunge i 100 gol con la maglia del Santos.[56][57] Realizza una doppietta nella finale di andata del Campionato Paulista contro il Guarani, giocatasi il 6 maggio e vinta 3-0.[58][59]

Dopo la sconfitta per 2-1 all'andata, nella partita di ritorno degli ottavi di finale di Coppa Libertadores realizza una doppietta contro il Bolivar, la partita finisce 8-0 per il Santos.[60][61][62] Segna altri due gol nella gara di ritorno il 13 maggio della finale contro il Guarani, la partita termina 4-2 per il Santos che si aggiudica il titolo, il terzo consecutivo.[63][64] Dopo la sconfitta per 1-0 in casa, il 21 giugno segna un gol nella gara di ritorno di Coppa Libertadores contro il Corinthians, la partita finisce 1-1 e quindi in Santos viene eliminato in semifinale.[65] Arriva il suo primo gol nel Campionato Brasiliano il 24 giugno contro il Coritiba, pareggiata 2-2, per il Santos il primo gol lo ha segnato Dracena.[66] Il secondo gol lo realizza l'8 luglio contro il Gremio, partita vinta dal Santos per 4 a 2.[67][68]

Dopo il pareggio della gara di andata di Recopa Sudamericana 2012 contro l'Universidad de Chile, realizza una doppietta nella gara di Campionato contro il Palmeiras vinta 2 a 1.[69][70] Il 16 settembre nella sfida di campionato contro il Coritiba segna 2 gol, di cui il primo saltando 5 giocatori compreso il portiere. La partita finisce 2 a 1 in favore del Santos.[71][72] Il 27 settembre realizza la rete dell'1 a 0 contro la Universidad de Chile, nel match che vale la prima Recopa Sudamericana nella storia del Santos, finito col risultato di 2 a 0.[73] Il 3 novembre nella sfida vinta 4 a 0 contro il Cruzeiro, realizza una tripletta.[74]

2013[modifica | modifica sorgente]

Inizia l'anno vincendo il pallone d'oro sudamericano per il secondo anno di fila.[75] Il 19 gennaio nella sfida della prima giornata di Campionato Paulista 2013 realizza una doppietta contro il São Bernardo, partita vinta dal Santos 3 a 1.

Barcellona[modifica | modifica sorgente]

Neymar con la maglia del Barcellona

Il 26 maggio 2013 conferma l'intenzione di voler giocare per il Barcellona, che gli offre un contratto per 5 anni da 7 milioni di euro a stagione, pagandolo 57 milioni di euro. Realizza il primo gol con la nuova maglia al secondo match ufficiale, il 21 agosto, nell'andata della Supercoppa di Spagna contro l'Atletico Madrid [76], fissando il punteggio sull'1-1 finale. Una settimana più tardi, grazie allo 0-0 del Camp Nou, il Barcellona vince il trofeo, il primo per Neymar in maglia blaugrana. Il 24 settembre segna il suo primo gol in campionato con la maglia blaugrana contro la Real Sociedad in una partita conclusasi con una vittoria casalinga per 4-1 dei catalani. Il 26 ottobre realizza la rete del vantaggio nella partita vinta per 2-1 contro il Real Madrid, nell'edizione 2013 de El Clásico, e l'11 dicembre 2013 contro il Celtic segna la sua prima tripletta con la maglia del Barcellona, nella partita vinta per 6-1 dai blaugrana.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nazionali giovanili[modifica | modifica sorgente]

Nel 2009 partecipa al Mondiale Under-17. Esordisce il 24 ottobre con un gol contro il Giappone Under-17 sfida vinta 3 a 2.[77] La seconda partita la gioca contro il Messico Under-17 persa 1 a 0 con gol di Miguel Basulto, al 75' viene sostituito per Felipinho.[78] La terza e ultima partita viene disputata il 30 ottobre 2009 contro la Svizzera Under-17 che in seguito vincerà il titolo, parte ancora una volta dagli 11 in campo. La partita finirà 1 a 0 in favore della Svizzera.[79] Ha giocato per diverse selezioni giovanili del Brasile.[27]

Nel 2011 ha debuttato, disputando il primo incontro del Sudamericano U-20 2011 contro il Paraguay Under-20, mettendo a segno una quaterna.[80][81] Segna anche nella seconda partita il 20 gennaio contro la Colombia Under-20. Nella seconda fase del Torneo, il 31 gennaio, segna una doppietta contro il Cile Under-20.[82] Il 12 febbraio gioca l'ultima partita del torneo contro l'Uruguay Under-20, partita che vede il Brasile Under-20 imporsi per 6-0 anche grazie alla sua doppietta, sancendo così la vittoria finale della squadra sudamericana.[83] A fine torneo vince la classifica dei migliori cannonieri con 9 gol.

Nazionale maggiore e olimpica[modifica | modifica sorgente]

Neymar col Brasile nel 2011 durante le XXX Olimpiadi.

Il suo debutto in Nazionale maggiore avviene il 10 agosto 2010 nell'amichevole contro gli Stati Uniti al New Meadowlands Stadium; in tale partita realizza anche la sua prima marcatura, segnando al ventisettesimo minuto del primo tempo.[84]

Il 27 marzo 2011 Neymar realizza una doppietta nell'amichevole giocata all'Emirates Stadium di Londra contro la Scozia. La partita terminò 2-0 per i verde oro.[85]

Nel giugno 2011 è stato inserito nella lista dei 22 giocatori convocati da Menezes per la Copa América 2011 che si è svolta in Argentina con il numero 11 sulle spalle.[86] Esordisce il 3 luglio 2011 contro il Venezuela pareggiata 0 a 0 a La Plata.[87] Il 14 luglio realizza una doppietta nella partita vinta 4 a 2 contro l'Ecuador giocata a Córdoba.[88][89] Il 17 luglio nella partita valida per i quarti di finale disputata a La Plata contro il Paraguay, finita 2-2,[90] Neymar e il suo Brasile vengono eliminati ai calci di rigore, abbandonando così il torneo.

Il 10 agosto 2011 nell'amichevole di lusso contro la Germania giocata a Stoccarda finita 3 a 2 per i tedeschi realizza un gol.[91][92][93]

Neymar viene convocato per il Superclásico de las Américas 2011, questa che è la prima edizione del trofeo, la prima partita di andata è stata disputata il 14 settembre contro la Nazionale Argentina con un risultato finale di 0-0.[94] Il 28 settembre 2011 è stata disputata la gara di ritorno che ha visto la vittoria del Brasile sull'Argentina per 2-0. Il Brasile, pertanto si è aggiudicato il torneo dove ha segnato un gol.[95]

Il 31 maggio 2012 realizza il suo nono gol nella partita Amichevole vinta 4 a 1 contro gli Stati Uniti.[96]

Il 6 luglio 2012 viene convocato per disputare le XXX Olimpiadi.[97][98] Indosserà la sua maglia numero 11. Nel corso del torneo userà delle nuove scarpe fatte di fibre riciclate di una pianta brasiliana, il ricino.[99] Esordisce nell'amichevole preolimpica giocata il 20 luglio con il Regno Unito olimpica, il Brasile olimpica si impone 2-0 con una rete e un assist di Neymar.[100][101] Il 26 luglio esordisce nella prima partita del Brasile nel girone C segnando il terzo gol della squadra su assist di Oscar al 33' del primo tempo nell'incontro vinto 3 a 2 contro l'Egitto olimpica.[102][103] Nella seconda partita del 29 luglio a Manchester si rende protagonista di un'ottima partita contro la Bielorussia olimpica realizzando due assist per Pato e Oscar e segnando un gol su punizione sul palo del portiere.[104][105] Grazie ad un suo gol e alla doppietta di Leandro Damião il Brasile si qualifica in semifinale dopo aver battuto 3 a 2 l'Honduras olimpica il 4 agosto.[106] La nazionale brasiliana conclude il torneo qualificandosi al secondo posto, sconfitta l'11 agosto in finale a Wembley dalla Nazionale messicana 2-1.[107][108]

La seconda partita non è disputata per un black-out. La vittoria finale è assegnata al Brasile che vince per la seconda volta il titolo dopo quello dell'anno scorso.

Il 12 ottobre 2012 nella sfida amichevole contro l'Iraq realizza un gol, la partita finisce 6 a 0.[109][110]

Neymar premiato miglior giocatore della FIFA Confederations Cup 2013.

Il 14 maggio viene inserito, dal CT Luiz Felipe Scolari, nella lista dei 23 convocati per la FIFA Confederations Cup 2013, che è svolta in Brasile dal 15 al 30 giugno 2013 come preludio del Campionato mondiale di calcio 2014.[111] In questa competizione, decide di indossare la maglia numero 10. Il 15 giugno nella prima partita del torneo giocata a Brasilia contro il Giappone segna il suo primo gol in questa competizione, la partita termina 3 a 0 in favore del Brasile.[112] Va in rete anche nella seconda partita il 19 giugno contro il Messico finita 2 a 0,[113] e nella terza partita giocata il 22 giugno contro l'Italia finita 4 a 2 per la Seleção.[114]. Dopo aver battuto per 2 a 1 l'Uruguay il 26 giugno, in finale il 30 giugno il Brasile vince il titolo battendo 3 a 0 la Spagna, grazie a 2 gol di Fred e ad un suo gol.[115] Con 4 gol si aggiudica la scarpa di bronzo e viene eletto miglior giocatore della competizione.

Neymar esulta dopo aver segnato un gol alla Croazia nel match d'esordio della Coppa del mondo 2014.

Convocato per la Coppa del mondo 2014, nella partita d'esordio contro la Croazia, vinta per 3-1, segna una doppietta (il secondo gol su rigore dubbio assegnato dall'arbitro Nishimura per fallo di Lovren su Fred), ribaltando il risultato iniziale a favore dei croati.[116] Nella terza partita del girone, vinta 4-1 contro il Camerun, mette a segno una doppietta.[117] Nel vittorioso quarto di finale contro la Colombia subisce una frattura trasversale della terza vertebra lombare dopo un intervento falloso di Zuniga. Il conseguente stop tra le 4 e le 6 settimane mette fine al suo mondiale,[118][119][120][121], costringendolo a saltare la semifinale contro la Germania, conclusasi con la sconfitta 7-1 della Seleçao,[122][123]> Nei giorni successivi all'evento viene diffusa una immagine TC che mostrerebbe tale frattura,[124] ma da più parti viene indicato come essa non corrisponda a quanto descritto, mettendo in dubbio la veridicità dell'immagine o la natura dell'infortunio stesso.[125]

Controversie[modifica | modifica sorgente]

Nella partita Santos-Ceará ha scatenato una rissa in campo, dopo aver insultato i calciatori avversari.[26][126] Neymar si scusa pubblicamente alcuni giorni dopo.[126] In un'altra partita Neymar conquista un calcio di rigore ma il suo allenatore lo fa battere a Marcel: Marcel realizza il rigore, ma Neymar prima non festeggia con la squadra poi intraprende una partita "solitaria" non passando più la sfera ai compagni di squadra.[26] Dorival Júnior decide di tenerlo in panchina per le due partite successive; la dirigenza decide di esonerare l'allenatore.[26][127][128]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 4 luglio 2014.

Tra club, Nazionale maggiore e Nazionali giovanili (incluso il Brasile olimpico) Neymar ha segnato globalmente 200 gol in 337 partite.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009 Brasile Santos A1/SP+A 12+33 3+10 CB 3 1 - - - - - - 48 14
2010 A1/SP+A 19+31 14+17 CB 8 11 CS 2 0 - - - 60 42
2011 A1/SP+A 11+21 4+13 - - - CL 13 6 Cmc 2 1 47 24
2012 A1/SP+A 16+17 20+14 - - - CL 12 8 RSA 2 1 47 43
2013 A1/SP+A 18+1 12+0 CB 4 1 - - - - - - 23 13
Totale Santos 76+103 53+54 15 13 27 14 4 2 225 136
2013-2014 Spagna Barcellona PD 26 9 CR 3 1 UCL 10 4 SS 2 1 41 15
Totale carriera 205 116 18 14 37 18 6 3 266 151

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Brasile Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-8-2010 East Rutherford Stati Uniti Stati Uniti 0 – 2 Brasile Brasile Amichevole 1 Uscita al 72’ 72’
17-11-2010 Doha Argentina Argentina 1 – 0 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 77’ 77’
27-3-2011 Londra Scozia Scozia 0 – 2 Brasile Brasile Amichevole 2
4-6-2011 Goiana Brasile Brasile 0 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Ammonizione al 88’ 88’
7-6-2011 San Paolo Brasile Brasile 1 – 0 Romania Romania Amichevole -
3-7-2011 La Plata Brasile Brasile 0 – 0 Venezuela Venezuela Coppa America 2011 - 1º turno -
9-7-2011 Córdoba Brasile Brasile 2 – 2 Paraguay Paraguay Coppa America 2011 - 1º turno - Uscita al 82’ 82’
14-7-2011 Córdoba Brasile Brasile 4 – 2 Ecuador Ecuador Coppa America 2011 - 1º turno 2 Uscita al 80’ 80’
17-7-2011 La Plata Brasile Brasile 0 – 0 dts
(0-2 dcr)
Paraguay Paraguay Coppa America 2011 - Quarti - Uscita al 79’ 79’
10-8-2011 Stoccarda Germania Germania 3 – 2 Brasile Brasile Amichevole 1
5-9-2011 Londra Brasile Brasile 1 – 0 Ghana Ghana Amichevole -
14-9-2011 Córdoba Argentina Argentina 0 – 0 Brasile Brasile Superclásico de las Américas 2011 -
28-9-2011 Belém Brasile Brasile 2 – 0 Argentina Argentina Superclásico de las Américas 2011 1
7-10-2011 San José Costa Rica Costa Rica 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole 1 Ammonizione al 57’ 57’ - Uscita al 73’ 73’
11-10-2011 Torreón Messico Messico 1 – 2 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 88’ 88’
28-2-2012 San Gallo Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 1 – 2 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 90’ 90’
30-5-2012 Washington Stati Uniti Stati Uniti 1 – 4 Brasile Brasile Amichevole 1 Uscita al 83’ 83’
3-6-2012 Arlington Brasile Brasile 0 – 2 Messico Messico Amichevole - Ammonizione al 82’ 82’
9-6-2012 New York Argentina Argentina 4 – 3 Brasile Brasile Amichevole -
15-8-2012 Solna Svezia Svezia 0 – 3 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 82’ 82’
7-9-2012 San Paolo Brasile Brasile 1 – 0 Sudafrica Sudafrica Amichevole - Uscita al 89’ 89’
11-9-2012 Recife Brasile Brasile 8 – 0 Cina Cina Amichevole 3 Uscita al 72’ 72’
20-9-2012 Goiânia Brasile Brasile 2 – 1 Argentina Argentina Superclásico de las Américas 2012 1 Ammonizione al 88’ 88’
11-10-2012 Malmö Brasile Brasile 6 – 0 Iraq Iraq Amichevole 1
16-10-2012 Breslavia Giappone Giappone 0 – 4 Brasile Brasile Amichevole 2 Uscita al 85’ 85’
14-11-2012 East Rutherford Brasile Brasile 1 – 1 Colombia Colombia Amichevole 1 Uscita al 85’ 85’
22-11-2012 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 1 Brasile Brasile Superclásico de las Américas 2012 -
6-2-2013 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 1 Brasile Brasile Amichevole -
22-3-2013 Ginevra Italia Italia 2 – 2 Brasile Brasile Amichevole -
25-3-2013 Londra Brasile Brasile 1 – 1 Russia Russia Amichevole -
6-4-2013 Santa Cruz de la Sierra Bolivia Bolivia 0 – 4 Brasile Brasile Amichevole 2 Uscita al 46’ 46’
24-4-2013 Belo Horizonte Brasile Brasile 2 – 2 Cile Cile Amichevole 1
2-6-2013 Rio de Janeiro Brasile Brasile 2 – 2 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
9-6-2013 Porto Alegre Brasile Brasile 3 – 0 Francia Francia Amichevole - Uscita al 89’ 89’
15-6-2013 Brasilia Brasile Brasile 3 – 0 Giappone Giappone Conf. Cup 2013 - 1º turno 1 Uscita al 74’ 74’
19-6-2013 Fortaleza Brasile Brasile 2 – 0 Messico Messico Conf. Cup 2013 - 1º turno 1
22-6-2013 Salvador Italia Italia 2 – 4 Brasile Brasile Conf. Cup 2013 - 1º turno 1 Uscita al 69’ 69’
26-6-2013 Belo Horizonte Brasile Brasile 2 – 1 Uruguay Uruguay Conf. Cup 2013 - Semifinali - Uscita al 90'+2’ 90'+2’
30-6-2013 Rio de Janeiro Brasile Brasile 3 – 0 Spagna Spagna Conf. Cup 2013 - Finale 1
14-8-2013 Basilea Svizzera Svizzera 1 – 0 Brasile Brasile Amichevole - Ammonizione al 23’ 23’
7-9-2013 Brasilia Brasile Brasile 6 – 0 Australia Australia Amichevole 1
10-9-2013 Foxborough Brasile Brasile 3 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole 1 Ammonizione al 10’ 10’ - Uscita al 89’ 89’
12-10-2013 Seul Corea del Sud Corea del Sud 0 – 2 Brasile Brasile Amichevole 1
15-10-2013 Pechino Brasile Brasile 2 – 0 Zambia Zambia Amichevole - Uscita al 80’ 80’
16-11-2013 Miami Gardens Honduras Honduras 0 – 5 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 67’ 67’
19-11-2013 Toronto Brasile Brasile 2 – 1 Cile Cile Amichevole - Uscita al 90'+3’ 90'+3’
5-3-2014 Johannesburg Sudafrica Sudafrica 0 – 5 Brasile Brasile Amichevole 3
3-6-2014 Goiana Brasile Brasile 4 – 0 Panamá Panamá Amichevole 1 Ammonizione al 44’ 44’
6-6-2014 San Paolo Brasile Brasile 1 – 0 Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 81’ 81’
12-6-2014 San Paolo Brasile Brasile 3 – 1 Croazia Croazia Mondiali 2014 - 1º turno 2 Ammonizione al 27’ 27’ - Uscita al 88’ 88’
17-6-2014 Fortaleza Brasile Brasile 0 – 0 Messico Messico Mondiali 2014 - 1º turno -
23-6-2014 Brasilia Camerun Camerun 1 – 4 Brasile Brasile Mondiali 2014 - 1º turno 2 Uscita al 71’ 71’
28-6-2014 Belo Horizonte Brasile Brasile 1 – 1 dts
(3 – 2 dcr)
Cile Cile Mondiali 2014 - Ottavi -
4-7-2014 Fortaleza Brasile Brasile 2 – 1 Colombia Colombia Mondiali 2014 - Quarti - Uscita al 88’ 88’
Totale Presenze 54 Reti (7º posto) 35

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Santos: 2010, 2011, 2012
Santos: 2010
Barcellona: 2013

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Santos: 2011
Santos: 2012

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2010, 2011, 2012
2010 (11 gol)
2010[129], 2011, 2012 [130]
2010, 2011, 2012
2010, 2012
2011 (9 gol)
2011
2011, 2012
2011[131]
2011 (Santos-Flamengo 4-5)
2012 (16 gol)
2012 (8 gol, a pari merito con Alustiza)
2013
Brasile 2014 (4 gol)
Brasile 2014

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Neymar Jr. - Neymar da Silva Santos Júnior - FC Barcelona, FC Barcellona. URL consultato il 2 luglio 2014.
  2. ^ 179 (107) se si comprendono le partite disputate nel Campionato Paulista.
  3. ^ Pelè: «Messi il più forte? Non è al livello di Neymar», Corriere dello Sport, 11 aprile 2012. URL consultato il 2 luglio 2014.
  4. ^ Neymar, Pelé e Ronaldo hanno un erede, La Gazzetta dello Sport, 14 giugno 2011. URL consultato il 2 luglio 2014.
  5. ^ Diego Maradona Leo Messi: Pelè sceglie Neymar, calciomalato.blogosfere.it, 19 agosto 2012. URL consultato il 2 luglio 2014.
  6. ^ Neymar miglior giocatore sudamericano del 2011, dietro di lui Vargas nuovo acquisto del Napoli, calcioblog.it, 31 dicembre 2011. URL consultato il 2 luglio 2014.
  7. ^ Neymar, gioiello brasiliano, La Gazzetta dello Sport, 20 gennaio 2011. URL consultato il 2 luglio 2014.
  8. ^ Calcio - Ronaldinho: Neymar diventerà il migliore al mondo, gossip.libero.it. URL consultato il 2 luglio 2014.
  9. ^ Deco: "Neymar è tra i migliori al mondo", tuttochampions.it, 13 novembre 2012. URL consultato il 2 luglio 2014.
  10. ^ Neymar Pallone d'oro sudamericano, battuti il napoletano Vargas e Ganso, La Gazzetta dello Sport, 31 dicembre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  11. ^ (ES) Selección Ideal de América, ovaciondigital.com.uy, 31 dicembre 2012. URL consultato il 2 luglio 2014.
  12. ^ A Ronaldinho il Pallone d’oro sudamericano eletto "Re d’America" davanti a Neymar, La Gazzetta dello Sport, 31 dicembre 2013. URL consultato il 25 giugno 2014.
  13. ^ (EN) Soccer prodigy Neymar is at home in Brazil, theage.com.au, 10 luglio 2012. URL consultato il 30 giugno 2014.
  14. ^ (EN) Neymar da Silva Santos Júnior – The World’s Hottest Property?, backpagefootball.com, 25 giugno 2011. URL consultato il 30 giugno 2014.
  15. ^ Neymar rischia la bancarotta, Mediaset, 29 agosto 2012. URL consultato il 30 giugno 2014.
  16. ^ http://www.calciomercato.com/news/la-top-ten-dei-calciatori-piu-ricchi-del-mondo-vince-ronaldo-c-e-457528. URL consultato il 24 luglio 2014.
  17. ^ http://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/calcio/2014/articoli/1029082/cristiano-ronaldo-batte-ancora-messi-con-148-mln-di-euro-e-il-calciatore-piu-ricco-160-.shtml
  18. ^ Em evento, patrocinador da CBF esquece Dunga e celebra "nova cara" da seleção, esporte.com, 17 agosto 2010. URL consultato il 28 giugno 2014.
  19. ^ Guaraná Antarctica promove evento com Neymar e Lucas, ambev.com, 20 ottobre 2011. URL consultato il 28 giugno 2014.
  20. ^ Panasonic rinnova il contratto di pubblicità globale con Neymar Jr., informazione.it, 19 luglio 2013. URL consultato il 28 giugno 2014.
  21. ^ Neymar and Thomas Müller have a ‘Skills-Off’ in odd new German-language Volkswagen ad, 101greatgoals.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 28 giugno 2014.
  22. ^ Nike Presenta GreenSpeed: Neymar Testimonial, sportmarketingnews.com. URL consultato il 28 giugno 2014.
  23. ^ Ronaldo passa "trote" em Neymar em campanha da Claro Fixo, exame.abril.com, 2 luglio 2013. URL consultato il 28 giugno 2014.
  24. ^ Brazilian soccer star Neymar in homophobic underwear ad controversy, outsports.com, 2 giugno 2013. URL consultato il 28 giugno 2014.
  25. ^ Next Generation: Neymar. Il bimbo prodigio è cresciuto, La Gazzetta dello Sport, 5 agosto 2009. URL consultato il 28 giugno 2014.
  26. ^ a b c d e f g h i j k l Giuseppe Brigante, Neymar: 1992 - Brasile, generazioneditalenti.it, 15 gennaio 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  27. ^ a b c d Neymar, la clonazione è permessa, tuttomercatoweb.com, 17 marzo 2009. URL consultato il 6 luglio 2014.
  28. ^ (EN) Don Balon’s list of the 100 best young players in the world, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 6 luglio 2014.
  29. ^ 101 prospetti per il futuro. Ecco la lista di Don Balon, tuttomercatoweb.com, 13 novembre 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  30. ^ Goiás 1-4 Santos, gazetaesportiva.net, 21 novembre 2010. URL consultato il 3 luglio 2014.
  31. ^ Che brutto Santos: 0-0 col Táchira, calciosudamericano.it, 16 febbraio 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  32. ^ Copa Libertadores: Colo Colo ran out of time and Unión Española ran out of luck, ilovechile.cl, 8 aprile 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  33. ^ Santos bicampeão: Arouca e Neymar stendono il Corinthians, calciosudamericano.it, 16 maggio 2011. URL consultato il 2 luglio 2014.
  34. ^ Un coraggioso Cerro dà battaglia, ma alla fine si arrende: Santos in finale, calciosudamericano.it, 2 giugno 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  35. ^ Libertadores: la differenza la fa Neymar, ilgiornale.it, 2 giugno 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  36. ^ Copa Libertadores: vince il Santos di Neymar e Ganso, sport.virgilio.it, 23 giugno 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  37. ^ La magica notte del Santos. Sua la Libertadores: Penarol k.o., La Gazzetta dello Sport, 23 giugno 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  38. ^ Tripletta di Ronaldinho: Flamengo-Santos finisce 5-4, La Repubblica, 28 luglio 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  39. ^ Spettacolo in Brasile: Santos-Flamengo 4-5, datasport.it, 28 luglio 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  40. ^ Neymar dà spettacolo. Tripletta di Ronaldinho, La Repubblica, 28 luglio 2011. URL consultato il 4 luglio 2014.
  41. ^ Brasilerao, scivola la capolista. Neymar-gol, ma il Santos frana, La Gazzetta dello Sport, 1º agosto 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  42. ^ Brasile: perla Neymar, ma Santos ko., datasport.it, 1º agosto 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  43. ^ Fluminense 3-2 Santos, footballzz.co.uk, 1º ottobre 2011. URL consultato il 6 luglio 2014.
  44. ^ Brasileirão, la notte dei bomber: poker di Neymar, doppio Sobis, Abreu decisivo, calciosudamericano.it, 30 ottobre 2011. URL consultato il 6 luglio 2014.
  45. ^ Brasile: a Neymar la 'Bola de Ouro', corriere.it, 6 dicembre 2011. URL consultato il 6 luglio 2014.
  46. ^ Mondiale, Santos in finale Neymar ora aspetta Messi, La Gazzetta dello Sport, 14 dicembre 2011. URL consultato il 6 luglio 2014.
  47. ^ Mondiale per club - Neymar chiama Messi, Santos in finale, Eurosport, 14 dicembre 2011. URL consultato il 6 luglio 2014.
  48. ^ Michele Bresciani, Brasileirão, uno sguardo alla stagione 2011: top, flop, e qualche statistica, calciosudamericano.it, 6 dicembre 2011. URL consultato il 6 luglio 2014.
  49. ^ Campionato brasiliano - 100esimo gol amaro per Neymar, Eurosport, 5 febbraio 2012. URL consultato il 6 febbraio 2012.
  50. ^ Copa Libertadores, è un Neymar spaventoso. Velez ko, Bombonera violata dal Fluminense, calciosudamericano.it, 7 marzo 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  51. ^ Brasile: nuovo show Neymar, tripletta, corrieredellasera.it, 30 marzo 2012. URL consultato il 6 aprile 2012.
  52. ^ Brasile: Nuovo show di Neymar, Tuttosport, 30 marzo 2012. URL consultato il 1º maggio 2012.
  53. ^ Libertadores, Neymar colpito da un oggetto volato dagli spalti, larepubblica.it, 26 aprile 2012. URL consultato il 29 aprile 2012.
  54. ^ Pietra in faccia, Neymar al tappeto, Mediaset, 26 aprile 2012. URL consultato il 29 aprile 2012.
  55. ^ Neymar bersagliato di banane e oggetti durante la Libertadores, l'ira dell'asso del Santos: "Gliela farò vedere io, in Brasile...", goal.com, 26 aprile 2012. URL consultato il 29 aprile 2012.
  56. ^ Brasile: super Neymar e Abreu nella giornata dei raccattapalle, calciosudamericano, 30 aprile 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  57. ^ Calcio, Paulista: Santos in finale, Neymar supera 100 gol in carriera, sportvirgilio.it, 30 aprile 2012. URL consultato il 1º maggio 2012.
  58. ^ 2 gol Neymar,Santos verso nuovo titolo, euronews.com, 6 maggio 2012. URL consultato l'8 maggio 2012.
  59. ^ Campionato brasiliano - Neymar miglior marcatore del Santos, eurosport.com, 7 maggio 2012. URL consultato l'8 maggio 2012.
  60. ^ Neymar sulle orme di Pelè. Il Santos umilia il Bolivar, La Repubblica. URL consultato l'11 maggio 2012.
  61. ^ Libertadores: Santos show con Neymar e Ganso, Mediaset, 11 maggio 2012. URL consultato l'11 maggio 2012.
  62. ^ Neymar è megl'e Pelè, 106 col Santos: Bolivar battuto 8-0, sky.it, 11 maggio 2012. URL consultato l'11 maggio 2012.
  63. ^ Super Neymar, Santos campione paulista, corriere.it, 13 maggio 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  64. ^ Santos campione paulista, ANSA, 13 maggio 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  65. ^ Libertadores, Neymar non basta. Il Corinthians fa fuori il Santos, La Gazzetta dello Sport, 21 giugno 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  66. ^ Santos 2-2 Coritiba, Eurosport, 24 giugno 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  67. ^ Santos 4-2 Gremio, Eurosport, 8 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  68. ^ Santos 4-2 Gremio, soccerfame.it, 8 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  69. ^ Brasile: Santos vince ancora con Neymar, ANSA, 26 agosto 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  70. ^ Brasile: Neymar trascina il Santos contro il Palmeiras, Sportitalia, 25 agosto 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  71. ^ Stop a Fluminense e Mineiro - Santos: Neymar, che gol!, La Gazzetta dello Sport, 17 settembre 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  72. ^ L'ultimo assolo di Neymar: ne salta 5 e segna, La Repubblica, 17 settembre 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  73. ^ Neymar decisivo: è Recopa Sudamericana!, Eurosport, 27 settembre 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  74. ^ Cruzeiro 0 Santos 4: Neymar grabs hat-trick, sambafoot.com, 4 novembre 2012. URL consultato il 6 luglio 2012.
  75. ^ Neymar “Pallone d’oro” sudamericano, lastampa.it, 31 dicembre 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  76. ^ Atletico Madrid-Barcellona 1-1, nell’andata della Supercoppa si sblocca Neymar e Villa segna da ‘ex’, vivalaliga.it, 22 agosto 2013. URL consultato il 4 luglio 2014.
  77. ^ a b Brasile 3-2 Giappone, FIFA, 24 ottobre 2009. URL consultato il 4 luglio 2014.
  78. ^ a b Brasile 0-1 Messico, FIFA, 27 ottobre 2009. URL consultato il 4 luglio 2014.
  79. ^ a b Svizzera 1-0 Brasile, FIFA, 30 ottobre 2009. URL consultato il 4 luglio 2014.
  80. ^ (PT) Mesmo com dois a menos, Neymar dá show, e sub-20 vence o Paraguai, globoesporte.globo.com, 18 gennaio 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  81. ^ Brasile, Neymar da impazzire: quattro gol e Paraguay ko, Tuttosport, 18 gennaio 2011. URL consultato il 25 giugno 2014.
  82. ^  2011 (January 31) Brazil 5 -Chile 1 (Under 20 World Cup Qualifier). YouTube, 13 luglio 2013. URL consultato in data 6 luglio 2014.
  83. ^ Sudamericano U20 Final Group Round-Up: Rampant Brazil Retain Their Title As Uruguay Are Made To Suffer, goal.com, 13 febbraio 2011. URL consultato il 2 luglio 2014.
  84. ^ (PT) Thales Calipo, Com gols de Neymar e Pato, Brasil supera desentrosamento e vence na estreia de Mano, esporte.uol.com.br, 10 agosto 2010. URL consultato il 6 luglio 2014.
  85. ^ Calcio/ Brasile, brilla la stella di Neymar: Scozia battuta 2-0, tmnews, 27 marzo 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  86. ^ (PT) Convocados os 22 jogadores para a Copa América, cljornal.com.br, 8 giugno 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  87. ^ Coppa America, delusione Brasile: con il Venezuela finisce 0-0. Senza gol anche Paraguay-Ecuador, Il Messaggero, 4 luglio 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  88. ^ Il Brasile è Pato e Neymar, ai quarti c'è il Paraguay, Corriere dello Sport, 14 luglio 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  89. ^ Coppa America - Pato e Neymar, Brasile ai quarti, Eurosport, 14 luglio 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  90. ^ Brasile eliminato, non segna mai! Paraguay: catenaccio e rigori, La Gazzetta dello Sport, 17 luglio 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  91. ^ Amichevoli: Germania-Brasile 3-2 Gol: Schweinsteiger, Goetze, Robinho, Schurrle e Neymar, ANSA, 10 agosto 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  92. ^ Germania-Brasile 3-2. Francia fermata dal Cile, Corriere dello Sport, 10 agosto 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  93. ^ Amichevoli: Germania-Brasile 3-2, La Gazzetta dello Sport, 10 agosto 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  94. ^ Argentina y Brasil igualaron 0-0 en Córdoba, afa.org.ar. URL consultato il 5 luglio 2014.
  95. ^ Argentina perdió 2-0 con Brasil en Belém, afa.org.ar. URL consultato il 5 luglio 2014.
  96. ^ Brasile: Pato torna e va in gol, Mediaset, 31 maggio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  97. ^ Olimpiadi, Brasile: i convocati di Menezes, golmania.it, 7 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  98. ^ Olimpiadi di calcio 2012: le convocazioni della nazionale brasiliana, super-calcio.it, 10 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  99. ^ Londra 2012: Neymar con scarpa da 160 gr., ANSA, 12 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  100. ^ Il Brasile e Neymar convincono. Facile 2-0 alla Gran Bretagna, La Gazzetta dello Sport, 20 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  101. ^ È già super-Brasile: Gran Bretagna regolata, Eurosport, 20 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  102. ^ Brasile e Uruguay col brivido. Sorpresa Giappone, Spagna ko, Sky Sport, 26 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  103. ^ Olimpiadi: il Giappone sorprende la Spagna, l'Uruguay e il Brasile soffrono ma conquistano i tre punti trascinati da Ramirez e Neymar, goal.com, 26 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  104. ^ Neymar-Pato show: il Brasile è già ai quarti, Sky Sport, 29 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  105. ^ Calcio: Brasile ai quarti, Spagna gia' fuori, ANSA, 30 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  106. ^ Brasile in semifinale, 3-2 all'Honduras, Tuttosport, 4 agosto 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  107. ^ (EN) Peralta nets match-winning brace for Mexico, olympic.org, 11 agosto 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  108. ^ Messico oro, battuto 2-1 il Brasile in finale, Tuttosport, 11 agosto 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  109. ^ Brasile-Iraq 6-0: a segno anche Kakà, tuttomercatoweb.com, 11 ottobre 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  110. ^ Amichevoli: Brasile-Iraq 6-0, ANSA, 11 ottobre 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  111. ^ Mauricio Cannone, Brasile, Kakà e Ronaldinho non convocati. Non giocheranno la Confederations Cup, La Gazzetta dello Sport, 14 maggio 2013. URL consultato il 5 luglio 2014.
  112. ^ Conf Cup: Brasile-show, esordio vincente. Giappone travolto, Sky Sport, 15 giugno 2013. URL consultato il 5 luglio 2014.
  113. ^ Confederations Cup: Brasile-Messico 2-0, a segno Neymar e Jo, Mediaset, 19 giugno 2013. URL consultato il 5 luglio 2014.
  114. ^ Confederations Cup, Brasile-Italia 4-2: agli azzurri toccherà la Spagna, La Repubblica, 22 giugno 2013. URL consultato il 5 luglio 2014.
  115. ^ Il Brasile umilia 3-0 la Spagna: sua la Confederations Cup, Mediaset, 1º luglio 2013. URL consultato il 5 luglio 2014.
  116. ^ Brasile-Croazia 3-1: autorete di Marcelo, doppietta di Neymar e gol di Oscar, La Gazzetta dello Sport, 12 giugno 2014. URL consultato il 5 luglio 2014.
  117. ^ Mondiali, Camerun-Brasile 1-4: doppietta di Neymar, gol di Matip, Fred e Fernandinho, La Gazzetta dello Sport, 23 giugno 2014. URL consultato il 5 luglio 2014.
  118. ^ Neymar, Mondiale finito! Frattura a una vertebra, Corriere dello Sport, 5 luglio 2014. URL consultato il 5 luglio 2014.
  119. ^ Brasil llora la baja de Neymar, marca.com, 5 luglio 2014. URL consultato il 5 luglio 2014.
  120. ^ Neymar, adiós al Mundial, marca.com, 5 luglio 2014. URL consultato il 5 luglio 2014.
  121. ^ L’infortunio di Neymar, il Post, 5 luglio 2014. URL consultato il 6 luglio 2014.
  122. ^ Mondiali, Brasile-Germania 1-7: umiliazione storica, tedeschi in finale, gazzetta.it, 8 luglio 2014. URL consultato il 9 luglio 2014.
  123. ^ Brasile umiliato, la Germania vince 7-1, Scolari: “Chiedo scusa a tutto il popolo”, lastampa.it, 8 luglio 2014. URL consultato il 9 luglio 2014.
  124. ^ Brasile, Neymar shock: ecco la radiografia e il ricovero, TGcom24, 5 luglio 2014. URL consultato il 6 luglio 2014.
  125. ^ Se la frattura vertebrale di Neymar è un fake, medicitalia.it, 5 luglio 2014. URL consultato il 6 luglio 2014.
  126. ^ a b (PT) Neymar é centro de confusão no Ceará, esportes.estadao.com.br, 13 settembre 2010. URL consultato il 5 luglio 2014.
  127. ^ Neymar non è titolare: Esonerato Dorival Junior, calciomercato.com, 22 settembre 2010. URL consultato il 5 luglio 2014.
  128. ^ Allenatore esclude la stella Neymar: esonerato, qnm.it, 29 settembre 2010. URL consultato il 5 luglio 2014.
  129. ^ (PT) Premiação da Bola de Prata do Brasileiro, esporte.uol.com.br, 6 dicembre 2010. URL consultato il 5 luglio 2014.
  130. ^ (PT) Neymar recebe Bola de Prata "hors concours" e iguala feito de Pelé, placar.abril.com.br, 4 dicembre 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  131. ^ (PT) Neymar leva Bola de Ouro do Brasileirão 2011, lancenet.com.br, 5 dicembre 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]