Manaus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manaus
comune
Manaus – Stemma Manaus – Bandiera
Manaus – Veduta
Localizzazione
Stato Brasile Brasile
Stato federato Bandeira do Amazonas.svg Amazonas
Mesoregione Centro Amazonense
Microregione Manaus
Amministrazione
Prefetto Arthur Virgilio do Carmo Ribeiro Neto
Territorio
Coordinate 3°02′40″S 59°56′28″W / 3.044444°S 59.941111°W-3.044444; -59.941111 (Manaus)Coordinate: 3°02′40″S 59°56′28″W / 3.044444°S 59.941111°W-3.044444; -59.941111 (Manaus)
Altitudine 92 m s.l.m.
Superficie 11 401,092 km²
Abitanti 1 802 014[1] (2010)
Densità 158,06 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 69000-000
Prefisso 92
Fuso orario UTC-4
Codice IBGE 1302603
Nome abitanti manauara
Area metropolitana Regione Metropolitana di Manaus
Cartografia
Mappa di localizzazione: Brasile
Manaus
Manaus – Mappa
Sito istituzionale

Manaus è una città brasiliana, capitale dello Stato di Amazonas, ubicata nella mesoregione di Centro Amazonense e nella microregione di Manaus. Situata sulla riva del Rio Negro vicino alla confluenza con il Rio delle Amazzoni, è un porto importante e un centro di snodo per il sistema fluviale della regione. È anche un punto comune da cui i turisti partono per visitare la Foresta Amazzonica.

Manaus è un centro importante nel turismo ecologico, e una delle attrazioni più conosciute è la spiaggia di Ponta Negra, a 13 km di distanza dalla città, dove il fiume è basso e il colore scuro dell'acqua contrasta con il biancore della sabbia.

L'area forestale dell'Istituto Nazionale di Ricerca in Amazônia (INPA) è un complesso composto da giardini botanici, ricchi di specie vegetali, e i giardini zoologici, che contengono alcuni animali che rischiano l'estinzione.

I baroni del caucciù avevano pianificato di trasformare Manaus in una città in stile europeo, al punto che ricevette il soprannome di Parigi dei tropici. Con il termine della popolarità della produzione di caucciù nella zona, Manaus entrò in una fase di declino prima di riprendersi economicamente negli anni 50. Nel 1967 il governo brasiliano aprì una zona libera nella città.

Da allora la città è cambiata radicalmente diventando un punto importante dell'industria riguardante beni elettrotecnici, con grandi esportazioni verso tutte le altre città brasiliane di prodotti quali DVD e monitor per personal computer.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Manaus è situata nello Stato di Amazonas, al centro dell'omonima regione dominata dal Rio delle Amazzoni, sulla riva sinistra del fiume Negro. Con una superficie di 11 401 km² e una densità di 152,50 abitanti per km², si tratta della più grande città della regione settentrionale del Brasile. Le isole, gli arcipelaghi e le aree ecologiche si trovano in prossimità della città, tra le quali spiccano l'arcipelago Anavilhanas e l'Incontro delle acque, che è la confluenza tra le acque scure, quasi nere, del Rio Negro con il Río Solimões, come viene chiamato in Brasile quel tratto del Rio delle Amazzoni e che presenta invece acque argillose dalla tonalità più chiara.

Dal punto di vista amministrativo Manaus confina con i comuni di Presidente Figueiredo, Careiro, Iranduba, Rio Preto da Eva, Itacoatiara e Novo Airão.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima presente a Manaus è di tipo tropicale monsonico equatoriale, non presenta una stagione secca, le precipitazioni sono abbondanti in qualunque periodo dell'anno e in particolar modo dai mesi che vanno da dicembre a giugno. Le temperature medie si mantengono costantemente sui 26-27 °C, mentre le temperature minime e massime oscillano tra i 23 e i 33 gradi.

Nuvola apps kweather.png Parametri climatici medi di Manaus Weather-rain-thunderstorm.svg
Mese Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Anno
Temperatura media (°C) 26,1 26,0 26,1 26,3 26,3 26,4 26,5 27,0 27,5 27,6 27,3 26,7
26,7
Temperatura massima media (°C) 30,5 30,4 30,6 30,7 30,8 31,0 31,3 32,6 32,8 32,9 32,1 31,3
31,4
Temperatura minima media (°C) 23,1 23,1 23,2 23,3 23,3 23,0 22,7 23,0 23,5 23,7 23,7 23,5
23,3
Precipitazioni in mm 260,1 288,3 313,5 300,1 256,3 113,6 87,5 57,9 83,3 125,7 183,0 216,9
2286
Giorni di pioggia 21 20 21 20 19 12 10 7 9 11 12 18
180
Fonti:[2][3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia di Manaus ha le sue origini nel 1669. In quel periodo numerose esplorazioni provenienti da paesi europei avevano iniziato la corsa alla conquista di nuove terre. Nel 1540, Francisco de Orellana, proveniente dal Perù, aveva esplorato quelle terre per conto del Regno di Spagna, scoprendo un grande fiume durante il viaggio che chiamò inizialmente Rio Orellana. Attaccato poi alla foce del fiume Nhamundá da una tribù indigena di donne guerriere, cominciò a chiamare quel grande fiume Rio delle Amazzoni, in riferimento alle Amazzoni greche. Con la spedizione di Orellana si venne a sapere della ricchezza di zone boschive e dell'abbondanza d'acqua di quei territori, attirando l'interesse di portoghesi, spagnoli, olandesi, inglesi e francesi. Entro il 1600 iniziarono quindi gli investimenti europei nella regione.

Per difendere il predominio portoghese nella regione ora occupata dallo Stato di Amazonas, nel 1669 venne fondata Fort San José da Barra. Il villaggio che si venne a costruire attorno alla fortezza prese il nome di São José da Barra do Rio Negro e nel 1832, sotto il nome di Nossa Senhora da Conceição da Barra do Rio Negro, al villaggio venne dato lo status di Villa (città piccola). Nel 1848, a Vila da Barra venne dato lo status di Città, con il nome Cidade da Barra do Rio Negro, e in seguito nel 1856 ricevette il nome Manaus, per celebrare la tribù Manáos (Madre degli Dei), un popolo indigeno della regione che fu spazzato via dalla dominazione portoghese[4].

Febbre del Caucciù[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1889 nella regione iniziò un intenso periodo denominato Febbre del Caucciù: con la scoperta del processo di vulcanizzazione della gomma da parte dell'azienda americana Goodyear, infatti, la domanda mondiale del prodotto registrò una crescita vertiginosa. Decine di tribù furono portate nell'area per raccogliere la gomma e in pochi decenni molte furono completamente sterminate[4][5]. Secondo uno storico rapporto realizzato dal diplomatico irlandese Roger Casement, per soddisfare le richieste crescenti da parte di Europa e Stati Uniti in soli 12 anni furono resi schiavi, torturati e uccisi più di 30.000 Indiani amazzonici[6]. Alcuni Indiani evitarono di essere ridotti in schiavitù rifugiandosi nelle remote aree alle sorgenti dei fiumi tributari del Rio delle Amazzoni e da allora evitano ogni contatto con l'esterno[7].

Tra il 1890 e il 1910, con lo sfruttamento del caucciù, gli affaristi locali richiesero l'aiuto di architetti e imbianchini europei per adornare la città seguendo lo stile delle città del vecchio mondo. Manaus fu una delle prime città in Brasile a ricevere l'elettricità, un sistema di drenaggio dell'acqua piovana, un sistema fognario e un servizio di automobili. Nel 1909 venne fondata la prima università in Brasile, la Universidade Livre de Manaus. Il porto galleggiante venne totalmente importato dalla Gran Bretagna assieme ad altri monumenti pubblici. Con la creazione della zona libera nel 1967, Manaus diventò la principale città industriale e commerciale presso l'Equatore.

Le principali industrie del Brasile che producono apparecchi elettronici, orologi, biciclette, motociclette sono concentrate nella città. Il commercio offre una vasta gamma di prodotti tecnologici a basso costo e gli hotel sono efficacemente equipaggiati per ricevere persone dal resto della nazione e dall'estero.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Anche se nel XX secolo l'industria principale di Manaus si basava sulla produzione di caucciù, la sua importanza declinò con il passare del tempo. Il legname e la noce del Brasile sono una parte importante del commercio nella città, così come la raffinazione di petrolio, la manifattura di sapone e le industrie chimiche. La zona circostante alla città è diventata un centro industriale importante, grazie anche alla zona franca.

Le compagnie telefoniche Nokia, Sagem, Gradiente e BenQ-Siemens possiedono alcune filiali in città. Altre case di produzione nella città sono Samsung, Sony e LG. Il PIL per la città era R$ 27.214.213,000 nel 2005.[8] Il guadagno pro-capite era R$ 16.547 nel 2005.

Intrattenimento e attrazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il teatro dell'Opera di Manaus

Manaus è una città cosmopolita, e, siccome si trova vicino alla foresta amazzonica, attrae un gran numero di turisti provenienti da altre parti del Brasile e da altre nazioni. Vengono offerti viaggi in barca per vedere i fiumi che si congiungono formando il Rio delle Amazzoni, e cioè il Rio Negro e il Rio Solimoes; oppure lunghe camminate nella foresta dove passarvi una notte all'aperto. Il Teatro Amazonas, costruito nel 1896, è un monumento importante della città, conseguenza diretta della prosperità derivata dalla vendita del caucciù in quel periodo. Il teatro è stato rappresentato nel film di Werner Herzog Fitzcarraldo.

A 18 km di distanza si trova la spiaggia di Ponta Negra, caratterizzata dalla vitale attività notturna e dallo zoo e serra di orchidee.

Il mercato Adolpho Lisboa, fondato nel 1882, è il mercato più vecchio della città, dove si vendono frutta, verdura, e specialmente pesce. È molto simile al mercato Les Halles di Parigi. Altri siti interessanti sono il palazzo Rio Negro e il palazzo di Giustizia vicino al teatro Amazonas.

Manaus possiede diversi parchi con grandi aree dove la foresta viene preservata, come il Bosque da Ciência e Parque do Mindú. La foresta urbana più grande nel mondo si trova nella Università Federale di Amazonas, fondata il 17 gennaio 1909 ed è la università più vecchia in Brasile.

La città pianifica molti avvenimenti culturali durante l'anno nella forma di opere teatrali, festival di Jazz e cinema e di Boi Manaus, che si tiene il 24 ottobre e che celebra la cultura brasiliana degli Stati del nord con l'uso di musica Boi-Bumbá.

Parco culturale Ponta Negra Cultural[modifica | modifica wikitesto]

Ponta Negra.

La spiaggia di Ponta Negra, a 13 km dalla città, è uno dei punti di attrazione turistica più importanti. Il complesso possiede campi da gioco di pallavolo, un centro medico, un marciapiede con bar, ristoranti e snack bar. L'anfiteatro può ospitare fino a 15000 persone.

Nuoto libero[modifica | modifica wikitesto]

I bayou Tarumã, Tarumãzinho e Cachoeira das Almas, vicini alla città, sono aree pubbliche in cui i turisti possono nuotare liberamente.

Spiagge e parchi ecologici[modifica | modifica wikitesto]

Per raggiungere le spiagge e i parchi al di fuori della città è necessario usare delle barche. Le spiagge si formano quando il livello dell'acqua del fiume comincia a scendere da agosto a novembre. In dicembre l'acqua ricomincia a salire.

Cascata di Paricatuba[modifica | modifica wikitesto]

La cascata si trova sul lato destro del Rio Negro presso un piccolo tributario. È circondata da rocce sedimentarie e vegetazione abbondante. Il miglior periodo per le visite va da agosto a febbraio.

Cascata dell'amore[modifica | modifica wikitesto]

La cascata, situata nel bayou Guedes, caratterizzata da acqua fredda e cristallina, è accessibile solo tramite barca passando prima per la foresta

Spiaggia di Tupé[modifica | modifica wikitesto]

A circa 34 km da Manaus, questa spiaggia è frequentata da bagnanti durante le festività ed è accessibile solo via barca. Quando le acque del Rio Negro si ritraggono la spiaggia può arrivare ad un'ampiezza di 80 metri.

Spiaggia della Luna[modifica | modifica wikitesto]

La spiaggia si trova sul lato sinistro del Rio Negro, a 23 km da Manaus. È accessibile solo tramite barca. La spiaggia ha la forma di una luna crescente e possiede un comparto di vegetazione ricco, con banchi di sabbia bianca e acqua fredda.

Cascata del Leone[modifica | modifica wikitesto]

Situata a 34 km sull'autostrada AM 010 (Manaus-Itacoatiara), è un luogo in cui è possibile fare il bagno in cui l'acqua è cristallina e molto fredda.

Anavilhanas[modifica | modifica wikitesto]

A circa 100 km a nord di Manaus, verso la città di Novo Airão, Anavilhanas è il più grande arcipelago di isole fluviali nel mondo. Ci sono circa 400 isolette ricoperte dalla vegetazione che formano un labirinto naturale. Durante la stagione secca le acque che si ritirano lasciano intravedere le spiagge di sabbia bianca.

Punto di incontro dei fiumi[modifica | modifica wikitesto]

Il Rio Negro.

Il fenomeno naturale di confluenza è causato dalle acque molto scure del Rio Negro e dall'acqua marrone e fangosa del Rio Solimões che si uniscono nel Rio delle Amazzoni. Per 6 km, le acque dei due fiumi non si mischiano e scorrono a fianco. Il fenomeno è dovuto alla differenza di velocità e temperatura dell'acqua dei due fiumi: il Rio Negro scorre a circa 2 km all'ora a una temperatura di 28 °C mentre il Rio Solimões scorre a 4–6 km all'ora a 22 °C.

Giardino botanico Adolpho Ducke[modifica | modifica wikitesto]

Il giardino botanico Adolpho Ducke, all'interno di una riserva ecologica che si estende su 100 km², è il più grande nel mondo, con un enorme numero di specie animali e vegetali ospitate al suo interno.

Parco comunale di Mindú[modifica | modifica wikitesto]

Il parco si trova in un'area urbana nel distretto del Parco 10 novembre. Creato nel 1992 come area di interesse ecologico, copre una area di 330.000 m² di foresta usata per scopi scientifici, educativi, culturali e per attività turistiche. È uno degli ultimi habitat per la sauim-de-coleira, una specie di scimmia che vive nei dintorni della regione di Manaus e che rischia l'estinzione.

Il bosco scientifico[modifica | modifica wikitesto]

Il bosco si trova all'interno dell'area dell'Istituto Nazionale della Ricerca in Amazzonia. Le maggiori attrazioni del posto sono un vivaio di lontre, un nido di api, la Casa Scientifica, il vivaio degli alligatori e il giardino botanico.

Zoo[modifica | modifica wikitesto]

Lo zoo è aperto al pubblico. Viene gestito dall'esercito brasiliano e contiene circa 300 specie diverse di animali provenienti dalla foresta come scimmie, gatti selvatici, lontre, serpenti alligatori, macaws, tapiri, tartarughe.

Educazione[modifica | modifica wikitesto]

Nella città sono presenti diverse scuole superiori, università e collegi:

  • Università Federale di Amazonas
  • Università dello Stato di Amazonas
  • Centro Federale dell'Educazione Tecnologica
  • Centro Universitario del Nord
  • Università Luterana del Brasile
  • Centro di Educazione Integrata Martha Falcão
  • Centro di Insegnamenti Superiori Nilton Lins
  • Centro Universitario di Educazione Superiore di Amazonas - CIESA
  • Scuola Superiore Batista di Amazonas
  • Facoltà Boas Novas
  • Facoltà Metropolitana di Manaus
  • Università Paulista

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio cittadina è il Nacional Futebol Clube, comunemente noto come Nacional, il più antico club dello Stato di Amazonas.

Altre squadre cittadine sono il Rio Negro e il São Raimundo.

Manaus è sede principale del campionato amazzonico Peladão.

Infrastrutture[modifica | modifica wikitesto]

Aeroporto internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Aeroporto Internazionale Eduardo Gomes.

L'aeroporto internazionale Eduardo Gomes impiega 3300 persone tra Infraero, organi pubblici, linee aeree e servizi ausiliari. L'aeroporto ha due terminali per i passeggeri, uno per i voli preimpostati e altri per l'aviazione regionale. Possiede anche tre terminali per il trasporto merce: il terminale I è stato aperto nel 1976, il terminale II nel 1980 e il terminale III nel 2004. Le linee aeree predefinite dal terminale I sono: Varig, Vasp, Gol, Nordeste e COPA. L'aeroporto è il terzo maggiore in Brasile per quanto riguarda il movimento dei bagagli, gestendo le richieste di importazione ed esportazione dal complesso industriale di Manaus. Per questa ragione Infraero ha speso risorse per costruire il terzo terminale nel 2004.

Superstrade[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono due superstrade federali che collegano la città con il resto della nazione. Una strada, la BR-174, collega Manaus a Boa Vista, la capitale del Roraima, e allo Stato del Venezuela. La BR-319 si dirige verso sud collegando Manaus a Porto Velho, nello Stato di Rondônia.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Gli eventi annuali nella città sono:

  • febbraio - Carnevale Amazzonico con feste a base di samba nel "sambodromo"
  • maggio - Il festival musicale di Ponta Negra
  • giugno - Festival del folklore Amazzonico
  • 29 giugno - La processione fluviale di São Pedro
  • 5 settembre - Anniversario della promozione dell'Amazonas come provincia brasiliana
  • 24 ottobre - Anniversario di Manaus
  • 31 dicembre - Festa del nuovo anno a Ponta Negra

Persone legate a Manaus[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PT) Scheda del comune dall'IBGE - Censimento 2010. URL consultato il 15 settembre 2013.
  2. ^ World Meteorological Organization
  3. ^ Climatological Information for Manaus, Brazil Hong Kong Observatory
  4. ^ a b Coppa del Mondo 2014 - Survival International
  5. ^ Why do they hide? - Survival International
  6. ^ Cento anni fa veniva svelato l’atroce trattamento subito dagli Indiani dell’Amazzonia - Survival International
  7. ^ Indiani incontattati del Brasile - Survival International
  8. ^ (PT) file PDF

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Brasile Portale Brasile: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Brasile