Goiânia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Goiânia
comune
Goiânia – Stemma Goiânia – Bandiera
Goiânia – Veduta
Localizzazione
Stato Brasile Brasile
Stato federato Bandeira de Goiás.svg Goiás
Mesoregione Centro Goiano
Microregione Goiânia
Amministrazione
Prefetto Paulo de Siqueira Garcia (PT)
Territorio
Coordinate 16°04′51″S 49°15′23″W / 16.080833°S 49.256389°W-16.080833; -49.256389 (Goiânia)Coordinate: 16°04′51″S 49°15′23″W / 16.080833°S 49.256389°W-16.080833; -49.256389 (Goiânia)
Altitudine 749 m s.l.m.
Superficie 732,802 km²
Abitanti 1 302 001[1] (2010)
Densità 1 776,74 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 74000-000
Prefisso 62
Fuso orario UTC-3
Codice IBGE 5208707
Nome abitanti goianiense
Area metropolitana Regione Metropolitana di Goiânia
Cartografia
Mappa di localizzazione: Brasile
Goiânia
Goiânia – Mappa
Sito istituzionale

Goiânia (spesso abbreviata Gyn o Go) è una città del Brasile, capitale dello Stato del Goiás, parte della mesoregione del Centro Goiano e della microregione di Goiânia.

Nata a tavolino, come Brasília e Belo Horizonte, Goiânia fu fondata il 24 ottobre, 1933 da Pedro Ludovico, l'allora governatore dello Stato del Goiás. La città è situata su una fertile pianura, attraversata da numerosi corsi d'acqua, il più importante dei quali è il fiume Meia Ponte. Goiânia si trova a 209 km da Brasília, 1.338 km da Rio de Janeiro, 926 km da San Paolo, e 906 km da Belo Horizonte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'idea di trasferire la capitale dello Stato conseguì alla necessità di situarla in una zona favorevole agli interessi economici dell'area. La prima capitale, Vila Boa (oggi Goiás), fu scelta in un tempo in cui l'economia si basava sull'estrazione dell'oro. In seguito si scoprì che allevamento e agricoltura erano diventati i più importanti fattori di sviluppo, e che la vecchia capitale era ormai, rispetto ad essi, troppo decentrata.

La gestazione peraltro fu piuttosto lunga. Nel 1891 i membri dell'assemblea costituente pensarono di trasferire la capitale ufficiale, mediante una norma apposita, che fu ratificata nel 1898 e, successivamente, nel 1918.

Essa restò lettera morta fino al 1930, quando Pedro Ludovico, il nuovo governatore dello Stato dopo il colpo di Stato militare del 1930, decise di darle applicazione. Nel 1932 fu istituita una commissione che avrebbe dovuto scegliere il luogo in cui la nuova capitale sarebbe stata fondata. Nel 1933 la commissione decise per la posizione attuale, dove fu finalmente posta la prima pietra.

Il progetto prevedeva una città capace di ospitare 50 000 abitanti, con la forma di una ruota di carro, con le strade principali come raggi, e al centro la Praça Cívica, con le sedi del governo statale e municipale - il Palazzo degli Smeraldi e il Palazzo di Campinas.

Nel 1937 fu infine firmato il decreto che trasferiva la capitale dello Stato da Cidade de Goiás a Goiânia. L'inaugurazione ufficiale però ebbe luogo solo nel 1942 alla presenza del presidente della repubblica, dei governatori e dei ministri.

Il nome fu scelto circa nel 1933, dopo un concorso indetto da un giornale locale. I lettori da ogni parte dello Stato diedero il loro contributo. I nomi più votati furono, fra gli altri, Petrônia, Americana, Petrolândia, Goianópolis, Goiânia, Bartolomeu Bueno, Campanha, Eldorado, Anhanguera, Liberdade, Goianésia, e Pátria Nova. Nel 1935 Pedro Ludovico usò il nome Goiânia per la prima volta, nel firmare il decreto che istituiva il comune di Goiânia.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La città è sede di tre squadre di calcio professioniste: Goiás, l'Atlético Clube Goianiense e Vila Nova.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PT) Scheda del comune dall'IBGE - Censimento 2010. URL consultato il 25 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Brasile Portale Brasile: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Brasile