UEFA Champions League 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
UEFA Champions League 2009-2010
Competizione UEFA Champions League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 55ª
Organizzatore UEFA
Date 30 giugno 2009 - 22 maggio 2010
Partecipanti 76
Risultati
Vincitore Inter Inter
(3º titolo)
Secondo Bayern Monaco Bayern Monaco
Semi-finalisti Barcellona Barcellona
O. Lione O. Lione
Statistiche
Miglior marcatore Argentina Lionel Messi (8)
Incontri disputati 125
Gol segnati 318 (2,54 per incontro)
Pubblico 5 193 947
(41 552 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2008-2009 2010-2011 Right arrow.svg

L'UEFA Champions League 2009-2010 è stata la 55ª edizione (la 18ª con la formula attuale e la prima che vede attuate le riforme volute da Michel Platini e approvate il 30 novembre 2007) di questo torneo di calcio europeo per squadre di club maggiori maschili organizzato dall'UEFA e che si è svolto dal 30 giugno 2009 al 22 maggio 2010.

Una delle novità previste dalle riforme è stata che la finale si è disputata per la prima volta di sabato.

La commissione UEFA si è riunita nei giorni 27 e 28 marzo 2008 e ha scelto il Santiago Bernabéu di Madrid come stadio ospitante la finale della competizione.

La competizione è stata vinta dall'Inter, che ha sconfitto in finale il Bayern Monaco col risultato di 2-0.

Come squadra vincitrice, l'Inter ha ottenuto anche il diritto di partecipare alla Supercoppa UEFA 2010 e alla Coppa del mondo per club FIFA 2010.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Compagini ammesse[modifica | modifica wikitesto]

A questa edizione hanno preso parte 76 squadre di 52 delle 53 federazioni affiliate all'UEFA (è esclusa la federazione del Liechtenstein in quanto non organizza una competizione nazionale) secondo la seguente tabella:

Posizione della federazione in base al coefficiente UEFA 2008[1] Numero di squadre partecipanti
1-3 4
4-6 3
7-15 2
16-52 1

Sistema di qualificazione alla fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Considerazioni generali[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema di qualificazione alla fase a gironi si basa sulle riforme approvate dall'UEFA il 30 novembre 2007. Rispetto alle precedenti edizioni hanno accesso diretto alla fase a gironi anche le squadre terze nei campionati nazionali dei primi tre paesi del ranking UEFA e 12, anziché 9, squadre campioni nazionali (per un totale di 22 squadre ammesse). Inoltre per i preliminari, parallelamente ai tradizionali turni di qualificazione (ridenominati "Campioni" dal terzo turno in avanti) riservati alle squadre campioni dei paesi dalla 13ª posizione in giù, sono stati introdotti due nuovi turni di qualificazione, denominati "Piazzati", che vedono coinvolte le squadre non campioni dei 15 paesi a più alto coefficiente. Quest'ultima modifica è stata studiata per garantire la presenza alla fase a gironi di almeno 5 squadre appartenenti a nazioni con classifica UEFA inferiore al dodicesimo posto (come promesso da Michel Platini in fase pre-elettorale).

Il posto della fase a gironi riservato alla squadra detentrice non è stato utilizzato in questa edizione poiché il Barcellona, vincitore della Champions League 2008/2009, risulta già qualificato per la fase a gironi di questa edizione, in quanto vincitore della Liga 2008/2009.[2] In virtù di ciò, i campioni del Belgio (posizione 13) sono stati ammessi alla fase a gironi, i campioni della Svizzera (posizione 16) al terzo turno di qualificazione "Campioni" dei preliminari e infine i campioni delle Isole Fær Øer e del Lussemburgo (posizioni 48 e 49) al secondo turno di qualificazione "Campioni" dei preliminari.

Schema dei preliminari[modifica | modifica wikitesto]

  • Primo turno (4 squadre):
    • 4 club campioni nazionali dai paesi con posizione 49-52.
  • Secondo turno (34 squadre):
    • 2 vincitori del primo turno;
    • 32 club campioni nazionali dai paesi con posizione 17-48.
  • Terzo turno "Campioni" (20 squadre):
    • 17 vincitori del secondo turno;
    • 3 club campioni nazionali dai paesi con posizione 14-16.
  • Terzo turno "Piazzati" (10 squadre):
    • 1 club terzo nel campionato nazionale del paese con posizione 6;
    • 9 club secondi nel campionato nazionale dei paesi con posizione 7-15.
  • Play-off "Campioni" (10 squadre):
  • Play-off "Piazzati" (10 squadre):
    • 5 vincitori del terzo turno "Piazzati" (i 5 sconfitti accedono al turno di spareggi dell'UEFA Europa League 2009-2010);
    • 3 club quarti nel campionato nazionale dei paesi con posizione 1-3;
    • 2 club terzi nel campionato nazionale dei paesi con posizione 4-5.

Schema delle squadre qualificate[modifica | modifica wikitesto]

  • 5 vincitori dei play-off "Campioni" (i 5 sconfitti accedono alla fase a gironi dell'UEFA Europa League 2009-2010).
  • 5 vincitori dei play-off "Piazzati" (i 5 sconfitti accedono alla fase a gironi dell'UEFA Europa League 2009-2010).
  • 3 club terzi nel campionato nazionale dei paesi con posizione 1-3.
  • 6 club secondi nel campionato nazionale dei paesi con posizione 1-6.
  • 13 club campioni nazionali dei paesi con posizione 1-13.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Se due o più squadre di uno stesso gruppo si trovano a pari punti alla fine degli incontri della fase a gironi, sono applicati i seguenti criteri per stabilire la classifica del gruppo stesso:

  1. il più alto numero di punti ottenuti contro le squadre in questione nella fase a gironi (classifica avulsa);
  2. la più alta differenza reti ottenuta contro le squadre in questione nella fase a giorni (classifica avulsa);
  3. il più alto numero di reti segnate fuori casa contro le squadre in questione nella fase a giorni (classifica avulsa);
  4. la più alta differenza reti in tutte le partite giocate nella fase a gironi;
  5. il più alto numero di reti segnate in tutte le partite nella fase a gironi;
  6. il più alto coefficiente UEFA accumulato dalla squadra in questione e (in misura del 33%) dalla propria nazione nelle ultime cinque stagioni.

Accederanno agli ottavi di finale le 16 squadre che concluderanno questa fase prime o seconde nel rispettivo gruppo. Le squadre classificatesi terze accederanno ai sedicesimi di finale dell'UEFA Europa League 2009-2010.

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Gli ottavi di finale, i quarti di finale e le semifinali si disputano con gare di andata e ritorno mentre la finale si disputa con partita unica. Tutti gli accoppiamenti del tabellone sono sorteggiati.

Date[modifica | modifica wikitesto]

Fase Turno Sorteggio Andata Ritorno
Preliminari Primo turno 22 giugno 2009 30 giugno-1º luglio 2009 7-8 luglio 2009
Secondo turno 14-15 luglio 2009 21-22 luglio 2009
Terzo turno 17 luglio 2009 28-29 luglio 2009 4-5 agosto 2009
Play-off 7 agosto 2009 18-19 agosto 2009 25-26 agosto 2009
Fase a gironi Prima giornata 27 agosto 2009 15-16 settembre 2009
Seconda giornata 29-30 settembre 2009
Terza giornata 20-21 ottobre 2009
Quarta giornata 3-4 novembre 2009
Quinta giornata 24-25 novembre 2009
Sesta giornata 8-9 dicembre 2009
Fase a eliminazione diretta Ottavi di finale 18 dicembre 2009 16-17 e 23-24 febbraio 2010 9-10 e 16-17 marzo 2010
Quarti di finale 19 marzo 2010 30-31 marzo 2010 6-7 aprile 2010
Semifinali 20-21 aprile 2010 27-28 aprile 2010
Finale 22 maggio 2010

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Il diagramma qui di seguito mostra il cammino di tutte le 76 squadre partecipanti alla competizione.

Torneo
CAMPIONE D'EUROPA FINALISTA
Italia Inter Germania Bayern Monaco
Eliminate in semifinale
Spagna F.C. Barcellona Francia Olympique Lione
Eliminate ai quarti
Inghilterra Manchester United Francia Bordeaux Russia CSKA Mosca Inghilterra Arsenal
Eliminate agli ottavi
Italia Fiorentina Italia Milan Spagna Real Madrid Grecia Olympiacos Pireo Inghilterra Chelsea Spagna Siviglia Portogallo Porto Germania Stoccarda
Eliminate alla fase a gironi
Italia Juventus Israele Maccabi Haifa Germania Wolfsburg Turchia Beşiktaş Francia O.Marsiglia Svizzera Zurigo Spagna Atlético Madrid Cipro APOEL
Inghilterra Liverpool Ungheria Debrecen Russia Rubin Kazan Ucraina Dinamo Kiev Romania Unirea Urziceni Scozia Rangers Belgio Standard Liegi Paesi Bassi AZ Alkmaar
Preliminari
Eliminate ai Play-off
Danimarca Copenaghen Bulgaria Levski Sofia Austria Red Bull Salisburgo Moldavia Sheriff Tiraspol Belgio Anderlecht Scozia Celtic Grecia Panathinaikos Portogallo Sporting Lisbona
Lettonia Ventspils Romania Timişoara
Eliminate al 3º turno
Kazakistan Aktobe Azerbaigian Baku Bielorussia BATE Borisov Croazia Dinamo Zagabria Estonia Levadia Tallinn Russia Dinamo Mosca Ucraina Shakhtar Donetsk Turchia Sivasspor
Slovenia Maribor Serbia Partizan Belgrado Rep. Ceca Slavia Praga Slovacchia Slovan Bratislava Norvegia Stabæk Rep. Ceca Sparta Praga Paesi Bassi Twente
Eliminate al 2º turno
Irlanda Bohemian Lussemburgo F91 Dudelange Fær Øer EB/Streymur Lituania Ekranas Islanda FH Hafnarfjördur Georgia WIT Georgia Irlanda del Nord Glentoran Finlandia Inter Turku
Svezia Kalmar FF Macedonia Makedonija Skopje Montenegro Mogren Armenia Pyunik Erevan Galles Rhyl Andorra UE Sant Julià Albania KF Tirana Polonia Wisla Cracovia
Bosnia ed Erzegovina Zrinjski Mostar
Eliminate al 1º turno
Malta Hibernians San Marino SP Tre Fiori
  • Legenda:

Club "Campioni" Club "Piazzati"

Copertura televisiva[modifica | modifica wikitesto]

La UEFA ha comunicato di aver ceduto per il triennio 2009-2012, per l'Italia, i diritti televisivi pay TV satellitari a Sky di tutte le partite, e i diritti in chiaro delle partite del mercoledì (con diritto di "prime scelte") alla RAI, che potrà trasmetterle su qualunque rete; l'ente pubblico può anche trasmettere facoltativamente tutte le semifinali. I diritti pay TV di tutte le partite per la piattaforma digitale terrestre sono invece di Mediaset Premium.[3]

Per la Svizzera italiana, RSI LA2 trasmetterà come sempre una partita del martedì e una del mercoledì.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Primo turno preliminare[modifica | modifica wikitesto]


Teste di serie


Non teste di serie

La squadra numero 1 ha disputato la gara di andata in casa.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Hibernians Malta 0 - 6 Montenegro Mogren 0 - 2 0 - 4
SP Tre Fiori San Marino 2 - 2 (4-5 dcr) Andorra UE Sant Julià 1 - 1 1 - 1

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

La squadra numero 1 ha disputato la gara di andata in casa.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Makedonija Skopje Macedonia 0 - 4 Bielorussia BATE Borisov 0 - 2 0 - 2
Pyunik Erevan Armenia 0 - 3 Croazia Dinamo Zagabria 0 - 0 0 - 3
Ekranas Lituania 4 - 6 Azerbaigian Baku 2 - 2 2 - 4
EB/Streymur Fær Øer 0 - 5 Cipro APOEL 0 - 2 0 - 3
Rhyl Galles 0 - 12 Serbia Partizan Belgrado 0 - 4 0 - 8
Inter Turku Finlandia 0 - 2 Moldavia Sheriff Tiraspol 0 - 1 0 - 1
Levski Sofia Bulgaria 9 - 0 Andorra UE Sant Julià 4 - 0 5 - 0
KF Tirana Albania 1 - 5 Norvegia Stabæk 1 - 1 0 - 4
Zrinjski Mostar Bosnia ed Erzegovina 1 - 4 Slovacchia Slovan Bratislava 1 - 0 0 - 4
Ventspils Lettonia 6 - 1 Lussemburgo F91 Dudelange 3 - 0 3 - 1
WIT Georgia Georgia 1 - 3 Slovenia Maribor 0 - 0 1 - 3
Maccabi Haifa Israele 10 - 0 Irlanda del Nord Glentoran 6 - 0 4 - 0
Debreceni VSC Ungheria 3 - 3 (gfc) Svezia Kalmar FF 2 - 0 1 - 3
Copenaghen Danimarca 12 - 0 Montenegro Mogren 6 - 0 6 - 0
Wisla Cracovia Polonia 1 - 2 Estonia Levadia Tallinn 1 - 1 0 - 1
Red Bull Salisburgo Austria 2 - 1 Irlanda Bohemian 1 - 1 1 - 0
FH Hafnarfjördur Islanda 0 - 6 Kazakistan Aktobe 0 - 4 0 - 2

Terzo turno preliminare[modifica | modifica wikitesto]

Campioni[modifica | modifica wikitesto]
Teste di serie
Non teste di serie

La squadra numero 1 ha disputato la gara di andata in casa.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Red Bull Salisburgo Austria 3 - 2 Croazia Dinamo Zagabria 1 - 1 2 - 1
Slovan Bratislava Slovacchia 0 - 4 Grecia Olympiakos 0 - 2 0 - 2
Zurigo Svizzera 5 - 3 Slovenia Maribor 2 - 3 3 - 0
APOEL Cipro 2 - 1 Serbia Partizan Belgrado 2 - 0 0 - 1
Sheriff Tiraspol Moldavia 1 - 1 (gfc) Rep. Ceca Slavia Praga 0 - 0 1 - 1
Aktobe Kazakistan 3 - 4 Israele Maccabi Haifa 0 - 0 3 - 4
Baku Azerbaigian 0 - 2 Bulgaria Levski Sofia 0 - 0 0 - 2
Ventspils Lettonia 2 - 2 (gfc) Bielorussia BATE Borisov 1 - 0 1 - 2
Levadia Tallinn Estonia 0 - 2 Ungheria Debreceni VSC 0 - 1 0 - 1
Copenaghen Danimarca 3 - 1 Norvegia Stabæk 3 - 1 0 - 0
Piazzati[modifica | modifica wikitesto]
Teste di serie
Non teste di serie

La squadra numero 1 ha disputato la gara di andata in casa.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Sparta Praga Rep. Ceca 3 - 4 Grecia Panathinaikos 3 - 1 0 - 3
Shakhtar Donetsk Ucraina 2 - 2 (gfc) Romania Timişoara 2 - 2 0 - 0
Sporting Lisbona Portogallo 1 - 1 (gfc) Paesi Bassi Twente 0 - 0 1 - 1
Celtic Scozia 2 - 1 Russia Dinamo Mosca 0 - 1 2 - 0
Anderlecht Belgio 6 - 3 Turchia Sivasspor 5 - 0 1 - 3

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Campioni[modifica | modifica wikitesto]

La squadra numero 1 ha disputato la gara di andata in casa.

Teste di serie
Non teste di serie
Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Sheriff Tiraspol Moldavia 0 - 3 Grecia Olympiakos 0 - 2 0 - 1
Red Bull Salisburgo Austria 1 - 5 Israele Maccabi Haifa 1 - 2 0 - 3
Ventspils Lettonia 1 - 5 Svizzera Zurigo 0 - 3 1 - 2
Copenaghen Danimarca 2 - 3 Cipro APOEL 1 - 0 1 - 3
Levski Sofia Bulgaria 1 - 4 Ungheria Debrecen 1 - 2 0 - 2
Piazzati[modifica | modifica wikitesto]
Teste di serie
Non teste di serie

La squadra numero 1 ha disputato la gara di andata in casa.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Lione Francia 8 - 2 Belgio Anderlecht 5 - 1 3 - 1
Celtic Scozia 1 - 5 Inghilterra Arsenal 0 - 2 1 - 3
Timişoara Romania 0 - 2 Germania Stoccarda 0 - 2 0 - 0
Sporting Lisbona Portogallo 3 - 3 (gfc) Italia Fiorentina 2 - 2 1 - 1
Panathinaikos Grecia 2 - 5 Spagna Atlético Madrid 2 - 3 0 - 2

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi UEFA Champions League 2009-2010 (fase a gironi).

Sorteggio[modifica | modifica wikitesto]

Per stabilire la composizione degli otto gruppi, le squadre qualificate sono state suddivise in quattro fasce in base al ranking UEFA 2009.[4][5] In fase di sorteggio, ogni gruppo è stato formato da una testa di serie più altre tre squadre ciascuna appartenente a una fascia diversa. Non potevano essere sorteggiate nello stesso gruppo squadre provenienti dalla stessa nazione.

Il risultato del sorteggio è stato il seguente:

Gruppo Fascia 1 Fascia 2 Fascia 3 Fascia 4
A Germania Bayern Monaco Italia Juventus Francia Bordeaux Israele Maccabi Haifa
B Inghilterra Manchester United Russia CSKA Mosca Turchia Beşiktaş Germania Wolfsburg
C Italia Milan Spagna Real Madrid Francia Olympique Marsiglia Svizzera Zurigo
D Inghilterra Chelsea Portogallo Porto Spagna Atlético Madrid Cipro APOEL
E Inghilterra Liverpool Francia Lione Italia Fiorentina Ungheria Debrecen
F Spagna Barcellona Italia Inter Ucraina Dinamo Kiev Russia Rubin Kazan
G Spagna Siviglia Scozia Rangers Germania Stoccarda Romania Unirea Urziceni
H Inghilterra Arsenal Paesi Bassi AZ Alkmaar Grecia Olympiakos Belgio Standard Liegi

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

BAY JUV GIR MHA
Bayern Monaco 0 - 0 0 - 2 1 - 0
Juventus 1 - 4 1 - 1 1 - 0
Bordeaux 2 - 1 2 - 0 1 - 0
Maccabi Haifa 0 - 3 0 - 1 0 - 1
Squadra P.ti G V P S RF RS DR
Francia Bordeaux Bordeaux 16 6 5 1 0 9 2 +7
Germania Bayern Monaco Bayern Monaco 10 6 3 1 2 9 5 +4
Italia Juventus Juventus 8 6 2 2 2 4 7 -3
Israele Maccabi Haifa Maccabi Haifa 0 6 0 0 6 0 8 -8

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

MAN CSM BJK WOL
Manchester Utd 3 - 3 0 - 1 2 - 1
CSKA Mosca 0 - 1 2 - 1 2 - 1
Beşiktaş 0 - 1 1 - 2 0 - 3
Wolfsburg 1 - 3 3 - 1 0 - 0
Squadra P.ti G V P S RF RS DR
Inghilterra Manchester Utd Manchester Utd 13 6 4 1 1 10 6 +4
Russia CSKA Mosca CSKA Mosca 10 6 3 1 2 10 10 0
Germania Wolfsburg Wolfsburg 7 6 2 1 3 9 8 +1
Turchia Besiktas Beşiktaş 4 6 1 1 4 3 8 -5

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

MIL RMA MAR ZUR
Milan 1 -1 1 - 1 0 - 1
Real Madrid 2 - 3 3 - 0 1 - 0
Marsiglia 1 - 2 1 - 3 6 - 1
Zurigo 1 - 1 2 - 5 0 - 1
Squadra P.ti G V P S RF RS DR
Spagna Real Madrid Real Madrid 13 6 4 1 1 15 7 +8
Italia Milan Milan 9 6 2 3 1 8 7 +1
Francia O. Marsiglia O. Marsiglia 7 6 2 1 3 10 10 0
Svizzera Zurigo Zurigo 4 6 1 1 4 5 14 -9

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

CHE POR AMA APO
Chelsea 1 - 0 4 - 0 2 - 2
Porto 0 - 1 2 - 0 2 - 1
Atlético Madrid 2 - 2 0 - 3 0 - 0
APOEL Nicosia 0 - 1 0 - 1 1 - 1
Squadra P.ti G V P S RF RS DR
Inghilterra Chelsea Chelsea 14 6 4 2 0 11 4 +7
Portogallo Porto Porto 12 6 4 0 2 8 3 +5
Spagna Atletico Madrid Atlético Madrid 3 6 0 3 3 3 12 -9
Cipro APOEL APOEL Nicosia 3 6 0 3 3 4 7 -3

Gruppo E[modifica | modifica wikitesto]

LIV LIO FIO DEB
Liverpool 1 - 2 1 - 2 1 - 0
Lione 1 - 1 1 - 0 4 - 0
Fiorentina 2 - 0 1 - 0 5 - 2
Debrecen 0 - 1 0 - 4 3 - 4
Squadra P.ti G V P S RF RS DR
Italia Fiorentina Fiorentina 15 6 5 0 1 14 7 +7
Francia O. Lione O. Lione 13 6 4 1 1 12 3 +9
Inghilterra Liverpool Liverpool 7 6 2 1 3 6 6 0
Ungheria Debrecen Debrecen 0 6 0 0 6 5 19 -14

Gruppo F[modifica | modifica wikitesto]

BAR INT DIN RUB
Barcellona 2 - 0 2 - 0 1 - 2
Inter 0 - 0 2 - 2 2 - 0
Dinamo Kiev 1 - 2 1 - 2 3 - 1
Rubin Kazan' 0 - 0 1 - 1 0 - 0
Squadra P.ti G V P S RF RS DR
Spagna Barcellona Barcellona 11 6 3 2 1 7 3 +4
Italia Inter Inter 9 6 2 3 1 7 6 +1
Russia Rubin Kazan' Rubin Kazan' 6 6 1 3 2 4 7 -3
Ucraina Dinamo Kiev Dinamo Kiev 5 6 1 2 3 7 9 -2

Gruppo G[modifica | modifica wikitesto]

SIV RAN STO UNI
Siviglia 1 - 0 1 - 1 2 - 0
Rangers 1 - 4 0 - 2 1 - 4
Stoccarda 1 - 3 1 - 1 3 - 1
Unirea Urziceni 1 - 0 1 - 1 1 - 1
Squadra P.ti G V P S RF RS DR
Spagna Siviglia Siviglia 13 6 4 1 1 11 4 +7
Germania Stoccarda Stoccarda 9 6 2 3 1 9 7 +2
Romania Unirea Urziceni Unirea Urziceni 8 6 2 2 2 8 8 0
Scozia Rangers Rangers 2 6 0 2 4 4 13 -9

Gruppo H[modifica | modifica wikitesto]

ARS AZA OLY SLI
Arsenal 4 - 1 2 - 0 2 - 0
AZ Alkmaar 1 - 1 0 - 0 1 - 1
Olympiakos 1 - 0 1 - 0 2 - 1
Standard Liegi 2 - 3 1 - 1 2 - 0
Squadra P.ti G V P S RF RS DR
Inghilterra Arsenal Arsenal 13 6 4 1 1 12 5 +7
Grecia Olympiakos Olympiakos 10 6 3 1 2 4 5 -1
Belgio Standard Liegi Standard Liegi 5 6 1 2 3 7 9 -2
Paesi Bassi AZ Alkmaar AZ Alkmaar 4 6 0 4 2 4 8 -4

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Ottavi di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                                         
 Germania Bayern Monaco (gfc) 2 2 4  
 Italia Fiorentina 1 3 4  
   Germania Bayern Monaco (gfc) 2 2 4  
   Inghilterra Manchester United 1 3 4  
 Italia Milan 2 0 2
 Inghilterra Manchester United 3 4 7  
   Germania Bayern Monaco 1 3 4  
   Francia Lione 0 0 0  
 Francia Lione 1 1 2  
 Spagna Real Madrid 0 1 1  
   Francia Lione 3 0 3
   Francia Bordeaux 1 1 2  
 Grecia Olympiacos 0 1 1
 Francia Bordeaux 1 2 3  
   Germania Bayern Monaco 0
   Italia Inter 2
 Italia Inter 2 1 3  
 Inghilterra Chelsea 1 0 1  
   Italia Inter 1 1 2
   Russia CSKA Mosca 0 0 0  
 Russia CSKA Mosca 1 2 3
 Spagna Siviglia 1 1 2  
   Italia Inter 3 0 3
   Spagna Barcellona 1 1 2  
 Portogallo Porto 2 0 2  
 Inghilterra Arsenal 1 5 6  
   Inghilterra Arsenal 2 1 3
   Spagna Barcellona 2 4 6  
 Germania Stoccarda 1 0 1
 Spagna Barcellona 1 4 5  

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Sorteggio[modifica | modifica wikitesto]

Ogni squadra arrivata prima nel proprio gruppo gioca contro una squadra arrivata seconda e viceversa e non si possono affrontare squadre della stessa nazione o provenienti dallo stesso gruppo.

Tali accoppiamenti sono stati sorteggiati con il seguente esito:

  1. Milan - Manchester United
  2. Olympique Lione - Real Madrid
  3. Bayern Monaco - Fiorentina
  4. Porto - Arsenal
  5. Stoccarda - Barcellona
  6. Olympiakos - Bordeaux
  7. CSKA Mosca - Siviglia
  8. Inter - Chelsea
Andata[modifica | modifica wikitesto]








Ritorno[modifica | modifica wikitesto]








Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]
Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Milan Italia 2 - 7 Inghilterra Manchester United 2 - 3 0 - 4
Olympique Lione Francia 2 - 1 Spagna Real Madrid 1 - 0 1 - 1
Bayern Monaco Germania 4 - 4 (gfc) Italia Fiorentina 2 - 1 2 - 3
Porto Portogallo 2 - 6 Inghilterra Arsenal 2 - 1 0 - 5
Stoccarda Germania 1 - 5 Spagna Barcellona 1 - 1 0 - 4
Olympiakos Grecia 1 - 3 Francia Bordeaux 0 - 1 1 - 2
CSKA Mosca Russia 3 - 2 Spagna Siviglia 1 - 1 2 - 1
Inter Italia 3 - 1 Inghilterra Chelsea 2 - 1 1 - 0

Sorteggio dei quarti di finale, delle semifinali e della finale[modifica | modifica wikitesto]

L'esito del sorteggio (senza limitazioni) degli accoppiamenti per i quarti di finale e le semifinali e dell'ordine di abbinamento della finale è stato il seguente:

  1. Bayern Monaco - Manchester United
  2. Olympique Lione - Bordeaux
  3. Inter - CSKA Mosca
  4. Arsenal - Barcellona

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]




Ritorno[modifica | modifica wikitesto]




Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]
Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Bayern Monaco Germania 4 - 4 (gfc) Inghilterra Manchester United 2 - 1 2 - 3
Olympique Lione Francia 3 - 2 Francia Bordeaux 3 - 1 0 - 1
Inter Italia 2 - 0 Russia CSKA Mosca 1 - 0 1 - 0
Arsenal Inghilterra 3 - 6 Spagna Barcellona 2 - 2 1 - 4

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]


Ritorno[modifica | modifica wikitesto]


Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]
Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Bayern Monaco Germania 4 - 0 Francia Olympique Lione 1 - 0 3 - 0
Inter Italia 3 - 2 Spagna Barcellona 3 - 1 0 - 1

Finale[modifica | modifica wikitesto]


Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Bayern Monaco
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Inter

Formazioni:

Bayern Monaco Bayern Monaco (4-4-2)
POR 22 Germania Hans-Jörg Butt
DIF 5 Belgio Daniel Van Buyten
DIF 6 Argentina Martín Demichelis Ammonizione al 26’ 26’
TS 28 Germania Holger Badstuber
TD 21 Germania Philipp Lahm
CEN 17 Paesi Bassi Mark van Bommel (C) Ammonizione al 78’ 78’
CEN 31 Germania Bastian Schweinsteiger
CLS 8 Turchia Hamit Altıntop Uscita al 63’ 63’
CLD 10 Paesi Bassi Arjen Robben
ATT 11 Croazia Ivica Olić Uscita al 74’ 74’
ATT 25 Germania Thomas Müller
A disposizione:
POR 1 Germania Michael Rensing
DIF 13 Germania Andreas Görlitz
ATT 18 Germania Miroslav Klose Ingresso al 63’ 63’
CEN 23 Croazia Danijel Pranjić
DIF 26 Germania Diego Contento
ATT 33 Germania Mario Gómez Ingresso al 74’ 74’
CEN 44 Ucraina Anatoliy Tymoshchuk
Allenatore:
Paesi Bassi Louis van Gaal
Bayern Munich-Internazionale 2010-05-22.svg
Inter Inter (4-2-1-3)
POR 12 Brasile Júlio César
DIF 6 Brasile Lúcio
DIF 25 Argentina Walter Samuel
TD 13 Brasile Maicon
TS 26 Romania Cristian Chivu Ammonizione al 30’ 30’ Uscita al 68’ 68’
CEN 19 Argentina Esteban Cambiasso
CEN 4 Argentina Javier Zanetti (C)
TRQ 10 Paesi Bassi Wesley Sneijder
CLS 27 Macedonia Goran Pandev Uscita al 79’ 79’
CLD 9 Camerun Samuel Eto'o
ATT 22 Argentina Diego Milito Uscita al 90+2’ 90+2’
A disposizione:
POR 1 Italia Francesco Toldo
DIF 2 Colombia Iván Córdoba
CEN 5 Serbia Dejan Stanković Ingresso al 68’ 68’
CEN 11 Ghana Sulley Muntari Ingresso al 79’ 79’
CEN 17 Kenya McDonald Mariga
DIF 23 Italia Marco Materazzi Ingresso al 90+2’ 90+2’
ATT 45 Italia Mario Balotelli
Allenatore:
Portogallo José Mourinho

Vincitore[modifica | modifica wikitesto]

Campione d'Europa 2009-2010

600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png

Inter
(3º titolo)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Sono escluse le gare dei turni preliminari.[6][7]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Nome Squadra Gol Minuti giocati
1 Argentina Lionel Messi Spagna Barcellona 8 987'
2 Portogallo Cristiano Ronaldo Spagna Real Madrid 7 450'
Croazia Ivica Olić Germania Bayern Monaco 700'
4 Argentina Diego Milito Italia Inter 6 936'
5 Danimarca Nicklas Bendtner Inghilterra Arsenal 5 443'
Inghilterra Wayne Rooney Inghilterra Manchester United 486'
Marocco Marouane Chamakh Francia Bordeaux 810'
8 Inghilterra Michael Owen Inghilterra Manchester United 4 267'
Montenegro Stevan Jovetić Italia Fiorentina 287'
Bosnia ed Erzegovina Edin Džeko Germania Wolfsburg 540'
Spagna Cesc Fàbregas Inghilterra Arsenal 607'
Colombia Falcao Portogallo Porto 641'
Spagna Pedro Spagna Barcellona 649'
Paesi Bassi Arjen Robben Germania Bayern Monaco 690'
Bosnia ed Erzegovina Miralem Pjanić Francia Olympique Lione 750'
Svezia Zlatan Ibrahimović Spagna Barcellona 761'
Serbia Miloš Krasić Russia CSKA Mosca 784'
18 Brasile Grafite Germania Wolfsburg 3 317'
Romania Adrian Mutu Italia Fiorentina 321'
Costa d'Avorio Salomon Kalou Inghilterra Chelsea 394'
Costa d'Avorio Didier Drogba Inghilterra Chelsea 447'
Francia Samir Nasri Inghilterra Arsenal 491'
Francia Nicolas Anelka Inghilterra Chelsea 548'
Brasile Ronaldinho Italia Milan 584'
Italia Alberto Gilardino Italia Fiorentina 585'
Inghilterra Paul Scholes Inghilterra Manchester United 594'
Russia Alan Dzagoev Russia CSKA Mosca 632'
Brasile Hulk Portogallo Porto 651'
Argentina Lisandro Francia Olympique Lione 742'
Francia Michaël Ciani Francia Bordeaux 810'
Paesi Bassi Wesley Sneijder Italia Inter 947'

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) UEFA Country Ranking 2008, xs4all.nl. URL consultato il 20 febbraio 2011.
  2. ^ Un bonus per i campioni del Belgio, it.uefa.com, 22 maggio 2009. URL consultato il 20 febbraio 2011.
  3. ^ (EN) MEDIA content rights sales: UEFA Champions League/UEFA Super Cup (PDF), uefa.com, 14 dicembre 2009. URL consultato il 20 febbraio 2011.
  4. ^ (EN) UEFA Team Ranking 2009, xs4all.nl. URL consultato il 20 febbraio 2011.
  5. ^ (EN) Seeding in the Champions League 2009/2010, xs4all.nl, 30 marzo 2010. (archiviato dall'url originale il 2009-07-07). [collegamento interrotto]
  6. ^ Statistiche - Reti segnate, it.uefa.com. URL consultato il 22 maggio 2010.
  7. ^ Statistiche - Assist, it.uefa.com. URL consultato il 22 maggio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio