Alexandre Pato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexandre Pato
Alexandre Pato Real Madrid-Milan.jpg
Pato contro il Real Madrid al Santiago Bernabéu nel 2010
Dati biografici
Nome Alexandre Rodrigues da Silva
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 180[1] cm
Peso 81[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra San Paolo San Paolo
Carriera
Giovanili
2001-2006 Internacional Internacional
Squadre di club1
2006-2007 Internacional Internacional 10 (6)[2]
2008-2013 Milan Milan 117 (51)
2013-2014 Corinthians Corinthians 30 (9)[3]
2014- San Paolo San Paolo 8 (2)
Nazionale
2006
2007-2008
2007-2012
2008-
Brasile Brasile U-18
Brasile Brasile U-20
Brasile Brasile olimpica
Brasile Brasile
4 (5)
12 (8)
13 (3)[4]
27 (10)
Palmarès
Bandiera olimpica  Giochi olimpici
Bronzo Pechino 2008
Argento Londra 2012
 Confederations Cup
Oro Sudafrica 2009
 Campionato sudamericano Under-20
Oro Paraguay 2007
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 maggio 2014

Alexandre Rodrigues da Silva, meglio noto come Alexandre Pato o anche solo Pato[5] (Pato Branco, 2 settembre 1989), è un calciatore brasiliano, attaccante del San Paolo in prestito dal Corinthians.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 2000, quando Pato aveva 10 anni, si fece male a un osso, e così i medici scoprirono con una radiografia che il ragazzo aveva un tumore al braccio che doveva essere operato. La famiglia di Pato non era in grado di sostenere le spese delle cure mediche ma il dottor Paulo Roberto Mussi, amico di famiglia, operò gratuitamente il ragazzo, salvandolo così da un grave pericolo.[6]

Dal 2009 al 2010 è stato sposato con l'attrice brasiliana Sthefany Brito.[7] Il loro matrimonio è durato poco più di sette mesi.[8]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Attaccante dotato di una spiccata agilità nei movimenti, di una notevole velocità d'esecuzione e di un buon fiuto per il gol, caratteristiche per le quali è stato paragonato da Ancelotti a Careca,[9] e da Dunga a Ronaldo.[10] Nonostante la giovane età e un fisico in formazione, ha personalità[11] e un tiro potente e ben calibrato, sia col piede destro che con il sinistro.[12] Dotato di ottima tecnica[13] e di un notevole controllo di palla,[14] ingaggia spesso duelli con i diretti avversari, potendo contare anche su una grande velocità, una notevole progressione[15] e un ottimo dribbling.[10] Non disdegna il colpo di testa, seppure non rientri nelle sue principali caratteristiche.[14] Le sue qualità gli possono permettere di svariare su tutto il fronte d'attacco,[15] ricoprendone qualsiasi ruolo.[14] Nel 2010 è stato inserito nella lista dei 100 migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.[16]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizi[modifica | modifica sorgente]

« Pato era già un potenziale campione a 16 anni, al tempo delle giovanili. Si vedeva che era "diverso". Lui doveva imparare ancora quasi tutto. Ma aveva colpi. Ha forza fisica, di testa è bravo, ha personalità. »
(Paulo Roberto Falcão[17])

Pato ha iniziato a giocare a calcio a 5 all'età di quattro anni. Presto le sue abilità sono state notate in tutto lo Stato del Paraná e nel 2001, a 11 anni, si è trasferito a Porto Alegre, Rio Grande do Sul, per tentare di entrare nella sua squadra preferita, il Grêmio. Tuttavia la sua famiglia ha deciso di farlo firmare per l'Internacional.

Internacional[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver giocato nelle giovanili dell'Internacional, nel maggio del 2006, a solo 16 anni, Pato è stato inserito nella squadra che ha disputato il campionato brasiliano Under-20, vinto in finale contro il Grêmio per 4-0. Pato è stato capocannoniere di quella competizione con 7 reti all'attivo, di cui una in finale.[18]

Dopo aver firmato un contratto valido fino al 2009 che ha quadruplicato il suo salario e nel quale l'Internacional ha inserito una clausola rescissoria di 20 milioni di dollari valida per le squadre straniere, Pato ha potuto debuttare nel Brasileirão.[19] Ha esordito contro il Palmeiras il 26 novembre 2006 segnando una rete, colpendo una traversa e fornendo 3 assist ai suoi compagni.[20] Dopo questo esordio in prima squadra è stato convocato, con la maglia numero 11, per la Coppa del mondo per club 2006,[21] poi vinta dal suo Internacional. Segnando un gol nella semifinale della manifestazione contro contro l'Al-Ahly Pato ha battuto il record di Pelé quale marcatore più giovane della storia in una competizione ufficiale FIFA (17 anni e 102 giorni, contro i 17 anni e 239 di "O Rei" nel Mondiale del 1958 contro il Galles).[14]

La stagione successiva ha collezionato 9 presenze e 5 reti in campionato e ha esordito in Coppa Libertadores il 28 febbraio 2007 contro l'Emelec, segnando il gol del definitivo 3-0. Con l'Internacional ha vinto la Recopa Sudamericana contro il Pachuca, vincitore della Coppa Sudamericana 2006, segnando sia all'andata (1-1) che al ritorno (4-0).

Milan[modifica | modifica sorgente]

Stagione 2007-2008[modifica | modifica sorgente]
Pato nella partita della Emirates Cup del 31 luglio 2010 a Londra contro l'Arsenal

Il 2 agosto 2007, all'età di 17 anni, è stato acquistato dal Milan[22][23] per 22 milioni di euro, la cifra più alta mai pagata per un minorenne.[24] A causa delle norme FIFA che impediscono i trasferimenti internazionali di minorenni,[25][26] il Milan ha dovuto aspettare la riapertura invernale del mercato per tesserarlo ufficialmente. Infatti, fino al 3 gennaio 2008, ha potuto disputare con i rossoneri solo partite amichevoli. Al suo esordio in rossonero nell'amichevole contro la Dinamo Kiev del 6 settembre 2007 (2-2) Pato ha realizzato il primo gol con la maglia del Milan.[27] Ha sfruttato questo periodo senza poter disputare incontri ufficiali per integrarsi nel gruppo del Milan allenandosi a Milanello.

Il 4 gennaio 2008 è stato depositato in Lega Calcio il suo contratto, cosicché Pato è diventato un giocatore effettivo della squadra rossonera.[28][29] Legato al Milan con un accordo quinquennale da circa 2 milioni di euro a stagione,[22] ha scelto di vestire la maglia numero 7, che fino a due stagioni prima fu di Shevchenko.[30]

Pato ha fatto il suo esordio in Serie A il 13 gennaio 2008 a San Siro contro il Napoli, segnando il suo primo gol ufficiale con la maglia rossonera. Anche con il Milan Pato è andato in gol all'esordio, come già accaduto in precedenza con l'Internacional e il Brasile Under-20. Due settimane dopo ha realizzato la sua prima doppietta con il Milan, nella gara vinta per 2-0 contro il Genoa. Il 3 febbraio si è ripetuto segnando contro la Fiorentina, ma dopo pochi minuti è stato costretto a uscire dal campo a causa di una distorsione alla caviglia sinistra. Il 20 febbraio ha esordito in Champions League all'Emirates Stadium di Londra contro l'Arsenal. Ha chiuso la stagione con un bottino di 9 gol in 20 partite.

Stagione 2008-2009[modifica | modifica sorgente]

Con l'arrivo di Ronaldinho nell'estate del 2008 e complice anche l'assenza per infortunio di Borriello,[31] il ragazzo di Porto Alegre si è adattato a giocare come prima punta.[32]

Nella prima parte della stagione 2008-2009 ha realizzato il primo gol nelle coppe europee il 18 settembre 2008 nel 3-1 contro lo Zurigo nel primo turno di Coppa UEFA, segnando su punizione al 57º minuto di gioco la rete del momentaneo 2-0, ed è riuscito a chiudere il girone d'andata della Serie A 2008-2009 con 9 gol in 19 partite, di cui ben 6 nelle ultime 4 gare[33] con due doppiette contro Udinese e Roma e una rete a Juventus e Fiorentina.

A fine stagione è risultato il capocannoniere rossonero con 18 marcature totali (15 in campionato e 3 in Coppa UEFA), due in più di Kaká e Inzaghi.

Stagione 2009-2010[modifica | modifica sorgente]

Ha iniziato la stagione 2009-2010 segnando una doppietta che, il 22 agosto 2009, ha consentito al Milan di vincere nell'esordio in campionato contro il Siena al Franchi.[34] Il 26 settembre 2009 il Milan gli ha prolungato il contratto fino al 2014, portando il suo ingaggio a 2,5 milioni di euro netti a stagione.[35] Il 21 ottobre 2009 ha siglato le sue prime reti in Champions League realizzando una doppietta al Santiago Bernabéu contro il Real Madrid[36] che ha fissato il risultato finale sul 3-2 per i rossoneri.[37]

Pato durante la partita contro il Real Madrid al Santiago Bernabéu, gara valida per la terza giornata del girone G della Champions League 2010-2011
 
Pato durante la partita contro il Real Madrid al Santiago Bernabéu, gara valida per la terza giornata del girone G della Champions League 2010-2011
Pato durante la partita contro il Real Madrid al Santiago Bernabéu, gara valida per la terza giornata del girone G della Champions League 2010-2011

Nella prima parte della stagione è risultato essere il miglior marcatore del Milan con 14 gol,[38] ma alla fine di febbraio 2010 si è infortunato alla coscia destra nel corso di Milan-Atalanta,[39] partita nella quale aveva segnato una doppietta.[40] Rientrato a fine marzo contro il Napoli, si è nuovamente dovuto fermare a causa di una ricaduta dell'infortunio precedente[41] ed è ritornato a disposizione solo nelle ultime due partite della stagione.[42] Alla fine della stagione ha disputato in totale 30 partite realizzando 14 gol.

Stagione 2010-2011[modifica | modifica sorgente]

Anche nella stagione 2010-2011 Pato ha segnato una doppietta alla prima giornata di campionato, stavolta contro il Lecce a San Siro, in un incontro terminato 4-0.[43] Dopo aver segnato 6 gol[44] in 8 partite di campionato, il 10 novembre 2010 Pato si è infortunato al bicipite femorale sinistro contro il Palermo[45] ed è stato costretto a saltare le rimanenti gare del 2010. È tornato in campo il 6 gennaio 2011, contro il Cagliari,[46] nella prima gara dei rossoneri dopo la sosta invernale e tre giorni più tardi, a San Siro contro l'Udinese, è tornato al gol realizzando una doppietta (la terza stagionale) nel 4-4 finale.[44]

Il 26 gennaio 2011, durante i quarti di finale di Coppa Italia a Marassi contro la Sampdoria, ha segnato i suoi primi due gol in Coppa Italia, realizzando una doppietta che è valsa ai rossoneri l'approdo in semifinale contro il Palermo.[47] Grazie a questi gol è diventato il più giovane giocatore di sempre a raggiungere e superare la quota di 50 gol in partite ufficiali con il Milan.[48] Il 2 aprile 2011 ha realizzato un'altra doppietta, che ha permesso al Milan di vincere il derby contro l'Inter per 3-0.[49]

Il 7 maggio 2011 ha vinto lo scudetto con i rossoneri a due giornate dal termine del campionato grazie allo 0-0 contro la Roma.[50]

Stagione 2011-2012[modifica | modifica sorgente]

Il 6 agosto 2011 ha vinto la Supercoppa italiana con il Milan battendo l'Inter a Pechino per 2-1; Pato è subentrato a Robinho nel corso della ripresa e sulla ribattuta di un suo tiro deviato sul palo da Júlio César, Boateng ha realizzato la rete della vittoria.[51]

Il 13 settembre 2011 ha segnato la prima rete stagionale, realizzando dopo 25 secondi di gioco il primo gol della partita contro il Barcellona al Camp Nou, gara terminata con il punteggio di 2-2 e valevole per la prima giornata della fase a gironi della Champions League 2011-2012.[52] Il 22 settembre 2011, dopo 19 minuti nella gara pareggiata 1-1 contro l'Udinese, Pato ha subito una distrazione muscolare al bicipite della coscia destra[53][54] che lo ha tenuto fermo per 7 settimane.[55] È tornato a disposizione per la trasferta di Firenze del 19 novembre 2011,[56] partita nella quale è subentrato a Robinho nel corso del secondo tempo.[57] Una settimana più tardi, il 27 novembre 2011, ha segnato il primo gol stagionale in campionato, realizzando la terza rete rossonera nel 4-0 casalingo contro il Chievo.[58]

Il 18 gennaio 2012 è tornato nuovamente a segnare nei tempi supplementari della sfida degli ottavi di Coppa Italia contro il Novara, rete che è valsa il 2-1 finale e la conseguente qualificazione ai quarti.[59] Sempre nel corso della stessa partita è stato costretto a lasciare anticipatamente il terreno di gioco per via di un altro infortunio,[59] una lesione muscolare al bicipite femorale della coscia sinistra, che lo ha tenuto fermo per circa un mese.[60] Tornato in campo negli ultimi minuti della partita casalinga di Champions League contro l'Arsenal del 15 febbraio 2012, dieci giorni più tardi è stato schierato dal primo minuto in campionato contro la Juventus ma ha disputato solo il primo tempo della gara ed è stato sostituito nel corso dell'intervallo per un risentimento muscolare.[61][62] Il 3 aprile seguente, dopo un altro mese di stop, è tornato in campo nel secondo tempo della partita di ritorno dei quarti di finale di Champions League contro il Barcellona, ma ha disputato solamente 14 minuti[62] prima di essere sostituito per via di un ennesimo infortunio muscolare al bicipite femorale della coscia sinistra;[63] per Pato è stato il 14º infortunio (11º muscolare[64]) dal gennaio 2010.[65]

Nel corso di tutta la stagione 2011-2012 Pato è riuscito a giocare in totale solo 18 partite, di cui la metà da titolare e appena 3 per tutti i 90 minuti, segnando 4 gol (uno in campionato, uno in coppa Italia e due in Champions League).[66]

Stagione 2012-2013[modifica | modifica sorgente]

Per l'annata 2012-2013 ha cambiato il suo numero di maglia, scegliendo la numero 9 appartenuta in passato ad attaccanti come Marco van Basten, George Weah e Filippo Inzaghi.[67]

Il 22 agosto 2012 il brasiliano ha accusato l'ennesimo infortunio, in questo caso una distrazione al muscolo adduttore lungo della coscia sinistra.[68] È tornato in campo il 20 ottobre seguente, in occasione della partita persa per 3-2 in casa della Lazio,[69][70] e ha segnato il suo primo gol stagionale, dopo 293 giorni dall'ultimo,[71] nel corso della partita di Champions League giocata a San Siro contro il Málaga (1-1).[72][73]

In totale, nei 5 anni in rossonero, Pato ha disputato 150 partite e ha segnato 63 reti.

Corinthians[modifica | modifica sorgente]

Il 3 gennaio 2013 è passato al Corinthians[74] per 15 milioni di euro; l'attaccante brasiliano ha scelto di indossare la maglia numero 7.[75]

Ha esordito con il club paulista il 3 febbraio seguente, in occasione del match casalingo contro l'Oeste valido per la quinta giornata del Campionato Paulista 2013, durante il quale Pato ha segnato il gol del definitivo 5-0.[76] Nel corso della competizione, vinta dal Corinthians in finale contro il Santos, ha giocato 14 partite segnando 5 reti. Con il Timão ha inoltre vinto la Recopa Sudamericana 2013 contro il San Paolo, giocando però solo pochi minuti nel finale della gara di ritorno. Oltre ai 5 gol nel Paulistão Pato ne ha segnato anche 2 in Coppa Libertadores e uno in Coppa del Brasile per un totale stagionale di 17 reti in 57 partite.

San Paolo[modifica | modifica sorgente]

Nella serata tra il 5 e il 6 febbraio 2014 il San Paolo ha raggiunto l'accordo con il Corinthians per il trasferimento in prestito biennale di Pato in cambio della cessione al Timão, a titolo definitivo, di Jádson.[77] Le due squadre si sono inoltre accordate per pagare in parti uguali lo stipendio di Pato, che non potrà vestire la maglia del San Paolo nel Campionato Paulista 2014 avendovi già giocato 5 partite con il Corinthians (2 più del limite consentito di 3 per poter giocare con due squadre diverse).[77] Dopo il superamento delle visite mediche, Pato si è aggregato ai nuovi compagni del San Paolo all'inizio della settimana successiva[78] e gli è stata assegnata la maglia numero 11.[79] Dopo che le due società hanno definito gli ultimi dettagli del trasferimento, il 14 febbraio seguente Pato ha firmato il contratto con il San Paolo.[80]

Ha esordito con il Tricolor Paulista il 12 marzo 2014 nella partita di andata del primo turno della Coppa del Brasile, vinta 1-0 in casa del CSA.[81] Nella gara di ritorno del successivo 9 aprile ha segnato la prima rete per la squadra di San Paolo realizzando al Morumbi il primo dei 3 gol con cui la squadra paulista ha battuto quella alagoana.[82] Il 3 maggio 2014, in occasione della terza giornata del Brasileirão, Pato ha siglato il suo primo gol con il San Paolo in campionato grazie alla prima rete nella partita pareggiata per 2-2 in casa contro il Coritiba.[83]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nazionali giovanili[modifica | modifica sorgente]

Nel 2006 Pato ha preso parte con la Nazionale brasiliana Under-18 alla Coppa Sendai, competizione di cui è stato capocannoniere con 4 reti in 3 partite: una tripletta nella prima gara contro il Giappone[20] e l'unico gol del Brasile nella terza ed ultima contro la Francia, che è valso anche la vittoria della competizione.[84]

Con la Nazionale brasiliana Under-20 ha vinto il Campionato sudamericano Under-20 svoltosi in Paraguay nel 2007, diventando il goleador della sua squadra con 5 reti. Sempre nello stesso anno ha partecipato ai Mondiali Under-20 disputatisi in Canada, dove il Brasile è stato eliminato negli ottavi dalla Spagna, con Pato che si è confermato capocannoniere della propria squadra segnando 3 reti in 4 partite.

Pato nella partita di esordio con la Nazionale brasiliana il 26 marzo 2008 a Londra contro la Svezia

Il 7 luglio 2008 è stato convocato da Dunga per le Olimpiadi di Pechino 2008. Durante il torneo olimpico ha disputato le tre partite del girone di qualificazione, realizzando un gol contro la Nuova Zelanda. Tali prestazioni, però, non sono state ritenute all'altezza dal tecnico della Seleção che, a partire dal quarto di finale contro il Camerun, lo ha escluso dalla formazione titolare preferendogli Sóbis.[85] Il torneo si è concluso con la vittoria della medaglia di bronzo da parte della Nazionale brasiliana, dopo aver perso la semifinale contro l'Argentina per 3-0 e battuto il Belgio con lo stesso punteggio. Il selezionatore dei verdeoro, in seguito, si è ricreduto, stimando Pato come un calciatore di indubbio talento e paragonandolo addirittura a Ronaldo.[86]

Il 5 luglio 2012 è stato inserito dal commissario tecnico Mano Menezes nella lista dei 18 convocati per le Olimpiadi di Londra.[87] Ha segnato il suo primo gol il 29 luglio seguente, in occasione del match vinto per 3-1 dal Brasile contro la Bielorussia.[88][89] La selezione brasiliana è riuscita ad ottenere la medaglia d'argento, venendo sconfitta in finale per 2-1 dal Messico;[90] Pato nel corso della manifestazione ha disputato tutte le 6 partite dei brasiliani, delle quali solo quella contro i bielorussi come titolare.

Nazionale maggiore[modifica | modifica sorgente]

È stato convocato dal CT Dunga per l'amichevole del 6 febbraio 2008 a Dublino contro l'Irlanda, ma non ha potuto rispondere a tale convocazione a causa della distorsione alla caviglia subita contro la Fiorentina il 3 febbraio. Il 13 marzo seguente è stato nuovamente convocato, per la successiva amichevole del 26 marzo contro la Svezia a Londra. In quella partita, a 18 anni, 6 mesi e 24 giorni, Pato ha esordito nella Nazionale maggiore subentrando a Luís Fabiano al 60º minuto e al 72º ha segnato il suo primo gol con la Seleção,[91] anche in questa occasione al suo debutto, come già avvenuto con Internacional e Milan.[92]

Nel maggio 2009 è stato convocato da Dunga per la Confederations Cup che si è svolta in Sudafrica il mese seguente. Durante la manifestazione, vinta con la nazionale verdeoro, Pato ha disputato solo 28 minuti nel finale della prima partita della fase a gironi contro l'Egitto (4-3).[93]

Dopo l'esclusione dai Mondiali 2010 da parte di Dunga, è stato convocato da Mano Menezes per la sua prima gara da CT verdeoro, l'amichevole contro gli Stati Uniti del 10 agosto 2010, nella quale Pato ha segnato il suo secondo gol in Nazionale. Nel giugno 2011 è stato inserito nella lista dei 22 giocatori convocati da Menezes per la Coppa America 2011 in Argentina, nonostante l'infortunio alla spalla patito nell'ultima giornata di campionato.[94] Il 14 luglio 2011, nell'ultima partita della fase a gironi della Coppa America, ha messo a segno la sua prima doppietta in Nazionale nella vittoria del Brasile contro l'Ecuador per 4-2, fondamentale per il passaggio del turno dei verdeoro.[95][96] In totale nel corso del torneo, dove il Brasile è stato eliminato nei quarti di finale dal Paraguay ai rigori, Pato ha disputato tutte le 4 partite della Seleção segnando 2 reti.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 31 maggio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006 Brasile Internacional A 1 1 - - - - - - Cmc 2 1 3 2
2007 PD/RS+A 8+9 1+5 - - - CL 5 2 RSA 2 2 24 10
Totale Internacional[97] 8+10 1+6 - - 5 2 4 3 27 12
gen.-giu. 2008 Italia Milan A 18 9 CI 0 0 UCL 2 0 - - - 20 9
2008-2009 A 36 15 CI 0 0 CU 6 3 - - - 42 18
2009-2010 A 23 12 CI 0 0 UCL 7 2 - - - 30 14
2010-2011 A 25 14 CI 3 2 UCL 5 0 - - - 33 16
2011-2012 A 11 1 CI 1 1 UCL 5 2 SI 1 0 18 4
2012-gen. 2013 A 4 0 CI 0 0 UCL 3 2 - - - 7 2
Totale Milan 117 51 4 3 28 9 1 0 150 63
2013 Brasile Corinthians A1/SP+A 14+30 5+9 CB 4 1 CL 8 2 RSA 1 0 57 17
gen.-feb. 2014 A1/SP 5 0 - - - - - - - - - 5 0
Totale Corinthians 19+30 5+9 4 1 8 2 1 0 62 17
feb.-dic. 2014 Brasile San Paolo A 8 2 CB 4 1 - - - - - - 12 3
Totale carriera 192 74 12 5 41 13 6 3 251 95

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Brasile Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
26-3-2008 Londra Svezia Svezia 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole 1
31-5-2008 Seattle Brasile Brasile 3 – 2 Canada Canada Amichevole -
31-5-2008 Boston Brasile Brasile 0 – 2 Venezuela Venezuela Amichevole -
15-10-2008 Rio de Janeiro Brasile Brasile 0 – 0 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2010 -
10-2-2009 Londra Brasile Brasile 2 – 0 Italia Italia Amichevole -
1-4-2009 Porto Alegre Brasile Brasile 3 – 0 Perù Perù Qual. Mondiali 2010 -
10-6-2009 Recife Brasile Brasile 2 – 1 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2010 -
15-6-2009 Bloemfontein Brasile Brasile 4 – 3 Egitto Egitto Conf. Cup 2009 - 1º turno -
10-8-2010 East Rutherford Stati Uniti Stati Uniti 0 – 2 Brasile Brasile Amichevole 1
7-10-2010 Abu Dhabi Brasile Brasile 3 – 0 Iran Iran Amichevole 1
11-10-2010 Derby Brasile Brasile 2 – 0 Ucraina Ucraina Amichevole 1
9-2-2011 Saint-Denis Francia Francia 1 – 0 Brasile Brasile Amichevole -
3-7-2011 La Plata Brasile Brasile 0 – 0 Venezuela Venezuela Coppa America 2011 - 1º turno -
9-7-2011 Córdoba Brasile Brasile 2 – 2 Paraguay Paraguay Coppa America 2011 - 1º turno -
13-7-2011 Córdoba Brasile Brasile 4 – 2 Ecuador Ecuador Coppa America 2011 - 1º turno 2
17-7-2011 La Plata Brasile Brasile 0 – 0 dts
(0-2 dcr)
Paraguay Paraguay Coppa America 2011 - Quarti -
10-8-2011 Stoccarda Germania Germania 3 – 2 Brasile Brasile Amichevole -
5-9-2011 Londra Brasile Brasile 1 – 0 Ghana Ghana Amichevole -
30-5-2012 Washington Stati Uniti Stati Uniti 1 – 4 Brasile Brasile Amichevole 1
3-6-2012 Arlington Brasile Brasile 0 – 2 Messico Messico Amichevole -
9-6-2012 East Rutherford Argentina Argentina 4 – 3 Brasile Brasile Amichevole -
15-8-2012 Solna Svezia Svezia 0 – 3 Brasile Brasile Amichevole 2
6-4-2013 Santa Cruz Bolivia Bolivia 0 – 4 Brasile Brasile Amichevole -
24-4-2013 Belo Horizonte Brasile Brasile 2 – 2 Cile Cile Amichevole -
7-9-2013 Brasilia Brasile Brasile 6 – 0 Australia Australia Amichevole 1
10-9-2013 Foxborough Brasile Brasile 3 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole -
15-10-2013 Pechino Brasile Brasile 2 – 0 Zambia Zambia Amichevole -
Totale Presenze 27 Reti (38º posto) 10

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni giovanili[modifica | modifica sorgente]

  • Campionato brasiliano Under-20: 1
Internacional: 2006

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Milan: 2010-2011
Milan: 2011
Corinthians: 2013

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Internacional: 2006
Internacional: 2007
Corinthians: 2013

Individuale[modifica | modifica sorgente]

  • Capocannoniere del campionato brasiliano Under-20: 1
2006 (7 gol)
2009[98]
Miglior giovane: 2009

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (PT) Alexandre Pato, saopaulofc.net. URL consultato il 21 febbraio 2014.
  2. ^ 18 (7) se si comprendono anche le partite disputate nel Campionato Gaúcho.
  3. ^ 49 (14) se si comprendono anche le partite disputate nel Campionato Paulista.
  4. ^ 15 (4) se si comprendono anche le amichevoli non ufficiali disputate con la Nazionale olimpica brasiliana.
  5. ^ Lo pseudonimo "Pato" (in italiano "Papero") deriva dalla sua città natale, Pato Branco. Inoltre, a inizio carriera, era noto solo come "Alexandre".
  6. ^ (PT) Alexandre Pato superou tumor na infância, GloboEsporte.com, 27 gennaio 2007. URL consultato il 4 giugno 2008.
  7. ^ Pato, matrimonio finito dopo meno di un anno, la Repubblica, 23 aprile 2010. URL consultato il 30 agosto 2010.
  8. ^ Assegno record per Pato, TGcom, 30 novembre 2010. URL consultato il 5 dicembre 2010.
  9. ^ Ancelotti: "Ronie pronto, Pato mi ricorda Careca", La Gazzetta dello Sport, 7 gennaio 2008. URL consultato il 4 giugno 2008.
  10. ^ a b Luca Calamai, Il Fenomeno Pato, La Gazzetta dello Sport, 4 dicembre 2007. URL consultato il 23 aprile 2009.
  11. ^ Careca 'Velocità, tecnica e personalità: Pato è un fenomeno', calciomercato.com, 28 febbraio 2008. URL consultato il 23 aprile 2009.
  12. ^ Fabiana Mastrodicasa, Toro, attento a Pato, toronews.net, 21 marzo 2008. URL consultato il 16 dicembre 2008.
  13. ^ Mario Sconcerti, Pato: tecnica da fantasista ed essenzialità, Corriere della Sera, 14 gennaio 2008. URL consultato il 16 dicembre 2008.
  14. ^ a b c d Francesco Letizia, Alexandre Pato, un "papero" di successo, tuttomercatoweb.com, 7 gennaio 2008. URL consultato il 4 giugno 2008.
  15. ^ a b (PT) Pedro Soares, Alexandre Pato (AC Milan), academia-de-talentos.com, 28 marzo 2008. URL consultato il 23 aprile 2009.
  16. ^ (EN) Don Balon’s list of the 100 best young players in the world, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 24 novembre 2011.
  17. ^ Falcao: "Pato nel Milan sarebbe l'ideale. Va preso subito", La Gazzetta dello Sport, cit. da tuttomercatoweb.com, 4 luglio 2007.
  18. ^ (PT) Inter arrasa Grêmio e é campeão brasileiro sub-20, internacional.com, 15 giugno 2006. URL consultato il 4 giugno 2008.
  19. ^ (EN) Internacional set to unleash Alex the Duck in Japan, timesofmalta.com, 30 novembre 2006. URL consultato il 15 dicembre 2010.
  20. ^ a b (PT) Alexandre Pato, a nova jóia brasileira, esporte.uol.com.br, 14 dicembre 2006. URL consultato il 4 gennaio 2013.
  21. ^ (PT) Jogadores inscritos no Mundial, internacional.com.br, 23 novembre 2006. URL consultato il 13 febbraio 2014.
  22. ^ a b Pato, il Milan ha fatto il colpo. Il West Ham lascia andare Tevez, la Repubblica, 3 agosto 2007. URL consultato il 15 dicembre 2010.
  23. ^ Gianpaolo Ettorre, Ufficiale: Alexandre Pato al Milan, tuttomercatoweb.com, 3 agosto 2007. URL consultato il 15 dicembre 2010.
  24. ^ Claudio De Carli, Pato, ingaggio super e casa Brasil. Così il Milan ha battuto Inter e Real, il Giornale, 4 agosto 2007. URL consultato il 1º novembre 2010.
  25. ^ (EN) Regulations on the Status and Transfer of Players (PDF), fifa.com. URL consultato il 4 giugno 2008.
  26. ^ Regolamento FIFA status e trasferimento dei calciatori (PDF), assocalciatori.it. URL consultato il 1º novembre 2010.
  27. ^ Ed è subito gol, acmilan.com, 6 settembre 2007. URL consultato il 27 gennaio 2011.
  28. ^ Pato è ufficialmente del Milan, TGcom, 4 gennaio 2008. URL consultato il 27 gennaio 2011.
  29. ^ Van der Vaart verso la Juve. Bayern, obiettivo Mourinho, La Gazzetta dello Sport, 4 gennaio 2008. URL consultato il 27 gennaio 2011.
  30. ^ Pato: "Sheva? Per ora ho solo il 7", TGcom, 7 settembre 2007. URL consultato il 27 gennaio 2011.
  31. ^ Ancelotti segna la via: "Vogliamo tornare in vetta", Sky Sport, 15 novembre 2008. URL consultato il 2 settembre 2009.
  32. ^ Monica Colombo, Pato presente, Corriere della Sera, 13 dicembre 2008. URL consultato il 2 settembre 2009.
  33. ^ Milan: Effetto Pato, la Fiorentina è ko, Corriere dello Sport, 17 gennaio 2009. URL consultato il 18 gennaio 2009.
  34. ^ Valerio Clari, Pato, Dinho e Leonardo. Ok il Milan-Brasil a Siena, La Gazzetta dello Sport, 22 agosto 2009. URL consultato il 23 agosto 2009.
  35. ^ Il Milan blinda Pato, Sport Mediaset, 26 settembre 2009. URL consultato il 26 settembre 2009.
  36. ^ Pato: 32 volte gol, acmilan.com, 22 ottobre 2009. URL consultato il 1º novembre 2010.
  37. ^ Valerio Clari, Patissimo al Bernabeu. Milan, che 3-2 sul Real, La Gazzetta dello Sport, 21 ottobre 2009. URL consultato il 22 ottobre 2009.
  38. ^ Simone Pace, Il Milan torna a volare, ma c'è ansia per Pato, datasport.it, 1º marzo 2010. URL consultato il 16 maggio 2010.
  39. ^ Pato salta Roma e ManUtd. Ma non sarebbe uno strappo, La Gazzetta dello Sport, 28 marzo 2010. URL consultato il 16 maggio 2010.
  40. ^ Stefano Fiore, Pato, doppietta con infortunio. Berlusconi: "Ditemi come sta", La Stampa, 1º marzo 2010. URL consultato il 16 maggio 2010.
  41. ^ Furio Fedele, Milan, Pato è un mistero. Ricaduta per il brasiliano, Corriere dello Sport, 22 marzo 2010. URL consultato il 16 maggio 2010.
  42. ^ Filomena Procopio, Milan, Leonardo: ”Chiudiamo i conti, Pato è disponibile”, newnotizie.it, 5 maggio 2010. URL consultato il 16 maggio 2010.
  43. ^ Prima spettacolare, acmilan.com, 29 agosto 2010. URL consultato il 1º novembre 2010.
  44. ^ a b Torna Pato, ma è pareggio, acmilan.com, 9 gennaio 2011. URL consultato il 9 gennaio 2011.
  45. ^ Pato, sei settimane di stop. Lesione alla coscia sinistra, La Gazzetta dello Sport, 12 novembre 2010. URL consultato il 7 gennaio 2011.
  46. ^ La strana coppia trascina il Milan, La Stampa, 7 gennaio 2011. URL consultato il 7 gennaio 2011.
  47. ^ Doppietta e semifinale!, acmilan.com, 26 gennaio 2011. URL consultato il 26 gennaio 2011.
  48. ^  Allegri ora può scegliere, a 00:25. Sport Mediaset, 28 gennaio 2011. URL consultato in data 29 gennaio 2011.
  49. ^ Gaetano De Stefano, Pato è il re del derby. Crac Inter: torna a -5, La Gazzetta dello Sport, 2 aprile 2011. URL consultato il 3 aprile 2011.
  50. ^ Gaetano De Stefano, Milan campione d'Italia. A Roma basta lo 0-0, La Gazzetta dello Sport, 7 maggio 2011. URL consultato il 7 maggio 2011.
  51. ^ Gaetano De Stefano, Ibra-Boateng: Inter a terra. Festa Milan in Supercoppa, La Gazzetta dello Sport, 6 agosto 2011. URL consultato il 6 agosto 2011.
  52. ^ Paolo Menicucci, Il Milan apre e chiude al Camp Nou, uefa.com, 13 settembre 2011. URL consultato il 14 settembre 2011.
  53. ^  Un mese di stop. acmilan.com, 22 settembre 2011. URL consultato in data 18 novembre 2011.
  54. ^ Emergenza Milan. Pato fuori 4 settimane, La Gazzetta dello Sport, 22 settembre 2011. URL consultato il 18 novembre 2011.
  55. ^ Milan: Pato torna ad allenarsi, La Gazzetta dello Sport, 9 novembre 2011. URL consultato il 18 novembre 2011.
  56. ^ Dopo due mesi ecco Pato, La Gazzetta dello Sport, 18 novembre 2011. URL consultato il 20 novembre 2011.
  57. ^ Gaetano De Stefano, Milan, pari e polemiche. A Firenze finisce 0-0, La Gazzetta dello Sport, 19 novembre 2011. URL consultato il 20 novembre 2011.
  58. ^ Nicola Bambini, Serie A: Milan show, Chievo in ginocchio, datasport.it, 28 novembre 2011. URL consultato il 5 gennaio 2012.
  59. ^ a b Gaetano De Stefano, Pato, gol e nuovo infortunio. Milan ai quarti, ma che fatica, La Gazzetta dello Sport, 18 gennaio 2012. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  60. ^ Pato: A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 19 gennaio 2012. URL consultato il 20 gennaio 2012.
  61. ^ Milan a Palermo senza Pato e Boateng, Sport Italia, 29 febbraio 2012. URL consultato il 5 aprile 2012.
  62. ^ a b Milan, calvario Pato: la lista degli infortuni, datasport.it, 4 aprile 2012. URL consultato il 5 aprile 2012.
  63. ^ Pato: A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 5 aprile 2012. URL consultato il 5 aprile 2012.
  64. ^ Simone Gambino, Editoriale - Un dramma Pato-illogico: zampe ‘rotte’, testa bloccata e un tunnel in apparenza senza uscita per il Milan, goal.com, 5 aprile 2012. URL consultato il 5 aprile 2012.
  65. ^ Davide Pisoni, Mistero Pato, il Papero malconcio e... svalutato, il Giornale, 5 aprile 2012. URL consultato il 5 aprile 2012.
  66. ^ Pato - Statistiche stagione in corso 11/12, transfermarkt.it. URL consultato il 26 agosto 2012.
  67. ^ 8 Noce-9 Pato-10 Boa, acmilan.com, 26 luglio 2012. URL consultato il 26 luglio 2012.
  68. ^ AC Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 23 agosto 2012. URL consultato il 23 agosto 2012.
  69. ^ Lazio 3 - 2 Milan, legaseriea.it, 20 ottobre 2012. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  70. ^ Jacopo Gerna, Il Milan si sveglia troppo tardi. Vince la Lazio: è a -4 dalla Juve, La Gazzetta dello Sport, 20 ottobre 2012. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  71. ^ Pato è tornato, il Milan ci spera, Sport Mediaset, 7 novembre 2012. URL consultato il 7 novembre 2012.
  72. ^ Milan 1-1 Málaga, uefa.com, 6 novembre 2012. URL consultato il 6 novembre 2012.
  73. ^ Gaetano De Stefano, Pato riprende il Malaga. Gli ottavi sono più vicini, La Gazzetta dello Sport, 6 novembre 2012. URL consultato il 6 novembre 2012.
  74. ^ A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 3 gennaio 2013. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  75. ^ (PT) Epidemia Corinthiana chega à Itália e Pato é mais um locopositivo, corinthians.com.br, 3 gennaio 2013. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  76. ^ Mauricio Cannone, Pato come Balotelli: esordio con gol. Festa Corinthians, segna anche Paulinho, La Gazzetta dello Sport, 3 febbraio 2013. URL consultato il 3 febbraio 2013.
  77. ^ a b (PT) Carlos Augusto Ferrari, Negócio fechado: São Paulo e Corinthians trocam Jadson por Pato, globoesporte.globo.com, 6 febbraio 2014. URL consultato il 12 febbraio 2014.
  78. ^ (PT) Alexandre Pato já está integrado ao elenco tricolor, saopaulofc.net, 11 febbraio 2014. URL consultato il 12 febbraio 2014.
  79. ^ (PT) Alexandre Pato recebe a camisa 11, saopaulofc.net, 13 febbraio 2014. URL consultato il 13 febbraio 2014.
  80. ^ (PT) Alexandre Pato é, agora oficialmente, reforço do São Paulo, saopaulofc.net, 14 febbraio 2014. URL consultato il 15 febbraio 2014.
  81. ^ (PT) Érico Leonan, Pato estreia bem, e Tricolor vence o CSA-AL, saopaulofc.net, 12 marzo 2014. URL consultato il 16 marzo 2014.
  82. ^ (PT) Carlos Augusto Ferrari, Pato e Luis Fabiano marcam, São Paulo despacha CSA e avança, globoesporte.globo.com, 9 aprile 2014. URL consultato il 10 aprile 2014.
  83. ^ (PT) Danilo Vital, Pato marca, mas São Paulo fica no empate com Coritiba, esportes.terra.com.br, 3 maggio 2014. URL consultato il 9 maggio 2014.
  84. ^ (PT) Pato é destaque da seleção sub-18 na Copa Sendai, revista.pensecarros.com.br. URL consultato il 4 gennaio 2013.
  85. ^ Dunga: Pato, che delusione, Sport Mediaset, 18 agosto 2008. URL consultato il 1º novembre 2010.
  86. ^ "Pato come Ronaldo". Parola del ct Dunga, puntosport.net, 27 marzo 2009. URL consultato il 6 aprile 2009.
  87. ^ (PT) Seleção Olímpica convocada por Mano, cbf.com.br, 05-07-2012. URL consultato l'11-07-2012.
  88. ^ Fabio Bianchi, Spagna fuori, Brasile ok. Vince la Gran Bretagna, La Gazzetta dello Sport, 29 luglio 2012. URL consultato il 4 agosto 2012.
  89. ^ (EN) Neymar stars to send Brazil through, london2012.com, 29 luglio 2012. URL consultato il 4 agosto 2012.
  90. ^ Fabio Bianchi, Il Messico con l'oro al collo. Brasile, Olimpiade maledetta, La Gazzetta dello Sport, 11 agosto 2012. URL consultato l'11 agosto 201.
  91. ^ Riccardo Pratesi, Pato-gol, debutto al bacio. Argentina ok con Burdisso, La Gazzetta dello Sport, 26 marzo 2008. URL consultato il 23 aprile 2009.
  92. ^ Pato studia da fenomeno. «Adesso voglio il 4 o posto», La Gazzetta dello Sport, 28 marzo 2008. URL consultato il 23 aprile 2009.
  93. ^ (EN) 21 - Alexandre Pato - Brazil, fifa.com. URL consultato il 29 giugno 2009.
  94. ^ (PT) Os 22 jogadores da Copa América, cbf.com.br, 8 giugno 2011. URL consultato il 14 giugno 2011.
  95. ^ Coppa America: doppietta di Pato! Brasile qualificato, acmilan.com, 14 luglio 2011. URL consultato il 14 luglio 2011.
  96. ^ Luca Calamai, Super Pato-Neymar. Ecco il vero Brasileo, La Gazzetta dello Sport, 14 luglio 2011. URL consultato il 14 luglio 2011.
  97. ^ (PT) Alexandre Pato, internacional.com.br. URL consultato il 1º novembre 2010.
  98. ^ Massimo Franchi, Pato vince il Golden Boy 2009: «Magari emulare Messi...», Tuttosport, 13 dicembre 2009. URL consultato il 17 dicembre 2009.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]