Xabi Alonso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Xabi Alonso
Xabi Alonso Euro 2012 vs France 01.jpg
Dati biografici
Nome Xabier Alonso Olano
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 183 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Real Madrid Real Madrid
Carriera
Giovanili
Real Sociedad Real Sociedad
Squadre di club1
1999-2000 Real Sociedad B Real Sociedad B 24 (7)
1999-2000 Real Sociedad Real Sociedad 0 (0)
2000-2001 Eibar Eibar 14 (0)
2001-2004 Real Sociedad Real Sociedad 116 (9)
2004-2009 Liverpool Liverpool 143 (14)
2009- Real Madrid Real Madrid 154 (4)
Nazionale
2000-2001
2002-2003
2003-
2001-
Spagna Spagna U-18
Spagna Spagna U-21
Spagna Spagna
Paesi Baschi Paesi Baschi[1]
1 (0)
9 (0)
110 (15)
5 (0)
Palmarès
W.Cup.svg  Mondiali di calcio
Oro Sudafrica 2010
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Oro Austria-Svizzera 2008
Oro Polonia-Ucraina 2012
FIFA Confederations Cup.svg  Confederations Cup
Bronzo Sudafrica 2009
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 aprile 2014

Xabier Alonso Olano, meglio noto come Xabi Alonso (Tolosa, 25 novembre 1981), è un calciatore spagnolo, centrocampista del Real Madrid e della Nazionale spagnola.

Già campione d'Europa con il Liverpool nel 2005, con la Nazionale ha vinto gli Europei 2008, i Mondiali 2010 e gli Europei 2012.

È soprannominato El señor.[2]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato nella città basca di Tolosa ma cresce nella città di San Sebastián dove diventa grande amico di Mikel Arteta[3], calciatore dell'Arsenal. È figlio di Miguel Ángel Alonso, ex giocatore del Barcellona e vincitore di due campionati con la Real Sociedad, squadra nella quale ha giocato anche il fratello maggiore, Mikel. Un altro fratello, Jon, è arbitro[4].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Real Sociedad[modifica | modifica sorgente]

Cresce nella cantera della Real Sociedad di San Sebastián, con la quale esordisce nella stagione 1999-2000, in Coppa del Re contro il Logroñés. La stagione successiva viene ceduto in prestito, per la prima parte della stagione, all'Eibar, per poi ritornare a gennaio nella prima squadra della Real Sociedad. Dal 2001 diventa titolare e nel 2002-2003 è uno dei punti chiave della grande performance della Real Sociedad, che si piazza seconda dietro solo al Real Madrid, disputando 33 partite e siglando 3 gol. Nel 2003 arriva anche la prima convocazione nella Nazionale spagnola.

Liverpool[modifica | modifica sorgente]

Xabi Alonso in azione con il Liverpool

Nell'agosto del 2004 si trasferisce al Liverpool per 16,5 milioni di euro. Debutta nella Premiership il 29 agosto 2004 contro il Bolton al Reebok Stadium, gara in cui i reds perdono 0-1. Segna il suo primo gol il 16 ottobre 2004 contro il Fulham, su calcio di punizione, contribuendo alla vittoria del Liverpool (che stava perdendo 2-0).

Sebbene sia solo un debuttante nel campionato inglese, impressiona molti addetti ai lavori per la sua visione di gioco e per la precisione nei passaggi lunghi, tanto da meritarsi il soprannome Xabi, the Master Passer da parte dei suoi tifosi. Dopo un periodo di ambientamento, diventa uno dei punti di forza del centrocampo del Liverpool, titolare inamovibile nella squadra di Benítez, e si accattiva le simpatie di molti fan grazie alle sue abilità di gioco. La sua costante pazienza e il buon tiro, lo qualificano come uno dei migliori centrocampisti centrali d'Europa.

Il 1º gennaio 2005, durante la partita contro il Chelsea, subisce un pesante tackle da Frank Lampard che lo colpisce alla caviglia, e l'infortunio che ne consegue lo costringe a stare lontano dal campo per tre mesi[5]. Rientra nei quarti di finale di Champions League contro la Juventus, giocando l'intera partita (a causa dell'assenza di Gerrard, infortunato) e conquistando la semifinale. Nella finale di Istanbul è uno dei grandi protagonisti dell'incredibile rimonta sul Milan, realizzando il gol del pareggio ribattendo in rete il rigore paratogli da Dida.

Il 7 gennaio 2006, in un terzo turno della FA Cup al cardiopalma contro il Luton Town, contribuisce alla vittoria dei reds, che ribaltano il risultato ottenendo un 5-3 dopo essere stati sotto 1-3 nel secondo tempo, con due fantastici gol: il primo da quasi 40 metri mentre il secondo dalla sua metà campo, sfruttando l'assenza tra i pali del portiere ospite spintosi nell'area del Liverpool alla ricerca del gol. Con la sua doppietta fa la fortuna di un tifoso del Liverpool che scommettendo 200 sterline su un suo gol dalla sua metà campo durante la stagione 2005-2006, vince 25.000 sterline[6].

Pochi mesi dopo, durante la vittoria 3-1 sul Portsmouth del 7 maggio, si procura un infortunio alla caviglia, che mette in dubbio la partecipazione alla finale della FA Cup. Riesce però a recuperare sufficientemente per disputare buona parte della gara, finendo per indossare la medaglia di vincitore della competizione, e disputare con la Nazionale spagnola il Mondiale in Germania.

Nella stagione 2006-2007 rimane il titolare del centrocampo dei Reds che arrivano terzi in campionato e perdono la finale di Champions League contro il Milan.

Xabi Alonso in una gara di UEFA Champions League

L'8 giugno 2007 rinnova il suo contratto con il Liverpool, firmando un prolungamento di 5 anni, fino al 2012 che mette fine alle voci del mercato estivo. Nonostante il rinnovo all'inizio del 2008 perde il posto da titolare a favore di Javier Mascherano, riconquistandolo solo quando Rafael Benítez sposta Steven Gerrard in posizione più avanzata, lasciando libero il secondo posto da centrale. Termina la stagione con solo 19 presenze e due reti in Premier, che non gli impediscono di essere convocato in Nazionale per gli Europei in Svizzera ed Austria.

Real Madrid[modifica | modifica sorgente]

Il 4 agosto 2009 viene comunicato ufficialmente il suo trasferimento per 35,4 milioni di euro al Real Madrid, con cui Alonso ha firmato un contratto quinquennale,da 4,5 milioni di euro all'anno. Il 21 febbraio 2010 segna il suo primo gol nella Liga su rigore contro il Villarreal.[7][8]. Al termine della sua prima stagione in Spagna, il Real si classifica secondo nella Liga, alle spalle del Barcellona.[9] Il 20 aprile 2011 si aggiudica con il risultato di 1-0 il suo primo trofeo con i galacticos, andando a conquistare la Coppa del Re ai danni proprio dei blaugrana.[10].

L'anno successivo, vince il campionato dopo aver disputato una buona stagione sempre da titolare.

Inizia la stagione vincendo la Supercoppa di Spagna 2012 nella doppia sfida contro il Barcellona.[11][12]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Debutta nella Selección nell'aprile del 2003 nell'amichevole vinta per 4-0 contro l'Ecuador. Nel 2006 viene convocato per i Campionato mondiale in Germania, durante i quali segna il suo primo gol in Nazionale nel corso dell'incontro vinto contro l'Ucraina 4-0, il 14 giugno.

Il 29 giugno 2008 con la squadra delle "Furie rosse" vince il Campionato europeo battendo in finale la Germania. L'anno successivo viene convocato per la Confederations Cup, in cui segna il gol decisivo su punizione nella finale del terzo posto contro il Sudafrica; nel 2010 è quindi nella lista dei 23 di Vicente del Bosque per il Campionato mondiale vinto proprio dalla Spagna. Viene convocato anche per gli europei del 2012 in Polonia e Ucraina da Vicente Del Bosque. Nella partita dei quarti di finale contro la Francia segna la sua prima doppietta in nazionale con un colpo di testa nel primo tempo e al 90º minuto su calcio di rigore. Il match termina 2-0 in favore delle 'Furie rosse', risultato che consegna loro il pass per la semifinale, durante la quale sconfiggerà il Portogallo ai calci di rigore per 4-2. Il 1º luglio 2012 vince il Campionato Europeo con le Furie Rosse di Vincente del Bosque.


Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 16 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionale Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1999-2000 Spagna Real Sociedad B TD 24 7 - - - - - - - - - 24 7
1999-2000 Spagna Real Sociedad PD 0 0 CR 1 0 - - - - - - 1 0
2000-gen. 2001 Spagna Eibar SD 14 0 CR 0 0 - - - - - - 14 0
gen.-giu. 2001 Spagna Real Sociedad PD 18 0 CR 0 0 - - - - - - 18 0
2001-2002 PD 30 3 CR 0 0 - - - - - - 30 3
2002-2003 PD 33 3 CR 1 0 - - - - - - 34 3
2003-2004 PD 35 3 CR 0 0 UCL 8 1 - - - 43 4
Totale Real Sociedad 116 9 2 0 8 1 - - 126 10
2004-2005 Inghilterra Liverpool PL 24 2 FACup+CdL 0 0 UCL 8 1 - - - 32 3
2005-2006 PL 35 3 FACup+CdL 5+0 2 UCL 10 0 SU+Cmc 1+2 0 53 5
2006-2007 PL 32 4 FACup+CdL 1+2 0 UCL 15 0 CS 1 0 51 4
2007-2008 PL 19 2 FACup+CdL 3+1 0 UCL 4 0 - - - 27 2
2008-2009 PL 33 4 FACup+CdL 3+1 0 UCL 10 1 - - - 47 5
Totale Liverpool 143 15 16 2 47 2 4 0 210 19
2009-2010 Spagna Real Madrid PD 34 3 CR 0 0 UCL 7 0 - - - 41 3
2010-2011 PD 34 0 CR 7 1 UCL 11 0 - - - 52 1
2011-2012 PD 36 1 CR 4 0 UCL 10 0 SS 2 1 52 2
2012-2013 PD 28 0 CR 7 0 UCL 10 0 SS 2 0 47 0
2013-2014 PD 22 0 CR 7 0 UCL 7 0 - - - 36 0
Totale Real Madrid 154 4 25 1 45 0 4 1 228 6
Totale carriera 451 34 43 3 100 3 8 1 602 41

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]


Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Liverpool: 2005-2006
Liverpool: 2006
Real Madrid: 2010-2011, 2013-2014
Real Madrid: 2011-2012
Real Madrid: 2012

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ L'Euskal Selekzioa non è una Nazionale di calcio e non disputa partite ufficiali.
  2. ^ El Senor: la svolta in mediana Milan7.it
  3. ^ Mikel Arteta and Xabi Alonso's special bond put on hold in Everton-Liverpool derby. URL consultato l'08 giugno 2010.
  4. ^ «El arbitraje es como la vida misma». URL consultato l'08 giugno 2010.
  5. ^ Recupero lampo per Alonso, 15 marzo 2005. URL consultato il 17 settembre 2011.
  6. ^ Fan makes £25,000 on dream goal. URL consultato il 21 settembre 2006.
  7. ^ (ES) Acuerdo con el Liverpool F.C. por Xabi Alonso, realmadrid.com
  8. ^ (EN) Liverpool agree Alonso deal, liverpoolfc.tv
  9. ^ La Liga è del Barcellona Campione per la 20ª volta - Risultati e notizie PremierLeague, Liga, Bundesliga - La Gazzetta dello Sport
  10. ^ http://www.ilveggente.it/2011/04/20/scommesse-barcellona-real-madrid-2713
  11. ^ (EN) 3-2: The Supercup to be decided in Madrid in realmadrid.com, 23 agosto 2012. URL consultato il 30 agosto 2012.
  12. ^ Supershow: il Real piega il Barça. Mou si prende il primo trofeo in La Gazzetta dello Sport, 29 agosto 2012. URL consultato il 30 agosto 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]