Thomas Müller (calciatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thomas Müller
Thomas Müller, Germany national football team (03).jpg
Thomas Müller con la maglia della Nazionale tedesca
Dati biografici
Nazionalità Germania Germania
Altezza 186 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Bayern Monaco Bayern Monaco
Carriera
Giovanili
1993-2000
2000-2008
Flag of None.svg TSV Pähl
Bayern Monaco Bayern Monaco
Squadre di club1
2008-2009 Bayern Monaco II Bayern Monaco II 35 (15)
2008- Bayern Monaco Bayern Monaco 156 (57)
Nazionale
2004-2005
2007
2008
2009-2010
2010-
Germania Germania U-16
Germania Germania U-19
Germania Germania U-20
Germania Germania U-21
Germania Germania
6 (4)
1 (0)
1 (1)
6 (1)
47 (16)
Palmarès
W.Cup.svg  Mondiali di calcio
Bronzo Sudafrica 2010
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Bronzo Polonia-Ucraina 2012
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 marzo 2014

Thomas Müller (Weilheim, 13 settembre 1989) è un calciatore tedesco, centrocampista del Bayern Monaco e della nazionale tedesca[1], con la quale ha vinto la scarpa d'oro ai mondiali di Sudafrica 2010.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.[2]

È un giocatore duttile, può giocare sia trequartista che mezz'ala di centrocampo[3], ultimamente sotto la guida di Josep Guardiola gioca spesso addirittura prima punta in stile "Falso Nueve". E' molto dinamico atleticamente e si inserisce con grande facilità. Possiede un innato senso del gol. È uno dei maggiori talenti tedeschi a livello mondiale.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Müller inizia a giocare a calcio nel settore giovanile del TSV Pähl; passa nel 2000 a quello del Bayern Monaco, dove viene inserito nella rosa della formazione D-Jugend. Nel 2007, con la A-Jugend diventa vicecampione tedesco, realizzando 18 reti in 26 partite.

Nella stagione 2007-2008 fa le sue prime apparizioni nel Bayern Monaco II, seconda squadra del club bavarese, disputando 3 gare e realizzando un gol in Regionalliga. Debutta da professionista in 3. Liga il 27 luglio 2008, alla prima giornata di campionato, nella vittoria interna per 2-1 contro l'Union Berlino, segnando anche il suo primo gol.[4]

Muller in un'azione di gioco

Due settimane dopo, il 15 agosto 2008, esordisce anche in Bundesliga, nella prima squadra, rilevando Miroslav Klose all'80º minuto della prima giornata di campionato contro l'Amburgo.[5] Durante la stagione, ha modo di marcare una presenza anche in Champions League, il 10 marzo 2009, entrando al 72º minuto dell'ottavo di finale contro lo Sporting Lisbona ed entrando nel tabellino marcatori, realizzando il 7-1 finale al novantesimo minuto.[6] Conclude la stagione con 4 presenze da subentrante in massima serie.

Nel febbraio 2009, firma un contratto professionistico con validità a partire dall'inizio della stagione 2009-10 e con scadenza nel 2011.[7]

Il 12 settembre 2009, durante la quinta giornata di Bundesliga, realizza la sua prima doppietta in massima serie nella vittoria esterna per 5-1 contro il Borussia Dortmund.[8] Tre giorni dopo debutta da titolare in Champions League contro gli israeliani del Maccabi Haifa, realizzando anche in quel caso due reti.[9] A fine 2009 il suo contratto viene prolungato al 2013.[10] Il 1º maggio 2010, alla penultima giornata di campionato, realizza la prima tripletta in campionato nella vittoria per 3-1 sul VfL Bochum,[11] che fa da preludio al titolo nazionale vinto la giornata seguente. Insieme alla Meisterschale, il Bayern conquista anche la Coppa di Germania e raggiunge la finale di Champions League, dove deve arrendersi all'Inter. Müller è protagonista di tutte queste competizioni, chiudendo la stagione con 52 presenze totali e 19 reti.

Il 6 agosto 2010, a seguito delle buone prestazioni della stagione precedente, firma il rinnovo contrattuale fino al 2015.[12] Il 7 agosto si aggiudica la Supercoppa di Germania, realizzando anche un gol contro lo Schalke 04 (2-0).[13] Nella prima giornata di campionato arriva il primo gol nella sfida vinta per 2-1 contro il Wolsburg.[14] Nella partita contro il Francoforte del 27 novembre va a segno nella partita vinta per 4-1.[15] Il 26 gennaio nella sfida di Coppa di Germania realizza una doppietta, sfida vinta per 4-0 contro Alemannia Aachen.[16] Il 12 marzo contro l'Amburgo contribuisce alla vittoria del 6-0 con un gol.[17] Negli ottavi di finale contro l'Inter segna il gol del 2-1, partita però che finirà con la vittoria dei nerazzurri per 3-2, che si qualificano ai quarti di finale.[18] La stagione termina con i bavaresi al terzo posto e con l'esonero di Louis Van Gaal; Muller realizza 12 gol in 34 partite di campionato e 3 gol in 8 partite di Champions League. Il 1 giugno 2013 segna su rigore nel primo tempo il primo dei 3 gol del Bayern nella vittoria sullo Stoccarda per 3-2 che vale la conquista della sedicesima coppa di Germania per il Bayern.

Nella prima partita ufficiale della stagione, in Coppa di Germania, realizza la sua prima rete stagionale, nella fattispecie quella del 3-0 contro l'Eintracht Braunschweig giocata il primo agosto.[19] La sua prima rete in campionato arriva nella vittoria esterna per 2-0 sullo Schalke, il 18 settembre[20], e sette giorni dopo realizza il secondo, nella partita interna vinta per 3-0 sul Bayer Leverkusen.[21] Il 13 marzo mette a segno il suo primo gol stagionale in Champions League, nella partita di ritorno degli ottavi di finale vinta per 7-0 contro il Basilea.[22] Il 31 marzo, gioca la sua centesima partita in Bundesliga, nella fattispecie contro il Norimberga in esterna; il Bayern si è imposto per 1-0.[23] Il 19 maggio segna di testa il gol del provvisorio 1 a 0 nella finale della Champions League persa contro il Chelsea per 4-3 ai calci di rigore.[24] Muller conclude la stagione con 53 presenze ed 11 gol totali.

La stagione successiva è trionfale per Müller e per il club bavarese. Il 6 aprile 2013 Müller vince la sua seconda Bundesliga (il ventitreesimo titolo dei bavaresi) con sei giornate di anticipo rispetto alla fine del campionato.[25] Il 25 maggio 2013 vince per la prima volta la Champions League, grazie alla vittoria per 2-1 nella finale contro il Borussia Dortmund.[26] Il 1º giugno 2013 vince anche la sua seconda Coppa di Germania, andando anche in goal nella finale, ottenendo il treble con la compagine bavarese.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Gol di Muller ai Mondiali in Sudafrica del 2010 nella partita vinta 4 a 0 ai quarti di finale contro l'Argentina

Müller ha collezionato presenze in diverse selezioni giovanili della nazionale tedesca. Il suo debutto nella Under-21 avviene l'11 agosto 2009 nella gara persa per 3-1 contro la Turchia.[27] Realizza il primo (ed unico) gol in questa selezione il 17 novembre successivo nella larga vittoria per 11-0 contro i pari età di San Marino.[28]

Nel 2010 compie il salto nella Nazionale A. Debutta il 3 marzo nella partita amichevole di Monaco di Baviera contro l'Argentina.[29]

Viene convocato per i Mondiali di Sudafrica 2010, dove è titolare fisso e nel quale si rivela il migliore realizzatore della Germania, segnando 5 reti: una all'Australia nel primo incontro,[30] due all'Inghilterra negli ottavi,[31] una all'Argentina nei quarti[32] ed una all'Uruguay nella finale per il terzo posto,[33] dopo aver saltato per squalifica la semifinale.[34] Con cinque reti realizzate si è classificato primo tra i marcatori con Diego Forlán, David Villa e Wesley Sneijder, ma la FIFA lo ha decretato il solo capocanonniere in quanto autore del maggior numero di assist (3).[35] In questo mondiale è stato inoltre premiato anche come miglior giovane.[36][37]

Il 26 marzo 2011 contro il Kazakistan, sigla una doppietta nella partita vinta 4 a 0 dalla Germania. Successivamente va a segno, nelle Qualificazioni ad Euro 2012 contro la Turchia ed in amichevole contro l'Ucraina e l'Olanda.

Viene selezionato per giocare gli Europei 2012 in Ucraina e Polonia, dove esordisce il 9 giugno contro il Portogallo, finita 1 a 0 per la Germania grazie al gol di Mario Gómez. Muller conclude l'Europeo con 4 presenze e nessun gol, mentre la Germania finisce la sua corsa in semifinale, nella sconfitta contro l'Italia per 1-2.

Il 22 marzo 2013 segna una doppietta nella gara vinta per 3-0 in casa del Kazakistan.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate all'8 marzo 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008 Germania Bayern Monaco II RL 3 1 - - - - - - - - - 3 1
2008-2009 3L 32 14 - - - - - - - - - 32 14
Totale Bayern Monaco II 35 15 35 15
2008-2009 Germania Bayern Monaco BL 4 0 - - - UCL 1 1 - - - 5 1
2009-2010 BL 34 13 CG 6 4 UCL 12 2 - - - 52 19
2010-2011 BL 34 12 CG 5 3 UCL 8 3 SG 1 1 48 19
2011-2012 BL 34 7 CG 5 2 UCL 14 2 - - - 53 11
2012-2013 BL 28 13 CG 6 2 UCL 12 8 SG 1 1 47 24
2013-2014 BL 22 12 CG 3 6 UCL 8 5 SG+SU+Cmc 1+1+1 0+0+0 36 23
Totale Bayern Monaco 156 57 25 17 55 21 5 2 241 97
Totale 191 72 25 17 55 21 5 2 276 112

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Bayern Monaco: 2009-2010, 2012-2013, 2013-2014,
Bayern Monaco: 2009-2010, 2012-2013
Bayern Monaco: 2010, 2012

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Bayern Monaco: 2012-2013
Bayern Monaco: 2013
Bayern Monaco: 2013

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ https://it.eurosport.yahoo.com/calcio/thomas-muller.html
  2. ^ (EN) Don Balon's list of the 100 best young players in the world, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2011.
  3. ^ https://it.eurosport.yahoo.com/calcio/thomas-muller.html
  4. ^ (DE) Spielstatistik FC Bayern München II - 1. FC Union Berlin 2:1 (0:0), fussballdaten.de, 27 luglio 2008. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  5. ^ (DE) Spielbericht FC Bayern München - Hamburger SV 2:2 (2:1), fussballdaten.de, 15 agosto 2008. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  6. ^ (DE) Spielbericht FC Bayern München - Sporting Lissabon 7:1 (4:1), fussballdaten.de, 10 marzo 2009. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  7. ^ (DE) Badstuber und Müller unterschreiben, fcbayern.t-home.de, 16 febbraio 2009. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  8. ^ (DE) Spielbericht Borussia Dortmund - FC Bayern München 1:5 (1:1), fussballdaten.de, 12 settembre 2009. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  9. ^ Ofer Ronen-Abels, Bayern corsaro a Tel Aviv, uefa.com, 15 settembre 2009. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  10. ^ (DE) FCB verlängert Verträge mit drei Spielern, fcbayern.t-home.de, 16 febbraio 2009. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  11. ^ (DE) Spielbericht FC Bayern München - VfL Bochum 3:1 (2:0), fussballdaten.de, 1 maggio 2010. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  12. ^ Claudio Colla, Ufficiale: Bayern Monaco, Muller fino al 2015, tuttomercatoweb.com, 6 agosto 2010. URL consultato il 6 agosto 2010.
  13. ^ Bayern Monaco 2-0 Schalke 04, soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  14. ^ Bayern Monaco 2-1 Wolfsburg, soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  15. ^ Bayern Monaco 4-1 Eintracht Frankfurt, soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  16. ^ Alemannia Aachen 0-4 Bayern Monaco, soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  17. ^ Bayern Monaco 6-0 HSV, soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  18. ^ Bayern Monaco 2-3 Inter, soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  19. ^ Coppa di Germania - Compitino Bayern: due rigori e 3-0 yahoo.com
  20. ^ Schalke 04 0-2 Bayern Monaco, soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  21. ^ Bayern Monaco 3-0 Bayer Leverkusen, soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  22. ^ Bayern Monaco 7-0 Basilea, soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  23. ^ Norimberga 0-1 Bayern Monaco, soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  24. ^ Bayern Monaco 1-1 Chelsea, soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  25. ^ Bayern campione di Germania con 6 turni d'anticipo: è il trionfo numero 23.
  26. ^ Borussia-Bayern 1-2, festa con Robben sul filo di lana gazzetta.it
  27. ^ (DE) Deutschland - Türkei 1:3 (0:1), dfb.de, 11 agosto 2009. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  28. ^ (DE) San Marino - Deutschland 0:11 (0:5), dfb.de, 17 novembre 2009. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  29. ^ (DE) Deutschland - Argentinien 0:1 (0:1), dfb.de, 3 marzo 2010. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  30. ^ (EN) Germany 4:0 Australia, fifa.com, 13 giugno 2010. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  31. ^ (EN) Germany 4:1 England, fifa.com, 27 giugno 2010. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  32. ^ (EN) Argentina 0:4 Germany, fifa.com, 3 luglio 2010. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  33. ^ (EN) Uruguay 2:3 Germany, fifa.com, 10 luglio 2010. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  34. ^ (EN) Puyol sends Spain into the Final, fifa.com, 7 luglio 2010. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  35. ^ (EN) Golden Boot - Thomas Mueller, fifa.com. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  36. ^ (EN) Hyundai Best Young Player - Thomas Mueller, fifa.com. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  37. ^ (EN) Muller claims two coveted crowns, fifa.com, 11 luglio 2010. URL consultato il 24 ottobre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]