Ivan Perišić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ivan Perišić
Ivan Perisic.jpg
Dati biografici
Nazionalità Croazia Croazia
Altezza 187[1] cm
Peso 79[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Wolfsburg Wolfsburg
Carriera
Giovanili
2005-2006
2006-2009
Hajduk Spalato Hajduk Spalato
Sochaux Sochaux
Squadre di club1
2009 Roeselare Roeselare 18 (5)
2009-2011 Club Bruges Club Bruges 70 (31)
2011-2013 Bor. Dortmund Bor. Dortmund 42 (9)
2013- Wolfsburg Wolfsburg 44 (12)
Nazionale
2005-2006
2006
2009-2010
2011-
Croazia Croazia U-17
Croazia Croazia U-18
Croazia Croazia U-21
Croazia Croazia
7 (0)
1 (0)
8 (3)
32 (5)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 giugno 2014

Ivan Perišić (Spalato, 2 febbraio 1989) è un calciatore croato, centrocampista del Wolfsburg e della Nazionale croata.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista offensivo di piede destro, Perišić abbina fantasia, tecnica e buona visione di gioco. È abile nel dribbling e negli inserimenti, che spesso lo portano a finalizzare l'azione.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili dell'Hajduk Spalato, nell'estate del 2006, all'età di 17 anni, attira su di sé l'interesse di numerosi club europei, tra cui il PSV Eindhoven, l'Ajax, l'Amburgo, nonché l'Anderlecht, con il quale sostiene anche un provino, ma è il Sochaux a metterlo sotto contratto (quadriennale[3]) su consiglio dell'allenatore Alain Perrin.[4] In Francia, per motivi burocratici, risulta convocabile per gare ufficiali solo a partire dal 31 dicembre 2006.[5]

Intanto, si allena con la prima squadra e, nel 2007, scende in campo con la primavera nella Coppa Gambardella, che vede come vincitori proprio i ragazzi del Sochaux.[4] Il 2 gennaio 2008 la società transalpina affida la panchina a Francis Gillot[6]: con il nuovo allenatore, Perišić non trova spazio e così, nel gennaio 2009, viene ceduto in prestito al Roeselare, squadra della massima serie belga.[7]

Nell'estate del 2009, dopo un provino non superato con l'Hertha Berlino[8], passa a titolo definitivo al Bruges per 250.000 euro firmando un contratto triennale[9], senza mai essere sceso in campo in partite ufficiali con la prima squadra del Sochaux, se si esclude uno scampolo di partita contro il Marsiglia, il 24 settembre 2008, in Coppa di Lega.[10] Il 1º ottobre 2009 segna il suo primo gol in Europa League nel match Tolosa-Bruge 1-1. Conclude la sua prima stagione in nerazzurro con 33 presenze e 9 gol in campionato, a cui si aggiungono 7 presenze e 5 gol in Europa League.[1]

Nel maggio del 2010 prolunga fino al 2015 il suo contratto con i belgi.[2]. Il 30 maggio 2011 viene ingaggiato a titolo definitivo dal Borussia Dortmund per 5 milioni di euro, firmando un contratto valido fino al 2016[11]. Il 13 settembre 2011 in Champions League contro l'Arsenal firma il goal del definitivo 1-1 nel finale.[12] Si ripete anche in campionato il 24 settembre 2011 segnando il primo gol in campionato con il Dortmund nella partita vinta per 2-1 contro il Magonza.

VfL Wolfsburg[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 gennaio 2013 viene ufficializzato il suo trasferimento al VfL Wolfsburg per circa 8 milioni di euro. Segna il suo primo gol con la nuova maglia il 10 gennaio 2013, nella partita amichevole contro lo Standard Liegi. Fa il suo debutto in campionato nella partita vinta per 2-0 contro lo Stoccarda. A causa di un infortunio al ginocchio sinistro rimane indisponibile per i mesi di Marzo e Aprile, facendo il suo ritorno in campo a Maggio nella partita contro l'Amburgo, partendo dalla panchina e fornendo un assist. L'11 maggio 2013 segna una doppietta alla sua ex squadra, il Borussia Dortmund; la partita terminerà col risultato di 3-3.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Perišić ha giocato per le selezioni Under-17, Under-18, e Under-21 della Croazia, partecipando con quest'ultima nel 2011 all'europeo di categoria, competizione nella quale mette a segno due reti, entrambe nella partita contro i pari età della Serbia, finita col punteggio di 2-2. Il 26 gennaio 2011 ottiene la sua prima convocazione in nazionale maggiore: da quel momento in poi sarà convocato regolarmente, partecipando anche al campionato europeo di calcio 2012.

Sigla la sua prima rete con la nazionale maggiore nella partita contro il Belgio, finita col risultato di 1-1, valida per le qualificazioni al campionato mondiale di calcio 2014. Convocato per la Coppa del mondo 2014, va a segno nella seconda partita, vinta 4-0 contro il Camerun, e nella terza partita del girone eliminatorio, persa 3-1 contro il Messico.[13]

Palmares[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Borussia Dortmund: 2011-2012
Borussia Dortmund: 2011-2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (FR) Ivan Perišić
  2. ^ a b Perisic, centrocampista rivelazione del Bruges corrieredellosport.it
  3. ^ (FR) Sochaux: que devient Ivan Perisic? morefoot.com
  4. ^ a b (FR) Gambardella 2007 (Riquadro Que sont-ils devenus?)
  5. ^ (FR) Sochaux: Perisic qualifié football365.fr
  6. ^ (FR) Francis Gillot, nouvel entraîneur fcsochaux.fr
  7. ^ (FR) Sochaux prête Perisic lequipe.fr
  8. ^ (NL) Hertha Berlijn ziet af van Ivan Perišić trad. L'Hertha Berlino rinuncia a Ivan Perišić
  9. ^ (NL) Club Brugge maakt werk van Perisic voetebalbelgie.be
  10. ^ (FR) Perisic part en Belgique foot01.com
  11. ^ Ufficiale: Borussia Dortmund, preso Perisic, tuttomercatoweb.com, 30 maggio 2011. URL consultato il 28 giugno 2014.
  12. ^ Il 'momento perfetto' di Perišić in UEFA.com, 28 settembre 2011. URL consultato il 28 settembre 2011.
  13. ^ Mondiali, Croazia-Messico 1-3. Tricolor agli ottavi con l'Olanda, gazzetta.it, 23 giugno 2014. URL consultato il 23 giugno 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]