Mateo Kovačić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mateo Kovačić
Mateo Kovacic.jpg
Kovačić nel 2013 contro il Cluj in Europa League
Dati biografici
Nazionalità Croazia Croazia
Altezza 6666 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Inter Inter
Carriera
Giovanili
2000-2007
2007-2010
LASK Linz LASK Linz
Dinamo Zagabria Dinamo Zagabria
Squadre di club1
2010-2013 Dinamo Zagabria Dinamo Zagabria 43 (7)
2013- Inter Inter 40 (0)
Nazionale
2008-2009
2008-2009
2009-2010
2009-2010
2010-
2013-
Croazia Croazia U-14
Croazia Croazia U-15
Croazia Croazia U-17
Croazia Croazia U-19
Croazia Croazia U-21
Croazia Croazia
2 (1)
2 (0)
15 (0)
4 (0)
4 (0)
8 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 aprile 2014

Mateo Kovačić (Linz, 6 maggio 1994) è un calciatore croato, centrocampista dell'Inter e della Nazionale croata.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Elegante regista che agisce con efficacia davanti alla difesa, è in grado anche di proporsi come mezzala o come trequartista.[senza fonte]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizi e Dinamo Zagabria[modifica | modifica sorgente]

Inizia a giocare all'età di 6 anni nella squadra locale del LASK Linz.[1][2] Nel 2007, quando Kovačić aveva 13 anni, si trasferisce a Zagabria con la famiglia andando a giocare nel settore giovanile della Dinamo Zagabria.[2]

Ha subìto un infortunio nel 2009 in cui si è rotto una gamba; tornato in campo il 31 maggio 2010, gioca l'ultima partita del campionato croato Under-17 vincendo 5–0 contro lo Split.[3]

Ha iniziato ad allenarsi con la prima squadra sotto la guida di Vahid Halilhodžić quattro mesi più tardi, il 6 ottobre,[4] continuando a giocare anche nel settore giovanile del club fino alla fine del mese.

Ha fatto il suo debutto tra i professionisti nel campionato 2010-2011 nella partita contro il Hrvatski Dragovoljac disputata il 20 novembre 2010; in quell'occasione ha segnato il quarto gol dell'incontro nella vittoria ottenuta per 6-0 dalla Dinamo Zagabria.[5] Questa gara fa di lui il più giovane debuttante e marcatore nella storia della massima serie croata, 16 anni e 198 giorni, e gli permette di battere il record fissato solo una settimana prima da Dino Špehar (16 anni e 278 giorni).[6][7]

Inter[modifica | modifica sorgente]

Il 31 gennaio 2013, grazie alla mediazione dell'avvocato Giuseppe Bozzo,[8] si trasferisce a titolo definitivo alla società italiana Inter,[9][10] firmando con i nerazzurri un contratto quadriennale da 1,1 milioni di Euro con ingaggio a salire e bonus;[11] alla Dinamo Zagabria vanno 11 milioni più 4 legati ai bonus (2 milioni se nei prossimi quattro anni l'Inter si qualificherà almeno due volte in Champions League e 2 milioni se riuscirà a vincere due scudetti nei prossimi quattro anni e mezzo).[8] [12] Al giocatore viene assegnata la maglia numero 10,[13] appartenuta nella prima parte della stagione all'olandese Wesley Sneijder nel frattempo trasferitosi in Turchia durante la sessione invernale di calciomercato, mentre in Europa League ha dovuto vestire la maglia numero 29 fino al termine della stagione, dato che la numero 10 era stata già usata nella prima parte della competizione dallo stesso Sneijder.[14]Il suo esordio assoluto con la maglia nerazzurra avviene in campionato il 3 febbraio, nella sconfitta esterna col Siena per 3-1, dove subentra all'inizio della seconda frazione di gioco a Ezequiel Schelotto. L'esordio da titolare arriva il 14 febbraio nella gara di Europa League contro il Cluj vinta per 2-0, nella quale fornisce l'assist del raddoppio a Rodrigo Palacio. Fa il suo esordio da titolare in Serie A nella gara esterna al Franchi contro la Fiorentina, persa dai nerazzurri per 4-1; esce nell'intervallo lasciando il posto a Ricky Álvarez. In Coppa Italia esordisce invece il 17 aprile, entrando da titolare e giocando tutti i 90 minuti della semifinale di ritorno contro la Roma persa per 2-3.

Nella stagione 2013-14 fa il suo esordio nella partita di Coppa Italia Inter-Cittadella finita 4-0 per i nerazzurri entrando al minuto 58'. La prima presenza in campionato la trova alla prima giornata nella partita vinta dall'Inter 2-0 contro il Genoa, entrando a pochi minuti dal fischio finale. Il 09 novembre 2013 nella gara interna vinta per 2-0 contro il Livorno regala il suo primo assist stagionale al compagno Yuto Nagatomo per il definitivo 2-0 nei minuti di recupero del secondo tempo.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Kovacic in allenamento con la Nazionale

Ha vestito tutte le maglie delle Nazionali giovanili croate, debuttando a maggio 2008 nell'amichevole Under-15 contro la Slovacchia.[15]

Dal mese di ottobre 2010 viene regolarmente convocato nell'Under-21.

Il 7 marzo 2013 viene convocato in Nazionale maggiore dal commissario tecnico Igor Štimac per le due sfide contro Serbia e Galles del 22 e 26 marzo valide per la qualificazione ai mondiali del 2014,[16] esordendo il 22 marzo nella vittoria interna contro la Serbia per 2-0 e giocando tutti e 90 i minuti. Esordendo a 18 anni, 10 mesi e 16 giorni, diventa uno dei più giovani esordienti della sua nazionale.

Il 19 novembre 2013 ottiene con la Nazionale maggiore la qualificazione per il campionato del mondo 2014, battendo 2-0 l'Islanda nella partita di ritorno dei play-off.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 13 aprile 2014.
Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010-2011 Croazia Dinamo Zagabria 1.HNL 7 1 CC 2 0 UCL 0 0 - - - 9 1
2011-2012 1.HNL 25 5 CC 7 1 UCL 12[17] 1 - - - 44 7
2012-gen. 2013 1.HNL 11 1 CC 1 0 UCL 8[18] 0 - - - 20 1
Totale Dinamo Zagabria 43 7 10 1 20 1 73 9
gen.-giu. 2013 Italia Inter A 13 0 CI 1 0 UEL 4 0 - - - 18 0
2013-2014 A 27 0 CI 3 0 - - - - - - 30 0
Totale Inter 40 0 4 0 4 0 48 0
Totale carriera 83 7 14 1 24 1 121 9

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Dinamo Zagabria: 2010-2011, 2011-2012
Dinamo Zagabria: 2010-2011, 2011-2012
Dinamo Zagabria: 2010-2011

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mateo Kovačić - Player changes, player transfers, Transfermarkt. URL consultato il 20 novembre 2010.
  2. ^ a b (SCR) Tomislav Židak, Meteor Kovačić: Svi su ludi za dječakom koji je već sa 13 igrao zrelo kao nekad Maradona in Jutarnji list. URL consultato il 22 novembre 2010.
  3. ^ (SCR) Borna Rupnik, Kadeti Dinama za naslov prestigli Hajduk in Sportnet.hr, 31 maggio 2010. URL consultato il 22 novembre 2010.
  4. ^ (SCR) Mateo Kovačić od danas trenira sa seniorima Dinama: Plaši me nadimak Hrvatski Messi in Sportske novosti, 6 ottobre 2010. URL consultato il 20 novembre 2010.
  5. ^ (SCR) Borna Rupnik, I Kovačić strijelac u Dinamovoj šestici in Sportnet.hr, 20 novembre 2010. URL consultato il 20 novembre 2010.
  6. ^ (SCR) Mateo Kovačić najmlađi je strijelac Prve HNL, TPortal, 20 novembre 2010. URL consultato il 20 novembre 2010.
  7. ^ (SCR) Mario Plavčić, Špehar spasio bijelo-plave in Sportnet.hr, 13 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2010.
  8. ^ a b Inter, tutti i dettagli sull'affare Kovacic Tuttomercatoweb.com, 1 febbraio 2013
  9. ^ Mercato: entrata e uscita, tutte le operazioni. URL consultato il 1 febbraio 2013.
  10. ^ (HR) Mateo, hvala ti, sretno i sve najbolje! Gnkdinamo.hr
  11. ^ CdS - Kovacic: tutte le cifre dell'ingaggio. Per i bonus... Fcinternews.it
  12. ^ Inter: preso Kovacic a 11 milioni Corrieredellosport.it
  13. ^ Squadra Inter.it
  14. ^ Kovacic cambia ancora: in Europa sarà 29 perché... Fcinternews.it
  15. ^ (SCR) Statistike - Nastupi: Mateo Kovačić, Croatian Football Federation. URL consultato il 20 novembre 2010.
  16. ^ Kovacic, c'è la Nazionale. Stimac: "E' il nostro futuro" Fcinternews.it
  17. ^ 6 presenze nei turni preliminari.
  18. ^ 2 presenze nei turni preliminari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]