Fußball-Bundesliga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Bundesliga)
bussola Disambiguazione – "Bundesliga" rimanda qui. Se stai cercando altri campionati sportivi denominati "Bundesliga", vedi Bundesliga (disambigua).
Bundesliga
Logo della competizione
Sport Football pictogram.svg Calcio
Paese Germania Germania
Titolo Deutscher Meister
(campione tedesco)
Cadenza annuale
Apertura agosto
Partecipanti 18 squadre
Formula Girone all'italiana A/R
Retrocessione in 2. Fußball-Bundesliga
Sito Internet bundesliga.de
Storia
Fondazione 1963
Detentore Bayern Monaco Bayern Monaco
Maggiori titoli Bayern Monaco Bayern Monaco (24)
Edizione in corso Fußball-Bundesliga 2014-2015
Deutsche Meisterschale.JPG
Trofeo o riconoscimento

La 1. Fußball-Bundesliga (Prima lega calcistica federale) è la massima divisione dei campionati di calcio in Germania e in Austria, la quale porta tale nome dalla stagione 1963-1964, ma spesso si usa la sola parola Bundesliga per indicare la divisione più alta nella gerarchia del campionato di calcio tedesco. Si tratta del massimo torneo calcistico della Germania, posto sotto l'egida della federazione calcistica della Germania (DFB).

Formula[modifica | modifica sorgente]

Alla massima divisione del campionato tedesco partecipano 18 squadre, che si affrontano in gare di andata (da agosto a dicembre) e ritorno (da gennaio a maggio): è prevista una lunga pausa invernale. Dalla stagione 1995-96 il regolamento assegna 3 punti alla squadra vincitrice dell'incontro, zero punti a quella sconfitta ed un punto ad entrambe in caso di pareggio.

La squadra campione di Germania conquista il Deutsche Meisterschale, e viene ammessa alla fase a gironi della Champions League. Ai fini dell'accesso alla Champions sono utili anche i piazzamenti dal secondo al quarto posto: la squadra classificata quarta deve però partecipare al turno di play-off. La quinta e la sesta squadra partecipano alla UEFA Europa League, insieme alla vincitrice della Coppa nazionale (nel caso questa si sia piazzata nei primi quattro posti, accede la finalista perdente). Le ultime due classificate retrocedono in 2. Fußball-Bundesliga, mentre la terzultima disputa uno spareggio contro la terza classificata in seconda divisione.

In caso di pari merito nella classifica finale la posizione viene determinata dai seguenti criteri, nell'ordine: differenza reti, numero di gol segnati, maggior punteggio negli scontri diretti, differenza reti negli scontri diretti, maggior numero di gol segnati negli scontri diretti fuori casa, maggior numero di gol segnati fuori casa.

Verdiente Meistervereine[modifica | modifica sorgente]

Nel 2004 fu introdotto il Verdiente Meistervereine (letteralmente Riconoscimento per squadre vincitrici). L'idea mira a premiare i club che hanno conquistato più Bundesliga durante la loro militanza in massima serie. Il riconoscimento consiste nell'applicare una o più stelle nello stemma e nelle divise della squadra. In Bundesliga si assegna una stella per tre titoli vinti, due per cinque titoli, tre per dieci titoli e quattro per venti titoli.

Successivamente la Dinamo Berlino fece richiesta per avere tre stelle da applicare sullo stemma, in virtù dei dieci titoli conquistati tra il 1979 e il 1988 nella DDR-Oberliga. Nonostante la DFB non avesse dato alcuna risposta, la Dinamo Berlino applicò comunque le tre stelle sullo stemma. Questo fatto creò un acceso dibattito e la DFB arrivò al compromesso di dare una speciale stella alle squadre che vinsero titoli nazionali tedeschi al di fuori della Bundesliga.


Storia[modifica | modifica sorgente]

Le origini[modifica | modifica sorgente]

I primi campionati di calcio tedeschi erano costituiti da diversi tornei regionali, le cui vincitrici si sfidavano in seguito per il titolo nazionale, cosa che avveniva anche in altre nazioni.

Durante il regime nazista, dal 1933 al 1944 venne fondata la Reichliga, un campionato professionistico a girone unico, formato attraverso la selezione di alcune squadre (teoricamente le più meritevoli) da ogni lega regionale chiamata Oberliga (lega maggiore). Dopo l'Anschluss avvenuta nel 1938 venne istituito per alcuni anni il campionato di Gauliga Ostmark, al quale prendevano parte sia le società tedesche sia quelle austriache, fatto che consentì anche al Rapid Vienna appunto, di fregiarsi del titolo di campione di Germania.

Nell'immediato dopoguerra ebbero luogo, dal 1945 al 1948, 4 campionati distinti, per 4 zone di occupazione diverse. A partire dal 1949, rimasero 2 campionati distinti, uno nella Repubblica Federale Tedesca che dal 1963 assunse il nome di Bundesliga; ed uno nella Repubblica Democratica Tedesca con il nome di Oberliga (della DDR).

Dopo la riunificazione della Germania, i campionati calcistici rimasero divisi sino alla stagione 1990-1991. Dalla stagione successiva, infatti, i due campionati vennero unificati sotto il nome che già contraddistingueva il torneo della Repubblica Federale Tedesca, ossia Bundesliga, termine utilizzato anche per i campionati di altri sport.


Le squadre[modifica | modifica sorgente]

Sono 53 le squadre ad aver preso parte ai 52 campionati di Bundesliga che sono stati disputati a partire dal 1963-64 fino alla stagione 2014-15. Solo l'Amburgo è stato sempre presente a ogni edizione.

In grassetto le squadre che prendono parte alla stagione 2014-15


Organico odierno[modifica | modifica sorgente]

Albo d'oro[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Albo d'oro del campionato tedesco di calcio.


Classifica per squadra[modifica | modifica sorgente]

Club Titoli Anni
Bayern Monaco Bayern Monaco 24 1931-1932, 1968-1969, 1971-1972, 1972-1973, 1973-1974, 1979-1980, 1980-1981, 1984-1985, 1985-1986, 1986-1987, 1988-1989, 1989-1990, 1993-1994, 1996-1997, 1998-1999, 1999-2000, 2000-2001, 2002-2003, 2004-2005, 2005-2006, 2007-2008, 2009-2010, 2012-2013, 2013-2014
Norimberga Norimberga 9 1919-1920, 1920-1921, 1923-1924, 1924-1925, 1926-1927, 1935-1936, 1947-1948, 1960-1961, 1967-1968
Bor. Dortmund Bor. Dortmund 8 1955-1956, 1956-1957, 1962-1963, 1994-1995, 1995-1996, 2001-2002, 2010-2011, 2011-2012
Schalke 04 Schalke 04 7 1933-1934, 1934-1935, 1936-1937, 1938-1939, 1939-1940, 1941-1942, 1957-1958
Amburgo Amburgo 6 1922-1923, 1927-1928, 1959-1960, 1978-1979, 1981-1982, 1982-1983
Stoccarda Stoccarda 5 1949-1950, 1951-1952, 1983-1984, 1991-1992, 2006-2007
Borussia M'bach Borussia M'bach 5 1969-1970, 1970-1971, 1974-1975, 1975-1976, 1976-1977
Werder Brema Werder Brema 4 1964-1965, 1987-1988, 1992-1993, 2003-2004
Kaiserslautern Kaiserslautern 4 1950-1951, 1952-1953, 1990-1991, 1997-1998
Colonia Colonia 3 1961-1962, 1963-1964, 1977-1978
600px Blu e Giallo2.png VfB Lipsia 3 1902-1903, 1905-1906, 1912-1913
Greuther Furth Greuther Fürth 3 1913-1914, 1925-1926, 1928-1929
Hertha Berlino Hertha Berlino 2 1929-1930, 1930-1931
Dresdner SC Dresdner SC 2 1942-1943, 1943-1944
600px Celeste.png Viktoria Berlino 2 1907-1908, 1910-1911
Hannover 96 Hannover 96 2 1937-1938, 1953-1954
Wolfsburg Wolfsburg 1 2008-2009
600px Rosso e Nero.png Karlsruher FV 1 1909-1910
Holstein Kiel Holstein Kiel 1 1911-1912
Monaco 1860 Monaco 1860 1 1965-1966
F. Dusseldorf F. Düsseldorf 1 1932-1933
E. Francoforte E. Francoforte 1 1958-1959
600px Blu e Bianco2.png Berliner TuFC Union 92 1 1904-1905
E. Braunschweig E. Braunschweig 1 1966-1967
Rot-Weiss Essen Rot-Weiss Essen 1 1954-1955
600px Rosso e Nero.png Freiburger FC 1 1906-1907
600px Blu e Bianco2.png Karlsruher SC 1 1908-1909
600px Blu e Rosso2.png VfR Mannheim 1 1948-1949
Rapid Vienna Rapid Vienna 1 1940-1941

Record della Bundesliga[modifica | modifica sorgente]

Generale[modifica | modifica sorgente]

  • Maggior numero di reti complessive in una stagione: 1097 (1983-84)
  • Minor numero di reti complessive in una stagione: 790 (1989-90)
  • Minor numero di cartellini distribuiti: 98 (1994-95)[1]


Squadre[modifica | modifica sorgente]


Calciatori[modifica | modifica sorgente]

Presenze[modifica | modifica sorgente]

[2][3]

  1. Germania Karl-Heinz Körbel: 602
  2. Germania Manfred Kaltz: 581
  3. Germania Oliver Kahn: 557
  4. Germania Klaus Fichtel: 552
  5. Germania Miroslav Votava: 546
  6. Germania Klaus Fischer: 535
  7. Germania Eike Immel: 534
  8. Germania Willi Neuberger: 520
  9. Germania Michael Lameck: 518
  10. Germania Uli Stein: 512


Marcature[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Capocannonieri della Fußball-Bundesliga.

[4][5]

  1. Germania Gerd Müller: 365 (1965-1979)
  2. Germania Klaus Fischer: 268 (1968-1988)
  3. Germania Jupp Heynckes: 220 (1965-1978)
  4. Germania Manfred Burgsmüller: 213 (1969-1990)
  5. Germania Ulf Kirsten: 181 (1990-2003)
  6. Germania Stefan Kuntz: 179 (1983-1999)
  7. Germania Dieter Müller: 177 (1973-1986)
  8. Germania Klaus Allofs: 177 (1975-1993)
  9. Perù Claudio Pizarro: 176 (1999-)
  10. Germania Hannes Löhr: 166 (1964-1977)


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (DE) Platzverweise in der Fußball-Bundesliga pro Saison seit 1963
  2. ^ Classifica delle presenze in Bundesliga, dall'archivio RSSSF
  3. ^ Statistics - Most-capped players su dfb.de
  4. ^ Classifica cannonieri della Bundesliga, dall'archivio RSSSF
  5. ^ Statistics - Record top scorers su dfb.de


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]


Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio