Deutscher Sportclub Arminia Bielefeld

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
DSC Arminia Bielefeld
Calcio Football pictogram.svg
Dsc arminia bielefeld.png
Die Arminen
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px A nera su sfondo tricolore.png nero-bianco-blu
Dati societari
Città Bielefeld
Paese Germania Germania
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Germany.svg DFB
Campionato 2. Bundesliga
Fondazione 1905
Presidente Germania Hans-Jürgen Laufer
Allenatore Germania Stefan Krämer
Stadio Schüco Arena
(tradizionalmente chiamata Alm)
(27.300 posti)
Sito web www.arminia-bielefeld.de
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'Arminia Bielefeld, ufficialmente Deutscher Sportclub Arminia Bielefeld, è una società calcistica di Bielefeld, città della Renania Settentrionale-Vestfalia, in Germania.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fondata nel 1905 con il nome di 1. Bielefelder Fussball-Club Arminia, si fuse con un'altra squadra locale, il Bielefelder Turngemeinde, ma dopo un solo anno si separò per poi assumere la denominazione attuale, Deutscher Sportclub Arminia, nel 1927. Il nome Arminia è una versione femminile di Arminio o Hermann, il leggendario eroe della Battaglia della Foresta di Teutoburgo, che fermò l'avanzata dei Romani nella Germania settentrionale.

La squadra è detta spesso "la truppa dell'ascensore", dato che detiene il record di promozioni in Bundesliga (7) e di retrocessioni in Zweite Bundesliga (7). Dalla stagione 2005-2006 alla stagione 2008-2009 ha giocato in Bundesliga dopo la promozione ottenuta nella stagione 2004-2005. Ha eguagliato, così, il record di campionati consecutivi in Bundesliga (5) risalente agli anni ottanta, quando l'Arminia giocò in Bundesliga dalla stagione 1980-1981 alla stagione 1984-1985, periodo in cui il club di Bielefeld conseguì anche i suoi migliori piazzamenti in prima serie (8º posto nel 1982-1983 e nel 1983-1984).

L'Arminia Bielefeld fu al centro dello scandalo che colpì la Bundesliga nella stagione 1970-1971, quando fu accusata di corrompere giocatori di altre squadre, tra cui Kickers Offenbach, Hertha Berlino, Schalke 04 e Colonia, nel tentativo di assicurarsi la permanenza in Bundesliga. La giustizia sportiva condannò l'Arminia alla decurtazione di tutti i punti ottenuti e alla retrocessione nella Regionalliga Ovet (II). Furono sospesi anche alcuni giocatori di varie squadre.

Malgrado l'apparente incostanza, l'Arminia ha conseguito buoni risultati nel corso della sua storia. Nei primi anni venti vinse una serie di campionati regionali. Dalla formazione della Bundesliga nel 1963 la squadra ha militato sempre nella Bundesliga o nelle seconde divisioni, tranne che per sette stagioni dal 1988-1989 al 1994-1995, trascorse nella terza serie. Inoltre nel 2005 e nel 2006 ha raggiunto la semifinale di Coppa di Germania.

Dal 2009 al 2011, la squadra ha conosciuto un periodo di declino, anche a causa di problemi finanziari[1][2], con due retrocessioni (in entrambi i casi, "macchiate" dall'ultimo posto in classifica[3][4]) nel giro di tre stagioni, che l'hanno portata dalla Bundesliga (la massima divisione tedesca) alla 3. Liga.[1][2][3][4]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il calcio fece il suo debutto sulla radio tedesca nel novembre 1925 con la trasmissione della cronaca di parte del match tra Arminia e Preussen Münster.
  • Nel 1998 l'Arminia divenne la prima squadra tedesca a mettere sotto contratto giocatori provenienti dall'Iran, per la precisione erano Ali Daei e Karim Bagheri.
  • Insieme al Tasmania 1900 Berlino, l'Arminia detiene il record di 10 sconfitte consecutive in Bundesliga.
  • In 1996, l'Arminia Bielefeld comprò un giocatore di nome Josef Ivanović direttamente dalla Kreisliga, la più bassa categoria calcistica amatoriale in Germania in assoluto. Ivanovic ebbe poi successo in Zweite Bundesliga.


Rosa attuale[modifica | modifica sorgente]

aggiornata il 23 novembre 2012

N. Ruolo Giocatore
1 Germania P Patrick Platins
3 Germania D Dennis Riemer
4 Germania D Marcel Appiah (Ghana)
5 Germania D Thomas Hübener (capitano)
6 Germania C Tom Schütz
7 Germania C Marc Lorenz
8 Germania C Tim Jerat
9 Germania A Fabian Klos
10 Germania A Pascal Testroet
11 Germania D Stephan Salger
13 Germania C Johannes Rahn
14 Germania D Manuel Hornig
N. Ruolo Giocatore 600px A nera su sfondo tricolore.png
16 Germania C Philipp Riese
17 Germania C Stefan Langemann
18 Germania A Christopher Kullmann
19 Germania D Felix Burmeister
21 Germania C Patrick Schönfeld
22 Germania C Philipp Heithölter
23 Germania C Olcay Turhan (Turchia)
24 Germania P Stefan Ortega (Spagna)
27 Germania P Tom Schmidt
28 Germania A Eric Agyemang (Ghana)
30 Germania C Sebastian Hille
33 Germania C Erdogan Yesilyurt (Turchia)
37 Germania C Christian Müller
Germania A Marvin Höner

Staff tecnico[modifica | modifica sorgente]

Allenatore: Germania Stefan Krämer
Vice-Allenatore: Germania Marco Kostmann
Allenatore dei Portieri: Germania Marco Kostmann

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Bielefeld steigt in die 3. Liga ab, in: Sportschau
  2. ^ a b Arminia Bielefeld steigt in die 3. Liga ab, in: Spox.com
  3. ^ a b Fussballdaten: Bundesliga 2008-2009 - Tabelle
  4. ^ a b Fussballdaten: Zweite Liga 2010-2011 - Tabelle

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]