Gerd Müller

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gerd Müller
Gerd Müller 2007.jpg
Gerd Müller nel 2007
Dati biografici
Nome Gerhard Müller
Nazionalità bandiera Germania Ovest
Germania Germania (dal 1990)
Altezza 176 [1] cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 1982
Carriera
Giovanili
1960-1963 Nordlingen Nördlingen
Squadre di club1
1963-1964 Nordlingen Nördlingen 31 (51)
1964-1979 Bayern Monaco Bayern Monaco 453 (398)
1979-1982 Ft. Lauderdale Ft. Lauderdale 80 (40)
Nazionale
1966-1974 Germania Ovest Germania Ovest 62 (68)
Carriera da allenatore
1992- Bayern Monaco Bayern Monaco Giovanili
Palmarès
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Oro Belgio 1972
W.Cup2.svg  Coppa Rimet
Bronzo Messico 1970
W.Cup.svg  Mondiali di calcio
Oro Germania Ovest 1974
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 4 ottobre 2007

Gerhard Müller - detto Gerd - (Nördlingen, 3 novembre 1945) è un dirigente sportivo ed ex calciatore tedesco, di ruolo attaccante. Campione del mondo con la Nazionale tedesca nel 1974 e campione d'Europa sia a livello di Nazionale che di club.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Iniziò la carriera nelle giovanili della squadra della sua città, il TSV 1961 Nördlingen. A diciannove anni fu notato dal Bayern Monaco che lo mise subito sotto contratto. Il club, che già aveva in organico Sepp Maier e Franz Beckenbauer, cercava di fare il salto dalla Regionalliga Süd (seconda serie del campionato tedesco occidentale) al massimo campionato, la Bundesliga. Vi riuscì nel 1965 e Gerd Müller fu una delle chiavi dei successi futuri della squadra di Monaco di Baviera: nelle quindici stagioni al Bayern Monaco segnò 365 gol in 427 presenze in campionato; fu quattro volte campione di Germania (1969, 1972, 1973 e 1974), tre volte campione d'Europa (1974, 1975 e 1976), vinse la Coppa Intercontinentale nel 1976 e la Coppa delle Coppe nel 1967. Le sue 365 reti in Bundesliga costituiscono tuttora un primato ineguagliato, di 97 gol superiore al secondo miglior marcatore tedesco, Klaus Fischer (268).

In ragione della sua prolificità Müller fu ribattezzato Bomber der Nation[2] ("Il cannoniere nazionale") e, vista la sua statura non eccezionale, Kleines dickes Müller ("Il piccolo grasso Müller", con una forzatura alla declinazione dell'aggettivo)[3].

Il ruolino di marcia internazionale di Gerd Müller fu perfettamente in linea con quello del campionato tedesco: con il Bayern Monaco segnò 69 gol in 77 partite ufficiali nelle Coppe Europee (ma la Uefa non computa le sette reti che segnò in Coppa delle Fiere, in quanto competizione non organizzata dalla Uefa) ed è uno tra i pochi calciatori con più di 50 presenze in nazionale a vantare più goal segnati che gettoni di presenza: nelle 62 volte in cui ha vestito la maglia della Germania Ovest ha segnato 68 gol.

Dal 1974, al termine del mondiale vinto dalla Germania Ovest, Müller non in indosserà più la maglia della Nazionale tedesca.

Nel 1970 gli fu assegnato il Pallone d'oro.

Anche Gerd Müller si cimentò con il calcio americano: quando nel 1979 lasciò il Bayern Monaco fu ingaggiato dai Fort Lauderdale Strikers, squadra della Florida militante nella North American Soccer League. In tre stagioni segnò 38 goal, riuscendo anche a raggiungere la finale nel 1980, venendo però sconfitto dai Cosmos del suo ex compagno di club e di nazionale Franz Beckenbauer. Nel 1982 si ritirò dal calcio giocato.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Con la sua Nazionale, Gerd Müller vinse il campionato del mondo del 1974, segnando in finale a Monaco di Baviera il goal del decisivo 2-1 contro i Paesi Bassi; fu campione d'Europa nel 1972, segnando due dei tre goal con i quali la Germania sconfisse l'URSS nella finale di Bruxelles. Fece anche parte della formazione che nella semifinale del campionato del mondo 1970 a Città del Messico incontrò l'Italia perdendo 4-3 segnando, nell'occasione, due gol. In quell'occasione si laureò capocannoniere della manifestazione con 10 gol.

Dopo il ritiro[modifica | modifica sorgente]

Dopo il ritiro, Müller dovette affrontare un lungo periodo di depressione, che lo condusse anche all'alcolismo. Gli vennero in soccorso i suoi ex compagni del Bayern Monaco nel frattempo divenuti dirigenti del club, che lo incoraggiarono ad affrontare una terapia di disintossicazione e riabilitazione e, successivamente, nel 1992 lo ingaggiarono nello staff tecnico come allenatore delle squadre giovanili, incarico che ricopre tuttora.

La notte del 17 luglio 2011 Müller scomparve nel nulla per le vie di Trento. Subito preoccupati i dirigenti avvisano le forze dell'ordine che si mettono a lavoro. Verrà ritrovato 15 ore dopo in via De Gasperi, a Trento, in stato confusionale[4].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1963-1964 Germania Nördlingen BSN 31 51 - - - - - - - - - 31 51
1964-1965 Germania Bayern Monaco II LBS 3 2 - - - - - - - - - 3 2
1964-1965 Germania Bayern Monaco RL 26+6[5] 33+6 - - - - - - - - - 32 39
1965-1966 BL 33 15 CG 6 1 - - - - - - 39 16
1966-1967 BL 32 28 CG 4 7 CdC 9 8 - - - 45 43
1967-1968 BL 34 19 CG 4 4 CdC 8 7 - - - 46 30
1968-1969 BL 30 30 CG 5 7 - - - - - - 35 37
1969-1970 BL 33 38 CG 1 3 CC 2 0 - - - 36 41
1970-1971 BL 32 22 CG+CG 2+7 1+10 CdF 8 7 - - - 49 40
1971-1972 BL 34 40 CG 6 5 CdC 8 5 - - - 48 50
1972-1973 BL 33 36 CG+CdL 5+5 7+12 CC 6 12 - - - 49 67
1973-1974 BL 34 30 CG 4 5 CC 10 8 - - - 48 43
1974-1975 BL 33 23 CG 3 2 CC 7 5 - - - 43 30
1975-1976 BL 22 23 CG 6 7 CC 6 5 SU 1 0 35 35
1976-1977 BL 25 28 CG 4 11 CC 4 5 SU+CInt 2+2 3+1 37 48
1977-1978 BL 33 24 CG 3 4 CU 6 4 CI 6 5 48 37
1978-1979 BL 19 9 CG 2 4 - - - - - - 21 13
Totale Bayern Monaco 453+6 398+6 67 90 74 66 11 9 611 569
1979 Stati Uniti Ft. Lauderdale NASL 27 19 - - - - - - - - - 27 19
1980 NASL 36 16 - - - - - - - - - 36 16
1981 NASL 17 5 - - - - - - - - - 17 5
Totale Fort Lauderdale Strikers 80 40 - - - - - - 80 40
Totale 566+6 492+6 67 90 74 66 11 9 725 662

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica sorgente]

Record[modifica | modifica sorgente]

Durante la sua carriera Müller è riuscito a battere alcuni record:

  • Unico giocatore insieme a Jimmy McGrory, Lionel Messi e Cristiano Ronaldo a segnare più di 50 reti per due stagioni consecutive in Europa.
  • Per quasi quarant'anni ha detenuto il record di goal in una stagione (67 marcature nel 1972/1973, che diventano 73 conteggiando anche quelle messe a segno con la Nazionale) ed in un anno solare (85 nel 1972); questi primati sono stati superati da Messi che ha realizzato 73 reti nel 2011/2012 (82 contando anche quelli in Nazionale) e 91 gol nel 2012.
  • Le sue 365 reti in Bundesliga costituiscono tuttora un primato ineguagliato, di 97 gol superiore al secondo miglior marcatore tedesco, Klaus Fischer (268). È anche primatista di titoli vinti (7) e di gol segnati in una stagione (40 nel 1971/1972).
  • Miglior goleador della sua nazionale insieme a Miroslav Klose, con la quale ha segnato 68 gol in 62 partite.
  • Fino al 2006 con 14 reti era il miglior realizzatore di reti in una fase finale del Campionato mondiale di calcio, record poi superato da Ronaldo.
  • Per molti anni è stato il giocatore con più reti realizzate (69) nelle coppe europee, record battuto ultimamente da Raul Gonzalez Blanco.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Müller con la Coppa del Mondo nel 1974

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]
Bayern Monaco: 1968-1969, 1971-1972, 1972-1973, 1973-1974
Bayern Monaco: 1966, 1967, 1969, 1970-1971
Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]
Bayern Monaco: 1966-1967
Bayern Monaco: 1973-1974, 1974-1975, 1975-1976
Bayern Monaco: 1976

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

1972
1974

Individuale[modifica | modifica sorgente]

1967, 1969
1966-67 (28 gol), 1968-69 (30 gol), 1969-70 (38 gol), 1971-72 (40 gol), 1972-73 (36 gol), 1973-74 (30 gol), 1977-78 (24 gol)
1972-73 (12 gol), 1973-74 (8 gol), 1974-75 (5 gol), 1976-77 (5 gol)
1969-1970, 1971-1972
1970 (10 gol)
1972 (4 gol)
1970
(365 gol)
(68 gol)

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Croce al Merito al nastro dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca - nastrino per uniforme ordinaria Croce al Merito al nastro dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca
— 1977

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (DE) Gerd Müller, fussballdaten.de. URL consultato il 17 dicembre 2008.
  2. ^ (DE) "Bomber der Nation": Gerd Müller, wasistwas.de. URL consultato il 24 marzo 2012.
  3. ^ (DE) WM-Spezial: "Kleines dickes Müller": Dann macht es bumm!, transfermarkt.de, 16 maggio 2012. URL consultato il 24 marzo 2012.
  4. ^ Il mistero di Gerd Müller. Sparito a Trento per 15 ore, La Gazzetta dello Sport, 19 luglio 2011. URL consultato il 24 marzo 2012.
  5. ^ Playoff per la promozione in Bundesliga.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 15564770 LCCN: n83211212