Campionato europeo di calcio 1964

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campionato europeo 1964
Eurocopa de fútbol de 1964
Competizione Campionato europeo di calcio
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Date 17 giugno - 21 giugno 1964
Luogo Spagna Spagna
(2 città)
Partecipanti 4 (29 alle qualificazioni)
Impianto/i 2 stadi
Risultati
Vincitore Spagna Spagna
(1º titolo)
Secondo URSS URSS
Terzo Ungheria Ungheria
Quarto Danimarca Danimarca
Statistiche
Miglior marcatore Spagna Jesús María Pereda (2)
Ungheria Ferenc Bene (2)
Ungheria Dezső Novák (2)
Incontri disputati 4
Gol segnati 13 (3,25 per incontro)
Pubblico 156 253
(39 063 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1960 1968 Right arrow.svg

Il campionato europeo di calcio 1964 (più semplicemente Euro '64) è stata la seconda edizione del Campionato europeo di calcio, organizzato ogni quattro anni dall'UEFA.

La formula del torneo prevedeva tre turni di qualificazioni ad eliminazione diretta, con partite di andata e ritorno, mentre le semifinali e le finali per il terzo e per il primo posto si sarebbero disputate in gare uniche, disputate in uno dei quattro Paesi le cui nazionali sarebbero giunte a questo turno. La scelta cadde sulla Spagna, che ospitò le ultime 4 gare dal 17 al 21 giugno 1964.

Il torneo fu vinto dai padroni di casa della Spagna, che sconfissero in finale per 2-1 i campioni uscenti dell'Unione Sovietica.

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti delle nazionali

Le qualificazioni si articolarono in partite di andata e ritorno. Si iscrissero al torneo 29 nazionali, tra cui per la prima volta Albania, Belgio, Galles, Inghilterra, Islanda, Italia, Lussemburgo, Malta, Irlanda del Nord, Paesi Bassi, Svezia e Svizzera, oltre alle 17 nazionali che presero parte alla precedente edizione.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Al primo turno partecipano 26 squadre, mentre si qualificarono direttamente agli ottavi di finale l'Austria, il Lussemburgo e l'URSS.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Norvegia Norvegia 1 - 3 Svezia Svezia 0 - 2 1 - 1
Danimarca Danimarca 9 - 2 Flag of Malta (1943-1964).svg Malta 6 - 1 3 - 1
Irlanda Irlanda 5 - 3 Islanda Islanda 4 - 2 1 - 1
Inghilterra Inghilterra 3 - 6 Francia Francia 1 - 1 2 - 5
Polonia Polonia 0 - 4 Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 - 2 0 - 2
Spagna Spagna 7 - 3 Romania Romania 6 - 0 1 - 3
Jugoslavia Jugoslavia 4 - 2 Belgio Belgio 3 - 2 1 - 0
Bulgaria Flag of Bulgaria (1948-1967).svg 4 - 4 Portogallo Portogallo 3 - 1 1 - 3
Ungheria Ungheria 4 - 2 Galles Galles 3 - 1 1 - 1
Paesi Bassi Paesi Bassi 4 - 2 Svizzera Svizzera 3 - 1 1 - 1
Germania Est Germania Est 3 - 2 Cecoslovacchia Cecoslovacchia 2 - 1 1 - 1
Italia Italia 7 - 0 Turchia Turchia 6 - 0 1 - 0
Grecia Grecia 0 - 6[1] Albania Albania 0 - 3 0 - 3

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Oslo
21 giugno 1962, ore 19:15 UTC+1
Norvegia Norvegia 0 – 2
referto
Svezia Svezia Ullevaal Stadion
Arbitro Scozia Bowman

Copenaghen
28 giugno 1962
Danimarca Danimarca 6 – 1
referto
Malta Malta Idrætsparken
Arbitro Paesi Bassi Roomer

Dublino
12 agosto 1962
Irlanda Irlanda 4 – 2
referto
Islanda Islanda Dalymount Park
Arbitro Galles Smith

Sheffield
3 ottobre 1962
Inghilterra Inghilterra 1 – 1
referto
Francia Francia Hillsborough Stadium
Arbitro Danimarca Hansen

Chorzów
10 ottobre 1962
Polonia Polonia 0 – 2
referto
Irlanda del Nord Irlanda del Nord Stadion Śląski
Arbitro Svezia Wilhelm Lööw

Madrid
1º novembre 1962
Spagna Spagna 6 – 0
referto
Romania Romania Estadio Santiago Bernabéu
Arbitro Inghilterra Howley

Belgrado
4 novembre 1962
Jugoslavia Jugoslavia 3 – 2
referto
Belgio Belgio Stadio Partizan
Arbitro Cecoslovacchia Obtulovic

Sofia
4 novembre 1962
Bulgaria Bulgaria 3 – 1
referto
Portogallo Portogallo Stadio Nazionale Vasil Levski
Arbitro Turchia Zoroglu

Budapest
7 novembre 1962, ore 14:00 UTC+1
Ungheria Ungheria 3 – 1
referto
Galles Galles Népstadion
Arbitro Polonia Kowal

Amsterdam
11 novembre 1962, ore 14:30 UTC+1
Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 1
referto
Svizzera Svizzera Stadio Olimpico
Arbitro Portogallo Fernandes Campos

Berlino
21 novembre 1962
Germania Est Germania Est 2 – 1
referto
Cecoslovacchia Cecoslovacchia Walter-Ulbricht-Stadion
Arbitro URSS Alimov

Bologna
2 dicembre 1962, ore 14:30 UTC+1
Italia Italia 6 – 0
referto
Turchia Turchia Stadio Comunale
Arbitro Belgio Van Nuffel

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Reykjavík
2 settembre 1962
Islanda Islanda 1 – 1
referto
Irlanda Irlanda Laugardalsvöllur
Arbitro Norvegia Nielsen

Malmö
4 novembre 1962, ore 13:00 UTC+1
Svezia Svezia 1 – 1
referto
Norvegia Norvegia Malmö Stadion
Arbitro Germania Est Bergmann

Bucarest
25 novembre 1962
Romania Romania 3 – 1
referto
Spagna Spagna Stadio 23 agosto
Arbitro Grecia Pelomis

Belfast
28 novembre 1962
Irlanda del Nord Irlanda del Nord 2 – 0
referto
Polonia Polonia Windsor Park
Arbitro Svizzera Huber

Gezira
8 dicembre 1962
Malta Malta 1 – 3
referto
Danimarca Danimarca Empire Stadium
Arbitro Italia Righi

Lisbona
16 dicembre 1962
Portogallo Portogallo 3 – 1
referto
Bulgaria Bulgaria Estádio do Restelo
Arbitro Francia Faucheux

Parigi
27 febbraio 1963
Francia Francia 5 – 2
referto
Inghilterra Inghilterra Parc des Princes
Arbitro Germania Ovest Kandlbinder

Cardiff
20 marzo 1963, ore 19:15 UTC+0
Galles Galles 1 – 1
referto
Ungheria Ungheria Ninian Park
Arbitro Irlanda Spillane

Istanbul
27 marzo 1963, ore 13:30 UTC+2
Turchia Turchia 0 – 1
referto
Italia Italia Stadio Mithat Paşa
Arbitro Bulgaria Roumentchev

Praga
31 marzo 1963
Cecoslovacchia Cecoslovacchia 1 – 1
referto
Germania Est Germania Est Velký Strahovský Stadion
Arbitro Ungheria Balla

Berna
31 marzo 1963, ore 15:00 UTC+1
Svizzera Svizzera 1 – 1
referto
Paesi Bassi Paesi Bassi Wankdorfstadion
Arbitro Germania Ovest Kandlbinder

Bruxelles
31 marzo 1963, ore 16:00 UTC+1
Belgio Belgio 0 – 1
referto
Jugoslavia Jugoslavia Stadio Heysel
Arbitro Spagna Caballero

Ripetizione[modifica | modifica wikitesto]

La Bulgaria e il Portogallo furono costrette a giocare la ripetizione del loro incontro, poiché le due precedenti partite si erano concluse in perfetta parità (3-1 per la Bulgaria a Sofia, 3-1 per il Portogallo a Lisbona). L'incontro fu disputato in gara unica allo Stadio Olimpico di Roma il 23 gennaio 1963 e la Bulgaria sconfisse il Portogallo per 1-0, accedendo così agli ottavi di finale della competizione.

Roma
23 gennaio 1963
Bulgaria Bulgaria 1 – 0
referto
Portogallo Portogallo Stadio Olimpico
Arbitro Italia Adami

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Anche gli ottavi di finale si disputano con incontri a eliminazione diretta con partite di andata e ritorno; presero parte le 13 vincenti degli scontri del primo turno, più le nazionali di Austria, Lussemburgo e URSS che furono esentate dall'affrontare il turno precedente.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Spagna Spagna 2 - 1 Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1 - 1 1 - 0
Jugoslavia Jugoslavia 2 - 3 Svezia Svezia 0 - 0 2 - 3
Danimarca Danimarca 4 - 1 Albania Albania 4 - 0 0 - 1
Paesi Bassi Paesi Bassi 2 - 3 Lussemburgo Lussemburgo 1 - 1 1 - 2
Austria Austria 2 - 3 Irlanda Irlanda 0 - 0 2 - 3
Bulgaria Flag of Bulgaria (1948-1967).svg 2 - 3 Francia Francia 1 - 0 1 - 3
URSS URSS 3 - 1 Italia Italia 2 - 0 1 - 1
Germania Est Germania Est 4 - 5 Ungheria Ungheria 1 - 2 3 - 3

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Bilbao
30 maggio 1963
Spagna Spagna 1 – 1
referto
Irlanda del Nord Irlanda del Nord Estadio de San Mamés
Arbitro Italia Jonni

Belgrado
19 giugno 1963
Jugoslavia Jugoslavia 0 – 0
referto
Svezia Svezia Stadio Partizan
Arbitro Austria Kainer

Copenaghen
29 giugno 1963
Danimarca Danimarca 4 – 0
referto
Albania Albania Idrætsparken
Arbitro Svezia Boström

Amsterdam
11 settembre 1963, ore 20:00 UTC+1
Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1
referto
Lussemburgo Lussemburgo Stadio Olimpico
Arbitro Belgio Blavier

Vienna
25 settembre 1963
Austria Austria 0 – 0
referto
Irlanda Irlanda Praterstadion
Arbitro Ungheria Gere

Sofia
29 settembre 1963
Bulgaria Bulgaria 1 – 0
referto
Francia Francia Stadio Nazionale Vasil Levski
Arbitro Turchia Faruk Talu

Mosca (Russia)
13 ottobre 1963, ore 19:00 UTC+3
URSS URSS 2 – 0
referto
Italia Italia Stadio Centrale Lenin
Arbitro Polonia Banasiuk

Berlino Est
19 ottobre 1963, ore 14:30 UTC+1
Germania Est Germania Est 1 – 2
referto
Ungheria Ungheria Walter-Ulbricht-Stadion
Arbitro URSS Belov

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Malmö
18 settembre 1963
Svezia Svezia 3 – 2
referto
Jugoslavia Jugoslavia Malmö Stadion
Arbitro Inghilterra Taylor

Dublino
13 ottobre 1963
Irlanda Irlanda 3 – 2
referto
Austria Austria Dalymount Park
Arbitro Danimarca Poulsen

Parigi
26 ottobre 1963
Francia Francia 3 – 1
referto
Bulgaria Bulgaria Park des Princes
Arbitro Spagna José María Ortiz de Mendíbil

Belfast
30 ottobre 1963
Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 1
referto
Spagna Spagna Windsor Park
Arbitro Paesi Bassi van Leeuwen

Tirana
30 ottobre 1963
Albania Albania 1 – 0
referto
Danimarca Danimarca Qemal Stafa
Arbitro Malta Joseph M. Cassar Naudi

Rotterdam
30 ottobre 1963, ore 20:15 UTC+1
Lussemburgo Lussemburgo 2 – 1
referto
Paesi Bassi Paesi Bassi Stadion Feijenoord
Arbitro Francia Bois

Budapest
3 novembre 1963, ore 14:00 UTC+1
Ungheria Ungheria 3 – 3
referto
Germania Est Germania Est Népstadion
Arbitro Jugoslavia Nedelkovski

Roma
10 novembre 1963, ore 14:30 UTC+1
Italia Italia 1 – 1
referto
URSS URSS Stadio Olimpico
Arbitro Svizzera Mellet

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Lussemburgo Lussemburgo 5 - 5 Danimarca Danimarca 3 - 3 2 - 2
Spagna Spagna 7 - 1 Irlanda Irlanda 5 - 1 2 - 0
Francia Francia 2 - 5 Ungheria Ungheria 1 - 3 1 - 2
Svezia Svezia 2 - 4 URSS URSS 1 - 1 1 - 3

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Lussemburgo (città)
4 dicembre 1963
Lussemburgo Lussemburgo 3 – 3
referto
Danimarca Danimarca Stadio Municipale
Arbitro Francia Schwinte

Siviglia
11 marzo 1964
Spagna Spagna 5 – 1
referto
Irlanda Irlanda Estadio Ramón Sánchez-Pizjuán
Arbitro Belgio van Nuffel

Colombes
25 aprile 1964, ore 15:00 UTC+1
Francia Francia 1 – 3
referto
Ungheria Ungheria Stade Olympique
Arbitro Italia Jonni

Stoccolma
13 maggio 1964
Svezia Svezia 1 – 1
referto
URSS URSS Råsundastadion
Arbitro Inghilterra Finney

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Copenaghen
10 dicembre 1963
Danimarca Danimarca 2 – 2
referto
Lussemburgo Lussemburgo Idrætsparken
Arbitro Francia Barbéran

Dublino
8 aprile 1964
Irlanda Irlanda 0 – 2
referto
Spagna Spagna Dalymount Park
Arbitro Belgio Versyp

Budapest
23 maggio 1964, ore 17:30 UTC+1
Ungheria Ungheria 2 – 1
referto
Francia Francia Népstadion
Arbitro Italia Lo Bello

Mosca (Russia)
27 maggio 1964, ore 19:00 UTC+3
URSS URSS 3 – 1
referto
Svezia Svezia Stadio Centrale Lenin
Arbitro Inghilterra Holland

Ripetizione[modifica | modifica wikitesto]

Il Lussemburgo e la Danimarca furono costrette a giocare un incontro di spareggio, poiché nel conto complessivo dei gol dei due incontri nessuna delle due squadre era riuscita a prevalere sull'altra. Lo spareggio si è svolto sul campo neutro dello Stadio Olimpico di Amsterdam e ha visto prevalere la squadra danese per un gol; in questo modo la Danimarca si qualifica per la fase finale del torneo che si sarebbe svolta in Spagna.

Amsterdam
18 dicembre 1963
Danimarca Danimarca 1 – 0
referto
Lussemburgo Lussemburgo Stadio Olimpico
Arbitro Paesi Bassi Roomer

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Stadi della fase finale furono l'Estadio Santiago Bernabéu di Madrid, teatro della finale, e il Camp Nou di Barcellona. La capienza degli stadi è riferita al momento dell'evento e non ad oggi.

Flag-map of Spain (1945-1977).svg

Madrid
Soccer ball.svg
Barcellona
Soccer ball.svg
Madrid
Estadio Santiago Bernabéu
Capienza: 80 000
Estadio Santiago Bernabéu 05.jpg
Barcellona
Camp Nou
Capienza: 100 000
Camp Nou FC Barcelona.JPG

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Convocazioni per il campionato europeo di calcio 1964.

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali Finale
17 giugno – 20:00
  Ungheria Ungheria   1  
  Spagna Spagna (d.t.s)   2  
 
21 giugno – 20:00
      Spagna Spagna   2
    URSS URSS   1
Finale 3º posto
17 giugno – 22:30 20 giugno – 18:00
  Danimarca Danimarca   0   Ungheria Ungheria (d.t.s)   3
  URSS URSS   3     Danimarca Danimarca  1


Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
17 giugno 1964, ore 20:00 UTC+1
Spagna Spagna 2 – 1
(d.t.s.)
referto
Ungheria Ungheria Estadio Santiago Bernabéu (34.713 spett.)
Arbitro Belgio Arthur Blavier

Barcellona
17 giugno 1964, ore 22:30 UTC+1
Danimarca Danimarca 0 – 3
referto
URSS URSS Camp Nou, Barcellona (38.556 spett.)
Arbitro Italia Concetto Lo Bello

Finale 3º posto[modifica | modifica wikitesto]

Barcellona
20 giugno 1964, ore 20:00 UTC+1
Ungheria Ungheria 3 – 1
(d.t.s.)
referto
Danimarca Danimarca Camp Nou, Barcellona (3.869 spett.)
Arbitro Svizzera Daniel Mellet

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
21 giugno 1964, ore 18:30 UTC+1
Spagna Spagna 2 – 1
referto
URSS URSS Estadio Santiago Bernabéu (79.115 spett.)
Arbitro Inghilterra Arthur Holland

Campione[modifica | modifica wikitesto]

Campione d'Europa 1964

Flag of Spain (1945 - 1977).svg

SPAGNA
(1º titolo)

Statistiche della fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

2 reti
1 rete

Gol più veloce[modifica | modifica wikitesto]

6 minuti: Pereda (in Spagna-URSS)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'Albania passa il turno dopo il ritiro della Grecia. Cfr. (EN) Campionati Europei UEFA 1960 Partite Grecia-Albania, uefa.com. URL consultato il 30 luglio 2012. e (EN) Campionati Europei UEFA 1960 Partite Albania-Grecia, uefa.com. URL consultato il 30 luglio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio