Hans Krankl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hans Krankl
Hans Krankl.jpg
Dati biografici
Nome Johann Krankl
Nazionalità Austria Austria
Altezza 186 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Carriera
Squadre di club1
1970-1971 Rapid Vienna Rapid Vienna 4 (0)
1971-1972 Wiener AC Wiener AC 0 (0)
1972-1978 Rapid Vienna Rapid Vienna 201 (160)
1978-1980 Barcellona Barcellona 39 (31)
1980 First Vienna First Vienna 17 (13)
1980-1981 Barcellona Barcellona 7 (3)
1981-1985 Rapid Vienna Rapid Vienna 145 (107)
1986-1988 Wiener Sport-Club Wiener Sport-Club 60 (40)
1988 Kremser Kremser 5 (1)
1988-1989 Austria Salisburgo Austria Salisburgo 0 (0)
Nazionale
1973-1985 Austria Austria 69 (34)
Carriera da allenatore
1987-1988 Wiener Sport-Club Wiener Sport-Club
1989-1992 Rapid Vienna Rapid Vienna
1992-1994 Modling Mödling
1994-1995 Tirol Innsbruck Tirol Innsbruck
1996 Modling Mödling
1997-1998 Gerasdorf Gerasdorf
1998-1999 Austria Salisburgo Austria Salisburgo
1999-2000 Fortuna Colonia Fortuna Colonia
2000-2001 Admira Wacker Modling Admira Wacker Mödling
2002-2005 Austria Austria
2009 LASK Linz LASK Linz
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º luglio 2010

Johann Krankl detto Hans (Vienna, 14 febbraio 1953) è un allenatore di calcio, ex calciatore e cantante austriaco, di ruolo centravanti.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Krankl fu un attaccante: mise a segno 34 gol in 69 partite con la nazionale austriaca. Tra i club in cui giocò ci furono il Rapid Vienna e il Barcellona. Da molti è ritenuto il più grande calciatore austriaco di sempre. Uno dei suoi maggiori successi fu la qualificazione dell'Austria ai Mondiali 1978, la prima qualificazione dell'Austria ai Mondiali in vent'anni. Quindi segnò il gol decisivo nella gara contro la Germania Ovest, la prima vittoria dell'Austria sulla Germania in 47 anni, diventando una leggenda nel suo paese. Segnato all'88’ minuto, il gol va ancora in onda regolarmente sulla tv austriaca, e il commento audio (Tor Tor Tor Tor Tor Tor, I werd' narrisch - "Gol gol gol gol gol gol, sto diventando pazzo") viene riconosciuto subito dagli appassionati di calcio austriaci[1][2].

Krankl vinse la Scarpa d'oro quello stesso anno, attirando l'interesse del Barcellona, che lo comprò. Alla prima stagione Krankl aiutò i blaugrana a vincere la Coppa del Re e la Coppa delle Coppe, vincendo tra l'altro il titolo di Pichichi (capocannoniere della Liga) in quella stagione.

Fu nominato calciatore austriaco dell'anno per ben 9 volte, un record, e fu votato giocatore austriaco più popolare degli ultimi 25 anni.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver chiuso la carriera all'Austria Salisburgo nel 1989, Krankl ha lavorato come allenatore. Più recentemente è stato occupato sulla panchina dell'Austria. Fu licenziato il 28 settembre 2005 dopo che la nazionale aveva fallito la qualificazione ai Mondiali 2006.

Il suo ultimo incarico, al LASK Linz, è durato appena 70 giorni[3].

Notizie recenti[modifica | modifica sorgente]

Durante la carriera da allenatore Krankl ha presenziato spesso come ospite in studio e come commentatore tecnico dei match calcistici per la ORF.

Ha inoltre avuto un discreto successo in patria come cantante (sotto lo pseudonimo di Johann K), con diverse apparizioni nelle classifiche di vendita austriache. Il suo più grande successo è stato "Lonely Boy", composto nel 1985, che raggiunse il secondo posto[4].

Nel 1999 i tifosi del Rapid Vienna, attraverso un sondaggio, lo hanno eletto miglior giocatore della storia del club (Rapidler des Jahrhunderts), selezionandolo nella squadra del secolo.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Squadra[modifica | modifica sorgente]

Rapid Vienna: 1981-1982, 1982-1983
Rapid Vienna: 1975-1976, 1982-1983, 1983-1984, 1984-1985
Barcellona: 1980-1981
Barcellona: 1978-1979

Individuale[modifica | modifica sorgente]

  • Capocannoniere del campionato austriaco: 4
1973-1974 (36 gol), 1976-1977 (32), 1977-1978 (41), 1982-1983 (23)
1978-1979 (29 gol)
1978 (41 gol)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (DE) Sport.Orf.at
  2. ^ (DE) Historisch.Apa.at
  3. ^ Abschied aus Linz
  4. ^ (DE) AustrianCharts.at

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 67266609