Isidro Lángara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isidro Lángara
Isidro Langara.jpg
Dati biografici
Nome Isidro Lángara Galarraga
Nazionalità Spagna Spagna
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1948 - giocatore
1955 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1930-1939 Real Oviedo Real Oviedo 220 (281)
1939-1943 San Lorenzo San Lorenzo 121 (110)
1943-1946 Real Club Espana Real Club España 68 (105)
1946-1948 Real Oviedo Real Oviedo 29 (23)
Nazionale
1932-1936 Spagna Spagna 12 (17)
Carriera da allenatore
1950-1951 Union Espanola Unión Española
1952-1954 Puebla Puebla
1955 San Lorenzo San Lorenzo
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Isidro Lángara Galarraga (Pasaia, 25 maggio 1912Andoain, 21 agosto 1992) è stato un calciatore e allenatore di calcio spagnolo, di ruolo attaccante. Capocannoniere di tre campionati differenti in altrettante nazioni, ha segnato quasi mille reti nel corso della sua carriera[1] (circa 928, secondo una stima del 1977).[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Centravanti di vaglia, fu tra i più abili e importanti attaccanti spagnoli degli anni 1930.[1] Estremamente prolifico, ha il primato personale di sette reti segnate in un solo incontro, contro l'Atlético Madrid,[1] e quello di giocatore che ha impiegato il minor numero di partite a segnare 100 gol nel campionato spagnolo, raggiungendo tale soglia dopo 82 gare.[3][4]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Cresciuto nei settori giovanili della sua regione, a diciotto anni entrò a far parte della rosa della prima squadra dell'Oviedo; di questa società si rivelerà uno dei massimi cannonieri,[1] vincendo per tre volte il trofeo Pichichi per il miglior marcatore del campionato nazionale e superando quota duecento reti. A causa della guerra civile spagnola, dato che era repubblicano, si trasferì, come altri calciatori baschi, in Argentina in seguito alla vittoria di Francisco Franco.[5] Al suo debutto a Buenos Aires con la maglia del San Lorenzo segnò quattro reti[1] e insieme al connazionale Ángel Zubieta diventò presto uno degli idoli dei tifosi,[6] aumentando la popolarità del club, i cui soci incrementarono da 15.000 a 35.000.[7] Si trasferì poi in Messico, dove raccolse ulteriori successi, tra cui le prime vittorie a livello nazionale (aveva difatti vinto solo campionati regionali con l'Oviedo) con la conquista di campionato e coppa nel biennio 1944-1945. Terminata la seconda guerra mondiale fece ritorno in patria, chiudendo la carriera nell'Oviedo.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Debuttò in Nazionale il 24 aprile 1932 contro la Jugoslavia a Oviedo; fu convocato per il campionato del mondo 1934, ove giocò due partite, contro Brasile e Italia. Nella prima di queste, valida per la fase a gironi, segnò una rete al ventinovesimo minuto del primo tempo, suggellando la vittoria per 3-1 della propria selezione, che già si era portata in vantaggio con due reti di Iraragorri.[8] L'incontro contro i padroni di casa si svolse il 31 maggio a Firenze; la partita terminò 1-1, e dovette essere rigiocata: nello "spareggio", Lángara non fu presente. La sua ultima partita internazionale si tenne a Berna il 3 maggio 1936 nella vittoria della sua selezione sulla Svizzera per 2-0. Con diciassette reti nelle dodici presenze da lui accumulate ha una media-gol di 1,42.[9]

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Ebbe una breve ma fruttuosa esperienza come allenatore: al suo debutto in panchina (in Cile) vinse il campionato, mentre il ritorno in Messico gli procurò un altro successo in Coppa dopo quello da giocatore; allenò poi per una stagione il San Lorenzo prima di terminare definitivamente la sua carriera calcistica.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]
Real Club España: 1944-1945
Real Club España: 1943-1944

Individuale[modifica | modifica sorgente]

1933-1934 (27 gol), 1934-1935 (26 gol), 1935-1936 (27 gol)
1940 (33 gol)
1943-1944 (27 gol), 1945-1946 (40 gol)

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]
Unión Española: 1951
Puebla: 1952-1953

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e (ES) LANGARA in El Mundo Deportivo, 7 febbraio 1963, p. 8. URL consultato il 5 ottobre 2010.
  2. ^ (ES) Lángara marcó 928 goles «más o menos» in El Mundo Deportivo, 12 gennaio 1977, p. 10. URL consultato il 5 ottobre 2010.
  3. ^ (ES) Santiago Siguero, Cristiano, el goleador más efectivo de la historia del Madrid, marca.com, 22 marzo 2012. URL consultato il 27 aprile 2012.
  4. ^ (EN) Madrid and Barca victorious, soccernet.espn.go.com, 24 marzo 2012. URL consultato il 27 aprile 2012.
  5. ^ (EN) Pierre Lanfranchi, Matthew Taylor, Moving with the ball: the migration of professional footballers, Berg Publishers, 2001, p. 87, ISBN 1859733077.
  6. ^ (ES) San Lorenzo vuelve a ser «grande» in El Mundo Deportivo, 8 novembre 1982, p. 34. URL consultato il 5 ottobre 2010.
  7. ^ (EN) Bill Murray, The world's game: a history of soccer, University of Illinois Press, 1998, p. 77, ISBN 0252067185.
  8. ^ (EN) Spain - Brazil, FIFA.com. URL consultato il 5 ottobre 2010.
  9. ^ (EN) More goals than caps, FIFA.com. URL consultato il 5 ottobre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]