Berna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Berna
comune
(DE) Bern (FR) Berne (ROM) Berna
Berna – Stemma
La città vecchia
La città vecchia
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Bern matt.svg Berna
Distretto Berna-Altipiano svizzero
Amministrazione
Sindaco Alexander Tschäppät (PSS) dal 2005
Territorio
Coordinate 46°57′08.66″N 7°26′22.5″E / 46.952406°N 7.439583°E46.952406; 7.439583 (Berna)Coordinate: 46°57′08.66″N 7°26′22.5″E / 46.952406°N 7.439583°E46.952406; 7.439583 (Berna)
Altitudine 542 m s.l.m.
Superficie 51,6 km²
Abitanti 133 656 (31.12.2011)
Densità 2 590,23 ab./km²
Frazioni Bethlehem bei Bern, Buch, Bümpliz, Eymatt, Felsenau, Gäbelbach, Matzenried, Neubrück, Niederbottigen, Oberbottigen, Riedbach, Riedern bei Bern, Tiefenau, Waldau
Comuni confinanti Bremgarten bei Bern, Frauenkappelen, Ittigen, Kirchlindach, Köniz, Mühleberg, Muri bei Bern, Neuenegg, Ostermundigen, Wohlen bei Bern, Zollikofen
Altre informazioni
Lingue tedesco
Cod. postale 3000 - 3030
Prefisso 031
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 0351
Targa BE
Nome abitanti berner (bernesi)
Patrono San Vincenzo di Lerino
Giorno festivo 24 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Berna
Berna – Mappa
Sito istituzionale

La città di Berna (in tedesco Bern, in francese Berne, in romancio Berna) è comunemente considerata capitale della Confederazione Elvetica. In realtà la Costituzione svizzera non individua esplicitamente una capitale federale, mentre l'articolo 58 della legge sull'organizzazione del governo e dell'amministrazione stabilisce semplicemente che Berna è la sede amministrativa del Consiglio federale, dei Dipartimenti e della Cancelleria dello Stato[1]. La città di Berna è anche il capoluogo del Canton Berna, il secondo per popolazione tra i 26 Cantoni svizzeri. Conta 133.656 abitanti ed è la quarta città più popolosa della Svizzera dopo Zurigo, Ginevra e Basilea. Il tasso di disoccupazione è tra i minori confrontandolo con l'Europa.

Origine del nome[modifica | modifica sorgente]

L'etimo del nome Berna è incerto. Secondo una leggenda locale, Berthold V di Zähringen, fondatore della città, scelse come nome quello del primo animale che incontrò a caccia, che si rivelò essere un orso (Bär). L'orso, d'altro canto, è l'animale araldico, del sigillo e dello stemma di Berna almeno dall'anno 1220. È stata a lungo considerata probabile l'ipotesi che la città prenda il nome dalla città italiana di Verona, che all'epoca era conosciuta come Berna nell'alto medioevo tedesco. Dopo il ritrovamento di una tavoletta di zinco nel 1980 che riportava un'iscrizione in lingua celtica, è ora più probabile supporre che la città prenda il nome da un preesistente toponimo, forse dal significato di "fenditura".

Storia[modifica | modifica sorgente]

Storia antica[modifica | modifica sorgente]

Veduta aerea di Berna

Non esiste alcuna prova archeologica che indica un insediamento sul sito del centro cittadino odierno prima del XII secolo. Nell'antichità, un villaggio celtico si trovava sull'Engehalbinsel, a nord di Berna, fortificato nel II secolo a.C., che si pensa essere uno dei dodici forti degli Elvezi menzionati da Giulio Cesare nel suo De Bello Gallico. Durante l'epoca romana, fu costruita una piccola cittadina gallo-romana sullo stesso sito del forte degli Elvezi.

Epoca medioevale[modifica | modifica sorgente]

Nel Medioevo, vi era un insediamento a Bümpliz, oggi un quartiere della città di Berna, circa 4 km dalla città medievale.

La città medievale fu fondata da Berthold V di Zähringen, che salì al potere in Alta Borgogna nel XII secolo. Secondo la storiografia del XIV secolo (Cronica de Berno, 1309), Berna fu fondata nel 1191 proprio da Berthold V sul fiume Aare.

Nel 1218, Berthold V morì senza designare un erede al trono; così, Berna fu dichiarata libera città imperiale dall'imperatore del Sacro Romano Impero Federico II di Svevia.

La Vecchia Confederazione Elvetica[modifica | modifica sorgente]

Nel 1353 Berna si unì alla giovane Confederazione Elvetica, diventando uno degli "Otto Cantoni" del periodo dal 1353 al 1481. Berna invase e conquistò nel 1415 Argovia e nel 1536 Vaud e altri territori più piccoli, diventando così la più grande città-stato a nord delle Alpi. Nel XVIII secolo il territorio di Berna comprese la maggior parte di quelli che oggi sono il Canton Berna e il Vaud.

Storia moderna[modifica | modifica sorgente]

La città moderna si sviluppò verso ovest, su di una penisola formata dal fiume Aare. Inizialmente, nel 1191 la Torre Zytglogge segnava il confine occidentale della città, cosa che terminò nel 1256, quando la Torre Käfigturm assunse questo ruolo fino al 1345, che fu poi superata dalla Torre Christoffelturm, situata vicina all'odierna stazione ferroviaria, fino al 1622. Durante il periodo della Guerra dei Trent'anni, due nuove fortificazioni, le cosiddette Groß e Klein Schanze, furono costruite per proteggere l'intera città.

Berna fu occupata dalle truppe francesi nel 1798 durante la Rivoluzione Francese, quando fu privata di parte dei suoi territori. Riprese il territorio perduto dell'Oberland bernese nel 1802 e nel Congresso di Vienna del 1814 acquisì il territorio del Giura bernese, ancora una volta, diventando il più grande cantone della confederazione, fino a quando nel 1979 avvenne la secessione del Canton Giura. Nel 1848 Berna fu dichiarata città federale e sede dell'Assemblea federale del nuovo Stato federale svizzero.

Molti congressi internazionali si svolsero a Berna, in particolare durante la prima guerra mondiale, quando la Svizzera era neutrale.

La popolazione della città passò da circa 5.000 nel XV secolo a circa 12.000 nel 1800 per poi passare ai 60.000 del 1900, superando la soglia delle 100.000 nel corso del 1920. La popolazione raggiunse il picco massimo nel corso del 1960, a 165.000, e da allora è diminuita leggermente, passando al di sotto di 130.000 nel 2000. Il 31 dicembre 2009, la popolazione residente a Berna era 130.289, di cui 101.627 erano cittadini svizzeri e 28.662 stranieri. Un'altra stima precisa che 350.000 persone vivono nell'agglomerato urbano nei dintorni della capitale elvetica.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Berna si trova su un altopiano nel Canton Berna, leggermente ad ovest rispetto al centro della Svizzera e a 20 km a nord delle Alpi bernesi. La campagna intorno a Berna fu modellata dai ghiacciai durante l'era glaciale più recente. I due monti più vicini alla città sono il Monte Gurten con una altezza di 958 metri e il Monte Bantiger con un'altezza di 947 metri.

Il fiume Aare.

La città fu costruita su una penisola collinare circondata dal fiume Aar, ma superò i confini naturali nel XIX secolo. Un certo numero di ponti furono costruiti per permettere alla città di espandersi oltre l'Aare.

Berna è costruita su un terreno molto irregolare. Ci sono alcune decine di metri di altezza di differenza tra i quartieri della città interna sull'Aare e quelli superiori.

Il centro storico di Berna.

Berna ha una superficie di 51,62 km2. Di questa zona, 9,79 km2, 19,0% della superficie, è utilizzata per scopi agricoli, mentre 17,33 km2, 33,6%, è composta di boschi. I restanti 23,25 km2, 45,0%, è occupato da edifici o da strade, 1,06 km2, 2,1%, da fiumi o laghi e 0,16 km2, lo 0,3%, da terra improduttiva.

Del centro abitato, il 3,6% è costituito da edifici industriali, il 21,7% da abitazioni e da altri edifici, e il 12,6% è dedicato alle infrastrutture e ai trasporti. Il 6,0% del centro abitato è costituito da parchi, aree verdi e campi sportivi.

Sovrastata dal panorama alpino, la capitale svizzera è anche un'attrattiva turistica. Vi si trovano sei chilometri di porticati, fontane figurative rinascimentali e la cattedrale. La vita notturna è animata da locali di vario genere, spesso situati all'interno di palazzi ottocenteschi o medioevali.

Distretti e quartieri[modifica | modifica sorgente]

I distretti di Berna.
I quartieri di Berna.

Berna è divisa in sei distretti (Stadtteile), suddivisi in molti quartieri (Quartiere).

Distretto Quartieri
I Distretto: Innere Stadt Centro storico Karte Berner Stadtteil I.png
II Distretto: Länggasse-Felsenau Engeried, Felsenau, Neufeld, Länggasse, Stadtbach, Muesmatt Karte Berner Stadtteil II.png
III Distretto: Mattenhof-Weissenbühl Holligen, Weissenstein, Mattenhof, Monbijou, Weissenbühl, Sandrain Karte Berner Stadtteil III.png
IV Distretto: Kirchenfeld-Schosshalde Kirchenfeld, Gryphenhübeli, Brunnadern, Murifeld, Schosshalde, Beundenfeld Karte Berner Stadtteil IV.png
V Distretto: Breitenrain-Lorraine Altenberg, Spitalacker, Breitfeld, Breitenrain, Lorraine Karte Berner Stadtteil V.png
VI Distretto: Bümpliz-Oberbottigen Bümpliz, Oberbottigen, Stöckacker, Bethlehem, Brünnen Karte Berner Stadtteil VI.png

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Delle case a Berna.

Berna ha una popolazione di 133'656 abitanti. Nel 2011, il 24,7% della popolazione era costituita da cittadini stranieri. La maggior parte della popolazione parla tedesco (81,2%), italiano (3,9%) e francese (3,6%).

Un palazzo moderno nella capitale svizzera.

Il 52,7% della popolazione è composto da donne, il 47,3% da uomini. L'età media è 41 anni e nove mesi. Nel 2000, i bambini e i ragazzi (0-19 anni) costituivano il 15,1% della popolazione, gli adulti (20-64 anni) il 65% e gli anziani (oltre i 64 anni) il 19,9%.

A Berna circa il 72,8% della popolazione (tra i 25 e i 64 anni) ha completato l'istruzione secondaria superiore o l'Università.

La città di Berna ha un tasso di disoccupazione del 2.9%. Nel 2005, in città erano presenti 104 aziende che lavoravano nel settore primario, 1.094 nel settore secondario e 7.638 nel settore terziario, con 131.659 persone che sono impiegate in questo settore.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Stazione tramviaria a Berna.

Il trasporto cittadino è gestito principalmente dalla società Bernmobil e consta di linee tranviarie e di autobus (di colore rosso). Il traffico in periferia è però anche parzialmente servito da linee di Autopostale e della RBS.

Una stazione ferroviaria della capitale.

La stazione ferroviaria principale è la seconda stazione più grande della Svizzera, dopo Zurigo ed è situata vicino alla città vecchia. È un importante nodo per il traffico internazionale e per la rete S-Bahn regionale. Da qui partono treni diretti alle principali città svizzere e per la Germania (ICE), Francia (TGV), Italia (Cisalpino) e Spagna (Talgo). Ha un particolare accesso sotterraneo, con numerosi negozi all'interno della galleria interrata; la stazione e l'esterno hanno subito un rinnovamento in occasione dell'Euro 2008 di Calcio tenutosi a Berna e in altre città della Svizzera e Austria

Stazione ferroviaria sotterranea.

La rete S-Bahn di Berna collega la città con la regione circostante, anche oltre i confini cantonali. La S-Bahn raggiunge Thun, l'Emmental, Bienne, Soletta, Neuchâtel, Friburgo, Schwarzenburg. È gestita dalle società BLS SA, per lo scartamento normale, e RBS, a scartamento ridotto e con il terminale nel piano sotterraneo della stazione di Berna.

Berna è servita specialmente per voli charter dall'Aeroporto di Berna-Belp, che si trova sul territorio di Belp, a sud della città.

Economia[modifica | modifica sorgente]

La regione di Berna è il principale centro economico del Canton Berna. La regione di Berna ospita importanti imprese, come Swisscom, T-Systems, Haag & Streit, ZLB Bioplasma, Berna Biotech, eBay, Frito-Lay, Peugeot (Suisse), Schneider Elektrik ecc. Essa dispone inoltre della più alta densità di aziende di consulenza economica, uffici legali e fiduciarie di tutta la Svizzera.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

A Berna hanno sede diversi istituti di formazione come l'Università di Berna e la clinica universitaria Inselspital.

La Scuola universitaria professionale di Berna, il World Trade Institute, la scuola internazionale e la scuola francese concorrono ad accrescere il fascino della regione.

Un contributo determinante alla vita culturale bernese è inoltre fornito dal Zentrum Paul Klee (inaugurato nel 2005 - progettato dall'arch. italiano Renzo Piano). Oltre ad essere un museo indirizzato a conservare ed esporre le opere del grande artista, il Zentrum Paul Klee è una istituzione che offre alla cittadinanza concerti, conferenze, dibattiti, convegni, e iniziative rivolte specificamente ai giovani.

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

Berna ospitò la finale del Campionato mondiale di calcio del 1954 tra Ungheria e Germania Ovest, che vide vincitrice del torneo la squadra della Germania Ovest, che batté gli ungheresi per 3-2.

La squadra di calcio Berner Sport Club Young Boys ha sede a Berna allo Stade de Suisse, che fu anche uno degli stadi che ospitarono il campionato europeo di calcio 2008.

Lo Stade de Suisse ospitò tre partite durante la UEFA 2008.

Hockey su ghiaccio[modifica | modifica sorgente]

Lo stadio di hockey su ghiaccio, la PostFinance-Arena.

Lo Schlittschuh Club Bern è la principale squadra di hockey su ghiaccio di Berna, con sede alla PostFinance-Arena.

La PostFinance-Arena ospitò il Campionato mondiale di hockey su ghiaccio del 2009.

Altri sport[modifica | modifica sorgente]

I Bern Cardinals sono la squadra cittadina di baseball e softball, Bern Grizzlies è il nome del club di football americano di Berna, mentre il Bern Rugby Club è la squadra locale di rugby.

Sc Bern è la locale squadra di hockey su ghiaccio, milita nel massimo campionato nazionale e nella Champions Hockey League.

A Berna sono state organizzate alcune gare di sci di fondo valide per la Coppa del Mondo 2005[2].

Berna e le Olimpiadi[modifica | modifica sorgente]

Berna si era candidata per ospitare i XXI Giochi olimpici invernali del 2010, ma ritirò la sua presentazione nel settembre 2002 dopo un referendum. Questi giochi furono poi assegnati alla città canadese di Vancouver.

Musei[modifica | modifica sorgente]

Monumenti[modifica | modifica sorgente]

Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Centro storico di Berna
(EN) Old City of Berne
Berna, Svizzera 3.JPG
Tipo Architettonico
Criterio C (iii)
Pericolo Nessuna indicazione
Riconosciuto dal 1983
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Berna rappresenta una delle più importanti testimonianze di architettura medievale in Europa. Il nucleo della città è stato dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.

Il più famoso monumento di Berna è la Zytglogge, la medievale torre dell'orologio, con le sue statuine animate. Un altro sito degno di nota è il Bundeshaus (la sede del parlamento e dell'amministrazione federale).

Molto importante è poi il Münster (la Cattedrale di Berna): la sua costruzione iniziò nel 1421 per terminare solo nel 1893, con il definitivo completamento della torre campanaria, la più alta in tutta la Confederazione Elvetica. L'interno dell'edificio, di impronta tardogotica, è caratterizzato dalla presenza di tre imponenti navate parallele: è assente la tradizionale navate trasversale.

Attrazioni turistiche[modifica | modifica sorgente]

Persone legate a Berna[modifica | modifica sorgente]

Nati a Berna[modifica | modifica sorgente]

Altri[modifica | modifica sorgente]

  • Albert Einstein (†1955): il famoso fisico tedesco si trasferì nel 1902 a Berna, alloggiando al n.49 della Kramgasse, ove aveva ottenuto un impiego all'ufficio brevetti della città e vi rimase per dieci anni. In quel periodo elaborò gran parte delle teorie che lo resero famoso: da quella sull'effetto fotoelettrico, che gli avrebbe valso il Premio Nobel per la fisica nel 1921, a quella di dottorato sul tema Nuova determinazione delle dimensioni molecolari, dalla teoria sul moto browniano, a quella sulla Relatività, "Ristretta" e "Generale", e molti altri lavori.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Capitale federale in Dizionario storico della Svizzera..
  2. ^ (DEENFR) Risultati delle gare sciistiche sul sito della FIS. URL consultato il 2 novembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

L'orso della Bärengraben
  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003, pp.: 127, 166, 167, 179, 199, 200, 393nota, 396, 470.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]