Softball

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Softball
Genere sport di squadra
Una palla da Softball

Il softball è uno sport di squadra, nel quale lo scopo del gioco è quello di segnare punti facendo in modo che i giocatori avanzino su un percorso composto da quattro basi. È un discendente diretto del baseball, sebbene con alcune differenze quali l'uso di palle più grandi e più pesanti (di circa un terzo rispetto al baseball), nonché il fatto che il lanciatore debba lanciare con un movimento tale per cui il rilascio della palla avvenga quando la mano si trova sotto l'altezza dell'anca col braccio (nel baseball la palla può essere rilasciata da qualsiasi posizione). Il lancio può essere a "mulinello" (windmill), vale a dire con un giro completo del braccio che ruota in un primo tempo verso l'alto per poi ruotare verso il basso, oppure a "fionda" o anche a "pendolo", metodi per i quali il movimento, sempre rispettando il rilascio della palla con la mano all'altezza dell'anca, non compie una rotazione verticale completa.

Differenze con il baseball[modifica | modifica wikitesto]

Una fase di una partita di softball "slowpitch" maschile

Come detto, il softball deriva direttamente dal baseball, ma ne differisce sotto diversi aspetti, i principali dei quali sono:

  • la palla viene sempre lanciata al battitore con un movimento tale che il rilascio della palla avvenga quando la mano si trova sotto l'altezza dell'anca e col braccio teso – mentre nel baseball la palla può essere rilasciata da qualsiasi posizione;
  • la palla è più grande e pesante di circa un terzo;.
  • la mazza è generalmente più leggera; attualmente vengono usate solo mazze in alluminio ed altre leghe metalliche o in materiali compositi (anche carbonio) in quanto il legno è stato completamente abbandonato nel corso degli anni 70;
  • il campo di gioco è più piccolo di circa un terzo e nel campo interno (pure detto "diamante") non è previsto il "mound" di lancio, il terrapieno rialzato caratteristico del baseball che spesso in italia è denominato, a seguito di traduzione errata, col termine di "monte" (infatti, "mount" = monte, mentre "mound" = terrapieno, rialzo, collinetta);
  • pur esistendo la rubata, i corridori devono rimanere a contatto delle rispettive basi fino al rilascio della palla dalla mano del lanciatore;
  • la durata del gioco è inferiore: generalmente 7 innings, mentre nel baseball di norma è di 9.

Il gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il softball viene praticato a livello amatoriale e agonistico da entrambi i sessi, ed è uno sport olimpico per le sole donne (per gli uomini si disputa il torneo di baseball). La Federazione Internazionale Softball tiene dei Campionati del mondo per diverse categorie. I campionati si disputano ogni quattro anni, ma in anni differenti per le varie categorie. Dopo i giochi olimpici di Pechino 2008, il softball è stato escluso, al pari del baseball, dall'Olimpiade di Londra 2012[1], pur rimanendo sport olimpico[senza fonte].

Fast pitch e Slow pitch[modifica | modifica wikitesto]

Esistono due varianti del gioco del softball:

  • il fast pitch (lancio veloce) è quello giocato a tutti i livelli, sia agonistico che amatoriale, ed è la disciplina riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale.
  • lo slow pitch (lancio lento) è giocato soltanto a livello amatoriale.

In questa ultima variante il lanciatore lancia la palla a parabola verso la casa base entro cui deve ricadere per essere dichiarata strike. Il lancio inoltre deve raggiungere nel punto più alto della curva l'altezza minima di 1,83 m e massima di 3,65 m altrimenti viene chiamata ball. Benché non sia comunque semplice colpire con la mazza la palla mentre ricade verso il piatto di casa base, le battute nello slow pitch sono molto più numerose che nel fast e quindi viene aggiunto un esterno ai 3 schierati normalmente. Le squadre nello slowpitch sono quindi di 10 giocatori. Entrambe le varianti, a livello amatoriale, sono giocate da squadre formate contemporaneamente da uomini e donne, con regole particolari di lega che impongono un numero minimo di donne sempre in campo (solitamente due).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita del softball risale al XIX secolo negli Stati Uniti, a Chicago, come alternativa indoor al baseball. Un gruppo di uomini era riunito nella palestra di un circolo velico per ascoltare i risultati dell'annuale sfida (1887) tra le università di Yale e Harvard; una volta resa ufficiale la vittoria di Yale e pagate le scommesse, uno di loro tirò un vecchio guantone da boxe contro un altro, che lo respinse con un bastone; così fu inventato il softball.

In Italia fa la sua prima comparsa nel 1945 con l'avvento dei militari americani, per cui si svolsero regolari campionati maschili con squadre coinvolgenti prevalentemente il Lazio, finché vi fu la diffusione e l'affermazione definitiva del baseball (che già a fine anni '40 era giocato indipendentemente in campionati del nord-centro Italia), mentre il softball continuò ad essere praticato da sole donne da fine anni '40 agli anni '50.

Softball in Italia[modifica | modifica wikitesto]

In Italia il softball femminile riprese l'attività a fine anni '60.

Più recentemente, nel 2010, hanno vinto il campionato di Serie A1 le ragazze del Sanotint Bollate, mentre la Coppa Italia è stata aggiudicata al Fiorini Forlì. La squadra del Fabi Macerata ha conquistato l'edizione 2005 della Coppa dei Campioni disputata tra i club europei vincitori dei rispettivi campionati nazionali.

Campione d'Italia 2006 è il Fiorini Forlì che ha battuto in finale il Des Caserta, squadra neo-promossa e sorpresa del campionato. La Coppa Italia è stata vinta dall'AGMA Legnano, altra squadra neopromossa nella massima serie. Doppio successo italiano anche nelle Coppe Europee: il FABI Macerata sì è confermato Campione d'Europa vincendo la Coppa dei Campioni, mentre il Fiorini Forlì si è aggiudicato la Coppa delle Coppe.

Nel corso del 2007 la nazionale italiana allenata da Marina Centrone si è confermata Campione d'Europa, mentre l'Olanda ha conquistato il diritto di partecipare ai Giochi olimpici di Pechino 2008. Il campionato è stato vinto dall'AMGA Legnano al suo primo titolo. L'AMGA Legnano ha vinto, sempre nel corso del 2007, anche la Coppa Italia e il torneo europeo della Coppa delle Coppe. La Coppa dei Campioni è stata vinta dal FIORINI Forlì, al suo terzo successo dopo i titoli del 1997 e del 2002.

Nel 2009 Il DES Caserta si aggiudica sia la Coppa Italia che lo scudetto.

Nel 2010 è ancora il DES Caserta ad aggiudicarsi lo scudetto ma non riesce nel double lasciando la Coppa Italia al Fiorini Forlì, inoltre arriva seconda nella Coppa dei Campioni mentre il Fiorini Forlì arriva secondo nella Coppa delle Coppe. Nel 2011 lo scudetto è vinto di nuovo dal DES Caserta. Nel 2012 "Quarto" scudetto consecutivo per la Des Caserta che festeggiando anche il double con la conquista della Coppa Italia. In stagione va aggiunto il secondo posto conseguito in Coppa Campioni.

Campionato italiano di softball maschile[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Campionato italiano di softball maschile.

In Italia il softball maschile prende forma dopo la regolamentazione del softball amatoriale da parte della FIBS, nel 2008 nonostante si giocasse in forma amatoriale da numerosi anni. Il primo campionato è stato vinto dalla Roma Softball, vi hanno partecipato sette squadre suddivise in due gironi. Nel 2011, visti i modesti risultati in termini di numero di squadre partecipanti, il Campionato Italiano di Softball Maschile è stato abolito e l'attività sia maschile sia mista continua nelle loro forme amatoriali che si sono prevalentemente sviluppate a partire dai primissimi anni '90.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

  • Fastpitch softball: variante praticata in regolari campionati femminili organizzati direttamente dalla FIBS (Federazione Italiana Baseball e Softball), nonché in regolari campionati amatoriali maschili e misti organizzati localmente (eventualmente sotto l'egida della stessa FIBS, anche tramite i propri Comitati regionali), mentre lo Slowpitch softball è praticato nell'ambito di singole partite o di tornei organizzati localmente in modo più indipendente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Emanuela Audisio, Fuori il baseball da Londra 2012 ma rugby e golf non ce la fanno in la Repubblica, 9 luglio 2005, p. 55. URL consultato il 1º agosto 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

baseball Portale Baseball: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di baseball