Indoor lacrosse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg
Una partita della National Lacrosse League

L'indoor lacrosse (o box lacrosse) è una variante del gioco del lacrosse praticata diffusamente soprattutto in Nord America e Repubblica Ceca. Si gioca d'estate in palazzetti per l'hockey su ghiaccio, dopo aver rimosso il ghiaccio. Questo sport è stato inventato negli anni trenta.

La diffusione di questo gioco è minore del lacrosse tradizionale, ma è lo sport nazionale in Canada dal 1994.

Al contrario dell'outdoor lacrosse, il box lacrosse non si pratica all'aperto, ma nei campi da hockey, più piccoli, su superfici sintetiche o di cemento. Ogni squadra ha sei giocatori, tra cui un portiere, e un numero variabile di sostituti in panchina (tra i 16 e i 24). Come nell'hockey, il portiere può essere sostituito da un giocatore di movimento, cosa che può accadere tipicamente alla fine di una partita in situazioni di recupero.

La porta è più piccola (1,2 m × 1,4 m) e la squadra in attacco ha un tempo limitato (30 secondi) per andare al tiro. Una partita è fatta da tre periodi di venti minuti ciascuno e prevede i tempi supplementari in caso di parità.

Negli Stati Uniti d'America e Canada, lo sport è regolato dalla National Lacrosse League, che adopera piccole variazioni di regolamento, soprattutto relative ai materiali e al tempo di gioco.

I primi campionati mondiali di indoor lacrosse si sono tenuti nel 2003. A parteciparvi furono le squadre nazionali di Australia, Canada, Repubblica Ceca, Irochesi, Scozia e Stati Uniti d'America e sono stati vinti dal Canada.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]