Slamball

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Slamball
Corey vs Ivan in 2008.jpg
Corey Beezhold schiaccia su Ivan Latimore
Federazione MSAA (Multinational SlamBall Athletic Association)
Inventato 2002 a Los Angeles
Numero di società 6
Componenti di una squadra 8
Contatto
Indoor/outdoor Indoor/Outdoor
Campo di gioco Rettangolare 29 x 17 metri
Olimpico No
Detentore titolo mondiale Mob (2012)

Lo slamball è uno sport di squadra ispirato alla pallacanestro inventato da Mason Gordon.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Mason Gordon lavorava per il produttore di TV e cinema Mike Tollin quando gli venne l'idea di un nuovo sport basato su dei trampolini. Erano gli inizi degli anni 2000.

Nel 2001, insieme ad altri 5 giocatori, ideò e perfezionò il campo. Nel 2002 riuscì a creare un campionato a 6 squadre (8 nel 2003) e farlo trasmettere in TV da TNN TV. Ma la TV aveva intenzione di trasformare questo sport in qualcosa di simile al wrestling americano (in particolare la WWE), con dei personaggi, degli scenari, delle storie e dei combattimenti prestabiliti. Mason Gordon (peraltro giocatore nei Diablos) e la federazione erano contrari, quindi preferirono far scadere il contratto con TNN, che però era stato firmato per diversi anni.

Nel 2004, nonostante il progetto SlamBall fosse stato abbandonato, il produttore italiano Adrea Fabbri si incontrò con Mason Gordon e Mike Tollin e li convinse a riproporre lo slamball prima in Europa, poi negli altri paesi. Nel 2007 Andrea Fabbri riuscì a far trasmettere su GXT e Italia1 i due campionati di slamball.

Vedendo questi risultati Gordon e Tollin capirono che lo slamball aveva un grande potenziale e nel 2008,insieme alla IMG, lo riproposero in un nuovo campionato a 6 squadre (alcune delle quali nuove).

Nel 2009 e nel 2010 il campionato non è stato giocato.

Regolamento[modifica | modifica sorgente]

Ricostruzione digitale di un campo di gioco

La particolarità di questo sport è che è giocato su un campo simile a quello del basket, ma con l'aggiunta di quattro tappeti elastici (detti isole) posti sotto ogni canestro; I giocatori, saltando sui tappeti elastici, hanno la possibilità di effettuare schiacciate (del valore di tre punti). È possibile fare punti anche tirando da fuori area (il canestro vale tre punti se fatto negli ultimi 2 minuti della partita, due punti se fatto nel resto dell'incontro) o mandando la palla a canestro nell'area dei tappeti senza effettuare una schiacciata (due punti).

Non è possibile restare nella zona nella quale sono presenti i tappeti elastici per più di tre secondi. La partita è composta da quattro tempi di sei minuti ciascuno, con cambio di campo a metà partita; i giocatori in attacco hanno a disposizione 15 secondi per segnare.

Un'ulteriore differenza tra lo slamball e la pallacanestro si riscontra nel caso in cui un giocatore subisca/commetta un fallo; in questo caso nello slamball non si ricorre ai classici tiri liberi ma al cosiddetto face off: il giocatore che ha subito fallo prende palla a centrocampo e guadagna la possibilità di andare a canestro, ostacolato sul tappeto sotto canestro da colui che ha commesso il fallo.

Il concetto di fallo nello slamball è molto diverso da quello della pallacanestro infatti questo sport trova, in alcune situazioni, molte somiglianze con l'hokey ed il football americano: ad esempio, nel momento in cui un giocatore inizia il palleggio può essere fermato in qualsiasi modo anche con contatti molto duri tipici degli sport citati in precedenza.

Il fallo viene sanzionato solo in caso di contatto prima del palleggio o nel momento in cui un giocatore sta saltando per entrare in uno dei trampolini; qualunque sia l'entità di un fallo viene sempre sanzionato con il face-off, a differenza di quanto succede nella pallacanestro dove il tiro libero viene assegnato solo nel caso in cui il giocatore che subisce il fallo sta tirando; negli altri casi viene assegnata la rimessa laterale che nello slamball è completamente assente poiché a delimitare il campo è una barriera trasparente in plexiglas simile a quella dell'hockey su ghiaccio.

Ruoli[modifica | modifica sorgente]

Nello slamball i ruoli sono ben definiti. In campo scendono 4 giocatori, con questi ruoli:

  • 1 Stopper (sta sotto canestro, è il difensore)
  • 2 Gunner (gli attaccanti)
  • 1 Handler (il regista)

Squadre[modifica | modifica sorgente]

Nome squadra Colori Anno di introduzione Giocatori Coach
Rumble Verde-bianco 2002 Jelani Janisse, Whitney White, Dion Mays, David Redmond, John Williams, Arthur Agee, Ivan Latimore, Tommie Davis Ken Carter
Mob Nero-rosso 2002 Sean Jackson, Chris Robbins, LaMonica Garrett, Kevin Cossidy, Noah Ballou, Trevor Anderson, Patric Paul, Rodney Patrick Brendan Kirsch
Diablos Blu-bianco 2002 Mason Gordon, Ray Ross, David Jackson, Anthony White, Ramone Floyd, Robert Grogan, Quinton Nowling, Jim Jackson Joe Bryant
Bouncers Arancione-nero 2002 Rick Maiden, Dion Bailey, James Lee, Rob Wilson, Jenero Hemphill, Chris Young, Bobby Huntley, Rodney Bond, Jeff Kreiling Hernando Planells
Riders Grigio-nero 2003 Calvin Patterson, Joe Cocca, James Willis, George Byrd, Eian Daniels, Marcus Reid, Bryce Arledge, Anthony Ademiluyi Xavier McDaniel
Slashers Marrone-azzurro 2002 Josh Carlson, Tarron Wiliams, Scott Campbell, Adam Hooker, Corey Beezhold, Keith Mowbray, Dan Knuckey, Sheggy Obebe Kavin Stapleton
Steal Giallo-nero 2002 Michael Goldman, Samuel Jones, Stan Fletcher, Albert Jones, Elton Mashack, Kendrick Tolliver, Juwan Smith, Anthony Meyers Brian Taylor
Bandits Bianco-viola 2003 Gerrie Herring, J.D. Green, Craig Johnson, Matrice Moore, James Turner, Carlos Ardines, Jesse Bell, Craig Skistmas Mark Berokoff

Albo d'oro[modifica | modifica sorgente]

Albo d'oro del campionato statunitense:

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

I giocatori che hanno partecipato a tutti i tornei sono: Josh Carlson, Stan Fletcher, LaMonica Garrett, Mason Gordon, Sean Jackson, Jelani Janisse, Calvin Patterson, Chris Young, Anthony White, Whitney White e James Willis. Un solo giocatore ha cambiato squadra in ogni campionato ed è Calvin Patterson (Diablos, Riders, Diablos, Hombres)[2].

Trasmissioni televisive[modifica | modifica sorgente]

In Italia sono state trasmesse solo le prime due stagioni di slamball, per la prima volta sulla piattaforma satellitare Sky Italia sul canale 146 denominato GXT nella fascia prime-time. Dal 16 luglio 2007 le stesse due stagioni (con alcune partite inedite) sono state trasmesse anche sulla tv analogica terrestre sul canale Italia 1, commentate da Giacomo Valenti e da Dan Peterson.

Il campionato 2008 viene trasmesso in da Dahlia TV, servizio a pagamento del digitale terrestre in Italia. Le partite sono visibili sulla community italiana di slamball, slamball Arena.

Negli USA i campionati di slamball sono stati trasmessi da Spike TV/TNN, Versus, CSTV, CBS e Cartoon Network. In Spagna da Cuatro, in Asia da AXN, in Cina da CCTV, in Portogallo da Sic Radical, in Russia da 7Tv, in Romania da Sport.ro, in Australia da Fuel TV e One HD, e in Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania e Olanda da Sport 1 Tv.[3][4][5].

Nel luglio 2011 lo SlamBall doveva fare il suo ritorno in TV in Italia sulla neonata Italia 2. Questo fu annunciato in anteprima dalla community SlamBall Arena[6] e fu poi confermato da alcuni spot televisivi che alludevano ad un inserimento dello SlamBall nella "serata adrenalina" (che già presenta il wrestling della WWE), ma non è mai stata annunciata una data.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La sesta serie del telefilm americano One Tree Hill ha contribuito alla diffusione di questo sport, Nathan Scott viene infatti convocato per fare parte di una squadra di slamball.
  • L'attore LaMonica Garrett ha giocato a slamball per quattro campionati, tutti nei MOB. È uno dei migliori giocatori di sempre e nell'ultimo campionato (2008) è arrivato secondo dietro Stan Fletcher nella classifica marcatori[7].
  • Nel film Ritorno al futuro II (1989), viene detto che lo slamball è uno degli sport preferiti di Douglas J Needles in una scena ambientata nel 2015. Questo avviene in una chiamata per videotelefono tra lui e Marty McFly. Inoltre si parla dello slamball anche sulla prima pagina di un numero del USA Today del 2015.

Note[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pallacanestro Portale Pallacanestro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallacanestro