Wiffleball

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wiffleball
KWLwiffle.JPG
Un momento di una partita di Wiffleball.
Inventato 1953, Fairfield
Componenti di una squadra 5
Indoor/outdoor Indoor e outdoor
Olimpico no

Il wiffleball è uno sport, simile al baseball, che si pratica su campi all'aperto o al coperto.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Questo gioco fu ideato dallo statunitense David N. Mullany a Fairfield nel Connecticut nel 1953;[1] è stato ideato principalmente per poter giocare a baseball anche d'inverno, senza dover spendere troppo in palle di cuoio, molto costose e facilmente rovinabili con l'acqua.

Regole[modifica | modifica sorgente]

Si gioca in un campo ridotto con palline di plastica bucate e mazze anch'esse di plastica. L'area di strike non è né a discrezione dell'arbitro né definita dal battitore ma è sempre fissa e corrisponde ad un pannello posto dietro al battitore. Se la palla colpisce il pannello è strike, altrimenti no. Le regole generali rimangono sostanzialmente uguali al baseball (strike, inning, out) anche se subiscono alcune modifiche. Per l'eliminazione di un corridore dopo la battuta basta bloccare la palla e non serve lanciarla su un sacchetto. Un corridore già sulle basi invece si può eliminare colpendolo con la pallina quando non è su un sacchetto. Nel wiffleball le squadre sono da 5 persone, solo tre però vanno in difesa: il lanciatore e due difensori.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Big Wiffer. URL consultato il 24 dicembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport