Università di Yale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Yale" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Yale (disambigua).
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Università di Yale
Yale University
Yale University Shield 1.svg
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Città New Haven
Nome latino Universitas Yalensis
Soprannome Bulldogs
Motto אורים ותמים (ebraico)
Lux et veritas (latino)
Fondazione 1701
Tipo Università privata
Studenti 11 593
Dipendenti 3 619 (2009)
Colori      Blu Yale
Affiliazioni Ivy League, Association of American Universities, International Alliance of Research Universities
Sport NCAA Division I, Ivy League
Sito web www.yale.edu/
 

L'Università di Yale (Yale University) è un'università privata di New Haven, Connecticut.

Fondata nel 1701 con il nome Collegiate School, poi rinominata Yale College per onorare una ingente donazione da parte di Elihu Yale, un governatore della compagnia delle Indie Orientali, nel 1861 la Graduate School of Arts and Science fu la prima scuola degli Stati Uniti a conferire il titolo di Philosophiae Doctor, il terzo livello di laurea, che equivale al dottorato. Degna di nota anche la Yale School of Drama, la facoltà di teatro, che ha formato numerosi attori e commediografi di Broadway e Hollywood, così come le facoltà d'arte, teologia, ecologia, musica, medicina, management e architettura, spesso citate come tra le più importanti del settore.

È una delle università più elitarie del mondo (con Oxford, Princeton e Harvard) e sono moltissime le personalità illustri statunitensi ad essersi laureate qui, come tante sono quelle registrate nell'albo della società segreta Skull & Bones, che ha sede a Yale, fatto che ha posto questa confraternita ad un livello qualitativo superiore rispetto a quelle presenti nelle altre università americane.

Il presidente Richard Levin ha indicato così le priorità istituzionali dell'università per il suo quarto secolo di esistenza:

« In primo luogo, tra le migliori università della nazione, Yale è tenuta all'eccellenza nell'istruzione dei laureandi. In secondo luogo, nelle nostre scuole professionali e post-laurea, come nello Yale College, siamo tenuti alla formazione di futuri leader.[1] »

I soprannomi Elis (da Elihu Yale) e Yalies sono spesso usati, sia all'interno che all'esterno dell'università, per riferirsi agli studenti di Yale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Edificio originale, 1718-1782

La nascita di Yale comincia con un "atto di libertà per erigere una scuola universitaria", passato dalla corte generale della colonia del Connecticut, datato 9 ottobre 1701. Poco dopo, un gruppo di dieci ministri calvinisti guidati da James Pierpont, tutti ex-studenti di Harvard (dato che Harvard era l'unica università dell'America settentrionale all'epoca in cui erano in età scolastica), si incontrarono nello studio del reverendo Samuel Russell a Branford, nel Connecticut, per mettere insieme i loro libri e formare la prima biblioteca della scuola. Il gruppo divenne noto con il nome di The Founders.

Chiamata originariamente Collegiate School, l'istituzione diede l'avvio ai corsi nella residenza del suo primo rettore, Abraham Pierson, a Clinton, nella contea di Middlesex. Successivamente si spostò a Saybrook, e poi a Wethersfield. Nel 1718 il college si trasferì a New Haven, dove si trova ancora oggi.

Nel frattempo, a Harvard si stava formando una disputa tra il suo sesto presidente Increase Mather (laureatosi lì nel 1656) e il resto del clero harvardiano, che Mather vedeva come troppo liberale e lassista. Il rapporto peggiorò quando Mather si licenziò e l'amministrazione rifiutò ripetutamente suo figlio Cotton Mather (laureatosi nel 1678) per l'incarico di presidente dell'università. La faida fece in modo che i Mather appoggiassero la riuscita della Collegiate School, nella speranza che essa mantenesse l'ortodossia religiosa puritana come Harvard non aveva fatto.

Nel 1718, su ordine sia del rettore Samuel Andrew sia del governatore Gurdon Saltonstall, Cotton Mather contattò un ricco uomo d'affari gallese chiamato Elihu Yale per chiedergli aiuti finanziari per la costruzione di un nuovo edificio per il college. Yale, che aveva racimolato una fortuna con i commerci in India mentre era rappresentante della Compagnia Inglese delle Indie Orientali, donò merce per un valore di 560 sterline, una cifra considerevole all'epoca. Yale inoltre donò 417 libri e un ritratto del re Giorgio I. Mather propose di cambiare il nome della scuola in Yale College in segno di gratitudine e nella speranza che Elihu Yale facesse un'altra sostanziosa donazione all'università. Yale era in India mentre la notizia del cambio di nome arrivò in Galles, e morì in viaggio. Purtroppo, il mercante aveva lasciato tutti i suoi beni alla Collegiate School della colonia del Connecticut, così l'università, con il nome ormai cambiato, non ne poté usufruire.

Alcuni illustri studenti di teologia e religione, particolarmente nel New England, consideravano la lingua ebraica una lingua classica al pari del greco e del latino, ed essenziale per lo studio dell'Antico Testamento in lingua originale. Il reverendo Ezra Stiles, presidente del college dal 1778 al 1795, portò con sé l'interesse per l'ebraico, presentandolo come un modo per imparare i testi biblici antichi e rendendolo obbligatorio per tutti gli studenti (al contrario di Harvard, che invece prevedeva lo studio obbligatorio solo per gli studi più avanzati). Stiles fu il responsabile del motto dell'università, Urim v'Tumim, inciso sulla bandiera ufficiale. Una sfida difficile arrivò nel 1779, quando forze inglesi ostili occuparono New Haven e tentarono di razziare il college. Fortunatamente, il laureato Edmund Fanning, segretario del comando generale inglese, intervenne e Yale fu salvata. A Fanning fu conferita anche una laurea honoris causa per i suoi sforzi.

Lo Yale College si espanse gradualmente, fondando prima la Yale School of Medicine (1810), la Yale Divinity School (1822), la Yale Law School (1843), la Yale Graduate School of Arts and Sciences (1847), la Sheffield Scientific School (1861) e poi la Yale School of Fine Arts. La Yale Divinity School fu fondata da calvinisti che ritenevano che la Divinity School di Harvard fosse diventata troppo liberale, similmente al modo in cui il dissidio di alcuni studenti dell'Università di Oxford la abbandonarono per fondare l'Università di Cambridge. Nel 1887, mentre continuava ad ingrandirsi sotto la presidenza di Timothy Dwight V, lo Yale College fu rinominato Yale University. In seguito nacquero anche la Yale School of Music (1894), la Yale School of Forestry and Environmental Studies (1901), la Yale School of Public Health (1915), la Yale School of Nursing (1923), la Yale School of Drama (1955), lo Yale Physician Associate Program (1973) e la Yale School of Management (1976).

Nel 1966 Yale cominciò a trattare un accordo con il vicino college femminile, il Vassar College, per decidere se i due college potessero unirsi e avere un insegnamento misto. Il Vassar declinò l'offerta e alla fine i due college decisero di rimanere separati, introducendo indipendentemente l'istruzione mista nel 1969. Amy Solomon fu la prima donna a iscriversi ai corsi di laurea di Yale e fu anche la prima donna ad unirsi ad una società segreta, la St. Anthony Hall (in realtà le donne studiavano a Yale già dal 1876, ma erano ammesse soltanto nei corsi post-laurea della Graduate School of Arts and Sciences).

Yale, come altre università dell'Ivy League, all'inizio del XX secolo promosse delle politiche di ammissione per aumentare la proporzione di studenti bianchi, cristiani e provenienti da famiglie agiate, e fu una delle ultime università a rimuoverle, cominciando con i laureandi del 1970.

La President and Fellows of Yale College, nota anche come Yale Corporation, è la sezione amministrativa che governa l'università.

Patrimonio[modifica | modifica wikitesto]

I beni dell'università includono 22,5 miliardi di dollari di dotazione[2] e più di una dozzina di biblioteche che racchiudono una collezione di 12,5 milioni di volumi (il secondo sistema di biblioteche universitarie più grande).[3] Yale dà lavoro a più di 3300 persone che insegnano a 5300 laureandi e a 6000 studenti che stanno seguendo corsi post-laurea.[4] Yale è organizzata come una società senza scopo di lucro.[5]

Offerta formativa[modifica | modifica wikitesto]

Yale è la terza istituzione di istruzione superiore più antica degli Stati Uniti e un membro della Ivy League. Una delle più prestigiose università al mondo, di Yale sono particolarmente conosciute il college, lo Yale College e la facoltà di giurisprudenza, la Yale Law School, ognuna delle quali ha formato diversi presidenti degli Stati Uniti e capi di stato di tutto il mondo.

I 70 corsi di specializzazione post-laurea di Yale sono principalmente indirizzati alle arti liberali, mentre alcuni dipartimenti per laureandi sono pre-professionali. Circa il 20% dei laureandi di Yale si specializza in scienze matematiche, fisiche e naturali, il 35% in scienze sociali, il 45% in arte o in materie umanistiche.[6] Tutti i professori di ruolo insegnano anche nei corsi per laureandi, i quali sono più di 2000 ogni anno.

Residenze studentesche[modifica | modifica wikitesto]

Yale usa un sistema residenziale per gli studenti basato sui college, sulla base dell'Università di Oxford e di Cambridge. Ciascuno dei dodici college residenziali ospita una parte del corpo studentesco e presenta strutture, seminari e personale d'assistenza.

Il programma di studi per i post-laureandi si divide nella Graduate School of Arts and Science - che ospita 53 discipline riguardanti le materie umanistiche, scienze sociali, biologia, scienze fisiche e ingegneria - e nelle Professional Schools di architettura, arte, teologia, teatro, ecologia, giurisprudenza, management, medicina, musica, infermieristica e salute.

Yale e la politica nell'era moderna[modifica | modifica wikitesto]

Il Boston Globe scrisse che "se c'è una scuola che può proclamare di educare i migliori leader della nazione dei tre decenni passati, quella scuola è Yale". Ex-studenti di Yale si sono candidati alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti ininterrottamente dal 1972 al 2004. I presidenti degli Stati Uniti laureati a Yale dalla fine della guerra del Vietnam sono Gerald Ford, George H. W. Bush, Bill Clinton e George W. Bush; altri importanti concorrenti alla carica presidenziale negli anni recenti sono stati John Kerry, Joseph Lieberman, Hillary Clinton, Howard Dean e Gary Hart.

Parecchi hanno tentato di spiegare la presenza politica di Yale nelle elezioni nazionali dalla fine della guerra del Vietnam a oggi. Alcune fonti notano lo spirito di attivismo sorto nel campus negli anni sessanta e l'influenza intellettuale del reverendo William Coffin su molti dei futuri candidati. Il presidente Levin attribuisce questo fenomeno alla capacità di Yale di creare un "laboratorio per futuri leader", una priorità dell'istituzione dalla presidenza di Alfred Griswold (1951-1963) e di Kingman Brewster (1963-1977). Altri hanno affermato che la causa è "la rete di amicizie e affiliazioni che si crea all'università".

Durante la campagna presidenziale del 1988, il presidente George H. W. Bush (laureato a Yale nel 1948) accusò l'avversario Michael Dukakis di avere "politiche estere nate nella boutique del cortile di Harvard". Recentemente Yale è diventata anche un centro per lo studio di strategie militari, storia militare, storia politica, leadership e altre discipline ritenute utili per il futuro di un capo di stato. Ogni anno i professori Charles Hill, Paul Kennedy e John Lewis Gaddis tengono un seminario della durata di un anno in strategie militari a un gruppo molto selettivo di laureandi e post-laureandi con lo scopo di prepararli alla politica, agli affari e alla vita pubblica. I seminaristi vengono incoraggiati a confrontare le proprie opinioni e quelle degli ospiti. Organizzazioni di studenti di strategie militari sono già sorte a Washington (distretto di Columbia) e a New York City.

L'ex Primo Ministro britannico Tony Blair sarà professore di un seminario sulla fede e sulla globalizzazione alla Divinity School e alla School of Management per tre anni, cominciando nell'anno accademico 2008/2009.

Ammissioni[modifica | modifica wikitesto]

Per la classe del 2012, Yale ha ammesso 1.892 studenti sui 22.813 che avevano fatto domanda regolarmente, raggiungendo la percentuale di ammissione più bassa tra le università degli Stati Uniti (8,3%). Per la classe del 2011 ha ammesso il 9,6%. Per la classe del 2010 il tasso di ammissione era di 8,6%: il più basso della già elitaria Ivy League.

La Sterling Memorial Library di Yale

Yale offre aiuti finanziari agli studenti bisognosi, compresi gli studenti internazionali. L'università si preoccupa di valutare il bisogno del singolo individuo, e di offrire aiuti di conseguenza. Più del 40% degli studenti di Yale riceve aiuto finanziario, il quale solitamente riguarda l'istruzione che non deve essere pagata all'università. La borsa di studio media per l'anno accademico 2006/2007 era di 26.900 dollari.

Metà dei laureandi di Yale sono donne, più del 30% sono minoranze e l'8% provengono da un paese straniero. Inoltre, il 55% degli studenti ha frequentato scuole pubbliche, mentre il 45% scuole private, religiose o internazionali.

Le collezioni[modifica | modifica wikitesto]

La Yale University Library, che contiene più di 12 milioni di volumi, è la seconda biblioteca universitaria più grande degli Stati Uniti. La biblioteca principale, chiamata Sterling Memorial Library, contiene circa 4 milioni di volumi, mentre altri libri sono suddivisi in biblioteche tematiche.

La collezione comprende anche libri molto rari, racchiusi nelle Beinecke Rare Book Library. La Cushing/Whitney Medical Library include libri di medicina storici, oltre che ad una grande collezione di volumi rari e a strumenti medici usati anticamente. La Lewis Walpole Library contiene la più grande collezione di produzione letteraria inglese del XVIII secolo. L'Elizabethan Club, teoricamente un'azienda a parte, mette a disposizione degli studenti di Yale i suoi manoscritti dell'età elisabettiana.

Anche i musei dell'università sono di statura internazionale. La Yale University Art Gallery è il primo museo artistico universitario del Paese. Ospita più di 180.000 opere, inclusi antichi capolavori e importanti collezioni di arte moderna, nelle sedi di Swartout e Kahn. Quest'ultimo, il primo lavoro di scala nazionale di Louis Kahn (1953), è stato ristrutturato e riaperto nel dicembre 2006. Lo Yale Center for British Art, la più grande collezione di arte inglese al di fuori del Regno Unito, è ospitato in un altro edificio disegnato da Kahn.

Il Peabody Museum of Natural History è il museo più conosciuto di New Haven, frequentato spesso dai bambini delle elementari e contenente una vasta banca di materiale antropologico, archeologico e ambientale. Lo Yale University Museum of Musical Instruments, affiliato con la facoltà di musica, è forse il meno conosciuto dei musei di Yale a causa dei suoi ristretti orari di apertura al pubblico.

L'architettura dell'università[modifica | modifica wikitesto]

La Harnkess Tower

Yale è famosa per i suoi armoniosi ma maestosi college in stile gotico, ma anche per alcuni edifici realizzati nel rispetto di tutte le regole dei movimenti più moderni: la Art Gallery di Kahn e il Center for British Arts, così come gli Ingalls Rink, Ezra Stiles College e Morse College di Eero Saarinen. Rimarchevole anche l'edificio che ospita la scuola d'architettura progettato da Paul Rudolph e ad oggi considerato uno dei capolavori assoluti della corrente brutalista. Yale ha anche una notevole quantità di ville del XIX secolo.

Molti edifici di Yale furono costruiti in stile neogotico tra il 1917 e il 1931. Le sculture di pietra realizzate sui muri degli edifici ritraggono scene di vita del campus, come uno scrittore, un atleta, un uomo che beve il tè, uno studente che si è addormentato sui libri. Similmente, i fregi decorativi mostrano un poliziotto che arresta una prostituta (sui muri della facoltà di giurisprudenza) o uno studente che si rilassa con birra e sigarette. L'architetto, James Gamble Rogers, invecchiò questi edifici di proposito annaffiandoli con dell'acido, rompendo i vetri per poi ripararli in stile medievale e creando nicchie per statue che poi lasciò vuote per dare la sensazione che col tempo siano state perse o rubate. In effetti, anche se l'architettura ricorda molto quella medievale, con blocchi unici di pietra, la maggior parte degli edifici ha rinforzi in acciaio come era consuetudine negli anni trenta. Un'eccezione è la Harkness Tower, una torre di 66 metri che fu poi rinforzata nel 1964 per trasformarla in un campanile. Le intricate sculture della torre, le cui fondamenta si trovano nel cortile interno del Brandford College, rappresentano l'unione di tutte le discipline, teoriche ed applicative.

Altri esempi di architettura neogotica sono gli edifici realizzati dagli architetti Henry Austin, Charles C. Haight e Russell Sturgis. Parecchi di questi sono associati alla famiglia Vanderbilt, come il Vanderbilt Hall, il Phelps Hall, il St. Anthony Hall, due laboratori, i dormitori della Sheffield Scientific School e alcuni elementi del Silliman College, il più grande tra i college residenziali.

Paradossalmente, il Connecticut Hall, che è l'edificio più antico del campus (costruito nel 1750), è in pieno stile settecentesco e sembra molto più moderno degli altri. Altri edifici costruiti in questo stile sono il Timothy Dwight College, il Pierson College e il Davenport College.

La Beinecke Rare Book and Manuscript Library, progettata da Gordon Bunshaft della Skidmore, Owings and Merrill, è uno degli edifici riservati esclusivamente alla conservazione di libri antichi più grandi del mondo. Si trova al centro dell'università, in un quadriportico aerato chiamato Hewitt Quadrangole, ma che ora è chiamato da tutti Beinecke Plaza a causa della biblioteca. Gli edifici progettati da Eero Saarinen, anch'egli ex-studente di Yale, sono stati poi rimodellati ispirandosi alla cittadina di San Gimignano, per conferire al campus un aspetto antico e medievale.

Edifici non residenziali del campus[modifica | modifica wikitesto]

Il Connecticut Hall, l'edificio più antico del campus
  • Sterling Memorial Library
  • Harkness Tower
  • Woolsey Hall
  • "Phelps Hall"
  • Beinecke Rare Book Library
  • Yale University Art Gallery
  • Yale Center for British Art
  • Payne Whitney Gymnasium
  • Ingalls Rink
  • Battell Chapel
  • Yale Art & Architecture Building
  • Osborne Memorial Laboratories
  • Sterling Hall of Medicine
  • Kline Biology Tower
  • Peabody Museum of Natural History

Le sedi delle numerose società segrete di Yale (spesso chiamate "tombe") furono costruite per essere estremamente private ma al contempo abbastanza vistose da suscitare la curiosità di chi le vedesse. Sono sorti così edifici dalle architetture dimenticate da lungo tempo.

La "tomba" della società segreta Skull and Bones
  • Berzelius, realizzata da Don Barber: un austero cubo con decorazioni classiche costruito nel 1908 o nel 1910.
  • Book and Snake, in ordine ionico costruita nel 1901.
  • Elihu, di un architetto sconosciuto ma realizzata in stile coloniale, costruito nel XVIII secolo.
  • Mace and Chain, una villa in tardo stile coloniale costruita nel 1823.
  • Manuscript Society, in stile moderno.
  • Scroll and Key, di Richard Morris Hunt in uno stile ispirato all'arte islamica.
  • Skull and Bones, in uno stile misto tra l'egiziano e l'ordine dorico, costruito tra il 1856 e il 1911.
  • St. Anthony Hall, neogotico, circa 1913.
  • Wolf's Head, un edificio rustico di Bertram Goodhue, eretta negli anni venti.

La vita al campus[modifica | modifica wikitesto]

I college[modifica | modifica wikitesto]

Yale ha un sistema di dodici college residenziali istituiti nel 1933 con garanzia del laureato di Yale Edward S. Harkness (da cui il nome della Harkness Tower), che ammirava il sistema di college dell'Università di Oxford e dell'Università di Cambridge. Ogni college ha una struttura di supporto ben organizzata, con un rettore, un responsabile, personale affiliato e membri dell'amministrazione residenti. Ogni college inoltre ha un'architettura distinta, un cortile e organizzazioni che vanno da biblioteche a campi da squash a camere oscure. Ogni college di Yale offre i suoi seminari, eventi sociali con ospiti da tutto il mondo, e gli studenti di Yale possono contemporaneamente seguire i corsi universitari veri e propri, che sono aperti a tutti i college del campus. Anche se tutte le matricole hanno diritto all'assegnazione ad un college, solo due sono i college che accolgono i nuovissimi studenti.

I college portano il nome di personaggi o luoghi importanti per l'università; il nome è deliberatamente non assegnato al benefattore che ha permesso la sua costruzione. I college di Yale sono:

  1. Berkeley College, dal reverendo George Berkeley, uno dei primi benefattori dell'università.
  2. Branford College, da Branford, Connecticut, una delle sedi dove Yale fu istituita per breve tempo.
  3. Calhoun College, da John Calhoun, vicepresidente degli Stati Uniti.
  4. Davenport College, dal reverendo John Davenport, fondatore di New Haven.
  5. Ezra Stiles College, dal reverendo Ezra Stiles, uno dei presidenti di Yale.
  6. Jonathan Edwards College, dal teologo, studente di Yale e co-fondatore della Princeton University Jonathan Edwards (teologo).
  7. Morse College, da Samuel F. B. Morse, inventore del codice Morse.
  8. Pierson College, dal nome del primo rettore, Abraham Pierson.
  9. Saybrook College, da Old Saybrook, Connecticut un'altra delle sedi iniziali di Yale.
  10. Silliman College, dallo scienziato Benjamin Silliman, professore a Yale.
  11. Timothy Dwight College, dal nome di due presidenti di Yale, Timothy Dwight IV e V.
  12. Trumbull College, da Jonathan Trumbull, governatore del Connecticut.

Nel 1998 Yale ha iniziato un'enorme campagna di ristrutturazione dei vecchi edifici, che in decadi di esistenza erano stati solo rinnovati con il riscaldamento e altre comodità tecnologiche. Molti college sono ora completati e, tra gli altri miglioramenti, sono state aggiunte strutture come ristoranti, sale giochi, teatri, palestre e sale di prova per la musica.

Il 7 giugno 2008, il presidente Levin ha annunciato di aver dato il via alla costruzione di due nuovi college, che dovrebbero aprire nel 2013. Questi edifici addizionali, che verranno costruiti nella zona nord del campus, serviranno ad aumentare la capacità dell'università e a diminuire l'affollamento degli attuali college.

Lo sport[modifica | modifica wikitesto]

Walter Camp, padre del football americano

Yale supporta 35 diverse attività sportive che competono nella Ivy League Conference, la Eastern Colleges Athletic Conference e la New England Intercollegiate Sailing Association. Inoltre, Yale è un membro del campionato di pallacanestro NCAA Division I. Come altri membri della Ivy League, Yale non offre borse di studio per lo sport; tuttavia grande impulso per la modernizzazione del football americano fu dato dal giocatore e allenatore Walter Camp di Yale, che grazie all'introduzione dei concetti di snap con le mani, della linea di scrimmage e dei tre tentativi per guadagnare almeno 5 yard, trasformò un misto di rugby e calcio in un nuovo sport. Gli Yale Bulldogs sono il secondo college degli Stati Uniti per numero di campionati nazionali vinti (26), dietro a Princeton, tuttavia l'ultimo risale al 1926.

Yale ha numerose istituzioni sportive, come lo Yale Bowl (il primo stadio "a ciotola" del Paese, che fu un prototipo per il Los Angeles Memorial Coliseum e il Rose Bowl), situato allo Walter Camp Athletic Complex, e il Payne Whitney Gymnasium, il secondo complesso sportivo coperto più grande al mondo.

Il 21 ottobre 2000 è stata costruita la quarta rimessa per barche in 157 anni di canottaggio a Yale. La Richard Gilder Boathouse prende il nome dalla campionessa olimpica Virginia Gilder e dal padre che ha donato 4 dei 7,5 milioni di dollari necessari per il processo. La Harvard-Yale Regatta è una competizione di canottaggio molto prestigiosa. Il team di Yale è la più antica squadra sportiva universitaria d'America, e tutt'oggi il suo equipaggio è internazionalmente competitivo.

Lo Yale Corinthian Yacht Club, fondato nel 1881, è il più antico team di vela universitario del mondo. Lo yacht club, situato vicino a Branford, Connecticut è la patria dello Yale Sailing Team, che ha formato parecchi navigatori di livello olimpionico.

Le mascotte[modifica | modifica wikitesto]

La mascotte del college è il cosiddetto Handsome Dan, un enorme bulldog simbolo dell'università, e la canzone di guerra composta da Cole Porter mentre era uno studente a Yale. Il ritornello della canzone recita: Bulldog, bulldog, bow wow wow. Il colore ufficiale della scuola è una tonalità di blu inventata dall'università stessa e per questo chiamata blu Yale.

Gli atleti di Yale sono supportati dalla Yale Precision Marching Band. La banda prende parte a tutti gli incontri di football in casa e a molti in trasferta, e anche alcune partite di hockey su ghiaccio e di pallacanestro durante l'inverno.

Lo sport è da sempre un'attività apprezzata dagli studenti di Yale. Competono per i rispettivi college, cosa che causa una amichevole rivalità. L'anno è diviso in sessione autunnale, invernale e primaverile, ognuna delle quali include circa dieci sport diversi. Metà degli sport sono a sesso misto. Alla fine dell'anno, il college che ha totalizzato più punti (non tutti gli sport contano ugualmente) vince la Tyng Cup.

Organizzazioni studentesche[modifica | modifica wikitesto]

Yale ospita un gran numero di organizzazioni studentesche, come le svariate associazioni di studenti culturalmente o religiosamente uniti, 10 club politici, più di 20 gruppi musicali ufficiali e 8 compagnie teatrali.

La Yale Political Union è il più antico club politico studentesco degli Stati Uniti, e ha accolto anche personaggi come John Kerry e George Pataki. L'università ospita anche una serie di giornali, quotidiani e magazine studenteschi. Lo Yale Daily News fu pubblicato per la prima volta nel 1878 ed è il quotidiano universitario più antico d'America. La Dwight Hall, un'organizzazione non-profit indipendente, offre a più di 2000 studenti di Yale la possibilità di aiutare in beneficenza e servizi sociali in più di 60 iniziative di New Haven. La Yale Dramatic Association e la Bulldog Productions si occupano rispettivamente di teatro e di cinema.

Il campus include anche parecchie confraternite studentesche, 18 gruppi a cappella (uno dei quali ha avuto tra i ranghi anche il compositore Cole Porter), i quali sono generalmente solo maschili e aperti solo agli studenti dell'ultimo anno.

Yale è anche conosciuta per il gran numero di importanti società segrete, coma la famosa Skull and Bones, la Scroll and Key, la Wolf's Head, la Book and Snake, Elihu e la Berzelius. Alcune di queste società hanno ospitato anche diversi presidenti degli Stati Uniti. Le loro sedi sono disseminate nel campus, ma l'ingresso è solitamente consentito solo ai membri. L'Elizabethan Club ha anch'esso un numero limitato di associati, ma consente ai visitatori di unirsi a loro per il tè.

Posizioni nei confronti degli LGBT[modifica | modifica wikitesto]

Gli studenti di Yale provengono da un panorama multietnico, internazionale e socio-economicamente differenziato. Yale è inoltre un college aperto anche alla comunità gay. La sua attiva comunità LGBT ha avuto la sua prima grande pubblicità negli anni ottanta, quando Yale ottenne il soprannome di Gay Ivy, soprattutto a causa di un articolo apparso nel 1987 sul Wall Street Journal, scritto da Julie Iovine, ex-studente e moglie di un professore del college. Nello stesso anno, l'Università ha ospitato una conferenza su studi gay e lesbici e ha stabilito il Lesbian and Gay Studies Center. Sebbene la comunità gay fosse molto attivista negli anni Ottanta e novanta, gli eventi degli LGBT sono oggi parte integrante della scena sociale del campus. Ad esempio, l'LGBT Co-op Dance è un ballo annuale che attira studenti sia omosessuali che eterosessuali.

Ex-studenti e professori celebri[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lista di studenti dell'Università di Yale.

Yale ha sfornato personaggi chiave in ogni epoca dei due secoli scorsi, tra cui numerosi vincitori di Premi Nobel, Premi Pulizter, inventori, affaristi, se non che 5 presidenti degli Stati Uniti, alcuni capi di stato del mondo, più di 100 tra senatori e governatori, diplomatici e giudici della Corte Suprema degli Stati Uniti, musicisti, attori e atleti di fama internazionale.

Dal 1989 al 2008 gli Stati Uniti hanno avuto un presidente laureato a Yale: George H. W. Bush, Bill Clinton (che frequentò la School of Law insieme alla moglie Hillary) e George W. Bush.

Rettori e presidenti di Yale[modifica | modifica wikitesto]

Rettore Nascita Morte Mandato
1 Rev. Abraham Pierson 1641 1707 1701-1707
2 Rev. Samuel Andrew 1656 1738 1707-1719
3 Rev. Timothy Cutler 1684 1765 1719-1726
4 Rev. Elisha Williams 1694 1755 1726-1739
5 Rev. Thomas Clap 1703 1767 1740-1745
Timothy Dwight IV, 4º presidente di Yale
Presidente Nascita Morte Mandato
1 Rev. Thomas Clap 1703 1767 1745-1766
2 Rev. Naphtali Daggett 1727 1780 1766-1777
3 Rev. Ezra Stiles 1727 1795 1778-1795
4 Timothy Dwight IV 1752 1817 1795-1817
5 Jeremiah Day 1773 1867 1817-1846
6 Theodore D. Woolsey 1801 1899 1846-1871
7 Noah Porter III 1811 1892 1871-1886
8 Timothy Dwight V 1828 1916 1886-1899
9 Arthur T. Hadley 1856 1930 1899-1921
10 James R. Angell 1869 1949 1921-1937
11 Charles Seymour 1885 1963 1937-1951
12 Alfred W. Griswold 1906 1963 1951-1963
13 Kingman Brewster Jr. 1919 1988 1963-1977
14 Hanna H. Gray 1930 - 1977-1977
15 A. Bartlett Giamatti 1938 1989 1977-1986
16 Benno C. Schmidt Jr. 1942 - 1986-1992
17 Howard R. Lamar 1923 - 1992-1993
18 Richard C. Levin 1947 - 1993-in carica

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Yale Alumni Magazine: "Preparing for Yale's 4th Century"
  2. ^ Yale Endowment 2007
  3. ^ Yale and the World
  4. ^ About Yale: Facts
  5. ^ Yale University
  6. ^ Yale: Fall Enrollment

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]