The Boston Globe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Boston Globe
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Lingua inglese
Periodicità quotidiano
Genere stampa nazionale
Formato Broadsheet
Fondazione 1872
Sede Boston
Editore The New York Times Company
Diffusione cartacea 379.288 (2006)
Direttore Doug Most
ISSN 0743-1791
Sito web http://www.boston.com/news/globe/
 
La sede del Boston Globe

Il Boston Globe è un quotidiano statunitense edito a Boston.

Si tratta del quotidiano più diffuso della città e della regione del New England, con una tiratura media giornaliera (marzo 2006) di 379.288 copie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Globe fu fondato nel 1872 da sei uomini d'affari di Boston guidati da Eben Jordan che assieme agli altri investì 150.000 dollari. La prima pubblicazione avvenne il 4 marzo 1872 e il giornale poteva essere acquistato al prezzo di quattro centesimi. Originariamente era un giornale del mattino, quando comincio la pubblicazione Sunday nel 1877. Nel 1878 il Globe cominciò con un'edizione pomeridiana chiamata "The Boston Evening Globe" che terminò nel 1979.

Il Globe è stato una azienda privata fino al 1973 quando divenne pubblica sotto il nome di Affiliater Publications. Continuò ad essere amministrato dai discendenti di Charles H. Taylor, che era stato assunto per guidare il giornale nel 1873.

Nel 1993 Affiliated Publications si fuse con The New York Times Company, editore del New York Times. Attualmente il Globe è posseduto interamente da questa compagnia. Le famiglie Jordan e Taylor ricevettero un grande numero di azioni del Times Company, ma l'ultimo membro della famiglia Taylor lasciò la dirigenza nel 2000-2001.

Nel 1998, la giornalista Patricia Smith fu costretta alle dimissioni dopo la scoperta che aveva falsificato notizie in numerosi articoli. Sono state sollevate obiezioni sul diverso criterio adottato nel giudicare un episodio analogo accaduto al Globe che ha riguardato Mike Barnicle, che è bianco a differenze di Smith che è Afro-Americana: Barnicle, infatti, è stato accusato della medesima condotta senza per questo essere punito. In agosto dello stesso anno, si scoprì che Barnicle aveva scritto un articolo prelevando materiale dal libro di George Carlin "Brain Droppings". Per questa accusa venne sospeso e i suoi vecchi articoli furono esaminati. Nel riesame i redattori del Globe scoprirono che Barnicle aveva falsificato una storia su due malati di cancro così fu costretto a rassegnare le dimissioni.

I reporter del Globe hanno avuto un ruolo fondamentale nel mettere in luce lo scandalo degli abusi sessuali compiuti da membri della chiesa cattolica nel periodo fra il 2001 e il 2003, specialmente per quanto riguarda le chiese del Massachusetts. Furono premiati con il Premio Pulitzer per il loro lavoro, uno dei numerosi premi che il giornale ha ricevuto per il suo straoridinario giornalismo investigativo.

Il Globe è anche ricordato per aver permesso a Peter Gammons di iniziare la sua sezione Notes sul baseball, che è diventata un classico della stampa americana. Gammons divenne membro della Hall of fame degli scrittori di Baseball.

Ad oggi il Globe ospita 28 blog riguardanti i più disparati argomenti come lo sport di Boston, la politica locale ed altri blog fatti di post degli opinionisti del giornale.

Magazine[modifica | modifica wikitesto]

Quasi ogni settimana viene distribuito con il Sunday, il Globe Magazine, diretto da Doug Most. Dal 6 agosto 2006 il magazine ha una nuova impaginazione. Questi cambiamenti consistono nello spostatamento della sezione Inspirations nella sezione Boston Uncommon. Sono state inoltre aggiunte le sezioni Q/A e Pierced.

Il 23 ottobre 2006, il Boston Globe ha annunciato la pubblicazione di Design New England: The Magazine of Splendid Homes and Gardens. Il giornale in carta patinata viene pubblicato 6 volte l'anno.

Collaboratori[modifica | modifica wikitesto]

  • Robin Abrahams scrive Miss Conduct
  • Doug Most, Direttore
  • Charlie Pierce è uno staff writer
  • Neil Swidey è uno staff writer
  • Tina Sutton scrive The Clothes We Wear

Rubriche[modifica | modifica wikitesto]

Editor's Notes: Appunti scritti da Doug Most che sono relative ad una della features in that week's magazine.

Letters: Corrispondenza con i lettori

Q/A: Una mini intervista con una personalità locale

The Big Deal: Il profilo di una recente transazione

Pierced: Una rubrica di Charlie Pierce

Tails From the City: Storie di generosità a Boston e dintorni

The Clothes We Wear: Rubrica sulla moda

Miss Conduct: Una rubrica che tratta prevalentemente delle buone maniere e galateo

The Globe Puzzle: Un cruciverba

Coupling: Saggio sulla chimica sociale. Di solito riguardante la vita amorosa di qualcuno

Premi Pulitzer[modifica | modifica wikitesto]

2005 - Explanatory Reporting, Gareth Cook

2003 - Public Service, Boston Globe Spotlight Team

2001 - Distinguished Criticism, Gail Caldwell

1997 - Distinguished Commentary, Eileen McNamara

1996 - Distinguished Criticism, Robert Campbell

1995 - Distinguished Beat Reporting, David M Shribman

1985 - Feature Photography, Stan Grossfeld

1984 - Spot News Photography, Stan Grossfeld

1984 - Local Reporting, The Boston Globe

1983 - National Reporting, the Boston Globe Magazine

1980 - Distinguished Commentary, Ellen Goodman

1980 - Distinguished Criticism, William Henry III

1980 - Special Local Reporting, The Boston Globe Spotlight Team

1977 - Editorial Cartooning, Paul Szep

1975 - Meritorious Public Service, The Boston Globe

1974 - Editorial Cartooning, Paul Szep

1972 - Local Reporting, The Boston Globe Spotlight Team

1966 - Meritorious Public Service

Firme[modifica | modifica wikitesto]

Presente[modifica | modifica wikitesto]

Passato[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]