John Kerry

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Kerry
John Kerry official Secretary of State portrait.jpg

68° Segretario di Stato degli Stati Uniti
In carica
Inizio mandato 1º febbraio 2013
Predecessore Hillary Clinton
Successore in carica

Senatore, Massachusetts
Durata mandato 3 gennaio 1985 - 1º febbraio 2013
Predecessore Paul Tsongas
Successore Mo Cowan

Presidente della
Commissione Esteri del Senato degli Stati Uniti d'America
Durata mandato 6 gennaio 2009 –
1º febbraio 2013
Predecessore Joe Biden
Successore Bob Menendez

Presidente della
Commissione Piccole e Medie Imprese del Senato degli Stati Uniti d'America
Durata mandato 3 gennaio 2001 –
20 gennaio 2001
Predecessore Kit Bond
Successore Kit Bond

Durata mandato 6 giugno 2001 –
3 gennaio 2003
Predecessore Kit Bond
Successore Olympia Snowe

Durata mandato 4 gennaio 2007 –
3 gennaio 2008
Predecessore Olympia Snowe
Successore Mary Landrieu

66° Vice governatore del Massachusetts
Durata mandato 6 marzo 1983 –
2 gennaio 1985
Predecessore Thomas P. O'Neill III
Successore Evelyn Murphy

Dati generali
Partito politico Democratico
Tendenza politica Liberal
Firma Firma di John Kerry

John Forbes Kerry (Aurora, 11 dicembre 1943) è un politico statunitense, attuale Segretario di Stato degli Stati Uniti. È stato il candidato per il Partito Democratico alle presidenziali del novembre 2004.

Avvocato, Kerry aggiudicandosi nelle primarie antecedenti al super martedì del marzo 2004 ben ventisette sfide su trenta (sconfitto solo in Vermont, Carolina del Sud ed Oklahoma, delegati a favore 1.557), ha sbaragliato - nonostante la mina vagante di una presunta scappatella amorosa giovanile - il campo da ogni avversario, cosa che gli ha permesso di contendere a George W. Bush la carica di presidente. Le elezioni presidenziali del novembre 2004 si concludono però con la sua sconfitta e la rielezione di Bush, dal momento che Kerry non riesce a vincere negli stati chiave dell'Iowa, della Florida e dell'Ohio aggiudicandosi così 252 voti elettorali contro i 286 del candidato repubblicano.

Si è molto speculato su una candidatura di Kerry in vista delle elezioni presidenziali del 2008, ma il senatore ha preferito non partecipare attivamente alle primarie democratiche, in cui ha appoggiato il collega dell'Illinois Barack Obama.

Kerry è stato il 66 Vicegovernatore del Massachusetts dal 1983 al 1985 con il democratico Michael Dukakis, candidato democratico alle presidenziali del 1988, ed è senatore degli Stati Uniti dal 1985. La sua candidatura è sostenuta anche finanziariamente dall'alta borghesia degli stati del nord-est. Nella sua agenda politica figurano la riduzione della dipendenza dalle fonti di energia non rinnovabili, l'espansione della copertura sanitaria pubblica e privata e l'istituzione di un servizio militare obbligatorio e di uno volontario che prevede quattro anni di istruzione gratuita per chi abbia svolto almeno due anni di servizio militare. Fra i diversi punti della sua campagna elettorale figura il sostegno ai matrimoni civili per le coppie omosessuali.

Da Senatore ricopre il ruolo di Presidente della Commissione Piccole e Medie Imprese del Senato degli Stati Uniti d'America per ben tre volte. Nel gennaio 2009 subentra a Joe Biden appena nominato Vicepresidente degli Stati Uniti d'America, come Presidente della prestigiosa Commissione Esteri del Senato federale, incarico mantenuto fino alla nomina a Segretario di Stato nel Obama bis.

Alto 1,94 m (non a caso è stato soprannominato lanky yankee, lo "spilungone del New England"), lingua francese e tedesca parlata in modo fluente, appassionato di surfing, Kerry - che per i familiari e gli amici è solo Johnny - è considerato uno degli uomini politici più ricchi degli Stati Uniti. Pur firmando la risoluzione del Senato USA che avallava nel 2003 l'invasione dell'Iraq, si è sempre dichiarato contrario a tale intervento preferendo ad esso l'opzione di invio di truppe ONU.

Nel 2003 gli era stato diagnosticato e curato un cancro alla prostata.

Il 21 dicembre 2012 il presidente Barack Obama ha annunciato la sua nomina a Segretario di Stato, carica nella quale è succeduto a Hillary Clinton[1].

Le origini borghesi e gli anni europei[modifica | modifica wikitesto]

Kerry è il secondo figlio di Richard John Kerry, diplomatico del Dipartimento di Stato già collaudatore dell'aeronautica durante la seconda guerra mondiale, e Rosemary Forbes Kerry, crocerossina durante la seconda guerra mondiale e appartenente all'influente famiglia Forbes.

Si è laureato in scienze politiche alla Yale University nel 1966. Il nonno paterno nacque in Boemia e dopo emigrò con la famiglia negli Stati Uniti nel 1905. Morì suicida in un hotel di Boston.

Un banchiere di fama internazionale era invece il nonno materno, nato a Shanghai (Cina, dove la famiglia Forbes, originaria di Boston, aveva fondato un commercio di oppio). Attraverso la nonna materna, inoltre, Kerry vanta antenati illustri nella classe dirigente dello stato del Massachusetts ed una lontana parentela anche con il presidente Franklin Delano Roosevelt nonché con gli stessi Bush padre e Bush figlio.

Appassionato di musica, ha suonato il basso in un piccolo complesso al tempo della scuola, amante del calcio, dell'Hockey e della bicicletta (durante la sua gioventù compì una traversata in bici in molti stati europei), Kerry a causa degli spostamenti del padre diplomatico, ha studiato in diverse scuole, anche europee, conducendo suo malgrado una vita un po' nomade (fatto questo sul quale egli recriminerà spesso in futuro). Dopo i primi corsi alla scuola svizzera di Berlino, ha studiato - prima di approdare a Yale - a West Newton (Massachusetts) e alla St. Paul's School di Concord (New Hampshire), dove si è diplomato nel 1962. È stato allora che ha sviluppato il suo interesse per la politica.

JFK come JFK[modifica | modifica wikitesto]

Fervente ammiratore e amico di John Fitzgerald Kennedy (con cui ha condiviso, oltre che la passione politica, le iniziali JFK e la passione per la vela), Kerry tenne il suo primo discorso politico nel novembre del 1960, proprio a sostegno dell'elezione di Kennedy a presidente degli Stati Uniti. Impegnato nelle successive campagne per il Partito Democratico, si è spesso mostrato critico per l'intervento americano in Vietnam.

Sul delta del Mekong[modifica | modifica wikitesto]

Questo non gli ha impedito però di arruolarsi volontario nell'ottobre del 1966 nella Marina degli Stati Uniti; dopo un anno di addestramento fu mandato come ufficiale ad operare in Vietnam, specificamente nel Golfo del Tonchino e sul delta del Mekong, dove si distinse in numerose azioni. Rimasto ferito più volte, è stato pluridecorato con la Bronze Star, la Silver Star e un Purple Heart.

Dopo aver lasciato il sud-est asiatico nel 1969, Kerry si congedò definitivamente nel 1972, aderendo però alla "Riserva navale" fino al 1978, per un totale di dieci anni di servizio militare.

L'impegno antimilitarista[modifica | modifica wikitesto]

Il suo impegno contro ogni tipo di conflitto si è sviluppato a partire dagli anni immediatamente successivi al congedo, fino a portare alla sua adesione ad organizzazioni anti-militariste, tra cui quella dei "Veterani del Vietnam contro la guerra", di cui è stato portavoce a fianco di personalità come l'attrice Jane Fonda.

Kerry fu nell'aprile del 1971 tra gli organizzatori della manifestazione pacifista e di protesta davanti alla sede del Congresso, a Washington, indetta poco dopo l'invasione del Laos ed alla quale parteciparono migliaia di veterani del Vietnam. In quello stesso periodo, parlando di lui con i suoi collaboratori, il presidente Nixon ironizzò definendolo il falco che, tornato dal Vietnam, diviene colomba (in vista di nuove prospettive politiche).

Il futuro senatore del Massachusetts fu anche chiamato a testimoniare assieme ad altri centocinquanta reduci davanti ad una commissione di inchiesta senatoriale incaricata di esaminare crimini di guerra compiuti nel sud-est asiatico durante la guerra.

L'appartenenza alla Skull and Bones e il rapporto con George W. Bush[modifica | modifica wikitesto]

John Kerry

Kerry è all'interno della lista dei facenti parte ad una delle più note e discusse società segrete degli Stati Uniti, la Skull and Bones.

In un'intervista Tim Russert chiese a Kerry cosa potesse rivelare riguardo ai Skull and Bones, egli rispose: "In realtà non molto, poiché è un segreto… Mi dispiace, mi piacerebbe che se ne potesse parlare apertamente…" e in seguito cambiò discorso.

L'appartenenza sia di George W. Bush che di Kerry ai Skull and Bones ha creato non poche perplessità sia nel mondo politico americano che l'opinione pubblica mondiale, visto che i due erano diretti avversari per la carica di presidente. Tali perplessità sono state enfatizzate dalla scoperta di presunti brogli elettorali riguardanti l'annullamento del diritto di voto ad elettori di colore in Florida e Ohio e rapporti su macchinette per il voto che contavano anche al contrario.[2]

Diversi malumori riguardanti il presunto favoreggiamento di Bush da parte di Kerry sono sorti dopo la mancata richiesta di impeachment di Bush per aver mentito sulla detenzioni di armi di distruzione di massa da parte di Saddam Hussein circa le questioni della guerra in Iraq, data la posizione antimilitarista di Kerry. Sconcertante la reazione nei confronti di uno studente universitario che, poste alcune domande su tali argomenti durante una conferenza, viene allontanato da poliziotti in divisa e, alle sue proteste, sedato sul posto mediante Taser senza preavviso o motivazione evidente.[3].

Legami di parentela[modifica | modifica wikitesto]

Bruce e Kristine Harrison, fondatori del Waikiloa-base Forest Family Project, sostengono di avere trovato un legame di parentela fra Bush e Kerry[4]. Secondo questi studi, la scelta alle elezioni presidenziali sarebbe stata fra due candidati cugini.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Di fede cattolica, Kerry si è sposato nel 1970 con Julia Thorne Stimson, da cui ha avuto due figlie: Alexandra (nata il 5 settembre 1973) e Vanessa Bradford (nata il 31 dicembre 1976). La coppia ha divorziato nel 1988. In seguito Kerry si è sposato dal 1995 con Teresa Heinz, madre di tre figli avuti dal membro del Senato degli Stati Uniti d'America Henry John Heinz III.

Decorazioni[modifica | modifica wikitesto]

Silver star - nastrino per uniforme ordinaria Silver star
Bronze star - nastrino per uniforme ordinaria Bronze star
Purple heart - nastrino per uniforme ordinaria Purple heart

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ John Kerry nuovo segretario di stato
  2. ^ Sono stati stimati 5 milioni di voti soppressi. Fonti: "Armed Madhouse" di Greg Palast
  3. ^ Video. <a href="https://www.youtube.com/watch?v=qRo57UV_-uA" style="font-size: 1em; line-height: 1.5em;">https://www.youtube.com/watch?v=qRo57UV_-uA</a>
  4. ^ Family Forest - News & Reviews

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Predecessore Segretario di Stato degli Stati Uniti d'America Successore
Hillary Clinton dal 2013 in carica


Controllo di autorità VIAF: 85415860 LCCN: no90005472