Walter Mondale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Walter Frederick Mondale

Walter Frederick Mondale noto come "Fritz" Mondale (Ceylon, 5 gennaio 1928) è un politico e diplomatico statunitense, membro del Partito Democratico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Fu vicepresidente durante il governo di Jimmy Carter dal 1977 al 1981 ed è stato il candidato democratico alle presidenziali del 1984, in cui venne sconfitto dal repubblicano Ronald Reagan. Combattente della guerra di Corea, prima di occuparsi di politica era avvocato: fu il senatore Hubert H. Humphrey a dargli l'appoggio per intraprendere la carriera politica.

Nel 1960, diventa Ministro della Giustizia del Minnesota e poi, nel 1964, senatore quando Humphrey lascia il suo seggio per diventare vicepresidente nazionale. È rieletto nel ruolo di governatore al termine delle elezioni amministrative del 1966 e del 1972. Il 2 novembre 1976, Walter Mondale diventa vicepresidente degli Stati Uniti durante il mandato di Jimmy Carter: tra i momenti salienti della sua vicepresidenza, l'organizzazione e l'apertura delle Olimpiadi invernali di Lake Placid.

Mondale con Mark Brandt Dayton nel 1982

Nelle elezioni presidenziali del 1980 la coppia Carter-Mondale si ripropone chiedendo un nuovo mandato agli elettori, ma raccoglierà solo il 41% dei consensi. Nel 1984 "Fritz" Mondale prende le redini del partito sfidando Ronald Reagan alle elezioni presidenziali dello stesso anno.

Viene però sconfitto (racimolando appena il 40,6% dei voti) nonostante la scelta coraggiosa di scendere in campo indicando proprio vice una donna, Geraldine Ferraro. Nel 1993 Bill Clinton lo nomina ambasciatore in Giappone, carica che manterrà fino al 1997. Nel 2002, dopo la morte del senatore del Minnesota Paul Wellstone, Mondale si candida come senatore del collegio del proprio Stato ma viene sconfitto dal rappresentante dei repubblicani Norm Coleman per 2.254.639 voti.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Compare nella serie I Simpson nella puntata "Un Clown va a Washington" come custode del Parlamento, dove da bravo conoscitore degli intrallazzi di governo, aiuterà Krusty "a far approvare una legge in 3 ore".

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


Predecessore Vicepresidente degli Stati Uniti Successore
Nelson Rockefeller 1977-1981 George H. W. Bush

Controllo di autorità VIAF: 112207634 LCCN: n79077424