Krusty il Clown

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
« Ehi ehi ehi!!! »
(tipico saluto di Krusty nel suo show.)
Herschel Shmoikel Pinchas Yerucham Krustofski
Krusty il Clown
Krusty il Clown
Universo I Simpson
Lingua orig. Inglese
Autore Matt Groening
Voce orig. Dan Castellaneta
Voce italiana Fabrizio Mazzotta
Sesso Maschio
Parenti

Herschel Shmoikel Pinchas Yerucham Krustofski[1] (in ebraico הרשל שמויכל פינחס ירוחם קרוסטופסקי, in yiddish ערשעל שמאָיכל פינחאס יעראָחאם קרוסטאָפסקי), meglio noto come Krusty, è un personaggio secondario della serie I Simpson, e in particolare, l'idolo di Bart Simpson. In originale è doppiato da Dan Castellaneta, mentre in italiano da Fabrizio Mazzotta.

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Krusty ha il viso perennemente truccato di bianco (in realtà esso è un trucco solo nelle primissime puntate, nelle puntate a venire diventerà il colore naturale della sua faccia causato dall'abuso di alcool e fumo e dai conseguenti interventi al cuore[2]). Ha degli ispidi capelli tinti di verde ed indossa spesso una maglietta viola, un cravattino blu, dei pantaloni verde chiaro e delle scarpe da pagliaccio rosse, ben più grandi dei suoi piedi. La sua età non viene mai resa nota, però pare che abbia più di 60 anni perché faceva il clown già nei primi anni cinquanta. Conduce un programma per ragazzi noto come: "Krusty il Clown Show" dove è possibile assistere ai suoi sketch e soprattutto al "Grattachecca e Fichetto Show".

Krusty è l'idolo di Bart, che possiede ogni tipo di suo gadget. In molte occasioni Bart aiuta Krusty (anche se nell'episodio "Bart la spia" lo fa condannare involontariamente per evasione fiscale), ma Krusty non si ricorda mai di lui. Nel programma televisivo di Krusty lavorano Telespalla Mel e la scimmietta addestrata Mr. Teeny (chiamata a volte "Signor Piccino" è vittima del suo padrone ed è sempre in preda ad una smaniosa voglia di fumare. È brasiliana[3] ed è molto apprezzata da Homer).

Nonostante sia un presentatore televisivo per bambini, Krusty molto spesso dimostra di essere un personaggio di dubbia moralità: per esempio non ama affatto i bambini ed evita di entrare troppo in contatto con loro evitando persino di firmare autografi in più occasioni. Krusty è inoltre un fumatore incallito e sembra essere anche un cocainomane (nelle puntate più recenti si avrà la conferma della sua dipendenza quando uscendo da un bagno pubblico, gli si vedrà il naso sporco di cocaina). È un pervertito di prima categoria, morbosamente legato ai soldi ed alla fama, cinico e dedito a tutti i vizi possibili (tra i quali gioco d'azzardo, alcool e scommesse sulle corse dei cani). Negli anni, a causa del suo stile di vita sregolato, il suo show ha perso sempre più comicità: infatti, è stato classificato nella lista dei "10 peggiori Clown d'America". Inoltre gran parte delle sue battute (come lui stesso ha dichiarato) sono rubate ad altri show televisivi. Krusty ha anche un terzo capezzolo, una voglia a forma di vitello ed una cicatrice sul petto per i conseguenti interventi al cuore dovuti ai troppi spot da lui girati per promuovere carne suina.

È uno degli uomini più facoltosi di Springfield, forse il suo patrimonio è secondo solo a quello del sindaco Quimby e di Charles Montgomery Burns. Oltre ad essere il conduttore dello show televisivo più amato dai bambini, è proprietario della catena di fast food "Krusty Burger", che serve per lo più cibo-spazzatura da cui lui stesso si tiene debitamente alla larga, tranne quando è costretto ad assaggiarlo per pubblicizzarlo ma finisce sempre per sputarlo non appena finito di girare lo spot. La sua immagine è sfruttata da un vasto merchandising che non comprende solo giocattoli ed altri gadget, ma anche cereali per la prima colazione, dei test di gravidanza, contatori geiger ed uno sciroppo per la tosse. In una puntata, quest'ultimo sarà l'ingrediente segreto di un cocktail di grande successo, creato da Homer ma rubato da Boe, chiamato Flambé Boe.

Ha lavorato con Krusty anche Telespalla Bob, fino alla rottura: stanco della sua carriera di dolorosità comica, Bob decide di lasciare lo show e vendicarsi, cercando più volte di incastrare Krusty, fino a tentare di uccidere lui e Bart. Ed è in una di queste puntate che si scopre anche che Krusty è quasi analfabeta. In un'altra puntata Krusty dice che in tutta la sua vita ha imparato ad andare in bici e poi più niente.

In un episodio si scopre che il fratellastro segreto di Krusty è "Telespalla" Luke Perry, il Dylan della serie televisiva Beverly Hills 90210, il quale gli fa da spalla in una puntata speciale del suo spettacolo.

Sempre Krusty, in un altro episodio, afferma che fra le sue "Telespalle" che si sono succedute nel corso degli anni, una delle sue preferite rimarrà Telespalla Raheem. Questa telespalla ha un fisico possente ed è scuro di pelle, porta occhiali da sole ed una capigliatura afro. Raheem comparirà anche in un altro episodio, quello del funerale (poi rivelatosi finto) di Krusty, in cui pronuncia il discorso funebre. In questa puntata Krusty inscena il suo suicidio per sfuggire al fisco, dopo che Bart lo ha fatto involontariamente incriminare per evasione fiscale. Un altro tarchiato collaboratore dello show di Krusty è Caporale Massimo Pestaggio.

Nel 1984, durante i giochi olimpici Krusty fece un'offerta: «Se l'America vince una medaglia d'oro avrete in omaggio Krusty Burger». Ovviamente l'offerta era truccata perché, secondo i suoi collaboratori «sono giochi che i comunisti non perdono mai». Purtroppo per effetto del boicottaggio sovietico l'America vinse ogni sport, e Krusty ci rimise 44 milioni di dollari. Questa campagna era basata su una reale lotteria di McDonald's di quell'anno, attraverso cui si vincevano vari premi per ogni medaglia vinta dagli americani: essendo stati gli Stati Uniti vincitori in ogni disciplina con tre medaglie per gara, la celebre catena finì per dover dare molti più hamburger Big Mac del previsto, perdendo quindi anche molto capitale.

Krusty in realtà si chiama Herschel Pinchas Yerucham Krustofski (inizialmente Herschel Schmoikel Krustofski), ed è di origini ebraiche. Si è molto scontrato con il padre rabbino che non voleva che facesse il pagliaccio, ritenendolo un mestiere troppo ridicolo. Sarà Bart, con l'aiuto determinante di sua sorella Lisa, a farli riappacificare nel sesto episodio della terza stagione ("Tale padre, tale clown"), dove si racconta come fosse stimato da tutti e dal figlio, il quale però desiderava far ridere la gente: scoperto nel suo primo ingaggio presso un gruppo di rabbini, il padre non gli aveva più rivolto la parola.

È stato deputato al Congresso per il Partito Repubblicano Statunitense, anche se afferma in una puntata di aver votato per Bill Clinton nel 1992, ed in questa veste farà una legge per evitare che gli aeroplani possano volare troppo vicini alle case dei ricchi. Krusty ha diversi figli, molti nati dal matrimonio con Mia Farrow ed una figlia, Sophie, nata da una relazione con una soldatessa che odia i pagliacci, perché Krusty le ha impedito di uccidere Saddam Hussein per poter fare battute su quest'ultimo durante i suoi show con gli altri soldati.

A partire dall'episodio "Sotterfugio Giallo" della venticinquesima stagione Krusty perde la fiducia e la fama dei suoi ammiratori, rendendosi conto di non essere nato per la comicità. Nel primo episodio della ventiseiesima stagione "Clown in the Dumps" perde il padre in seguito al disapprovo di quest'ultimo su quanto sia divertente e decide di chiudere per sempre lo show. Solo alla fine dell'episodio, tramite una visione, comprenderà che in realtà il rabbino Krustofski gli ha sempre voluto bene ed ha apprezzato le sue battute sin da quando era bambino.

Origini del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Krusty deriva, come afferma Matt Groening, da quello del pagliaccio televisivo di una TV locale di Portland, Rusty Nails (letteralmente Chiodi arrugginiti, originariamente conosciuto come Rusty the Clown). Un'altra fonte ispirazione per Groening è legata però a due incidenti con dei pagliacci: il primo a diciannove anni, quando fu inseguito da un clown muto; il secondo qualche tempo più tardi, quando fu umiliato pubblicamente dal pagliaccio di un circo di Los Angeles.

Originariamente Krusty sarebbe dovuto essere un'identità segreta di Homer, ma l'idea venne abbandonata per evitare trame troppo complicate.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Oggi sono un clown (Today I Am a Clown), episodio 15x6 de I Simpson
  2. ^ Il triplice bypass di Homer (Homer's Triple Bypass), episodio 4x11 de I Simpson
  3. ^ Un clown va a Washington (Mr. Spritz Goes to Washington), episodio 14x14 de I Simpson
I Simpson Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson