Vancouver

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Vancouver (disambigua).
Vancouver
città (city)
Vancouver, British Columbia
Vancouver – Stemma Vancouver – Bandiera
Vancouver – Veduta
Localizzazione
Stato Canada Canada
Provincia Flag of British Columbia.svg Columbia Britannica
Divisione censuaria Metro Vancouver
Amministrazione
Sindaco Gregor Robertson
Territorio
Coordinate 49°15′N 123°06′W / 49.25°N 123.1°W49.25; -123.1 (Vancouver)Coordinate: 49°15′N 123°06′W / 49.25°N 123.1°W49.25; -123.1 (Vancouver)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 114,67 km²
Abitanti 615 473 (2009)
Densità 5 367,34 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale V5K a V6Z
Prefisso (604) e (778)
Fuso orario UTC-8
Nome abitanti vancouveresi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Canada
Vancouver
Vancouver – Mappa
Sito istituzionale

Vancouver è una città costiera della provincia canadese della Columbia Britannica (British Columbia). È situata nella parte meridionale della provincia e rappresenta uno dei maggiori porti dell'Oceano Pacifico. È delimitata dallo Stretto di Georgia (Georgia Strait), dal fiume Fraser, e dalla catena montuosa delle Montagne Costiere. Il nome è in onore del capitano George Vancouver, esploratore britannico.

La popolazione della città è di 615.473 abitanti, mentre la regione metropolitana, conosciuta come la "Greater Vancouver Regional District" (GVRD) o Metro Vancouver, ne conta 2.318.200 (stima del 2009)[1]. Questo la rende la più grande area metropolitana nel Canada occidentale, e la terza più grande nel paese. Etnicamente Vancouver è molto diversificata, basti pensare che il 52% dei residenti[2][3] della città e il 43% dell'area metropolitana hanno come prima lingua un idioma diverso dall'inglese[4].

La popolazione metropolitana è proiettata a raggiungere i 3 milioni di abitanti entro il 2021[5]. La densità di popolazione è tra le più alte del Nord America, e la pone al quarto posto dopo New York, San Francisco e Città del Messico. Il trend porta a stimare che possa raggiungere il secondo posto entro il 2021[6].

L'economia di Vancouver ha tradizionalmente fatto leva sulle risorse della Columbia Britannica: forestali, minerarie, pesca e agricoltura. Ma tuttavia è andata diversificandosi nel tempo, ed oggi Vancouver ha un'importante e vitale industria nel settore dei servizi e del turismo. La città è diventata il terzo più grande polo di produzione cinematografico del Nord America dopo Los Angeles e New York, tanto da guadagnarsi il soprannome di Hollywood del Nord[7][8][9]. Vancouver ha avuto un'espansione nell'industria dell'high-tech, in particolare nello sviluppo dei videogiochi.

Vancouver è costantemente classificata fra le prime tre città più vivibili del mondo[10][11][12]. Secondo il rapporto 2010 della Mercer Human Resource Consulting, ad esempio, Vancouver è considerata la prima città al mondo per qualità della vita. Nel 2007 Vancouver era la seconda città più cara del Canada dopo Toronto e la 89ª a livello globale.

Nel 2010 Vancouver, insieme a Whistler, situata 125 km a nord della città, ha ospitato i Giochi olimpici invernali e i Giochi Paralimpici invernali.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Panorama di Vancouver nel 1898

I dati in mano agli archeologi indicano la presenza di popoli aborigeni nella zona di Vancouver tra i 4500 e i 9000 anni fa[13]. Point Grey, nel 1791, fu il primo punto esplorato da un europeo, più precisamente dallo spagnolo José María Narváez, seguito da George Vancouver, che si spinse fino al porto interno di Burrard Inlet nel 1792 e diede diversi nomi inglesi ai luoghi.

Il commerciante Simon Fraser della Compagnia del Nord-Ovest e il suo equipaggio furono i primi europei nel 1808 a mettere piede sul sito della città odierna, avendo prima disceso il fiume Fraser[14].

La corsa all'oro nel 1861 portò 25.000 uomini, provenienti soprattutto dalla California, alla foce del Fraser e di quella che sarebbe diventata Vancouver. Il primo insediamento europeo fu creato nel 1862 presso McLeery's Farm sul fiume Fraser, appena ad est dell'antico villaggio di Musqueam in quello che ora è Mariole. Vancouver si presenta quindi come una delle città più giovani della Columbia Britannica. Nel 1880 arrivò il treno con la Canadian Pacific Railway (CPR). La costruzione della ferrovia fu tra le condizioni preliminari per l'adesione della Columbia Britannica alla Confederazione canadese nel 1871.

Vancouver ottenne il rango di città il 6 aprile 1886. Il nome, in onore di George Vancouver, fu scelto dal presidente della CPR. Un grande incendio scoppiò il 13 giugno 1886 radendo al suolo l'intera città. Ma venne ricostruita rapidamente, e nello stesso anno venne fondato il Dipartimento dei Vigili del fuoco di Vancouver.

Da un insediamento di 1.000 persone nel 1881, Vancouver aveva già 20.000 abitanti alla fine del secolo e addirittura 100.000 nel 1911[15].

L'economia inizialmente fu dominata da grandi imprese come la CPR, che aveva il capitale necessario per consentire il rapido sviluppo della nuova città. Alcuni industrie nel campo del manifatturiero e lo sfruttamento delle risorse naturali furono la spina dorsale dell'economia cittadina, il tutto affiancato dal porto che grazie al traffico commerciale divenne il settore economico più importante di Vancouver dal 1930[16].

Il porto nel 1929

Il predominio economico da parte delle grandi imprese si accompagnò spesso a movimenti militanti dei lavoratori. Il primo grande sciopero avvenne nel 1903 da parte dei dipendenti delle ferrovie. Il leader laburista Frank Rogers venne ucciso dalla polizia mentre picchettava durante lo sciopero. Il primo sciopero generale si è verificato a seguito della morte di un altro leader laburista, Ginger Goodwin, nel 1918, presso le miniere di carbone di Cumberland sull'Isola di Vancouver. Una tregua nelle tensioni avvenne solo negli anni venti, ma fu spezzata dalla Grande depressione. La maggior parte degli scioperi degli anni trenta furono guidati da organizzatori del partito comunista[17]. Gli scioperi raggiunsero il picco nel 1935, quando i disoccupati si riversarono in città per protestare contro le condizioni nei campi di gestiti dai militari nelle zone remote della provincia.

Altri movimenti sociali, come la prima ondata femminista e la riforma morale, furono influenti, e contribuirono allo sviluppo di Vancouver. Mary Ellen Smith divenne la prima donna eletta in una legislatura provinciale in Canada nel 1918[18]. Il proibizionismo sugli alcolici iniziò all'epoca della Prima guerra mondiale e durò fino al 1921, quando il governo provinciale stabilì il controllo sulle vendite di alcolici che esiste ancor oggi.

Dal 1º gennaio 1929 la popolazione di Vancouver era di 228.193 abitanti tanto da occupare tutta la penisola tra il Burrard Inlet e il fiume Fraser. La fusione con Point Grey e South Vancouver hanno dato alla città i suoi definitivi contorni, tanto da rappresentare oggi la terza più grande metropoli del paese.

Nel 1986 si è svolta a Vancouver l'Expo 1986 con il tema Mondo in movimento - Mondo in contatto e ha superato i 22 milioni di visitatori[19].

Geografia e clima[modifica | modifica sorgente]

English Bay e la zona West End
Veduta d'inverno

È la maggiore città canadese sulla costa pacifica ed è proprio l'Oceano Pacifico a caratterizzare il clima, rendendolo tra i più miti del paese nordamericano. È adiacente lo stretto di Georgia e l'isola di Vancouver (Vancouver Island), a sud è delimitata dalla foce del fiume Fraser e al nord dai fiordi Burrard Inlet, Indian Arm e le montagne costiere. Al nord e ovest della città si estendono le montagne della costiera, nelle quali si trovano piste sciistiche.

Dal punto di vista climatico, Vancouver va contro lo stereotipo canadese ed è, tra quelle medio-grandi, la città del Canada ad avere le temperature più miti. Durante le soleggiate giornate estive si raggiungono facilmente i 26 °C, ma molto di rado vengono toccati i 30°. Le notti estive sono fresche, con temperature minime medie attorno ai 13 °C. L'estate è temperata: luglio e agosto, i mesi più caldi, hanno una media mensile di 22 °C. Durante l'inverno le temperature massime arrivano a 8° C e raramente la temperatura scende di molti gradi sotto lo zero; a gennaio, il mese più freddo, la media delle minime è di +2,7 °C.[20] In genere durante l'autunno, l'inverno ed i primi giorni di primavera, la città è soggetta a frequenti piogge, ma il clima è talmente mutevole che può piovere per giorni e ad un tratto può spuntare il sole.

In effetti Vancouver ha una media di 1 107 mm con minimo a luglio (31 mm) e massimo a dicembre 172 mm. Le precipitazioni nevose superano i 150 mm annui, anche se in genere non nevica più di 3 o 4 giorni all'anno.[20] Tra i rari episodi di intensa precipitazione nevosa può esser ricordato l'inverno record nel 2008-2009.[21]

Per rendere l'idea di quanto mutevole possa essere una giornata tipo a Vancouver, basti pensare che in città esiste un detto che recita: "A Vancouver quando esci di casa al mattino ti porti l'ombrello e gli occhiali da sole".

Città sotterranea[modifica | modifica sorgente]

Meno delle maggiori città del Canada, anche Vancouver dispone della cosiddetta "città sotterranea" e cioè l'insieme di gallerie piene di negozi ed attività commerciali di vario genere che passano da un palazzo all'altro. La "città sotterranea" di Vancouver è comunque molto limitata (circa 3 km di gallerie), specialmente se rapportata a realtà quali Montreal e Toronto.

Skyline e urbanistica[modifica | modifica sorgente]

One Wall Center

Fino alla metà degli anni novanta del XX secolo, la città di Vancouver disponeva di un ridottissimo numero di grattacieli, tra cui spiccava la Scotia Tower, sede locale della Banca della Nova Scotia (138 m - 34 piani). A partire dal 1997 in poi, con l'arrivo in città di nuovi e facoltosi immigrati, specialmente da Hong Kong, la città ha velocemente iniziato a crescere e così, vista la necessità e le numerose richieste, si è cominciato a costruire nuovi edifici residenziali nel centro.

L'enorme quantità di grattacieli commerciali e residenziali costruiti dal 1997 e fino al 2004, hanno fatto posizionare Vancouver al 3º posto nella graduatoria delle città "verticali" del Nord America, con una densità di grattacieli per kilometro quadrato terza dietro a New York e San Francisco.

I grattacieli più alti della città sono:

Oltre a questi grattacieli, il centro città dispone di più di un centinaio di palazzi di altezza superiore ai 20 piani, adibiti a uffici o abitazioni. Dal punto di vista del design costruttivo, la stragrande maggioranza degli edifici è composta da enormi vetrate blu o verdi con strutture portanti in acciaio e cemento.

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Il seguente grafico riporta la crescita della popolazione della città di Vancouver (non è incluso South Vancouver e Point Grey fino al 1929) e della sua area metropolitana utilizzando i dati del censimento della popolazione della Statistics Canada.[22]

Crescita della popolazione dal 1886 al 2009.
Anno Vancouver Area Metropolitana
1891 13.709 21.887
1901 26.133 42.926
1911 100.401 164.020
1921 117.217 232.597
1931 246.593 347.709
1941 275.353 393.898
1951 344.833 562.462
1956 365.844 665.564
1961 384.522 790.741
1966 410.375 892.853
1971 426.256 1.028.334
1976 410.188 1.085.242
1981 414.281 1.169.831
1986 431.147 1.266.152
1991 471.644 1.602.590
1996 514.008 1.831.665
2001 545.671 1.986.965
2006 578.041 2.116.581
2009 615.473 2.318.200

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'economia di Vancouver è basata sul porto, il più grande del Canada, nonché uno dei principali dell'intero Nord America riguardo al commercio con l'Asia. Nonostante questo, negli ultimi 15 anni, la città ha saputo diversificare molto i propri ambiti commerciali, ed attualmente è sede di diverse aziende del settore informatico, bancario e dei servizi. La software house Electronic Arts ha una sua sede proprio a Vancouver. È in questa sede infatti che vengono prodotti il maggior numero di videogame del brand EA Sports, uno dei più redditizi grazie soprattutto al calcio e agli sport americani. Nonostante la città sia animata da una scena economica molto dinamica, la sua crescita in termini di PIL risulta molto bassa rispetto alle altre maggiori città canadesi (Toronto, Montreal, Calgary) ed inoltre vi è il maggior numero di lavoratori iscritti a sindacati di categoria.

Società[modifica | modifica sorgente]

Il ponte Burrard Street collega il centro con la zona Kitsilano.
Il famoso Stanley Park.

A livello mondiale Vancouver è attualmente la prima classificata tra le città dove si vive meglio secondo un'indagine dell'Economist, ma si è sempre trovata in ottima posizione anche negli anni precedenti. La città è molto attiva economicamente e socialmente. Presenta un ottimo grado di integrazione tra le comunità etniche residenti qui da molto tempo, soprattutto provenienti dal sud-est asiatico. La popolazione di origine asiatica è talmente numerosa che la città viene spesso soprannominata "Hong Kouver", in merito al fatto che qui si sono stabiliti molti facoltosi cinesi fuggiti da Hong Kong prima che questa fosse restituita alla Cina nel 1997.

Nonostante la città goda di un elevato tenore e qualità di vita, fenomeni come il vagabondaggio e i senzatetto, sono molto diffusi, specialmente nel East Side e a sud del Downtown, tanto da essere indicati nelle maggiori guide turistiche come possibili fonti di problemi per i visitatori. La ragione dell'elevato numero di senzatetto sta principalmente nel fatto che, essendo climaticamente la città più vivibile del Canada, molti vagabondi vi si stabiliscono. Nonostante ciò, la grande maggioranza di essi è composta da persone inoffensive che quasi non fanno caso ai passanti. Episodi di violenza sono molto rari anche se è sempre bene tener presente le regole del buon senso, specialmente nelle ore notturne se si passeggia nelle aree isolate.

Criminalità[modifica | modifica sorgente]

Dal punto di vista della sicurezza, la città di Vancouver ha una bassa percentuale di episodi criminosi. Nonostante i crimini violenti (omicidi, stupri, rapine a mano armata) siano talmente rari da potersi considerare inesistenti, la città soffre del problema legato agli scippi, furti negli appartamenti e furti di automobili ai danni dei cittadini. Nonostante tali crimini vengano considerati un problema serio dalla Polizia Canadese, la percentuale di essi, specialmente se rapportata ai vicini USA ma anche all'Italia, è da considerarsi molto bassa.

Le aree più a rischio si trovano nella zona compresa tra East Hastings Street e Nord Main Street. Entrambe le strade formano un incrocio nella zona Est del Downtown della città. Anche l'area dell'East End si compone di alcune zone a rischio, ma come sopracitato, se comparate con gli USA e l'Europa, queste zone possono essere definite a "rischio ridotto".

Cultura[modifica | modifica sorgente]

La Simon Fraser University a Burnaby.

Negli ultimi anni Vancouver è diventata una città importante come ponte con l'Asia. Le radici indigene si vedono nell'arte di Bill Reid e nell'architettura di Arthur Erickson.

Vancouver è sede di due università notevoli, l'Università della Columbia Britannica e la Simon Fraser University.

Divertimento[modifica | modifica sorgente]

Vancouver è una delle città più dinamiche e trasformiste di tutto il Canada ed offre diversi divertimenti e svaghi. La via più famosa della città è senz'altro Robson Street, situata nel cuore del Downtown, e può essere paragonata a via Monte Napoleone a Milano o via del Corso a Roma; un'altra strada molto praticata è Davie Street, parallela alla Robson Street, trasgressiva nei gusti e nelle tendenze, piena di locali etnici e mèta d'incontri notturni.

Altra famosa strada di Vancouver è la Granville Street, che per quasi la totalità della sua lunghezza è circondata da locali cinematografici, teatri, pub e locali notturni dove in qualsiasi ora della giornata si esibiscono artisti provenienti anche dall'estero. Granville Island, situata tra il centro e Kitsilano, è un'altra zona di teatri, ristoranti e mercati pubblici. Vancouver è anche solita ospitare i maggiori concerti del chitarrista Richard Benson. Gli show sono caratterizzati da fuochi al tungsteno e un numero enorme di lavoranti e spettatori, tutti impegnati nel lancio di ortaggi e cibi avariati.

Sport[modifica | modifica sorgente]

A livello sportivo la città è sede della squadra di hockey su ghiaccio dei Vancouver Canucks, i quali hanno la loro "casa" nello stadio denominato Rogers Arena; vi giocano inoltre i BC Lions, squadra della Lega Canadese di Football, e la squadra di calcio dei Vancouver Whitecaps che milita nella United Soccer Leagues First Division (la prima divisione del campionato statunitense-canadese). Dal 2012 è entrata nella Major League Soccer ed è la 3ª squadra canadese a militare nella MLS insieme ai Montréal Impact e il Toronto FC.

Fino al 2001, Vancouver vantava anche una squadra di basket militante nell'NBA: i Grizzlies. Nel 2001 la sede della squadra fu trasferita a Memphis, Tennessee.

Per quanto riguarda il baseball Vancouver ha due squadre militanti nella Northwest League, costola della Minor League Baseball, gli Athletics con le divise gialloverdi e i rossoneri Canadians, riconosciuto all'unanimità come team più importante della città, e che gioca le partite allo storico "Nat Bailey Stadium", che vanta una storia di più di 100 anni.

La città, che in passato ha già ospitato diverse gare di Coppa del mondo di sci alpino, è stata scelta come sede per i XXI Giochi olimpici invernali del 2010. Il paese di Whistler ha ospitato le gare alpine mentre gli altri spettacoli hanno avuto luogo luogo a Vancouver.

Turismo[modifica | modifica sorgente]

Gastown centro storico, con l'orologio a vapore e la torre panoramica

A livello turistico-abitativo, la città dispone di ottimi servizi pubblici e ricreativi: un'ottima rete di trasporto pubblico che comprende la metropolitana, autobus e traghetti che fanno la spola quotidianamente tra il Downtown e il quartiere di North Vancouver.

Grouse Mountain per gli amanti dello sci e dello snowboard si trova giusto a 20 minuti dal centro.

La città inoltre dispone di moltissime aree verdi, campi sportivi ed una grande rete di piste ciclabili che permettono ai cittadini ed ai visitatori di godere la città in bici o a piedi.

Un'alternativa molto più economica al ben noto Capilano Suspension Bridge è il Lynn Park, posto sempre sulla sponda di Vancouver Nord, ma più a est.

Persone legate a Vancouver[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Vancouver è gemellata con:

Zona metropolitana[modifica | modifica sorgente]

Veduta di North Vancouver.
Veduta di Surrey, 15 km dal centro.

La zona metropolitana (Metro Vancouver) è divisa in 21 comuni (municipalities):

Trasporti e collegamenti[modifica | modifica sorgente]

Una fermata dello SkyTrain.
Esempio di Aquabus

La città di Vancouver dispone di un Aeroporto Internazionale (YVR). L'aeroporto, un tempo di importanza minore, negli ultimi anni, grazie alla crescita economica ed ai XXI Giochi olimpici invernali del 2010, sta subendo lavori di ampliamento ed il suo traffico è in costante aumento, sia sulle tratte USA - Canada che sulle tratte intercontinentali.

La città è collegata al resto del Canada tramite l'autostrada HWY1 meglio nota come "TransCanada HighWay".

Il treno, sebbene in Canada come in USA sia un mezzo di trasporto poco considerato, ha un suo Terminal dedicato nella Pacific Central Station.

I mezzi di trasporto pubblico della Città di Vancouver offrono efficienza e tecnologia al tempo stesso. Translink, la Società che gestisce il trasporto pubblico cittadino, dispone di ben tre tipologie diverse di sistemi di trasporto:

  • Autobus: la città è servita da una fitta rete di autobus, sia a propulsione diesel che elettrica (la maggior parte è elettrica), i quali ad intervalli regolari e seguendo le maggiori vie cittadine, trasportano ogni giorno decine di migliaia di cittadini da e verso le varie località cittadine.
  • Seabus: Un'efficiente flotta di traghetti che ogni 10 minuti fanno la spola tra il Downtown cittadino ed il quartiere di Nord Vancouver, situato a nord della Baia cittadina.
  • SkyTrain: Si tratta di un innovativo sistema di trasporto su rotaia che, tramite tre linee metropolitane (più una quarta in via di costruzione), collega i quartieri periferici della città al Downtown. Particolarità di questo sistema è il fatto che non esistono conducenti sui convogli, ma l'intera rete viene gestita da un apposito quanto avanzato software che controlla ogni singolo convoglio (come nella città di Torino).
  • Aquabus: flotta di piccoli battelli che collegano piccoli moli del Downtown di Vancouver

Hollywood del nord[modifica | modifica sorgente]

Negli ultimi anni Vancouver è divenuta famosa anche per un soprannome datole dagli americani Hollywood North. Tale soprannome è dato dal fatto che la città è spesso scelta come location per moltissimi film e serie televisive americane tra cui ricordiamo: Dark Angel, The Sentinel, Cold Squad, Smallville, Supernatural, Stargate SG1, Booker, 21 Jump Street, The Highlander, Ballistic, Elektra, Blade: Trinity, Catwoman, 4400, Millennium, The L Word, Changeling, The Twilight Saga: New Moon, The Twilight Saga: Eclipse, buona parte della serie Tv X-Files e molti film per la televisione.

È inoltre sede della casa cinematografica Lions Gate Entertainment.

Varie[modifica | modifica sorgente]

Statua a George Vancouver nella sua città natale, King's Lynn, contea di Norfolk, Inghilterra
  • Il nome degli abitanti di Vancouver in inglese è "Vancouverites", in francese "Vancouverois". In italiano si potrebbe parlare di "Vancouveriti" o "Vancouveresi".
  • Il nome "Vancouver" deriva dal navigatore inglese George Vancouver, ufficiale della Marina Britannica ed esploratore, scopritore della baia, che diede il nome al primo insediamento.
  • Il Capilano Suspension Bridge, ponte di legno strutturale sospeso a 70 metri dal suolo sopra un torrente e trattenuto solo da corde, fu fatto costruire dal proprietario del terreno giusto per attraversare il torrente ed arrivare alla sponda opposta della sua proprietà dove praticamente ci sono solo boschi.
  • Il B.C. Place è una struttura polivalente che può ospitare gare di Football canadese (simile a football americano) e calcio con 60.000 spettatori, ed è la più grande struttura al mondo coperta da un tetto gonfiabile. Una serie di grandi ventole tengono tesa e sollevata la tela della copertura che è agganciata alla struttura dello stadio tramite alcuni grossi cavi d'acciaio.
  • Il quartiere più vecchio della città, Gastown, deve il suo nome al più famoso gestore del primo saloon di Vancouver: John 'Gassy Jack' Deighton, il quale aveva fama di persona molto loquace.
  • L'orologio a vapore situato a Gastown, nonostante sembri risalente al XIX secolo, fu costruito solo nel 1971 e funziona interamente a vapore, uno sbuffo rumoroso scandisce il trascorrere di ogni ora.
  • Durante la serie televisiva X-Files, ogni puntata si apriva con una scena ed una piccola scritta in basso che indicava la località in cui si svolgeva l'azione (es. Baltimora, Chicago, Idaho Falls ecc.). In realtà buona parte dell'intera serie è stata girata a Vancouver, in particolar modo nei quartieri vecchi dell'East Side, nei magazzini portuali abbandonati di North Vancouver e nei boschi circostanti la città.
  • Nella serie televisiva Supernatural durante la puntata vengono indicate varie città degli Stati Uniti. In realtà il telefilm è girato interamente nell'area metropolitana di Vancouver e nei suoi dintorni (Delta, Surrey, Richmond, Langley ecc.).
  • Nella serie televisiva Millennium, il personaggio interpretato da Lance Hericksen (Frank Black), vive e compie le proprie indagini a Seattle (Washington State). In realtà tutta la serie è stata girata a Vancouver.
  • La stragrande maggioranza dei Film e Telefilm girati a Vancouver da case cinematografiche americane, ha come ambientazione principale le città americane, i cui nomi generalmente vengono inventati o semplicemente non menzionati. L'unico Film americano in cui i personaggi ammettono di trovarsi a Vancouver è "Ballistic" (2002). La serie televisiva "Cold Squad" invece, essendo una produzione totalmente canadese, racconta le storie della Polizia Metropolitana di Vancouver.
  • Nel film Alone in the dark (2004), durante l'ultima scena, i protagonisti Christian Slater e Tara Reid si trovano a camminare per le vie della città completamente deserta dopo la battaglia finale, in una vera atmosfera di abbandono e solitudine completata da una colonna sonora che ne dà la sensazione. Le scene sono state girate in pieno centro finanziario di Vancouver, una domenica mattina all'alba, quando tutti gli uffici erano chiusi ed il centro è letteralmente deserto.
  • Lo scrittore Douglas Coupland è vissuto per molto tempo a Vancouver e vi ha ambientato la maggior parte dei suoi romanzi, citando in essi numerosi luoghi caratteristici della città e dei suoi dintorni.

Galleria foto[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ BC Stats: Population Estimates
  2. ^ 2006 Census: Population by mother tongue - cities. URL consultato il 17 dicembre 2007.
  3. ^ City Facts 2004, City of Vancouver. URL consultato l'11 novembre 2006.
  4. ^ 2006 Census: Population by mother tongue - Metro regions. URL consultato il 17 dicembre 2007.
  5. ^ Greater Vancouver Transit Authority (TransLink) - 2021 projection Government of Canada, Province of British Columbia. URL consultato il 4 aprile 2008.
  6. ^ Vancouver, Emporis, Inc.. URL consultato il 2 novembre 2007.
  7. ^ Key Sectors, Vancouver Economic Development Commission. URL consultato l'11 novembre 2006.
  8. ^ Vancouver Film Industry, Vancouver.com. URL consultato il 24 dicembre 2006.
  9. ^ Mike Gasher, Hollywood North: The Feature Film Industry in British Columbia, Vancouver, University of British Columbia Press, novembre 2002, ISBN 0-7748-0967-1.
  10. ^ Vancouver and Melbourne top city league, BBC News, 4 ottobre 2002. URL consultato il 14 novembre 2006.
  11. ^ Vancouver is 'best place to live', BBC News, 4 ottobre 2005. URL consultato il 17 gennaio 2007.
  12. ^ Vancouver world's second-best place to live: survey, CBC News, 3 marzo 2003. URL consultato il 1º settembre 2007.
  13. ^ Chuck Davis, Roy Carlson, Greater Vancouver Book: An Urban Encyclopaedia, Surrey, BC, Linkman Press, 1997, p. 31, ISBN 978-1-896846-00-2.
  14. ^ History of City of Vancouver. URL consultato il 17 gennaio 2007.
  15. ^ Chuck Davis, Richard von Kleist, Greater Vancouver Book: An Urban Encyclopaedia, Surrey, BC, Linkman Press, 1997, p. 780, ISBN 978-1-896846-00-2.
  16. ^ R. C. McCandless, Vancouver's 'Red Menace' of 1935: The Waterfront Situation in BC Studies, nº 22, 1974, p. 68.
  17. ^ John Manley, Canadian Communists, Revolutionary Unionism, and the 'Third Period': The Workers' Unity League, in Journal of the Canadian Historical Association, New Series, vol. 5, 1994, pp. 167–194.
  18. ^ Martin Robin, The Rush for Spoils: The Company Province,, Toronto, McClelland and Stewart, 1972, p. 172, ISBN 0-7710-7675-4.
  19. ^ Pagina del BIE dedicata a Vancouver 1986
  20. ^ a b http://www.climate.weatheroffice.ec.gc.ca/climate_normals/results_e.html?Province=ALL&StationName=vancouver&SearchType=BeginsWith&LocateBy=Province&Proximity=25&ProximityFrom=City&StationNumber=&IDType=MSC&CityName=&ParkName=&LatitudeDegrees=&LatitudeMinutes=&LongitudeDegrees=&LongitudeMinutes=&NormalsClass=A&SelNormals=&StnId=888& Environment Canada
  21. ^ Medie termo-pluviometriche di Vancouver
  22. ^ City of Vancouver Population (PDF), Vancouver Public Library. URL consultato il 6 febbraio 2007.; British Columbia Regional District and Municipal Census Populations (PDF), BC Stats. URL consultato il 21 aprile 2007.; British Columbia Municipal and Regional District 1996 Census Results, BC Stats. URL consultato il 21 aprile 2007.; British Columbia Municipal and Regional District 2001 Census Results, BC Stats. URL consultato il 21 aprile 2007.; Chuck Davis, The Greater Vancouver Book: An Urban Encyclopedia, Surrey, BC, Linkman Press, 1997, p. 780, ISBN 978-1-896846-00-2.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]