Rodrigo Palacio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rodrigo Palacio
PalacioRodrigo.jpg
Dati biografici
Nome Rodrigo Sebastián Palacio
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 175 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Inter Inter
Carriera
Squadre di club1
2002-2003 Huracan (TA) Huracán (TA) 53 (15)
2003-2005 Banfield Banfield 36 (9)
2005-2009 Boca Juniors Boca Juniors 131 (54)
2009-2012 Genoa Genoa 90 (35)
2012- Inter Inter 60 (27)
Nazionale
2005- Argentina Argentina 21 (2)
Palmarès
Coppa America calcio.svg  Copa América
Argento Venezuela 2007
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 aprile 2014

Rodrigo Sebastián Palacio (Bahía Blanca, 5 febbraio 1982) è un calciatore argentino, attaccante dell'Inter e della Nazionale argentina.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

In possesso di grande acume tattico, può ricoprire vari ruoli del reparto offensivo: centravanti, seconda punta e ala.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Rodrigo Palacio nasce a Bahía Blanca il 5 febbraio 1982, vanta ascendenze spagnole: suo padre da bambino si trasferì, con la famiglia, dalla Cantabria (Spagna) in Argentina dopo la Guerra civile spagnola[1] e detiene quindi doppio passaporto, argentino e comunitario (Spagna). Figlio d'arte (il padre José Ramón Palacio era un giocatore dell'Olimpo de Bahía Blanca negli anni ottanta), ancora ragazzino va a giocare per la formazione locale Bella Vista di Bahía Blanca.

È soprannominato "La Joya"[2] o "El Trenza".[3] Il secondo in onore al particolare taglio di capelli che prevede una treccina.[4]

Indagato dalla procura di Genova, l'11 settembre 2012 il pm di Genova Mazzeo, data la mancanza di prove, chiede l'archivizione per Palacio e per i suoi ex compagni Criscito, Milanetto e Dainelli, indagati per la presunta combine in favore della Sampdoria nel derby, peraltro vinto, dell'8 maggio 2011.[5]

Deferito per i fatti di Genoa-Siena 1-4 del 2011/12 (pressioni da parte dei tifosi allo stadio con i giocatori che si dovettero togliere la maglia), il 6 ottobre 2012 la Procura federale ha chiesto 30 mila euro di multa per Palacio e altri suoi 14 compagni di squadra.[6]

Sposato con Wendy, ha una figlia: Juana, nata nel 2010.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Huracán e Banfield[modifica | modifica sorgente]

Inizia giocando per il Bella Vista, per poi trasferirsi all'Huracán de Tres Arroyos nel 2002 e successivamente al Banfield nel 2003. Chiude con 9 reti la sua esperienza con la squadra biancoverde.

Boca Juniors[modifica | modifica sorgente]

Palacio ai tempi del Boca Juniors

Nel 2005 viene acquistato dal Boca Juniors. In seguito viene convocato dal CT della Nazionale argentina José Pekerman per un'amichevole contro il Messico.

Con il Boca Juniors vince nel 2005 e nel 2006 la Recopa Sudamericana, nel 2005 la Coppa Sudamericana e l'Apertura, nel 2006 il Clausura, nel 2007 la Coppa Libertadores.

Genoa[modifica | modifica sorgente]

2009-2010[modifica | modifica sorgente]

Il 15 luglio 2009 il presidente del Genoa Enrico Preziosi conclude l'acquisto di Palacio dal Boca Juniors per una somma vicina ai 7 milioni di dollari[7] (4,9 milioni di euro), con una transazione consistente in 6,5 milioni di dollari (4,55 milioni di euro circa) da pagare e 500.000 dollari per il credito[8] del prestito di Luciano Gabriel Figueroa (dal Genoa al Boca nella stagione 2008-2009).

Segna il primo gol con la maglia del Genoa il 5 novembre nel vittorioso 3-2 contro i francesi del Lille in Europa League. Il mese successivo mette a segno la prima rete in Serie A, nella gara contro il Parma terminata poi 2-2. La prima doppietta arriva nella vittoria per 3-2 in casa del Parma.

2010-2011[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 2010-2011 segna per la prima volta alla 6ª giornata contro il Bari, partita che terminerà 2-1 per i genoani. Nel febbraio 2011 è quindi protagonista della vittoria in rimonta contro la Roma in campionato (da 0-3 a 4-3), segnando due gol e fornendo al compagno Alberto Paloschi l'assist del definitivo 4-3. Segna un'altra doppietta il 23 aprile nella gara vinta per 4-2 contro il Lecce. Il 1º settembre 2011 rinnova il contratto con il Genoa fino al 30 giugno 2014.[9]

2011-2012[modifica | modifica sorgente]

Nei primi incontri della Serie A 2011-2012 mette a segno 6 gol in 12 presenze, con una doppietta nella partita casalinga vinta il 21 settembre contro il Catania per 3-0. Durante la partita contro il Siena, dopo aver realizzato il 2-0, subisce un infortunio muscolare.

Ritorna disponibile nella partita contro l'Udinese, vinta per 3-2, in cui segna il terzo gol del Genoa su assist di Alberto Gilardino. Nella successiva partita, persa 5-3 in trasferta contro il Palermo, realizza una doppietta, pareggiando così il suo record di reti stagionali in Italia. Nella giornata successiva, il 29 gennaio, segna un'altra doppietta, contro il Napoli nella vittoria casalinga del Genoa per 3-2. Gioca la sua ultima partita in rossoblu il 6 maggio 2012 contro l'Udinese dove esce al 39' del primo tempo a causa di un'espulsione.

Inter[modifica | modifica sorgente]

Il 7 giugno 2012, viene venduto per 10,5 milioni di euro[10] all'Inter, con la quale ha firmato un contratto triennale, con scadenza il 30 giugno 2015[11] da 2,7 milioni di euro l'anno.[12]

2012-2013[modifica | modifica sorgente]

Abate e Palacio nel derby di Milano

Segna il suo primo gol ufficiale con la maglia dell'Inter il 23 agosto nei preliminari di Europa League contro il Vaslui.[13] Si ripete nella gara di ritorno a Milano il 30 agosto segnando il gol del momentaneo 1-1.[14] Segna il suo primo goal in Serie A con la maglia dell'Inter il 21 ottobre, nella partita vinta 2-0 a San Siro, contro il Catania. Il 3 novembre segna il gol del definitivo 1-3 contro la Juventus in campionato mentre l'8 novembre mette a segno una doppietta in Europa League contro il Partizan Belgrado (1-3) che consente all'Inter di accedere ai sedicesimi con due partite d'anticipo.

Durante la partita del 18 dicembre 2012, valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia contro l'Hellas Verona, dopo l'infortunio di Luca Castellazzi a cambi esauriti, Palacio, indossando la maglia numero 27 di Vid Belec,[15] gioca tra i pali i 15 minuti finali riuscendo a concludere la gara senza subire reti (2-0 il finale).[16][17] Il 14 febbraio nella partita contro il Cluj, valevole per i sedicesimi di finale di Europa League, entra al 7' del primo tempo per sostituire Diego Milito che si è infortunato e segna la doppietta che decide l'incontro.

Il 3 marzo in Catania-Inter segna due gol e serve un assist a Ricky Álvarez ribaltando il punteggio da 2-0 a 2-3. Il 30 marzo, nella gara persa 1-2 contro la Juventus, realizza la sua decima rete in campionato. Quattro giorni più tardi, in Sampdoria-Inter, realizza i due gol che valgono la vittoria per i nerazzurri: nella stessa partita si procura uno stiramento del bicipite femorale sinistro.[18] Torna in campo all'ultima giornata, il 19 maggio, nella gara persa 2-5 contro l'Udinese: dopo essere subentrato ad Alvarez al 58º minuto, al 63º serve a Tommaso Rocchi l'assist del momentaneo 2-4. Conclude la sua prima stagione in maglia nerazzurra con 39 presenze e 22 gol totali, di cui 12 in campionato.

2013-2014[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione successiva, ricopre il ruolo di centravanti nel 3-5-1-1 del nuovo tecnico Walter Mazzarri. Il 18 agosto, contro il Cittadella in Coppa Italia, segna una doppietta contribuendo al successo per 4-0 dei nerazzurri[19]. Segna anche alla prima giornata di campionato, nel 2-0 contro il Genoa[20] ripetendosi nelle trasferte di Catania, Reggio Emilia (Sassuolo-Inter 0-7), Torino (dove segna una doppietta nel 3-3 contro il Torino)[21] ed Udine. Realizza una doppietta anche al Parma, nella gara dell'8 dicembre: due domeniche più tardi, decide la stracittadina contro il Milan con una rete di tacco.

Torna a segnare il 15 febbraio 2014, nella vittoriosa trasferta di Firenze.Realizzerà anche un gol in casa contro il Torino decidendo la gara (1-0) e un altro contro il Verona in trasferta (finirà poi 0-2).

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Esordisce in Nazionale il 9 marzo 2005 sotto la guida tecnica di José Pekerman per un'amichevole contro il Messico. Il 15 maggio 2006 viene convocato per il campionato mondiale di calcio 2006 da Pekerman e realizza la sua prima presenza a un Mondiale il 10 giugno 2006 contro la Costa d'Avorio.[22] Successivamente partecipa anche alla Copa América 2007.

Il 15 giugno 2008 segna il suo primo gol in Nazionale contro l'Ecuador in una partita valida per le qualificazioni al Campionato mondiale di calcio 2010. Viene riconvocato poi il 14 agosto 2013 come sostituto dell'infortunato Lionel Messi nella partita giocata allo Stadio Olimpico contro l'Italia in onore di Papa Francesco. Il 10 settembre 2013 partecipa alla partita contro il Paraguay, valida per la qualificazione a Brasile 2014.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 19 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Argentina Huracán (TA) PD 34 7 - - - - - - - - - 34 7
2003-gen. 2004 PD 19 8 - - - - - - - - - 19 8
Totale Huracán (TA) 53 15 53 15
gen.-giu. 2004 Argentina Banfield PD 19 2 - - - CS 2 2 - - - 21 4
2004-gen. 2005 PD 17 7 - - - - - - - - - 17 7
Totale Banfield 36 9 2 2 38 11
gen.-giu. 2005 Argentina Boca Juniors PD 15 3 - - - CL+CS 7+7 2+5 RSA 2 0 31 10
2005-2006 PD 32 17 - - - CS 2 2 RSA 2 3 36 22
2006-2007 PD 33 19 - - - CL+CS 10+1 4+0 Cmc 2 1 46 24
2007-2008 PD 31 10 - - - CL 12 4 RSA 2 2 45 16
2008-2009 PD 20 5 - - - CL 7 5 - - - 27 10
Totale Boca Juniors 131 54 46 22 8 6 185 82
2009-2010 Italia Genoa A 31 7 CI 0 0 UEL 6[23] 1 - - - 37 8
2010-2011 A 27 9 CI 2 0 - - - - - - 29 9
2011-2012 A 32 19 CI 2 2 - - - - - - 34 21
Totale Genoa 90 35 4 2 6 1 100 38
2012-2013 Italia Inter A 26 12 CI 3 2 UEL 10[24] 8[25] - - - 39 22
2013-2014 A 34 15 CI 2 2 - - - - - - 36 17
Totale Inter 60 27 5 4 10 8 75 39
Totale carriera 370 140 9 6 64 33 8 6 450 184

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Boca Juniors: Apertura 2005, Clausura 2006, Apertura 2008

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Boca Juniors: 2005, 2006, 2008
Boca Juniors: 2005
Boca Juniors: 2007

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Palacio en la mira - lanacion.com
  2. ^ Genoa, Palacio:"Il mio soprannome era la Joya" in Tuttomercatoweb.com, 30 luglio 2009.
  3. ^ La Trenza Palacio scioglie i muscoli in Genoacfc.it, 14 ottobre 2011.
  4. ^ Palacio, chiamatelo "Trenza" in Il Secolo XIX, 17 luglio 2009.
  5. ^ Derby Genova, chiesta archiviazione sportmediaset.it
  6. ^ ma.gal., La Procura: 100 mila euro d'ammenda per Preziosi in La Gazzetta dello Sport, 6 ottobre 2012, p. 5.
  7. ^ (EN) Genoa, preso Palacio (in inglese). URL consultato il 3 settembre 2009.
  8. ^ Actualidad Boca « Todo Boca
  9. ^ Rinnovo Del Contratto Per Palacio - Genoa Cfc
  10. ^ Branca: "Palacio è dell'Inter" Il dt ufficializza l'argentino. URL consultato il 25 maggio 2012.
  11. ^ Mercato: l'Inter e Palacio insieme fino al 2015, inter.it. URL consultato il 7 giugno 2012.
  12. ^ Rivoluzione ingaggi: la lista attuale e il tetto futuro, che taglio dei costi!, tuttomercatoweb.com. URL consultato il 10 febbraio 2013.
  13. ^ L'Inter vince e convince, UEFA.com. URL consultato il 2 settembre 2012.
  14. ^ L'Inter soffre ancora, ma c'è, UEFA.com. URL consultato il 2 settembre 2012.
  15. ^ Matteo Brega, Da Chivu a Zanetti: il ballo dei capitani in La Gazzetta dello Sport, 19 dicembre 2012, p. 11.
  16. ^ Coppa Italia: l'Inter ai quarti sportmediaset.mediaset.it
  17. ^ Cassano e Guarin, Inter ai quarti - Palacio portiere stoppa il Verona
  18. ^ PALACIO INFORTUNATO: L'INTER PERDE I SUOI GOL sportmediaset.it, 4 aprile 2013
  19. ^ Inter 4-0 Cittadella, Soccerway.com, 18 agosto 2013. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  20. ^ Inter 2-0 Genoa, Soccerway.com, 25 agosto 2013. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  21. ^ Torino 3-3 Inter, Soccerway.com, 20 ottobre 2013. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  22. ^ (EN) Argentina got their World Cup campaign off to a winning start with victory over Ivory Coast in a gripping opening to Group C in Hamburg, news.bbc.co.uk. URL consultato il 3 giugno 2008.
  23. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  24. ^ 3 presenze nei turni preliminari.
  25. ^ 2 gol nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]