Heribert Weber

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Heribert Weber
Heribert Weber - FC Admira Wacker Mödling (1).jpg
Dati biografici
Nazionalità Austria Austria
Altezza 180 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Carriera
Giovanili
 ????-1974 Pöls
Squadre di club1
1974-1978 Sturm Graz Sturm Graz 116 (9)
1978-1989 Rapid Vienna Rapid Vienna 315 (39)
1989-1994 Salisburgo Salisburgo 150 (9)
Nazionale
1976-1989 Austria Austria 68 (1)
Carriera da allenatore
1994-1995 Puch Puch
1995 Austria Austria U-20
1995-1996 Austria Austria U-18 e 19
1996-1998 Salisburgo Salisburgo
1998-2000 Rapid Vienna Rapid Vienna
2001-2002 Saarbrucken Saarbrücken
2003-2004 Untersiebenbrunn Untersiebenbrunn
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 agosto 2012

Heribert Weber (Pöls, 28 giugno 1955) è un allenatore di calcio ed ex calciatore austriaco, di ruolo difensore, attualmente disoccupato.

Detiene il record di partite giocate nella Bundesliga (vale a dire dalla stagione 1974-1975), con 573 presenze.

Nel 1999 è stato inserito dai tifosi del Rapid Vienna nella squadra del secolo del club[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Weber crebbe calcisticamente nello Sturm Graz, con cui giocò per quattro anni prima di trasferirsi al Rapid Vienna. Con i bianco-verdi della capitale, Weber giocò 315 partite di campionato e vinse quattro campionati, altrettante coppe d'Austria, e tre supercoppe nazionali, prima di trasferirsi al Salisburgo, dove vinse nuovamente il titolo nel 1993-1994, sua ventesima ed ultima stagione da professionista.

Giocò anche la finale di Coppa delle Coppe 1984-1985 e quella di Coppa UEFA 1993-1994, risultando l'unico giocatore austriaco ad aver giocato le finali di due diverse competizioni UEFA.

Nazionalale[modifica | modifica wikitesto]

In Nazionale totalizzò 68 presenze condite da un gol.

Prese parte ai Mondiali del 1978 e del 1982.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Subito dopo il ritiro divenne allenatore del Puch, e dal 1995 al 1996 ricoprì l'incarico federale di responsabile delle Nazionali Under-18, Under-19 ed Under-20.

Nel 1996 tornò a Salisburgo in qualità di allenatore, e vi rimase per due stagioni vincendo ancora un campionato[2] ed una Supercoppa d'Austria[3]. Chiamato al Rapid Vienna, ottenne due secondi posti in altrettante stagioni in Bundesliga. Si trasferì allora in Germania, per guidare il Saarbrücken, ma tornò in patria nel 2003 come tecnico dell'Untersiebenbrunn in Erste Liga.

Smise di allenare nel 2004 e divenne telecronista, incarico che svolge tuttora, per Sky[4]. Nel 2008 ha accettato l'incarico di direttore sportivo all'Admira Wacker Mödling, ma due anni dopo il suo contratto in scadenza non è stato rinnovato, a causa del mancato raggiungimento della promozione[5].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Rapid Vienna: 1981-1982, 1982-1983, 1986-1987, 1987-1988
Salisburgo: 1993-1994
Rapid Vienna: 1982-1983, 1983-1984, 1984-1985, 1986-1987
Rapid Vienna: 1986, 1987, 1988

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1987

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Salisburgo: 1996-1997
Salisburgo: 1997

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Rapidarchiv - Team des Jahrhunderts, rapidarchiv.at. URL consultato il 12 agosto 2012.
  2. ^ (DE) Salzburg ist seit Samstag wieder Fußball-Hauptstadt, salzburg.com, 24 marzo 1997. URL consultato il 12 agosto 2012.
  3. ^ (DE) Meister fast schon meisterlich - Dritter Supercup für Salzburg, salzburg.com, 7 luglio 1997. URL consultato il 12 agosto 2012.
  4. ^ (DE) Wem gebührt der Thron?, sky.at. URL consultato il 12 agosto 2012.
  5. ^ (DE) Admira wirft Heribert Weber raus, oe24.at. URL consultato il 12 agosto 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]