Ostrava

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ostrava
città statutaria (statutární město)
Ostrava – Stemma Ostrava – Bandiera
Ostrava – Veduta
Localizzazione
Stato Rep. Ceca Rep. Ceca
Regione Flag of Moravian-Silesian Region.svg Moravia-Slesia
Distretto Ostrava
Amministrazione
Sindaco Petr Kajnar
Territorio
Coordinate 49°50′N 18°17′E / 49.833333°N 18.283333°E49.833333; 18.283333 (Ostrava)Coordinate: 49°50′N 18°17′E / 49.833333°N 18.283333°E49.833333; 18.283333 (Ostrava)
Altitudine 260 m s.l.m.
Superficie 214 km²
Abitanti 299 622 (2012)
Densità 1 400,1 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 702 00
Fuso orario UTC+1
Codice ČSÚ 554821
Cartografia
Mappa di localizzazione: Repubblica Ceca
Ostrava
Sito istituzionale

Ostrava ascolta[?·info] (in tedesco: Ostrau, in polacco: Ostrawa) è la terza città per grandezza della Repubblica Ceca dopo Praga e Brno, e il capoluogo della regione di Moravia-Slesia. È situata alla confluenza dei fiumi Ostravice, Oder e Opava. La sua storia e la sua crescita sono state fortemente condizionate dall'estrazione e dalla lavorazione del carbone nero di alta qualità. Il carbone, soprattutto nel passato recente, ha contribuito all'inquinamento dell'atmosfera, depositandosi su case e strade. Ostrava si guadagnò il soprannome di cuore d'acciaio della Repubblica durante il comunismo in Cecoslovacchia. Molte delle industrie pesanti oggigiorno sono state chiuse o trasformate.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il territorio di Ostrava nella preistoria era un importante centro del commercio, essendo attraversato dalla Via dell'Ambra. Gli archeologi hanno provato che l'area attorno a Ostrava è abitata da almeno 25.000 anni, sebbene il nome della città sia citato per la prima volta appena nel 1229. Fino alla fine del XVIII secolo, Ostrava era una piccola città di provincia, con una popolazione attorno al migliaio di abitanti.

Nel 1763 furono scoperti grandi depositi di carbone nero, che portò al boom industriale e a un'ondata di immigrazione nei secoli seguenti. Durante il XIX secolo furono costruite molte miniere e furono stabilite intorno alla città le prime fabbriche per la lavorazione dell'acciaio; la crescita industriale fu resa possibile anche grazie alla Ferrovia del Nord che arrivava da Vienna (1847). Il XX secolo vide un'ulteriore espansione industriale della città, accompagnata da un aumento della popolazione e della qualità della vita. Durante la seconda guerra mondiale, Ostrava, importante fonte di acciaio per gli armamenti, dovette subire pesanti bombardamenti che arrecarono moltissimi danni alla città e alla sua economia.

Dalla Rivoluzione di velluto del 1989, la città ha subito grandi cambiamenti. È in corso un grande ammodernamento industriale - le miniere sono state chiuse nel 1994 e gran parte degli stabilimenti per la lavorazione del ferro nel quartiere di Vítkovice nel 1998. L'inquinamento è ancora uno dei fattori che rendono la qualità della vita ad Ostrava peggiore di quella di altre città ceche.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Posizione[modifica | modifica sorgente]

Strada di Ostrava in via di ammodernamento
Museo di Hornické

Ostrava si trova nel nord-est della Repubblica Ceca, vicina ai confini polacco (15 km) e slovacco (55 km). Si estende sulla parte settentrionale della valle naturale che va da nord a sud.

Clima[modifica | modifica sorgente]

Il clima locale è temperato, con estati tiepide e inverni freddi e umidi. A causa della posizione della città, le influenze del clima continentale leggermente più forti che nel resto del Paese. La temperatura media è di 8,6 °C (gennaio: -2,4 °C, luglio: 17,8 °C), le precipitazioni annuali ammontano a 600mm.

Popolazione e demografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 2003, la popolazione ufficiale abitante a Ostrava era di 315.442 abitanti, distribuiti in 23 distretti, formati dall'unione delle originarie 34 piccole cittadine e villaggi. Ostrava copre un'area di 212 km², e la densità di popolazione è di 1.505 abitanti per km².

Storicamente, tra i gruppi etnici più influenti, oltre ai cecoslovacchi a Ostrava vi erano molti polacchi, tedeschi ed ebrei. Durante e dopo la seconda guerra mondiale, comunque, la situazione è completamente cambiata, dato che molti ebrei di Ostrava furono uccisi o trasportati nei campi di concentramento (il 17 ottobre 1939 avvenne il primo trasporto verso un campo maggiore a Nisko, nel Governatorato Generale - il primo caso in Europa). Dopo la guerra, i tedeschi furono espulsi da Ostrava secondo i decreti di Benes. La popolazione della città è pertanto divenuta un misto di cechi, slovacchi e polacchi.

La popolazione che vive nei dintorni di Ostrava parla un particolare dialetto, che si nota per l'abbreviazione di tutte le vocali e per l'accento sulla penultima sillaba, che lo rende molto simile alla lingua polacca.

A causa del recente ammodernamento dell'industria pesante della zona, il tasso di disoccupazione è salito oltre la media nazionale (18,4% nel 2004).

Industria e miniere di carbone[modifica | modifica sorgente]

Alcune delle maggiori industrie della Repubblica Ceca si trovano nella città di Ostrava. Gli impianti per la lavorazione del ferro di Vítkovice si trovano nei quartieri della città e sono specializzati nella metallurgia e nell'ingegneria meccanica. Questi stabilimenti furono fondati nel 1828 e oggigiorno, dopo quasi due secoli di esistenza, sono in fase di trasformazione: la parte più vecchia del complesso, chiamata "Dolní oblast", fu chiusa e sono in corso dibattiti sull'apertura di un museo industriale proprio nei palazzi dell'ex-fabbrica. Nová huť (i "Nuovi Stabilimenti", fondati nel 1951), appartengono ora al complesso internazionale Mittal Steel, altra azienda importante di Ostrava.

Contrariamente alle credenze popolari ceche, Ostrava non è più una città mineraria: tutte le miniere sono state chiuse dopo la Rivoluzione di velluto nel 1989 nell'ottica dell'ex-sindaco Evžen Tošenovský's di modernizzare le industrie cittadine.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

A Ostrava vi sono quattro teatri: Národní divadlo moravskoslezské (Teatro Nazionale di Moravia e di Slesia). Si compone di due edifici: Divadlo Antonína Dvořáka (dedicato ad Antonín Dvořák) e Divadlo Jiřího Myrona. Inoltre esistono anche il Divadlo Petra Bezruče (dedicato a Petr Bezruč), il Komorní scéna Aréna e Divadlo loutek Ostrava.

Nella città di Ostrava è ambientata una parte del romanzo Lo scherzo di Milan Kundera.

Università[modifica | modifica sorgente]

Attrazioni turistiche[modifica | modifica sorgente]

Anche se Ostrava non è di solito tra le mete più ambite dei turisti della Repubblica Ceca, ci sono alcuni luoghi interessanti da visitare. A nord del centro cittadino c'è il Museo delle miniere (Hornické muzeum) che mostra una collezione unica di macchinari utilizzati per l'estrazione del carbone e gli equipaggiamenti necessari, oltre a una ricostruzione di un villaggio di cacciatori di mammuth. Si possono anche visitare i corridoi sotterranei.

Un'altra attrazione che sta diventando sempre più popolare specialmente tra le nuove generazioni e la via Stodolní (Stodolní ulice), che è in realtà un insieme di vie nel centro della città che ospitano locali unici per lo stile e l'atmosfera. La più importante manifestazione che ha luogo in questa zona è i Colori di Ostrava, un festival musicale estivo che ospita molti musicisti e gruppi da tutto il mondo.

La Torre del Nuovo Municipio di Ostrava è il luogo dove si può avere una vista panoramica della città e dei dintorni, da 85 metri d'altezza. Se le condizioni del cielo lo permettono, si possono vedere le catene montuose dei Beschidi e dei Jeseniky.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Autobus di Ostrava

La ferrovia giunse a Ostrava nel 1847. Era la Ferrovia Nord Austriaca, che portava da Vienna a Přerov attraverso Břeclav, e continuava poi in direzione di Cracovia. Nel 1855 fu costruita anche la linea per Opava. Oggi la rete ferroviaria comprende linee per Frýdek-MístekValašské Meziříčí e HavířovČeský Těšín.

L'Aeroporto Internazionale di Ostrava-Mošnov è a circa 30 minuti dalla città, raggiungibile con l'autobus. La maggior parte dei visitatori, comunque, arriva in città in treno da Praga (impiegando circa 3,5 ore), da Brno (2,5 ore), Olomouc (75 minuti). Ostrava è anche relativamente vicina a Vienna, Bratislava, Cracovia e Varsavia. L'autostrada D47 da Lipnik nad Becvou, che passa attraverso Ostrava dirigendosi verso il confine con la Polonia, è attualmente in costruzione; il completamento è previsto per il 2009. Al giorno d'oggi, a Ostrava manca ancora un sistema moderno di autostrade e i turisti, per giungervi, devono utilizzare strade regionali.

È invece semplice girare per la città con il sistema di trasporto pubblico: Ostrava è una delle poche città ceche ad avere tutti i tre tipi di trasporto pubblico in Repubblica Ceca: autobus, tram e filobus.

La stazione ferroviaria di Ostrava è centro del servizio ferroviario suburbano della Moravia-Slesia ("Esko").

Sport a Ostrava[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Personalità[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ città gemellate dal sito di Volgograd. URL consultato il 30 dicembre 2010.
  2. ^ (PL) città gemellate con Katowice, katowice.eu. URL consultato il 18 maggio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Repubblica Ceca Portale Repubblica Ceca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Repubblica Ceca