Dietmar Constantini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dietmar Constantini
Dietmar Constantini, Österreichische Fußballnationalmannschaft (03).jpg
Dati biografici
Nazionalità Austria Austria
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex-difensore/centrocampista)
Ritirato 1987 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1975-1979 Wacker Innsbruck Wacker Innsbruck 78 (4)
1979-1980 LASK Linz LASK Linz 28 (2)
1980-1981 Flag of None.svg SPG Innsbruck  ? (?)
1981-1982 Kavala Kavala 31 (1)
1982-1984 Union Wels Union Wels 31 (0)
1984-1985 FavAC FavAC 41 (0)
1986-1987 Wiener Sport-Club Wiener Sport-Club 20 (0)
Carriera da allenatore
1987-1989 Al-Ittihad Al-Ittihad Vice
1989-1991 Rapid Vienna Rapid Vienna Vice
1991-1992 Austria Austria U-21
1991 Austria Austria
1992 Austria Austria Vice
1992 Austria Austria
1993 LASK Linz LASK Linz
1993-1995 Admira/Wacker Admira/Wacker
1995-1997 Tirol Innsbruck Tirol Innsbruck
1997-1998 Magonza Magonza
1999-2001 Austria Austria Vice
2001-2002 Austria Vienna Austria Vienna
2003 Karnten Kärnten
2006 Pasching Pasching
2006-2007 Pasching Pasching
2008 Austria Vienna Austria Vienna
2009-2011 Austria Austria
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Dietmar Constantini detto Didi (Innsbruck, 30 maggio 1955) è un ex calciatore e allenatore di calcio austriaco.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Esordì in Bundesliga nel 1975 con la maglia del Wacker Innsbruck, con cui vinse un campionato e una coppa nazionale. Trasferitosi prima al LASK Linz, e poi in Grecia nel Kavala, torna in Austria per vestire le maglie di SPG Innsbruck, Union Wels, FavAC e Wiener Sport-Club prima di ritirarsi nel 1987 e contemporaneamente iniziare la carriera da allenatore.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Inizia in Arabia Saudita con l'Al-Ittihad, dove resta due anni. Nel 1989 è chiamato al Rapid Vienna come allenatore in seconda, e rimane ad Hütteldorf per tre anni. Nel 1991 diviene quindi allenatore della Nazionale Under-21, e poi brevemente allenatore ad interim di quella maggiore, una prima volta nello stesso 1991 e poi ancora l'anno successivo, dopo una parentesi come vice di Ernst Happel. Inattivo, nel 1993 allena il LASK Linz e poi, fino al 1995, l'Admira/Wacker. Passa al Tirol Innsbruck e quindi, nel 1997, in Germania al Mainz, in 2. Bundesliga.

Nuovamente vice allenatore della Nazionale tra il 1999 ed il 2001, allena l'Austria Vienna per una stagione, portandola alla qualificazione in Coppa UEFA, poi allena il Kärnten e, in due distinti periodi, il Pasching, sempre in Bundesliga. Ancora ai violette nel 2008, ingaggiato ad interim dal 19 marzo fino a fine stagione.

Il 4 marzo 2009 diviene C.T. della Nazionale[1], sostituendo Karel Brückner, e concludendo al terzo posto il girone di qualificazione al Mondiale 2010. Visti i buoni risultati conseguiti, la federazione gli rinnova l'incarico per le qualificazioni europee 2012[2]. Il 13 settembre 2011 si dimette da CT della Nazionale austriaca lasciando la panchina momentaneamente a Willi Ruttensteiner. Dal 1º novembre viene sostituito da Marcel Koller.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Wacker Innbsruck: 1976-1977
Wacker Innsbruck: 1977-1978

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (DE) ÖFB-Teamchef Constantini: "Kann meine Geilheit ausleben", kleinezeitung.at. URL consultato il 24 maggio 2011.
  2. ^ (DE) Österreich geht mit Constantini in EM- Quali 2012, salzburg24.at. URL consultato il 24 maggio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]