Jesús María Pereda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jesús María Pereda
Dati biografici
Nome Jesús María Pereda Ruiz de Temiño
Nazionalità Spagna Spagna
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Carriera
Squadre di club1
1956-1958 Indautxu Indautxu  ? (?)
1958 Real Madrid Real Madrid 2 (1)
1958-1959 Real Valladolid Real Valladolid  ? (?)
1959-1961 Siviglia Siviglia 56 (13)
1961-1969 Barcellona Barcellona 134 (41)
1969-1970 Sabadell Sabadell 5 (0)
1970-1972 Maiorca Maiorca 53 (7)
Nazionale
1960
1960
1960-1968
1966-1968
Spagna Spagna U-21
Spagna Spagna B
Spagna Spagna
Catalogna Catalogna
2 (0)
1 (0)
15 (6)
2 (1)
Carriera da allenatore
1975-1993 Spagna Spagna Giovanili
1995-1996 Xerez Xerez
1998 Flag of Castilla y León.svg Castiglia e León
Palmarès
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Oro Spagna 1964
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Jesús María Pereda Ruiz de Temiño, comunemente noto come Chus Pereda (Burgos, 23 giugno 1938Barcellona, 27 settembre 2011), è stato un allenatore di calcio e calciatore spagnolo, di ruolo centrocampista, Campione d'Europa con la Nazionale spagnola nel 1964.

È scomparso nel 2011 all'età di 73 anni a seguito di un tumore.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Iniziò la carriera da professionista nell'SD Indautxu, un club minore dell'Atlétic Bilbao, ma, a causa dell'origine non basca, venne rifiutato dall'Atlétic e firmò per il Real Madrid.

A Madrid fu membro della squadra che vinse la Liga 1957-1958. Dopo solo due presenze in campionato ed una nella finale della Copa del Generalísimo lasciò la squadra per il Real Valladolid. Contrinbuì alla vittoria del Gruppo I della Segunda División spagnola, per poi passare due stagioni al Sevilla FC prima di essere acquistato dall'FC Barcelona. In otto stagioni nel club giocò 312 gare e realizzò 107 reti tra tutte le competizioni. Durante la permanenza in blaugrana vinse la Copa del Generalísimo due volte, nel 1963 e nel 1968. Dopo aver lasciato il Barcellona giocò nel CE Sabadell e nell'RCD Mallorca prima di ritirarsi.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Conta 15 presenze nella Nazionale spagnola, con 6 reti realizzate. Esordì il 15 maggio 1960 in Spagna-Inghilterra 3-0 e, durante la sua permanenza tra le Furie rosse vinse il Campionato Europeo del 1964. Giocò l'ultima gara il 27 ottobre 1968, Jugoslavia-Spagna terminata 0-0.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Real Madrid: 1957-1958
Barcellona: 1962-1963, 1967-1968

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

1964

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Notizia della morte da marca.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]