Oleg Salenko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oleg Salenko
Dati biografici
Nome Oleg Anatol'evič Salenko
Nazionalità URSS URSS
Ucraina Ucraina (dal 1991)
Russia Russia (dal 1992)
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 2001
Carriera
Squadre di club1
1986-1988 Zenit Zenit 47 (10)
1989-1992 Dinamo Kiev Dinamo Kiev 91 (28)
1993-1994 CD Logrones CD Logroñés 47 (23)
1994-1995 Valencia Valencia 25 (7)
1995 Rangers Rangers 14 (7)
1996-1998 Istanbulspor İstanbulspor 21 (11)
1999-2000 Cordoba Córdoba 3 (0)
2000-2001 Pogon Stettino Pogoń Stettino 1 (0)
Nazionale
1989
1992
1993-1994
URSS URSS U-20
Ucraina Ucraina
Russia Russia
3+ (5)
1 (0)
8 (6)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Oleg Anatol'evič Salenko (in russo Олег Анатольевич Саленко; Leningrado, 25 ottobre 1969) è un ex calciatore sovietico, dal 1992 russo, miglior marcatore del campionato del mondo FIFA Stati Uniti d'America 1994.

Nel corso di quel torneo mise a segno 5 gol in una sola partita, superando il primato del polacco Ernest Wilimowski, che nell'incontro Brasile-Polonia 6-5 disputata durante il Campionato mondiale di calcio del 1938 realizzò 4 reti per la propria squadra.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Esordì nel campionato di calcio sovietico nel 1986 con la squadra della sua città, lo Zenit Leningrado, con la quale segnò 11 gol in due stagioni. Nel 1989 passò alla Dinamo Kiev, squadra con la quale rimase per quattro stagioni e segnò 48 reti. Nel 1992, con la dissoluzione degli organismi sportivi sovietici, si trasferì all'estero. In quell'estate fu ingaggiato dagli spagnoli del Logroñés, squadra presso la quale rimase due stagioni per un totale di 23 reti totali. Nel 1994 passò al Valencia (9 reti).

Al ritorno dal Mondiale, però, il rapporto con il Valencia si deteriorò, e solo pochi mesi dopo, nel gennaio del 1995, Salenko si trasferì in Scozia, nei Rangers, con i quali segnò 7 reti. Ebbe inizio un lento declino che divenne evidente anche ai telespettatori italiani nel corso di un incontro di UEFA Champions League con la Juventus (18 ottobre 1995), dove il commentatore Salvatore Bagni lo definì "irriconoscibile".

Ormai in rotta anche con il pubblico britannico, si trasferì in Turchia all'Istanbulspor, dove segnò 13 reti (11 in campionato, 2 in Coppa di Turchia). Nel marzo del 1997, però, un serio infortunio al ginocchio lo costrinse ad una difficile operazione, che segnò l'inizio della fine della sua carriera. Per due anni, infatti, scomparve dalla scena internazionale.

Nel 1999 venne richiamato in Spagna per un provino con il Cordoba, che però si risolse in un nulla di fatto. Giocò la sua ultima stagione, 2000-2001, in Polonia nel Pogon Stettino. Nel 2002 si trasferì a Kiev, in attesa di un'offerta da parte di un club ucraino, offerta che però non arrivò. Nel frattempo si dedicò al beach soccer, e nel 2003 ricoprì la carica di allenatore della Nazionale ucraina di tale sport. Nel corso dei Mondiali nippo-coreani del 2002 si occupò delle telecronache per la televisione ucraina.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Con la Nazionale maggiore ha partecipato ai Mondiali di USA 1994 dove, in soli 215 minuti, segnò in totale 6 gol, 5 dei quali in un'unica gara (Russia-Camerun del 28 giugno 1994). Le 5 reti (15°, 41°, 44° su calcio di rigore, 72º e 75º minuto) oscurarono non solo la sesta rete russa (Radčenko, 81°), ma anche l'unica del Camerun, segnata al 46° dal quarantaduenne Roger Milla, consentendo a Salenko, che già aveva segnato un rigore (9º minuto) nel precedente match contro la Svezia, di diventare capocannoniere di quel campionato mondiale a pari merito con il bulgaro Pallone d'oro 1994 Hristo Stoichkov. E ciò nonostante la sconfitta patita contro la Svezia stessa (3-1) avesse impedito alla Nazionale russa di proseguire il suo cammino. Oltre alla partita con la Svezia (1 gol) e con il Camerun (5 gol) Salenko ha giocato altre 6 partite con la maglia della sua Nazionale senza mai andare a segno, quindi il suo score in nazionale è 8 presenze e 6 gol.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Dinamo Kiev: 1990
Dinamo Kiev: 1990
Rangers: 1994-1995

Individuale[modifica | modifica sorgente]

Arabia Saudita 1989 (5 gol)
Stati Uniti 1994 (6 gol)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]