Fußball-Bundesliga 1977-1978

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fußball-Bundesliga 1977-1978
Competizione Fußball-Bundesliga
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 68ª
Organizzatore DFB
Date dal 6 agosto 1977
al 29 aprile 1978
Luogo Germania Germania
Partecipanti 18
Formula Girone unico
Risultati
Vincitore Colonia Colonia
(3º titolo)
Retrocessioni St. Pauli St. Pauli
Monaco 1860 Monaco 1860
Saarbrucken Saarbrücken
Statistiche
Miglior marcatore Germania Dieter Müller, Gerd Müller (24)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1976-1977 1978-1979 Right arrow.svg

La stagione 1977-78 è stata la quindicesima edizione della Fußball-Bundesliga, massima divisione calcistica in Germania Ovest.

Avvenimenti[modifica | modifica sorgente]

[1][2][3]

Dopo quasi un decennio fu il Colonia a spezzare il dualismo al vertice tra Bayern Monaco e Borussia Mönchengladbach andando a vincere il suo secondo titolo vincendo gli attacchi dei puledri che, nelle ultime giornate, si resero protagonisti di autentiche goleade nel tentativo, rivelatosi poi vano per sole tre reti, di raggiungere la capolista facendo leva sulla differenza reti.

Il campionato che iniziò il 6 agosto 1977 vide dopo tre giornate un gruppo di sei squadre ancora a punteggio pieno, dal quale uscì alla sesta giornata lo Schalke 04. La squadra tentò immediatamente una fuga, portandosi a +3 dalla seconda, il Kaiserslautern, che tentò un avvicinamento raggiungendola all'undicesima giornata. A partire dal turno successivo, in cui lo Schalke 04 riprese la vetta, emerse il Colonia, il quale agganciò la capolista per poi prendere il comando solitario della classifica alla quindicesima, dopo aver battuto il Kaiserslautern per 4-1 nello scontro diretto[4]. Il Colonia concluse il girone di andata a +1 da un Borussia Mönchengladbach in rimonta e a +2 sul Kaiserslautern.

All'inizio del girone di ritorno il Colonia gestì agevolmente il proprio vantaggio, conducendo la classifica con distacchi rassicuranti sulle inseguitrici: alla ventunesima era a +4 sulle rivali. L'inseguitrice più ostinata si rivelò ben presto il Borussia Mönchengladbach che alla ventiquattresima giornata recuperò due punti sulla vetta. Il distacco rimase invariato anche dopo lo scontro diretto, in programma per la ventisettesima giornata e finito 1-1 (con il Colonia che pareggiò con Flohe a cinque minuti dal termine)[5], ma già al turno successivo i puledri si portarono a -1 per poi riuscire nell'aggancio dopo tre giornate. Ciononostante la classifica favoriva ancora il Colonia grazie alla miglior differenza reti, cosicché nelle ultime giornate i puledri tentarono di vincere le ultime due partite con il maggior scarto di reti possibile. Le vittorie per 6-2 contro l'Amburgo[6] e per 12-0 contro il Borussia Dortmund[7] (quest'ultima la più larga vittoria nella storia della Bundesliga) non furono però sufficienti ai puledri per superare il Colonia, che vinse grazie alla miglior differenza reti ottenuta in virtù del numero di reti subite (41 contro le 44 del Colonia).

In quella stessa stagione il Colonia riuscì ad ottenere il double vincendo la Coppa di Germania: ciò ebbe delle conseguenze in zona UEFA visto che, in sostituzione del Colonia, si qualificò in Coppa delle Coppe il Fortuna Düsseldorf classificatosi quinto. Il suo posto in coppa UEFA fu preso dal Duisburg. Poco interessante fu la lotta per non retrocedere, con il St. Pauli, il Saarbrücken e il Monaco 1860 arresesi già a tre giornate dal termine del campionato.

Squadre partecipanti[modifica | modifica sorgente]

Profili[modifica | modifica sorgente]

Club Rosa Città Stadio[8] Capienza[8] Posizione 1976-1977
Amburgo Amburgo dettagli Amburgo Volksparkstadion 80 000 6º posto in Bundesliga
Bayern Monaco Bayern Monaco dettagli Monaco di Baviera Olympiastadion 80 000 7º posto in Bundesliga
Bochum Bochum dettagli Bochum Ruhrstadion 40 000 15º posto in Bundesliga
Bor. Dortmund Bor. Dortmund dettagli Dortmund Westfalenstadion 54 000 8º posto in Bundesliga
Borussia M'bach Borussia M'bach dettagli Mönchengladbach Bökelbergstadion 34 500 Campione della Germania Ovest
Colonia Colonia dettagli Colonia Müngersdorfer Stadion 61 000 5º posto in Bundesliga
Duisburg Duisburg dettagli Duisburgo Wedaustadion 38 500 9º posto in Bundesliga
E. Braunschweig E. Braunschweig dettagli Braunschweig Eintracht-Stadion 38 000 3º posto in Bundesliga
E. Francoforte E. Francoforte dettagli Francoforte sul Meno Waldstadions 62 000 4º posto in Bundesliga
F. Dusseldorf F. Düsseldorf dettagli Düsseldorf Rheinstadion 59 600 12º posto in Bundesliga
Hertha Berlino Hertha Berlino dettagli Berlino Olympiastadion 100 000 10º posto in Bundesliga
Kaiserslautern Kaiserslautern dettagli Kaiserslautern Stadion Betzenberg 42 000 13º posto in Bundesliga
Monaco 1860 Monaco 1860 dettagli Monaco di Baviera Olympiastadion 80 000 3º posto in 2. Bundesliga
Schalke 04 Schalke 04 dettagli Gelsenkirchen Parkstadion 70 000 2º posto in Bundesliga
Saarbrucken Saarbrücken dettagli Saarbrücken Ludwigspark Stadion 40 000 14º posto in Bundesliga
St. Pauli St. Pauli dettagli Amburgo Wilhelm-Koch-Stadion 32 000 1º posto in 2. Bundesliga
Stoccarda Stoccarda dettagli Stoccarda Neckarstadion 72 000 2º posto in 2. Bundesliga
Werder Brema Werder Brema dettagli Brema Weserstadion 32 000 11º posto in Bundesliga

Allenatori[modifica | modifica sorgente]

Squadra Allenatore
Amburgo Amburgo Turchia Arkoç Özcan
Bayern Monaco Bayern Monaco Germania Dettmar Cramer (1ª-16ª)
Ungheria Gyula Lorant (17ª-34ª)
Bochum Bochum Germania Heinz Höher
Bor. Dortmund Bor. Dortmund Germania Otto Rehhagel
Borussia M'bach Borussia M'bach Germania Udo Lattek
Colonia Colonia Germania Hennes Weisweiler
Duisburg Duisburg Germania Carl-Heinz Rühl
E. Braunschweig E. Braunschweig Jugoslavia Branko Zebec
E. Francoforte E. Francoforte Ungheria Gyula Lóránt (1ª-16ª)
Germania Dettmar Cramer (17ª-34ª)
F. Dusseldorf F. Düsseldorf Germania Dietrich Weise
Hertha Berlino Hertha Berlino Germania Kuno Klötzer
Kaiserslautern Kaiserslautern Germania Erich Ribbeck
Monaco 1860 Monaco 1860 Germania Heinz Lucas
Schalke 04 Schalke 04 Germania Friedel Rausch (1ª-18ª)
Germania Uli Maslo (19ª-34ª)
Saarbrucken Saarbrücken Germania Manfred Krafft (1ª-26ª)
Germania Hans Tilkowski (27ª-34ª)
St. Pauli St. Pauli Germania Diethelm Ferner
Stoccarda Stoccarda Germania Jürgen Sundermann
Werder Brema Werder Brema Germania Hans Tilkowski (1ª-19ª)
Germania Rudi Assauer e Fred Schulz (20ª-34ª)

Classifica finale[modifica | modifica sorgente]

Classifica finale 1977-78 Pt G V N P GF GS DR
Meisterschale.png Coppagermania.png 1. Colonia Colonia 48 34 22 4 8 86 41 +45
Coppauefa.png 2. Borussia M'bach Borussia M'bach 48 34 20 8 6 86 44 +42
Coppauefa.png 3. Hertha Berlino Hertha Berlino 40 34 15 10 9 59 48 +9
Coppauefa.png 4. Stoccarda Stoccarda 39 34 17 5 12 58 40 +18
5. F. Dusseldorf F. Düsseldorf 39 34 15 9 10 49 36 +13
Coppauefa.png 6. Duisburg Duisburg 37 34 15 7 12 62 59 +3
7. E. Francoforte E. Francoforte 36 34 16 4 14 59 52 +7
8. Kaiserslautern Kaiserslautern 36 34 16 4 14 64 63 +1
9. Schalke 04 Schalke 04 34 34 14 6 14 47 52 -5
10. Amburgo Amburgo 34 34 14 6 14 61 67 -6
11. Bor. Dortmund Bor. Dortmund 33 34 14 5 15 57 71 -14
12. Bayern Monaco Bayern Monaco 32 34 11 10 13 62 64 -2
13. E. Braunschweig E. Braunschweig 32 34 14 4 16 43 53 -10
14. Bochum Bochum 31 34 11 9 14 49 51 -2
15. Werder Brema Werder Brema 31 34 13 5 16 48 57 -9
1downarrow red.svg 16. Monaco 1860 Monaco 1860 22 34 7 8 19 41 60 -19
1downarrow red.svg 17. Saarbrucken Saarbrücken 22 34 6 10 18 39 70 -31
1downarrow red.svg 18. St. Pauli St. Pauli 18 34 6 6 22 44 86 -42

Verdetti[modifica | modifica sorgente]

Squadra campione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi 1. F.C. Köln 1977-1978.

Riserve

Classifica marcatori[modifica | modifica sorgente]

Gol Marcatore Squadra
24 Germania Dieter Müller Colonia Colonia
24 Germania Gerd Müller Bayern Monaco Bayern Monaco
21 Germania Klaus Toppmöller Kaiserslautern Kaiserslautern
20 Germania Manfred Burgsmüller Bor. Dortmund Bor. Dortmund
20 Germania Klaus Fischer Schalke 04 Schalke 04
18 Germania Jupp Heynckes Borussia M'bach Borussia M'bach

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Capoliste solitarie[modifica | modifica sorgente]

Squadre[modifica | modifica sorgente]

Partite[modifica | modifica sorgente]

  • Più gol:
Borussia M'bach Borussia M'bach - Bor. Dortmund Bor. Dortmund 12-0 (29 aprile 1978)[7][12]

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Hardy Grüne. Enzyklopädie des deutschen Ligafußballs, Band 7: Vereinslexikon. AGON Sportverlag (2001). ISBN 3-89784-147-9.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]