Campionato europeo di calcio 2004

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "UEFA Euro 2004" rimanda qui. Se stai cercando il videogioco, vedi UEFA Euro 2004 (videogioco).
Campionato europeo 2004
Campeonato Europeu de Futebol 2004
Logo della competizione
Competizione Campionato europeo di calcio
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 12ª
Date 12 giugno - 4 luglio 2004
Luogo Portogallo Portogallo
(8 città)
Partecipanti 16 (51 alle qualificazioni)
Impianto/i 10 stadi
Risultati
Vincitore Grecia Grecia
(1° titolo)
Secondo Portogallo Portogallo
Semi-finalisti Rep. Ceca Rep. Ceca
Paesi Bassi Paesi Bassi
Statistiche
Miglior giocatore Grecia Theodoros Zagorakis
Miglior marcatore Rep. Ceca Milan Baroš (5)
Incontri disputati 31
Gol segnati 77 (2,48 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2000 2008 Right arrow.svg
Tifosi greci festeggiano la vittoria a Euro 2004

Il campionato europeo di calcio 2004, comunemente chiamato Euro 2004, è stata la 12ª edizione del campionato europeo di calcio per nazionali organizzato dall'Union of European Football Associations (UEFA). La manifestazione si è svolta per la prima volta in Portogallo, tra il 12 giugno ed il 4 luglio 2004.

Le qualificazioni ad Euro 2004 si sono svolte fra settembre 2002 e novembre 2003, e ad esse hanno preso parte cinquanta squadre divise in dieci gruppi da cinque, con sfide andata-ritorno. Le prime di ogni girone si sono qualificate direttamente ad EURO 2004, mentre le seconde hanno disputato gli spareggi. Insieme con la nazione ospitante che, come d'abitudine, è qualificata di diritto, si sono così stabilite le 16 squadre nazionali che hanno partecipato alla competizione.

La finale è stata giocata il 4 luglio e, per casualità (nonché per la prima volta nella storia della manifestazione), ha visto affrontarsi le due Nazionali che avevano disputato la gara inaugurale del torneo: la squadra ospitante del Portogallo contro la Grecia. La Grecia vinse 1-0 con gol di testa di Angelos Charisteas al 57º minuto. Il successo della Grecia era inatteso.

Come migliore giocatore del torneo fu nominato il capitano della Nazionale greca, Theodoros Zagorakis.

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Qualificazioni al campionato europeo di calcio 2004.

Le squadre partecipanti ad Euro 2004 sono:

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Convocazioni per il campionato europeo di calcio 2004.

Sorteggio[modifica | modifica wikitesto]

Urna A Urna B Urna C Urna D

Portogallo Portogallo
Francia Francia
Svezia Svezia
Rep. Ceca Rep. Ceca

Italia Italia
Spagna Spagna
Inghilterra Inghilterra
Germania Germania

Paesi Bassi Paesi Bassi
Croazia Croazia
Danimarca Danimarca
Russia Russia

Bulgaria Bulgaria
Svizzera Svizzera
Grecia Grecia
Lettonia Lettonia

Gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A Gruppo B Gruppo C Gruppo D

Portogallo Portogallo
Spagna Spagna
Russia Russia
Grecia Grecia

Francia Francia
Inghilterra Inghilterra
Croazia Croazia
Svizzera Svizzera

Svezia Svezia
Italia Italia
Danimarca Danimarca
Bulgaria Bulgaria

Rep. Ceca Rep. Ceca
Germania Germania
Paesi Bassi Paesi Bassi
Lettonia Lettonia

Formula[modifica | modifica wikitesto]

La prima fase si compone di 4 gironi all'italiana, a turno unico, ciascuno con quattro squadre: le prime due classificate di ogni girone accedono alla fase successiva. Lo schema della fase a eliminazione diretta è il seguente:

  • Quarti di finale
    • 1ª classificata girone A - 2ª classificata girone B (incontro 25)
    • 1ª classificata girone B - 2ª classificata girone A (incontro 26)
    • 1ª classificata girone C - 2ª classificata girone D (incontro 27)
    • 1ª classificata girone D - 2ª classificata girone C (incontro 28)
  • Semifinali
    • Vincitore incontro 1 - Vincitore incontro 3 (incontro 29)
    • Vincitore incontro 2 - Vincitrice incontro 4 (incontro 30)
  • Finale
    • Vincitore incontro 29 - Vincitore incontro 30

Durante la fase a gironi, in caso di parità nella classifica, i criteri discriminanti sono:

  1. Classifica avulsa;
  2. Differenza reti degli scontri diretti;
  3. Maggior numero di gol segnati negli scontri diretti;
  4. Differenza reti dell'intero girone;
  5. Maggior numero di gol segnati nell'intero girone;
  6. Miglior coefficiente UEFA;
  7. Fair play della fase finale;
  8. Sorteggio.

All'atto pratico, il sesto criterio non è però utile in quanto ognuna delle 16 partecipanti ha un diverso coefficiente. Inoltre, se nell'ultimo turno si affrontano due squadre che hanno ottenuto lo stesso punteggio e sono in parità anche negli altri criteri, in caso di pareggio si ricorre ai tiri di rigore al cui esito è legata la classifica. Tale procedura, inaugurata a partire da questa edizione, è applicabile soltanto se nessuna delle altre due squadre può ritrovarsi con lo stesso punteggio.

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

UEFA-Euro-2004-flag-map.png

Braga
Soccer ball.svg
Guimarães
Soccer ball.svg
Porto
Soccer ball.svg
Aveiro
Soccer ball.svg
Coimbra
Soccer ball.svg
 Leiria 
Soccer ball.svg
Lisbona
Soccer ball.svg
Loulé
Soccer ball.svg
Lisbona Lisbona Porto
Estádio da Luz Estádio José Alvalade Estádio do Dragão
Capienza: 65 000 Capienza: 52 000 Capienza: 52 000
Estádio da Luz Jose-Alvalade-Stadion Estádio do Dragão
Aveiro Coimbra Braga
Estádio Municipal de Aveiro Estádio Cidade de Coimbra Estádio Municipal de Braga
Capienza: 30 000 Capienza: 30 000 Capienza: 30 000
Estádio Municipal de Aveiro Estádio Cidade de Coimbra Estádio Municipal de Braga
Guimarães Faro/Loulé Porto Leiria
Estádio D. Afonso Henriques Estádio Algarve Estádio do Bessa Século XXI Estádio Dr. Magalhães Pessoa
Capienza: 30 000 Capienza: 30 000 Capienza: 30 000 Capienza: 30 000
Estádio Municipal de Guimarães Estádio do Algarve Estádio do Bessa Século XXI Estádio Dr. Magalhães Pessoa

Andamento del torneo[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti delle nazionali

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

L'evento più significativo della fase a gruppi fu la storica qualificazione della Grecia, alla seconda presenza in un Europeo dopo quella in Italia del 1980 (in cui uscì al primo turno). Gli ellenici esordirono vincendo per 1-0 contro il Portogallo, cui non sfuggì comunque il passaggio del turno grazie alle successive vittorie sulla Russia e sulla Spagna. Gli iberici, che avevano gli stessi punti dei greci, furono eliminati per aver segnato meno reti degli avversari (due contro quattro): i criteri della classifica avulsa e della differenza reti non risultarono, infatti, sufficienti a risolvere la situazione di parità.

Senza sorprese il girone B, in cui si qualificarono l'Inghilterra e la Francia: le due si erano trovate di fronte nella prima giornata, con la vittoria dei transalpini per 2-1 (la doppietta di Zidane nei minuti finali ribaltò il punteggio, dopo che gli inglesi erano andati in vantaggio e avevano anche fallito un rigore con Beckham). A venire eliminate furono la Croazia e la Svizzera: le speranze degli slavi rimasero vive sino all'ultima gara, in cui vennero sconfitti per 4-2 dall'Inghilterra mancando così la qualificazione.

Nel girone C la Bulgaria fu eliminata già alla seconda gara, mentre le altre tre squadre si ritrovarono appaiate in classifica: l'Italia, la Svezia e la Danimarca, ciascuna con cinque punti. Le due squadre scandinave passarono il turno per il maggior numero di gol segnati nei confronti diretti: suscitò sospetti e accuse di combine il pareggio per 2-2, nell'ultimo turno, tra svedesi e danesi. Tale risultato avrebbe infatti comportato l'eliminazione della squadra di Trapattoni, a parità di punti negli scontri diretti e di differenza reti.[1]

Nell'ultimo gruppo spiccò l'eliminazione della Germania, finalista ai Mondiali 2002: insieme ai tedeschi fu eliminata l'esordiente Lettonia, mentre si qualificarono l'Olanda e la Repubblica Ceca (che già otto anni prima era stata sorteggiata nel medesimo raggruppamento della Germania).

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

24 giugno: Portogallo ed Inghilterra aprono i quarti di finale del torneo. Inglesi in vantaggio dopo 3 minuti con Michael Owen, poi i portoghesi riescono a pareggiare con Hélder Postiga all'83º. Nei tempi supplementari, Rui Costa al 110º e Lampard al 115º fissano il risultato sul 2-2 e si va ai rigori. A fare la differenza è il portiere portoghese Ricardo: prima para il tiro di Vassell (a mani nude, dopo essersi tolto i guanti), poi realizza il rigore del 6-5 che qualifica il Portogallo alla sua seconda semifinale europea consecutiva.

25 giugno: a Lisbona la Francia, Campione d'Europa in carica, gioca aspettando che i greci commettano degli errori, ma gli avversari riescono a segnare al 65º con Angelos Charisteas, e i francesi escono di scena dal torneo perdendo 1-0, mentre la Grecia si qualifica per la prima volta nella sua storia alle semifinali.

26 giugno: la partita tra Svezia e Paesi Bassi rimane bloccata sullo 0-0 anche dopo i tempi supplementari, rendendo necessari i tiri di rigore. Dopo gli errori di Ibrahimović (Svezia) e Cocu (Paesi Bassi), il risultato è di 4-4 e si va ad oltranza. Mellberg si fa parare il rigore mentre Robben trasforma il tiro del 5-4 che elimina la Svezia e qualifica i Paesi Bassi, che per la prima volta nella loro storia vincono una gara ai rigori.

27 giugno: nell'ultimo incontro dei Quarti di Finale la Repubblica Ceca sconfigge la Danimarca per 3-0 con reti di Jan Koller al 49º e doppietta di Milan Baroš al 63º e al 65º. Cechi in semifinale come nel 1996.

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

30 giugno: nella prima partita, il Portogallo vince per 2-1 contro i Paesi Bassi e, per la prima volta nella sua storia, accede alla finale europea dopo i tentativi falliti del 1984 e del 2000. Le reti lusitane sono di Cristiano Ronaldo al 26' e di Maniche al 58'. Gli olandesi vanno a segno con un'autorete di Andrade.

1º luglio: la Grecia supera la favorita Repubblica Ceca per 1-0 grazie al primo, e unico, silver goal della storia ed accede quindi alla finalissima. Marcatore decisivo è Traianos Dellas al 105'.

Finale[modifica | modifica wikitesto]

4 luglio: Portogallo e Grecia si ritrovano contro 22 giorni dopo la gara inaugurale del torneo e vinta 2-1 dai greci; questa volta in palio c'è la conquista del titolo di Campione d'Europa. Anche questa volta vincono i greci, con una rete di Charisteas al 57' dopo una gara accorta tatticamente e con poche occasioni. Grecia Campione d'Europa per la prima volta nella storia; non era mai accaduto che la squadra ospitante dell'Europeo venisse sconfitta una volta arrivata in finale.

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Porto
12 giugno 2004, ore 17:00 CET
Portogallo Portogallo 1 – 2
referto
Grecia Grecia Estádio do Dragão (48 761 spett.)
Arbitro Italia Collina

Faro
12 giugno 2004, ore 19:45 CET
Spagna Spagna 1 – 0
referto
Russia Russia Estádio do Algarve (28 182 spett.)
Arbitro Svizzera Meier

Porto
16 giugno 2004, ore 17:00 CET
Grecia Grecia 1 – 1
referto
Spagna Spagna Estádio do Bessa Século XXI (25 444 spett.)
Arbitro Slovacchia Michel'

Lisbona
16 giugno 2004, ore 19:45 CET
Russia Russia 0 – 2
referto
Portogallo Portogallo Estádio da Luz (59 273 spett.)
Arbitro Norvegia Hauge

Lisbona
20 giugno 2004, ore 19:45 CET
Spagna Spagna 0 – 1
referto
Portogallo Portogallo Stadio José Alvalade (47 491 spett.)
Arbitro Svezia Frisk

Faro
20 giugno 2004, ore 19:45 CET
Russia Russia 2 – 1
referto
Grecia Grecia Estádio do Algarve (24 347 spett.)
Arbitro Francia Veissière

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Portogallo Portogallo 6 3 2 0 1 4 2 +2
2. Grecia Grecia 4 3 1 1 1 4 4 0
3. Spagna Spagna 4 3 1 1 1 2 2 0
4. Russia Russia 3 3 1 0 2 2 4 −2

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Leiria
13 giugno 2004, ore 17:00 CET
Svizzera Svizzera 0 – 0
referto
Croazia Croazia Estádio Dr. Magalhães Pessoa (24 090 spett.)
Arbitro Portogallo Lucílio Batista

Lisbona
13 giugno 2004, ore 19:45 CET
Francia Francia 2 – 1
referto
Inghilterra Inghilterra Estádio da Luz (62 487 spett.)
Arbitro Germania Merk

Coimbra
17 giugno 2004, ore 17:00 CET
Inghilterra Inghilterra 3 – 0
referto
Svizzera Svizzera Estádio Cidade de Coimbra (28 214 spett.)
Arbitro Russia Ivanov

Leiria
17 giugno 2004, ore 19:45 CET
Croazia Croazia 2 – 2
referto
Francia Francia Estádio Dr. Magalhães Pessoa (29 160 spett.)
Arbitro Danimarca Nielsen

Lisbona
21 giugno 2004, ore 19:45 CET
Croazia Croazia 2 – 4
referto
Inghilterra Inghilterra Estádio da Luz (57 047 spett.)
Arbitro Italia Collina

Coimbra
21 giugno 2004, ore 19:45 CET
Svizzera Svizzera 1 – 3
referto
Francia Francia Estádio Cidade de Coimbra (28 111 spett.)
Arbitro Slovacchia Michel'

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Francia Francia 7 3 2 1 0 7 4 +3
2. Inghilterra Inghilterra 6 3 2 0 1 8 4 +4
3. Croazia Croazia 2 3 0 2 1 4 6 −2
4. Svizzera Svizzera 1 3 0 1 2 1 6 −5

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Guimarães
14 giugno 2004, ore 17:00 CET
Danimarca Danimarca 0 – 0
referto
Italia Italia Estádio D. Afonso Henriques (19 595 spett.)
Arbitro Spagna Mejuto González

Lisbona
14 giugno 2004, ore 19:45 CET
Svezia Svezia 5 – 0
referto
Bulgaria Bulgaria Stadio José Alvalade (31 652 spett.)
Arbitro Inghilterra Riley

Braga
18 giugno 2004, ore 17:00 CET
Bulgaria Bulgaria 0 – 2
referto
Danimarca Danimarca Estádio Municipal de Braga (24 131 spett.)
Arbitro Portogallo Batista

Porto
18 giugno 2004, ore 19:45 CET
Italia Italia 1 – 1
referto
Svezia Svezia Estádio do Dragão (44 926 spett.)
Arbitro Svizzera Meier

Guimarães
22 giugno 2004, ore 19:45 CET
Italia Italia 2 – 1
referto
Bulgaria Bulgaria Estádio D. Afonso Henriques (16 002 spett.)
Arbitro Russia Ivanov

Porto
22 giugno 2004, ore 19:45 CET
Danimarca Danimarca 2 – 2
referto
Svezia Svezia Estádio do Bessa Século XXI (26 115 spett.)
Arbitro Germania Merk

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Svezia Svezia 5 3 1 2 0 8 3 +5
2. Danimarca Danimarca 5 3 1 2 0 4 2 +2
3. Italia Italia 5 3 1 2 0 3 2 +1
4. Bulgaria Bulgaria 0 3 0 0 3 1 9 −8

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Aveiro
15 giugno 2004, ore 17:00 CET
Rep. Ceca Rep. Ceca 2 – 1
referto
Lettonia Lettonia Estádio Municipal de Aveiro (21 744 spett.)
Arbitro Francia Veissière

Porto
15 giugno 2004, ore 19:45 CET
Germania Germania 1 – 1
referto
Paesi Bassi Paesi Bassi Estádio do Dragão (48 197 spett.)
Arbitro Svezia Frisk

Porto
19 giugno 2004, ore 17:00 CET
Lettonia Lettonia 0 – 0
referto
Germania Germania Estádio do Bessa Século XXI (22 344 spett.)
Arbitro Inghilterra Riley

Aveiro
19 giugno 2004, ore 19:45 CET
Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 3
referto
Rep. Ceca Rep. Ceca Estádio Municipal de Aveiro (29 935 spett.)
Arbitro Spagna Mejuto González

Braga
23 giugno 2004, ore 19:45 CET
Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 0
referto
Lettonia Lettonia Estádio Municipal de Braga (27 904 spett.)
Arbitro Danimarca Nielsen

Lisbona
23 giugno 2004, ore 19:45 CET
Germania Germania 1 – 2
referto
Rep. Ceca Rep. Ceca Stadio José Alvalade (46 849 spett.)
Arbitro Norvegia Hauge

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Rep. Ceca Rep. Ceca 9 3 3 0 0 7 4 +3
2. Paesi Bassi Paesi Bassi 4 3 1 1 1 6 4 +2
3. Germania Germania 2 3 0 2 1 2 3 −1
4. Lettonia Lettonia 1 3 0 1 2 1 5 −4

Albero della fase ad eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Quarti di finale Semifinali Finale
                   
24 giugno - 19:45        
 1A. Portogallo Portogallo  2 (6)
30 giugno - 19:45
 2B. Inghilterra Inghilterra  2 (5)  
 Portogallo Portogallo  2
26 giugno - 19:45
   Paesi Bassi Paesi Bassi  1  
 1C. Svezia Svezia  0 (4)
4 luglio - 19:45
 2D. Paesi Bassi Paesi Bassi  0 (5)  
 Portogallo Portogallo  0
25 giugno - 19:45
   Grecia Grecia  1
 1B. Francia Francia  0
1º luglio - 19:45
 2A. Grecia Grecia  1  
 Grecia Grecia  1
27 giugno - 19:45
   Rep. Ceca Rep. Ceca  0  
 1D. Rep. Ceca Rep. Ceca  3
 2C. Danimarca Danimarca  0  


Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Lisbona
24 giugno 2004, ore 19:45 CET
Portogallo Portogallo 2 – 2
(d.t.s.)
referto
Inghilterra Inghilterra Estádio da Luz (62 564 spett.)
Arbitro Svizzera Meier

Lisbona
25 giugno 2004, ore 19:45 CET
Francia Francia 0 – 1
referto
Grecia Grecia Stadio José Alvalade (45 390 spett.)
Arbitro Svezia Frisk

Faro
26 giugno 2004, ore 19:45 CET
Svezia Svezia 0 – 0
(d.t.s.)
referto
Paesi Bassi Paesi Bassi Estádio Algarve (27 762 spett.)
Arbitro Slovacchia Michel'

Porto
27 giugno 2004, ore 19:45 CET
Rep. Ceca Rep. Ceca 3 – 0
referto
Danimarca Danimarca Estádio do Dragão (41 092 spett.)
Arbitro Russia Ivanov

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Lisbona
30 giugno 2004, ore 19:45 CET
Portogallo Portogallo 2 – 1
referto
Paesi Bassi Paesi Bassi Stadio José Alvalade (46 679 spett.)
Arbitro Svezia Frisk

Porto
1º luglio 2004, ore 19:45 CET
Grecia Grecia 1 – 0
(d.t.s.)
referto
Rep. Ceca Rep. Ceca Estádio do Dragão (42 449 spett.)
Arbitro Italia Collina

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Lisbona
4 luglio 2004, ore 19:45 CET
Portogallo Portogallo 0 – 1
referto
Grecia Grecia Estádio da Luz (62 865 spett.)
Arbitro Germania Merk

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Portogallo
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Grecia
Portogallo Portogallo
P 1 Ricardo
D 13 Miguel Uscita al 43’ 43’
D 16 Ricardo Carvalho
D 4 Jorge Andrade
D 14 Nuno Valente Ammonizione al 90+3’ 90+3’
C 6 Costinha Ammonizione al 12’ 12’ Uscita al 60’ 60’
C 18 Maniche
C 7 Luís Figo (C)
C 20 Deco
C 17 Cristiano Ronaldo
A 9 Pauleta Uscita al 74’ 74’
Sostituzioni:
D 2 Paulo Ferreira Ingresso al 43’ 43’
C 10 Rui Costa Ingresso al 60’ 60’
A 21 Nuno Gomes Ingresso al 74’ 74’
CT:
Brasile Luiz Felipe Scolari
POR-GRE 2004-07-04.svg
Grecia Grecia
P 1 Antonis Nikopolidis
D 2 Giourkas Seitaridis Ammonizione al 63’ 63’
D 5 Traianos Dellas
D 19 Michalis Kapsis
D 14 Takis Fyssas Ammonizione al 67’ 67’
C 8 Stelios Giannakopoulos Uscita al 76’ 76’
C 6 Angelos Basinas Ammonizione al 45+2’ 45+2’
C 7 Theodoros Zagorakis (C)
C 21 Kostas Katsouranis
A 9 Angelos Charisteas
A 15 Zisis Vryzas Uscita al 81’ 81’
Sostituzioni:
D 3 Stelios Venetidis Ingresso al 76’ 76’
A 22 Dimitrios Papadopoulos Ammonizione al 85’ 85’ Ingresso al 81’ 81’
CT:
Germania Otto Rehhagel

Campione[modifica | modifica wikitesto]

Campione d'Europa 2004

Flag of Greece.svg

GRECIA
(1º titolo)


Statistiche del torneo[modifica | modifica wikitesto]

Squadra ideale del torneo scelta dalla UEFA:

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

5 reti

4 reti

3 reti

2 reti

1 rete

Autoreti

Gol più veloce[modifica | modifica wikitesto]

2 minuti: Dmitrij Kiričenko (Russia-Grecia)

Migliori 11[modifica | modifica wikitesto]

Formazione dei migliori 11 giocatori del torneo, selezionata dalla UEFA:[2]

La squadra vincitrice[modifica | modifica wikitesto]

Flag of Greece.svg Grecia
Numero Giocatore Squadra 2004
Portieri
1 Antonis Nikopolidis Grecia Panathinaikos
12 Konstantinos Chalkias Grecia Panathinaikos
13 Fanis Katergiannakis Grecia Olympiakos
Difensori
4 Nikos Dabizas Inghilterra Leicester City
5 Traianos Dellas Italia Roma
14 Takis Fyssas Portogallo Benfica
18 Yannis Goumas Grecia Panathinaikos
19 Michalis Kapsis Grecia AEK Atene
2 Georgios Seitaridis Grecia Panathinaikos
3 Stelios Venetidis Grecia Olympiakos
Centrocampisti
6 Angelos Basinas Grecia Panathinaikos
17 Giorgios Georgiadis Grecia Olympiakos
8 Stelios Giannakopoulos Inghilterra Bolton
16 Pantelis Kafes Grecia Olympiakos
20 Giorgos Karagounis Italia Inter
21 Kostas Katsouranis Grecia AEK Atene
23 Vassilis Lakis Grecia AEK Atene
10 Vassilios Tsiartas Grecia AEK Atene
7 Theodoros Zagorakis Grecia AEK Atene
Attaccanti
9 Angelos Charisteas Germania Werder Brema
11 Demis Nikolaidis Spagna Atlético Madrid
22 Dimitrios Papadopoulos Grecia Panathinaikos
15 Zisis Vryzas Italia Fiorentina
Commissario tecnico: Germania Otto Rehhagel

Arbitri e assistenti[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Arbitro Assistenti
Danimarca Danimarca Kim Milton Nielsen Lens Larsen Joergen Jepsen
Francia Francia Gilles Veissière Frédéric Arnault Serge Vallin
Germania Germania Markus Merk Christian Schraer Jan-Henrik Salver
Inghilterra Inghilterra Mike Riley Philip Sharp Glenn Turner
Italia Italia Pierluigi Collina Marco Ivaldi Narciso Pisacreta
Norvegia Norvegia Terje Hauge Steinar Holvik Ole Hermann Borgan
Portogallo Portogallo Lucílio Cardoso Batista Paulo Jorge Ribeiro José Manuel Cardinal
Russia Russia Valentin Ivanov Gennady Krasyuk Vladimir Eniutin
Slovacchia Slovacchia Ľuboš Micheľ Igor Sramka Martin Balko
Spagna Spagna Manuel Mejuto González Oscar Martínez Rafael Guerrero
Svezia Svezia Anders Frisk Kenneth Petersson Peter Ekstrom
Svizzera Svizzera Urs Meier Francesco Buragina Rudolf Kappeli

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stefano Montefiori, Svezia-Danimarca: «Facciamo 2 a 2» in Corriere della Sera, 30 luglio 2004. URL consultato il 22 marzo 2015.
  2. ^ Squadra del Torneo, it.uefa.com. URL consultato il 31 luglio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]