Ernst Happel Stadion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 48°12′25.8″N 16°25′13.9″E / 48.207167°N 16.420528°E48.207167; 16.420528

Ernst Happel Stadion
Wiener Stadion
Prater Stadion
Ernst-Happel-Stadion Bundesfeuerwehrbewerb Wien2008a.jpg
Informazioni
Ubicazione Wien 3 Wappen.svg Vienna
Meiereistraße
Austria Austria
Inizio lavori 1929
Inaugurazione 1931
Struttura Pianta circolare
Copertura Tutti i settori
Pista d'atletica Si
Mat. del terreno Erba
Proprietario Wiener Stadthalle Betriebs- und Veranstaltungsgesellschaft m.b.H.
Progetto Otto Ernst Schweizer
Uso e beneficiari
Calcio Austria Austria
Austria Vienna Austria Vienna (partite internazionali)
Rapid Vienna Rapid Vienna (partite internazionali)
Football americano
Capienza
Posti a sedere 53 008
Ranking UEFA Élite
 

L'Ernst Happel Stadion, già noto come Wiener Stadion e poi Prater Stadion è lo stadio nazionale austriaco, nonché l'impianto sportivo più grande e capiente del Paese. Situato nel distretto di Leopoldstadt, esso è utilizzato quasi esclusivamente dalla Nazionale austriaca, mentre i club non vi hanno praticamente accesso, tranne che per la finale della coppa nazionale o per incontri di rilievo valevoli per le coppe europee.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Wiener Stadion fu costruito tra il 1929 ed il 1931 per ospitare la seconda edizione delle Olimpiadi dei Lavoratori, su progetto dell'architetto tedesco Otto Ernst Schweizer[1].

Durante la seconda guerra mondiale fu utilizzato come caserma dalla Wehrmacht e subì pesanti bombardamenti. Restaurato, nel 1956 venne ampliato con l'introduzione del terzo anello e la capienza fu portata a 91.150 spettatori. Nel 1960, in occasione di un'amichevole fra l'Austria e l'URSS, venne stabilito il record di presenze, tuttora insuperato con 90.726 spettatori[2].

Il nome attuale gli fu imposto nel 1993 in onore dell'ex-calciatore ed allenatore Ernst Happel, scomparso quello stesso anno[2].

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La sua capacità corrente è di 53.008 posti, gode del ranking a 5 stelle della UEFA, permettendogli di essere ogni anno candidato ad ospitare le finali di Champions League. Lo stadio è stato leggermente ampliato, in quanto il 29 giugno 2008 ha ospitato la finale del Campionato europeo. La precedente capienza era infatti di 49.825 posti.

L'esterno dello stadio
L'interno dello stadio


Eventi ospitati[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

Lo stadio ha ospitato 41 finali di ÖFB-Cup, la prima nel 1932 e l'ultima nel 2011. Inoltre, è stato sede di molti derby viennesi di campionato e delle partite internazionali più importanti dei club austriaci. Ha anche ospitato per sei volte una finale di competizione europea:

Finale di Coppa dei Campioni/Champions League[modifica | modifica sorgente]

Finale di Coppa delle Coppe[modifica | modifica sorgente]

Finale di Coppa UEFA[modifica | modifica sorgente]

Euro 2008[modifica | modifica sorgente]

Football americano[modifica | modifica sorgente]

Austrian Bowl XXVII[modifica | modifica sorgente]

Mondiale 2011[modifica | modifica sorgente]

Tennis[modifica | modifica sorgente]

Pallanuoto[modifica | modifica sorgente]

Pugilato[modifica | modifica sorgente]

Concerti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (DE) Illustriertes (Österreichisches) Sportblatt von 5. April 1919. URL consultato il 22 aprile 2012.
  2. ^ a b c (DE) Wiener Praterstadion - Ernst-Happel-Stadion - Historische Sportstätte der Stadt Wien. URL consultato il 22 aprile 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Campionati europei di atletica leggera Successore
Stadio Comunale di Torino 1938 Bislett Stadion di Oslo
Predecessore Sede della finale degli Europei di calcio Successore
Da Luz 2008 Stadio Olimpico di Kiev
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calcio