Differenza reti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nel calcio la differenza reti è il risultato della sottrazione tra i gol segnati e subiti da una squadra durante una competizione. Il risultato è in forma relativa, preceduto cioè da +/− (positivo/negativo): in caso di arrivo in parità, la squadra con la migliore differenza reti ottiene il piazzamento più alto nella classifica finale.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Tale criterio fu introdotto nei maggiori campionati europei tra gli anni 1960 e gli anni 1970. Nel campionato italiano, dalla stagione 2005-06, è uno dei cinque criteri previsti per situazioni di parità in classifica.[1]

Primo esempio[modifica | modifica wikitesto]

Risultati:




Classifica calcolata in base alla differenza reti:

Squadra P.ti G V P S GF GS DR
Squadra B 3 2 1 0 1 6 3 +3
Squadra A 3 2 1 0 1 3 1 +2
Squadra C 3 2 1 0 1 1 6 −5

Classifica calcolata in base al quoziente-reti:

Squadra P.ti G V P S GF GS QR
Squadra A 3 2 1 0 1 3 1 3
Squadra B 3 2 1 0 1 6 3 2
Squadra C 3 2 1 0 1 1 6 0,1667

Secondo esempio[modifica | modifica wikitesto]

Risultati:




Classifica calcolata in base alla differenza reti:

Squadra P.ti G V P S GF GS DR
Squadra B 4 2 1 1 0 10 1 +9
Squadra A 4 2 1 1 0 1 0 +1
Squadra C 0 2 0 0 2 1 11 −10

Classifica calcolata in base al quoziente-reti:

Squadra P.ti G V P S GF GS QR
Squadra A 4 2 1 1 0 1 0 \textstyle\frac{1}{0}
Squadra B 4 2 1 1 0 10 1 10
Squadra C 0 2 0 0 2 1 11 0,091

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I criteri, nell'ordine, sono: classifica avulsa, differenza reti dei confronti diretti, differenza reti globale, maggior numero di gol segnati, sorteggio.
calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio