1. Fußballclub Union Berlin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
1. FC Union Berlin
Calcio Football pictogram.svg
1 FC Union Berlin.png
Die Eisernen
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Rosso e Bianco.svg rosso-bianco
Dati societari
Città Berlino
Paese Germania Germania
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Germany.svg DFB
Campionato 2.Bundesliga
Fondazione 1906
Rifondazione 1966
Presidente Germania Dirk Zingler
Allenatore Germania Norbert Düwel
Stadio Stadion An der Alten Försterei
(18.100 posti)
Sito web www.fc-union-berlin.de
Palmarès
Trofei nazionali 1 Coppa DDR (FDBG Pokal)
Si invita a seguire il modello di voce

L'1. FC Union Berlin è una società calcistica tedesca con sede a Berlino. Fu una delle due società che durante la guerra fredda portarono il nome Union. Mentre questa ha giocato a Berlino Est, l'altra ha militato in Berlino Ovest. L'Union viene riconosciuto come una delle squadre cult del calcio tedesco, grazie alla sua tradizione nonconformista e ribelle durante la dittatura comunista della RDT.

Attualmente milita in Zweite Bundesliga, la seconda divisione del calcio tedesco.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dalla fondazione alla Seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Le due squadre che portavano il nome Union avevano la stessa origine. Il club infatti nacque come SC Olympia 06 Oberschönweide e fu fondato nel 1906 nell'omonimo distretto berlinese. Il club venne rinominato nel 1910 SC Union 06 Oberschöneweide. L'Union è stata una delle principali squadre della capitale tedesca durante il primo conflitto mondiale, vincendo regolarmente il campionato locale e competendo anche a livello nazionale, nel 1923 arrivò in finale del campionato nazionale ma si dovette arrendere all'Amburgo (0-3).

La divisione dopo la guerra[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la seconda guerra mondiale le autorità alleate smantellarono tutte le associazioni, sportive comprese. Alla fine del 1945 fu fondato lo SG Oberschönweide che giocò nel campionato nato alla fine del conflitto. La squadra retrocesse dopo una mediocre stagione ma fu promossa nella nuova Oberliga Berlin e nel 1947, con il nome di SG Union 06 Oberschöneweide vinse il campionato.

Successivamente ci fu una scissione: una parte della squadra volò a Berlino Ovest nel 1950 per fondare l'SC Union 06 Berlin, mentre il resto della squadra restò nella parte orientale della città e cambiò nome in Union Oberschönweide. La squadra occidentale fu una delle squadre migliori dalla fine della guerra fino alla costruzione del muro di Berlino nel 1961, ed è stata capace di avvicinare enormi masse di persone alle partite all'Olympiastadion. La divisione della città ha portato fortune alla squadra dell'ovest che attualmente gioca nelle leghe minori.

L'Union in Germania Est[modifica | modifica wikitesto]

Durante il periodo nella Repubblica Democratica tedesca il club cambiò nome diverse volte (fatto usuale nella nazione): Union Oberschöneweide (1950), BSG Motor Oberschöneweide (1951), SC Motor Berlin (1955), TSC Oberschöneweide (1957), TSC Berlin (1963) ed infine, nel 1966 prese la denominazione attuale. Divenne la squadra più popolare di Berlino Est ed ingaggiò una rivalità con la Dinamo Berlino, la squadra della Stasi. Durante questo periodo vinse solo una FDGB Pokal nel 1968 battendo il Carl Zeiss Jena 2-1 e si arrese in finale del medesimo trofeo nel 1988 contro la Lokomotive Lipsia (1-5).

Dalla riunificazione ad oggi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la riunificazione tedesca, avvenuta nel 1990, l'Union continuò ad offrire buone prestazioni sul campo ma rischiò varie volte il collasso finanziario. Tentò di salvarsi con qualche sponsorizzazione, vinse la divisione regionale nel 1993 e nel 1994 la federazione privò la squadra, in entrambe le occasioni, della licenza di giocare in Zweite Bundesliga. Il club poi sfiorò il fallimento finanziario nel 1997.

L'Union andò vicino alla promozione nel 1998-99 e nel 1999-00. Riuscì nell'intento di essere promossa nel 2001 sotto l'allenatore bulgaro Georgi Vasilev dopo aver vinto con relativa facilità la Regionalliga Berlin diventando la seconda squadra più amata nella capitale dopo l'Hertha Berlino. Lo stesso anno, la squadra offrì un'ottima prestazione in Coppa di Germania arrendendosi solamente in finale contro lo Schalke 04 (0-2), e si qualificò per la Coppa Uefa in virtù del posto guadagnato in finale di Coppa, fermandosi al secondo turno. Il club retrocesse in Regionalliga e successivamente in Oberliga Nord-Ost Nord, ma nel 2005-06, la squadra vinse l'Oberliga guadagnandosi di diritto un posto nella terza divisione. Nella stagione 2007-2008 la squadra si è classificata al quarto posto della Regionalliga Nord, qualificandosi di diritto nella neocostituita Dritte Bundesliga. I Berlinesi hanno vinto il torneo del 2008-2009 e da allora hanno disputato i campionati della Zweite Bundesliga.

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stadion An der Alten Försterei.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1968

Ultime stagioni[modifica | modifica wikitesto]



Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Uwe Neuhaus (front)
Nome Union Berlino
da a
Karsten Heine 1. Gen. 1988 9. Apr. 1990
Gerd Struppert 10. Apr. 1990 30. Giu. 1990
Werner Voigt 1. Lug. 1990 3. Giu. 1992
Gerhard Körner 4. Giu. 1992 30. Giu. 1992
Frank Pagelsdorf 1. Lug. 1992 30. Giu. 1994
Frank Engel 1. Lug. 1994 25. Gen. 1995
Hans Meyer 26. Gen. 1995 2. Ott. 1995
Eckhard Krautzun 3. Ott. 1995 24. Mar. 1996
Frank Vogel 25. Mar. 1996 10. Apr. 1996
Karsten Heine 11. Apr. 1996 25. Set. 1997
Frank Vogel 26. Set. 1997 14. Dic. 1997
Ingo Weniger 2. Gen. 1998 30. Set. 1998
Fritz Fuchs 30. Set. 1998 1. Giu. 1999
Georgi Vasilev 1. Lug. 1999 12. Ott. 2002
Ivan Tischanski 13. Ott. 2002 5. Nov. 2002
Miroslav Votava 6. Nov. 2002 24. Mar. 2004
Aleksandar Ristić 25. Mar. 2004 30. Giu. 2004
Frank Wormuth 1. Lug. 2004 27. Set. 2004
Werner Voigt 28. Set. 2004 9. Dic. 2004
Lothar Hamann/Holger Wortmann 10. Dic. 2004 19. Dic. 2004
Frank Lieberam 20. Dic. 2004 9. Dic. 2005
Georgi Vasilev 13. Dic. 2005 5. Apr. 2006
Christian Schreier 6. Apr. 2006 19. Giu. 2007
Uwe Neuhaus 20. Giu. 2007 12. Mag 2014
Norbert Düwel 1. Lug. 2014 oggi


Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 22 luglio 2014

N. Ruolo Giocatore
1 Germania P Daniel Haas
2 Germania C Christopher Quiring
4 Croazia D Roberto Punčec
8 Germania C Barış Özbek
9 Germania A Sören Brandy
10 Germania C Martin Dausch
12 Marocco P Mohamed Amsif
13 Germania D Björn Kopplin
15 Svizzera D Mario Eggimann
16 Egitto A Abdallah Gomaa
17 Germania C Torsten Mattuschka
18 Germania C Benjamin Köhler
19 Croazia C Damir Kreilach
N. Ruolo Giocatore
21 Sri Lanka C Ahmed Razeek
24 Germania A Steven Skrzybski
25 Germania C Björn Jopek
27 Germania C Eroll Zejnullahu
28 Germania D Christopher Trimmel
29 Germania C Michael Parensen
31 Germania C Leonard Koch
32 Slovacchia A Adam Nemec
33 Germania A Bajram Nebihi
34 Germania D Fabian Schönheim
37 Germania D Toni Leistner

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore: Germania Norbert Düwel

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio