Piscina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi Piscina (disambigua).
Tipica piscina all'aperto

Una piscina è una vasca artificiale riempita d'acqua dolce mescolata con una piccola percentuale di cloro disinfettante, adibita generalmente al nuoto o altre attività acquatiche. Esistono anche piscine con acqua salata o di mare che non hanno bisogno di clorazione.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Grande Bagno a Mohenjo-daro, nell'odierno Pakistan risalente al III millennio a.C..

La prima piscina di cui si ha notizia e dove tuttora rimangono i resti è il Grande Bagno a Mohenjo-daro alla Civiltà della valle dell'Indo, nell'odierno Pakistan. La piscina risale al III millennio a.C. e misura 12 metri per 7[1].
Le prime piscine dell'età contemporanea vennero costruite a Londra nel 1837[2]. I Bagni di Diana sono considerati la prima piscina pubblica sorta in Italia a Milano, nel 1842.[3]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Esempio di piscina al coperto

Può essere di varie forme e dimensioni, di varie profondità, interrata, od esterna, con struttura in cemento armato, in acciaio, alluminio, legno e rivestita con ceramica o solo tinteggiata con particolari vernici plastificanti, oppure impermeabilizzata con rivestimento in PVC o resine cementizie. È necessaria una costante manutenzione per la pulizia ed il trattamento delle acque (contro alghe, depositi, fanghi e fogliame se all'esterno, ecc.).

La lunghezza regolamentare di una piscina utilizzata per competizioni agonistiche è di 50 m (piscina olimpionica); spesso si incontrano strutture da 25 m (vasca corta), che riducono i costi di costruzione e mantenimento e lo spazio necessario, ma permettono ugualmente l'allenamento sulle distanze comunemente utilizzate. La forma di queste due vasche è rettangolare.

Le piscine utilizzate a scopo ricreativo tendono a venire costruite nella forma e dimensioni più adatte all'area disponibile.

Record[modifica | modifica sorgente]

Al 2008 la più grande piscina del mondo si trova a San Alfonso del Mar, frazione di Algarrobo in Cile a 90 km circa dalla capitale. È lunga 1013 metri, ha un'area di 8 ettari (6.000 piscine standard), contiene 250.000 metri cubi d'acqua e raggiunge una profondità di 35 metri.[4]

Vista del fondo della piscina Nemo 33, la piscina più profonda del mondo a Uccle (Belgio).

La piscina certificata più profonda del mondo si trova a Uccle, presso Bruxelles in Belgio, chiamata Nemo 33 per richiamare la sua profondità (34,5 metri nel punto più profondo).[5]

Accessori[modifica | modifica sorgente]

La piscina può avere molti accessori quali:

  • impianto di filtrazione: consente assieme all'uso di prodotti chimici il mantenimento della trasparenza e balneabilità dell'acqua;
  • fari subacquei: sono delle luci che stanno sott'acqua e creano un effetto scenografico;
  • scaletta: forse l'accessorio più importante di una piscina; permette infatti di entrare ed uscire dalla vasca;
  • trampolino: questo accessorio permette di praticare tuffi e può avere varie misure;
  • fungo: è una specie di cascata rotonda che sputa acqua da una fessura che ha attorno;
  • nuoto contro corrente (nuoto c.c.): è una specie di idromassaggio che viene impostato con la velocità di chi nuota e permette di nuotare anche nelle piscine di piccole dimensioni;
  • bocchette ad idromassaggio: sono delle bocchette che sputano fuori acqua e aria e creano un massaggio;
  • scambiatori di calore: sono apparecchi che servono a riscaldare l'acqua della vasca. Sono generalmente scambiatori a piastre in acciaio inox o in titanio;
  • riscaldatori: sono dei pozzetti che permettono di modificare la temperatura dell'acqua;
  • generatori di onde: sono dei pannelli mobili che una volta azionati generano un moto ondoso e più vanno veloci più le onde sono alte;
  • scivolo: è un accessorio che permette di scivolare dentro la piscina e può essere di varie altezze.

Piscina naturale[modifica | modifica sorgente]

Questo tipo di struttura è una via di mezzo tra una piscina e un laghetto artificiale, in quanto solitamente il suo fondale ricorda quello di un lago, con sassolini, ma sotto i quali si trova il fondale artificiale. La principale differenza sta nella pulizia delle acque, che in questo caso avviene con sistemi del tutto naturali, a volte attraverso ulteriori vasche adibite solo a ciò, oppure grazie alla presenza di speciali alghe depuratrici, ma comunque senza utilizzare il cloro.

In Alto Adige e in Toscana, negli ultimi anni si stanno costruendo alcune di queste strutture nei centri abitati più piccoli.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Great Bath," Mohenjo-daro
  2. ^ Lindos: references
  3. ^ quel tuffo clandestino delle signore ai bagni Diana
  4. ^ In Cile la piscina più grande del mondo, Corriere.it, 21-1-2008. URL consultato il 21-1-2008.
  5. ^ NEMO 33 Sito ufficiale, www.nemo33.com.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]