Acido tricloroisocianurico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acido tricloroisocianurico
1,3,5-trichloro-1,3,5-triazinane-2,4,6-trione 200.svg
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C3Cl3N3O3
Massa molecolare (u) 232,41
Aspetto polvere bianca cristallina
Numero CAS [87-90-1]
Proprietà chimico-fisiche
Temperatura di fusione 246 °C
Temperatura di ebollizione decomposizione
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante comburente pericoloso per l'ambiente

pericolo

Frasi H 272 - 302 - 319 - 335 - 410 - EUH031
Consigli P 220 - 261 - 273 - 305+351+338 - 501 [1][2]

L'acido tricloroisocianurico, anche conosciuto come simclosene, TCCA o TCICA è un composto chimico usato principalmente come agente clorante per l'acqua delle piscine, ma anche come candeggiante e disinfettante.

Questa polvere bianca cristallina, che ha un forte odore di cloro è venduta in pastiglie e granuli per uso domestico e industriale.

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

L'acido tricloroisocianurico viene prodotto solitamente per clorurazione diretta dell'acido cianurico, in cui tre atomi di idrogeno vengono rimpiazzati con tre atomi di cloro.

2 C3H3N3O3 + 3 Cl2 → 2 C3Cl3N3O3 + 3 H2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 09.08.2012
  2. ^ Smaltire presso un impianto di trattamento dei rifiuti autorizzato
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia