Berlino Est

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Berlino Est
Coat of arms of Berlin (1935).svg Flag of East Berlin (1956-1990).svg
Informazioni generali
Nome ufficiale (DE) Berlin, Hauptstadt der DDR
Nome completo Berlino, Capitale della RDT
Superficie 409 km² (1989)
Popolazione 1.279.212 (1989)
Dipendente da URSS URSS (1945-1949)
Germania Est Germania Est (1949-1990)
Suddiviso in 11 distretti urbani
Amministrazione
Forma amministrativa Città
Evoluzione storica
Inizio 2 maggio 1945 con Nikolai Berzarin
Causa Occupazione della Germania
Fine 2 ottobre 1990 (occupazione sovietica)
24 gennaio 1991 (riunificazione con Berlino Ovest)
Causa Riunificazione della Germania
Preceduto da Succeduto da
Berlino
Flag of Germany (1946-1949).svg Zone di occupazione della Germania
Berlino

Germania Germania

Cartografia
Localizzazione di Berlino Est nel territorio della Repubblica Democratica Tedesca
Localizzazione di Berlino Est nel territorio della Repubblica Democratica Tedesca
Gli 11 distretti urbani di Berlino Est nel 1989
Gli 11 distretti urbani di Berlino Est nel 1989

Berlino Est è il nome più diffuso, per quanto non ufficiale, della parte orientale di Berlino durante gli anni della divisione tedesca (1945-1990). Alla conferenza di Jalta la capitale tedesca venne divisa in quattro settori di occupazione, ognuno dei quali assegnato ad una delle potenze vincitrici la seconda guerra mondiale; nel 1949 il settore sovietico venne proclamato "capitale della Repubblica Democratica Tedesca", nella quale — nonostante le proteste da parte degli alleati occidentali — venne progressivamente integrata. Il frequente uso del termine Sowjetsektor, al posto del più neutrale Berlin (Ost) (nel parlato più spesso Ost-Berlin), era espressione del non riconoscimento da parte occidentale di questa integrazione, mentre nella terminologia orientale il Demokratisches Berlin (Berlino democratica) dei primi anni divenne presto Berlin, Hauptstadt der DDR (Berlino, capitale della RDT).

Cerimonia durante la costruzione dei blocchi B della Stalinallee (30 agosto 1952)

Il territorio di Berlino Est corrispondeva a 403 degli 883 chilometri quadrati della superficie di Berlino.

Anche nell'importante settore della costruzione di abitazioni a Berlino Est venne assegnata la funzione di avanguardia; nei primi anni cinquanta vennero costruiti i palazzi residenziali della Stalinallee come primo esempio di una nuova architettura popolare sontuosa (Arbeiterpalast).

A partire dal 13 agosto 1961 e fino al 9 novembre 1989 venne separata da Berlino Ovest dal Muro di Berlino.

Con le risorse dedicate alla creazione di una capitale socialista nacquero (soprattutto negli anni sessanta e settanta) strutture nuove come la torre della televisione e la Weltzeituhr ad Alexanderplatz; negli anni ottanta prevalsero le ricostruzioni di edifici storici distrutti nella seconda guerra mondiale (Duomo, Gendarmenmarkt, Nikolaiviertel), ma anche la realizzazione di grandi quartieri periferici (Marzahn, Hohenschönhausen e Hellersdorf).

Suddivisione amministrativa[modifica | modifica wikitesto]

Distretti urbani (Stadtbezirk) di Berlino Est

Berlino Est era inizialmente composta dagli 8 distretti urbani (Stadtbezirk) assegnati al settore di occupazione sovietico:

Negli anni settanta e ottanta, in concomitanza con una forte espansione edilizia e demografica, furono fondati 3 nuovi distretti urbani:

Borgomastri di Berlino Est (Oberbürgermeister)[modifica | modifica wikitesto]

Borgomastro Partito Periodo Note
Friedrich Ebert junior SED 30 novembre 1948–5 luglio 1967
Herbert Fechner SED 5 luglio 1967–11 febbraio 1974
Erhard Krack SED 11 febbraio 1974–15 febbraio 1990
Ingrid Pankraz SED 15 febbraio 1990–23 febbraio 1990 commissario
Christian Hartenhauer SED 23 febbraio 1990–30 maggio 1990
Tino Schwierzina SPD 30 maggio 1990–11 gennaio 1991
Thomas Krüger SPD 11 gennaio 1991–24 gennaio 1991 commissario

Comandanti sovietici e tedesco-orientali di Berlino Est[modifica | modifica wikitesto]

Nome[1] Mandato
Nikolay Berzarin 2 maggio 1945 – 16 giugno 1945
Aleksandr Gorbatov 17 giugno 1945 – 19 novembre 1945
Dimitry Smirnov 19 novembre 1945 – 1º aprile 1946
Aleksandr Kotikov 1º aprile 1946 – 7 giugno 1950
Sergey Dienghin 7 giugno 1950 – aprile 1953
Pavel Dibrov aprile 1953 – 23 giugno 1956
Andrey Chamov 28 giugno 1956 – 26 febbraio 1958
Nikolay Zakharov 26 febbraio 1958 – 9 maggio 1961
Andrey Soloviev 9 maggio 1961 – 22 agosto 1962
Helmut Poppe 22 agosto 1962 – 31 maggio 1971
Artur Kunath 1º giugno 1971 – 31 agosto 1978
Karl-Heinz Drews 1º settembre 1978 – 31 dicembre 1988
Wolfgang Dombrowski 1º gennaio 1989 – 30 settembre 1990
Detlef Wendorf 1º ottobre 1990 – 2 ottobre 1990

Dopo la caduta del Muro[modifica | modifica wikitesto]

Nella stessa tarda serata del 9 novembre 1989 la collaborazione tra le amministrazioni, le forze dell'ordine e gli altri enti pubblici delle due metà separate, interrotta quasi completamente da tre decenni, riprese a funzionare.

Il 3 ottobre 1990, contemporaneamente alla riunificazione tedesca, Berlino Est e Berlino Ovest tornarono ufficialmente ad essere una sola città. Le differenze urbanistiche dovute alla divisione e al diverso sviluppo resistono a scomparire; non solo in periferia, ma anche nel centro della ex Berlino Est si coglie ancora oggi l'atmosfera del passato; un esempio noto è l'Alexanderplatz, che conserva il suo carattere socialista.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Commandants of Berlin Soviet Zone in World Statesmen.org.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]