Bassa Sassonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bassa Sassonia
land
Land Niedersachsen
Bassa Sassonia – Stemma Bassa Sassonia – Bandiera
Localizzazione
Stato Germania Germania
Amministrazione
Capoluogo Hannover
Ministro presidente Stephan Weil (SPD) dal 19 febbraio 2013
Territorio
Coordinate
del capoluogo
52°22′28″N 9°44′19″E / 52.374444°N 9.738611°E52.374444; 9.738611 (Bassa Sassonia)Coordinate: 52°22′28″N 9°44′19″E / 52.374444°N 9.738611°E52.374444; 9.738611 (Bassa Sassonia)
Superficie 47 634,90 km²
Abitanti 7 790 559[1] (31 dicembre 2013)
Densità 163,55 ab./km²
Circondari 37 circondari rurali
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
ISO 3166-2 DE-NI
Cartografia

Bassa Sassonia – Localizzazione

Sito istituzionale

La Bassa Sassonia (ted. Niedersachsen) è uno dei sedici Bundesländer della Germania. Situato nella parte nord-occidentale del territorio tedesco, è il secondo stato federato della Germania per superficie (47.600 km²) e il quarto per popolazione (7.956.000 abitanti). Nelle aree rurali si parla ancora il basso sassone, ma il suo utilizzo è in declino.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La Bassa Sassonia confina con il mare del Nord, gli Stati di Schleswig-Holstein, Amburgo e Meclemburgo-Pomerania Anteriore a nord, Brandeburgo e Sassonia-Anhalt a est, Turingia, Assia e Renania Settentrionale-Vestfalia a sud, e con i Paesi Bassi (province di Overijssel, Drenthe e Groninga) a ovest. Lo Stato di Brema forma due enclavi all'interno della Bassa Sassonia. Le principali città dello stato comprendono: Hannover, Braunschweig, Osnabrück, Oldenburg e Gottinga.

La porzione nord-occidentale della Bassa Sassonia è una parte della Frisia; viene chiamata Ostfriesland (Frisia orientale) e si trova sulla costa del Mare del Nord. Comprende sette isole, conosciute come Isole Frisone Orientali. Nel sud-ovest della Bassa Sassonia si trova Emsland, un'area scarsamente abitata, un tempo ricoperta di paludi inaccessibili.

La metà settentrionale della Bassa Sassonia è totalmente piatta, ma vi sono due aree montuose nel sud: la Weserbergland (regione delle colline del Weser) e il massiccio dello Harz. La porzione centrale dello stato contiene le città più grandi ed economicamente importanti: Hannover, Hildesheim, Wolfsburg, Salzgitter e Braunschweig. La regione nordorientale è chiamata Lüneburger Heide (Brughiera di Luneburgo), la più vasta brughiera della Germania, che in epoca medievale era economicamente fiorente grazie all'estrazione di salgemma.

A nord l'Elba separa la Bassa Sassonia dalla città-stato di Amburgo e dallo Schleswig-Holstein. L'area a sud del fiume Elba viene chiamata Altes Land (paese vecchio), ed è caratterizzata da estese coltivazioni di alberi da frutto.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa evangelica in Germania 50,8 %[2], Chiesa cattolica 17,6 %[3].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

La Bassa Sassonia è divisa in 38 circondari rurali (Landkreis o più semplicemente Kreis):

Mappa dei circondari rurali (Landkreis) della Bassa Sassonia
  1. Ammerland
  2. Aurich
  3. Celle
  4. Cloppenburg
  5. Contea di Bentheim
  6. Cuxhaven
  7. Diepholz
  8. Emsland
  9. Frisia (Friesland)
  10. Gifhorn
  11. Goslar
  12. Gottinga (Göttingen)
  13. Hameln-Pyrmont
  1. Hannover
  2. Harburg
  3. Helmstedt
  4. Hildesheim
  5. Holzminden
  6. Leer
  7. Lüchow-Dannenberg
  8. Luneburgo (Lüneburg)
  9. Nienburg (Weser)
  10. Northeim
  11. Oldenburg
  12. Osnabrück
  13. Osterholz
  1. Osterode am Harz
  2. Peine
  3. Rotenburg (Wümme)
  4. Schaumburg
  5. Heidekreis
  6. Stade
  7. Uelzen
  8. Vechta
  9. Verden
  10. Wesermarsch
  11. Wittmund
  12. Wolfenbüttel

Inoltre ci sono otto città extracircondariali (Kreisfreie Stadt), che non appartengono a nessun circondario:

  1. Braunschweig
  2. Delmenhorst
  3. Emden
  4. Oldenburg
  5. Osnabrück
  6. Salzgitter
  7. Wilhelmshaven
  8. Wolfsburg

I circondari rurali e le città extracircondariali non sono raggruppati in alcun organismo intermedio; i quattro distretti governativi (Regierungsbezirke) sono stati soppressi:

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 la Bassa Sassonia ha generato un reddito complessivo di 205,6 miliardi di euro, il quinto in Germania.[4]

Agricoltura ed allevamento sono ancora una parte importante dell'economia (grano, patate, barbabietola da zucchero, bovini, suini), soprattutto nelle province meridionali. Di rilievo è anche l'attività mineraria (argento sui monti dell'Harz, ferro nel Salzgitter, sale in varie zone, lignite, petrolio).

Molto importanti sono le attività industriali. Il settore principale è quello automobilistico: a Wolfsburg hanno sede quartier generale e maggiore stabilimento della Volkswagen, il primo produttore europeo di auto. L'azienda è controllata al 20,3% dall'amministrazione della Bassa Sassonia, e in buona parte anche dalle famiglie Porsche e Piech, entrambe discendenti del cofondatore Ferdinand Porsche[5]. Alla Volkswagen sono legate anche aziende minori, specializzate in componenti meccanici ed elettronici. Altre importanti industrie in Bassa Sassonia sono la costruzione di aerei e navi, la siderurgia e le biotecnologie.

Sempre più di rilievo è anche il settore terziario, sin dagli anni settanta ed ottanta (turismo, commercio, comunicazione).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area prende il nome dalla popolazione dei Sassoni, che si spostarono qui da quello che è oggi il vicino stato di Schleswig-Holstein verso la metà del I millennio d.C. In origine la regione era chiamata semplicemente "Sassonia", ma poiché il centro di gravità del Ducato di Sassonia si spostò gradualmente in direzione dell'Elba, verso gli odierni stati di Sassonia-Anhalt e di Sassonia, alla regione venne dato il nome di Bassa Sassonia, che ebbe anche come uno dei Circoli Imperiali di Stato della riforma del 1495.

Lo Stato della Bassa Sassonia fu fondato nel 1946 sotto l'amministrazione militare britannica, che riunì i precedenti stati di Brunswick, Oldenburg e Schaumburg-Lippe con lo stato di Hannover.

Elenco di Ministri-Presidenti della Bassa Sassonia[modifica | modifica wikitesto]

  1. 1946 - 1955: Hinrich Wilhelm Kopf (SPD)
  2. 1955 - 1959: Heinrich Hellwege
  3. 1959 - 1961: Hinrich Wilhelm Kopf (SPD)
  4. 1961 - 1970: Georg Diederrichs (SPD)
  5. 1970 - 1976: Alfred Kubel (SPD)
  6. 1976 - 1990: Ernst Albrecht (CDU)
  7. 1990 - 1998: Gerhard Schröder (SPD)
  8. 1998 - 1999: Gerhard Glogowski (SPD)
  9. 1999 - 2003: Sigmar Gabriel (SPD)
  10. 2003 - 2010: Christian Wulff (CDU), eletto Presidente della Germania
  11. 2010 - 2013: David McAllister (CDU)
  12. dal 2013: Stephan Weil (SPD)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ente statistico della Bassa Sassonia - Dati sulla popolazione
  2. ^ EKD http://www.ekd.de/download/kirchenmitglieder_2007.pdf
  3. ^ chiesa cattolica http://www.dbk.de/imperia/md/content/kirchlichestatistik/bev-kath-l__nd-2008.pdf
  4. ^ Statistical Offices of the Länder and the Federal Statistical Office
  5. ^ 'Volkswagen law' is ruled illegal in BBC News. URL consultato il 24 ottobre 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania