Contea di Schaumburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Contea di Schaumburg
Contea di Schaumburg - Stemma
Dati amministrativi
Nome ufficiale Grafshaft Schaumburg
Lingue parlate tedesco
Capitale Bückeburg
Dipendente da Sacro Romano Impero
Politica
Forma di governo principato
Nascita 1110 con Adolfo I
Causa divisione dal Ducato di Sassonia
Fine 1640 con Ottone V
Territorio e popolazione
Economia
Valuta tallero di Schaumburg
Commerci con Sacro Romano Impero, Paesi Bassi, Prussia
Religione e società
Religioni preminenti cattolicesimo poi chiesa evangelica
Religione di Stato cattolicesimo poi evangelismo
Religioni minoritarie protestantesimo, cattolicesimo, ebraismo
Classi sociali patrizi, clero, cittadini, popolo
Evoluzione storica
Preceduto da Coat of arms of Saxony.svg Ducato di Sassonia
Succeduto da Flagge Fürstentum Schaumburg-Lippe.svg Principato di Schaumburg-Lippe
Flag of Hesse.svg Langraviato di Assia-Kassel

La Contea di Schaumburg fu uno stato del Sacro Romano Impero, nella regione della Bassa Sassonia, presso l'Hannover.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Castello di Schaumburg fotografato nel 2009.

La contea di Schaumburg si originò da una contea medievale che venne fondata all'inizio del XII secolo. Essa prendeva il proprio nome dal Castello di Schaumburg presso Rinteln sul fiume Weser dove una famiglia aristocratica si autoproclamò al titolo di signore (e dal 1295 a quello di conte) di Schaumburg. Adolfo I divenne il primo signore di Schauenburg nel 1106.

Nel 1110 Adolfo I venne nominato ufficialmente al suo rango dal duca Lotario di Sassonia che gli affidò le terre di Holstein e Stormarn tra cui Amburgo come feudo.[1] Successivamente la Casata di Schaumburg acquisì anche la sub-contea di Holstein-Pinneberg che mantenne sino al 1640.

Il conte Adolfo IV fu un governante attivo e fondò le città di Stadthagen e Rinteln.

Dal 1500 la Contea di Schaumburg rientrò nella provincia del Basso Reno-Westfalia del Sacro Romano Impero.

Dopo la morte senza figli del conte Ottone V nel 1640, la Casata di Schaumburg si estinse. La contea di Holstein-Pinneberg venne unita al Ducato di Holstein. La contea di Schaumburg propriamente venne divisa tra gli eredi della dinastia dei conti di Schaumburg in tre parti, una incorporata nel Principato di Lüneburg, la seconda andò a formare la contea di Schaumburg-Lippe e la terza continuò a portare il nome di Contea di Schaumburg e venne governata in unione personale dall'Assia-Kassel. Tutte queste tre parti fanno oggi parte dello stato della Bassa Sassonia, le prime due formando il circondario della Schaumburg.

Conti di Schauenburg[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lemma Schauenburg/Schaumburg. In: Klaus-Joachim Lorenzen-Schmidt, Ortwin Pelc (editore): Schleswig-Holstein Lexikon. 2. edizione, Wachholtz, Neumünster 2006.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Matthias Blazek: Die Grafschaft Schaumburg 1647–1977. ibidem, Stuttgart 2011 ISBN 978-3-8382-0257-0
  • Walter Maack: Die Geschichte der Grafschaft Schaumburg, 3. edizione, Rinteln 1986