Frisia (regione storica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Frisia.
Le regioni con influenza frisona

La Frisia (frisone occidentale: Fryslân; frisone settentrionale: Fraschlönj, Freesklöön, Freeskluin, Fresklun, o Friislön’; frisone orientale: Fräislound; frisone orientale della Bassa Sassonia: Freesland; gronings: Fraislaand; tedesco e olandese: Friesland; danese: Frisland) è la regione geografica costiera dell'angolo sud-est del Mar del Nord compresa tra la parte settentrionale dei Paesi Bassi e l'estuario del fiume Vidå, in prossimità del confine danese-tedesco.

La regione della Frisia include anche i tre gruppi delle Isole Frisone (le Isole Frisone Occidentali, Orientali e Settentrionali), allineate pressoché parallelamente alla costa, di fronte alle corrispondenti zone sulla terraferma. La prima della sequenza di isole, partendo da ovest è Noorderhaaks piccola striscia di sabbia tra la terraferma e l'isola di Texel in territorio olandese, mentre l'ultima, e più settentrionale, è Langli, situata nel golfo di Esbjerg, in Danimarca. La Frisia inoltre comprende le isole tedesche di Helgoland, distanti dalla costa 40 km.

La regione è stata storicamente abitata dai Frisoni, un popolazione germanica, il cui apogeo è stato il Regno di Frisia nell'VIII secolo. Gli eventi storici (invasioni di Franchi, Sassoni, Vichinghi) e naturali (le alluvioni del Mar del Nord che hanno trasformato il Lago Flevo nel Zuiderzee) hanno portato alla frammentazione della regione e della popolazione, per cui oggi esistono minoranze frisone nei Paesi Bassi, in Germania e Danimarca. La frammentazione ha influito anche sul linguaggio: dal frisone medievale sono derivate varie varianti locali.

Divisione[modifica | modifica sorgente]

La Frisia è abitualmente divisa in tre parti:

La Frisia Orientale (Ostfriesland) e la Penisola della Frisia Orientale (Ost-Friesland) con gli attuali confini amministrativi.
  1. Ovest Frisia nei Paesi Bassi, corrispondente approssimativamente a:
    • la parte settentrionale della provincia dell'Olanda Settentrionale ed in particolare
    • la provincia della Frisia (Frisone occidentale: Fryslân), conosciuta in passato anche come Westerlauwers Friesland (Frisia ad ovest del fiume Lauwers)
    • la provincia di Groninga conosciuta in passato, XVI secolo ca., anche come Klein Friesland (Piccola Frisia)
  2. Est Frisia o Frisia orientale (Frisone Orientale della Bassa Sassonia: Oostfreesland) nel Bundesländer della Bassa Sassonia in Germania, corrispondente approssimativamente a:
  3. Nord Frisia o Frisia Settentrionale (Tedesco: Nordfriesland; Frisone Settentrionale: Nordfriislon, Nordfraschlönj, Nuurdfriisklun, Danese: Nordfrisland) nel Bundesländer del Schleswig-Holstein in Germania e nella regione del Syddanmark in Danimarca, corrispondente approssimativamente a:

Bandiera e inno[modifica | modifica sorgente]

La bandiera della Frisia

Nel settembre 2006 è stata codificata la bandiera della Frisia che riprende il tema della croce nordica e lo arricchisce con le quattro foglie di giglio d'acqua che sono presenti anche nella bandiera della provincia olandese della Frisia[3].

È stato anche adottato un inno nazionale: De âlde Friezen (Gli antichi frisoni).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il fiume Vidå è stato in passato il confine tra la Frisia Settentrionale e la Danimarca; la piccola porzione di territorio danese tra il citato fiume e l'attuale confine tedesco va, quindi, considerata parte della Frisia.
  2. ^ Le isole, pur non essendo parte della regione storica, fanno invece parte della regione geografica in quanto appartenenti alle isole Frisone Settentrionali.
  3. ^ (EN) La bandiera interfrisona, dal sito web del Groep fan Auwerk, movimento indipendentista frisone. URL consultato il 14 dicembre 2013.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

(EN) Rolf Hendrik Bremmer, An Introduction to Old Frisian: History, Grammar, Reader, Glossary, Amsterdam, John Benjamins Publishing Co., 2009. ISBN 978-90-272-3255-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Frisia, Treccani.it. URL consultato il 31 marzo 2014.
  • (EN) Frisia, Enciclopedia Britannica. URL consultato il 14 dicembre 2013.
  • (EN) Frisia, www.eurominority.eu. URL consultato il 14 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]