Libero Stato di Oldenburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Libero Stato di Oldenburg
Libero Stato di Oldenburg – Bandiera Libero Stato di Oldenburg - Stemma
Libero Stato di Oldenburg - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome ufficiale Freistaat Oldenburg
Lingue parlate tedesco
Capitale Oldenburg
Dipendente da Repubblica di Weimar
Politica
Forma di governo repubblica
Nascita 9 novembre 1918
Causa Rivoluzione tedesca
Fine 1946
Causa Crollo del Terzo Reich
Territorio e popolazione
Massima estensione 5,375 km2 nel 1939
Popolazione 580,000 nel 1939
Economia
Valuta Marco tedesco
Religione e società
Religioni preminenti protestantesimo
Religione di Stato calvinismo
Religioni minoritarie luteranesimo, cattolicesimo, ebraismo
Classi sociali patrizi, clero, cittadini, popolo
Evoluzione storica
Preceduto da Oldenburg Flagge.jpg Ducato di Oldenburg
Succeduto da Flag of Lower Saxony.svg Bassa Sassonia
Flag of Schleswig-Holstein.svg Schleswig-Holstein
Flag of Rhineland-Palatinate.svg Renania-Palatinato

Il Libero Stato di Oldenburg (in tedesco: Freistaat Oldenburg) fu uno Stato della Germania dal 1918 al 1933 formatosi durante la Repubblica di Weimar. La capitale era a Oldenburg.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Libero Stato di Oldenburg si formò dopo la fine del Ducato di Oldenburg dovuta al crollo della monarchia in Germania a seguito della rivoluzione per la fine della prima guerra mondiale nel 1918 ed all'abdicazione dell'ultimo duca, Federico Augusto II.

Nel 1937 lo stato perse le exclave di Eutin, presso la costa del Mar Baltico e Birkenfeld nella Germania sud-occidentale a favore della Prussia, ottenendo la città di Wilhelmshaven; questa azione, ad ogni modo, fu una mera formalità in quanto già dal 1933 il partito nazista aveva de facto abolito gli stati tedeschi.

Dopo la Seconda Guerra mondiale, il Libero Stato di Oldenburg passò al nuovo stato della Bassa Sassonia mentre due delle sue enclave passarono agli Stati di Schleswig-Holstein e Rheinland-Pfalz.